Spaghetti Story

Acquista su Ibs.it   Dvd Spaghetti Story   Blu-Ray Spaghetti Story  
Un film di Ciro De Caro. Con Valerio Di Benedetto, Cristian Di Sante, Sara Tosti, Rossella d’Andrea, Deng Xueying.
continua»
Commedia, durata 83 min. - Italia 2013. - Distribuzione Indipendente uscita giovedì 19 dicembre 2013. MYMONETRO Spaghetti Story * * * 1/2 - valutazione media: 3,67 su 30 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
3,67/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * 1/2 -
 critican.d.
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
L'opera prima di Ciro De Caro è un affresco generazionale che ha come basi l'amicizia e la voglia di indipendenza.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Piccolo film coraggioso e indipendente: un ottimo esordio
Paola Casella     * * * 1/2 -

Valerio è un aspirante attore ventinovenne che non riesce a sbarcare il lunario e nei momenti di sconforto fissa il suo trenino elettrico. L'amico d'infanzia Christian è un pusher (ma lui precisa: "rivenditore al dettaglio") che fa affari con la mala cinese. Valerio vive con Serena, che persegue un dottorato grazie ad una borsa di studio e comincia a sentir ticchettare l'orologio biologico. Christian invece vive con la nonna che ha visioni della Madonna e aggredisce chiunque entri in casa. Infine Giovanna, sorella di Valerio, fa la fisioterapista e mantiene il fratello, invitandolo ripetutamente a crescere e a prendersi le sue responsabilità nei confronti di Serena. Cosa che, a modo suo, fa anche il pragmatico Christian, convinto che le donne non vadano capite ma protette.
Nel panorama della commedia italiana contemporanea, in cui hanno la meglio (produttivamente e distributivamente parlando) le messinscene paratelevisive popolate da giovani gaudenti e senza un problema al mondo, l'esordiente trentenne Ciro De Caro racconta il mondo dei suoi coetanei in modo totalmente realistico, a cominciare dai dettagli di ambiente e dalla descrizione della realtà (non) lavorativa dei giovani.
De Caro descrive con precisione anatomica il mix di umiliazione e apatia che la crisi economica genera nella sua generazione, e che ha per corollario l'immobilismo sognatore (Valerio) o il pragmatismo bieco (Christian), nessuno dei due intrinseco alla personalità del singolo, ma conseguenza di una situazione surreale e straniante per tutto un Paese. Perché Valerio e Christian, come Serena e Giovanna, sono persone perbene che reagiscono come possono all'iniquità delle loro circostanze.
La cura che De Caro mette nella messinscena non è solo nella scrittura ma anche nelle scelte di ambientazione, nelle inquadrature sempre ingombre e spesso bloccate alla vista, nell'attenzione alle luci (anche quelle naturali), nell'utilizzo del fuori fuoco, e in un montaggio creativo e brusco che velocizza la narrazione o, in alternativa, simula il tempo intercorso senza riprodurne la noia (e la fatica produttiva). Ad aiutare il regista-sceneggiatore nella costruzione di una commedia autentica e autenticamente divertente (si ride davvero qui, e amaro, come nella miglior tradizione italiana) è un cast perfetto capitanato da Valerio Di Benedetto e Christian Di Sante che hanno tempi comici impeccabili, l'uno nelle vesti di prim'attore, l'altro in quelle di caratterista, entrambi uniti dalla capacità di inserire al momento giusto una dose di umanità riconoscibile nei rispettivi personaggi. Perfette anche Sara Tosti e Rossella D'Andrea, che del film è cosceneggiatrice: e si sente, perché Spaghetti Story ha il pregio di raccontare le donne di oggi in modo altrettanto credibile degli uomini, cosa ancor più rara nel cinema italiano contemporaneo. Il che permette di gettare luce su quella che è la dimensione veramente originale di questa commedia: il racconto di come la crisi economica metta alla prova la virilità di maschi catapultati fuori dal loro ruolo di capofamiglia, mentre le loro donne - nonne, sorelle, fidanzate - si rimboccano le maniche con concretezza tutta femminile e fanno ciò che serve per portare avanti un progetto di vita, e magari anche di famiglia.
Nessuno in Spaghetti Story ha totalmente ragione perché tutti procedono a tentoni, il che riflette esattamente la situazione della maggior parte degli italiani di fronte alla crisi. Ma l'età dei protagonisti rende più drammatico il loro vagare senza prospettive, perché, come ricorda Valerio, "mio padre a 29 anni aveva già due figli e un lavoro sicuro". Due sole pecche per questo ottimo esordio: il titolo del film, che non ha nulla a che vedere con la trama e ne sminuisce il valore in termini di critica sociale, e il finale, che non riveliamo ma che, pur mantenendo giustamente il registro della vaghezza, perde l'occasione di assestare un calcio in corner di quelli per cui la grande commedia all'italiana è famosa nel mondo (vedi la scena conclusiva di Divorzio all'italiana).
Ma sono osservazioni minori davanti a questo piccolo film coraggioso e veramente indipendente che verrà distribuito attraverso un circuito di sale costruito con il Lego e si promuoverà attraverso i social network. Gli auguriamo lunga vita, e molte altre occasioni a tutta la sua squadra.

Sei d'accordo con la recensione di Paola Casella?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
80%
No
20%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * * *

Il nuovo realismo italiano che racconta la vita.

giovedì 5 settembre 2013 di aldolatt

Spaghetti Story rilancia il cinema italiano verso una nuova direzione: è un film puro, innocente, a tratti ingenuo in maniera positiva, e allo stesso tempo maturo. Triste e comico, in un equilibrio riuscito che non scade mai nella commedia volgare, o nel dramma melenso. Ho avuto modo di vedere Spaghetti Story al festival del cinema di Mosca, e nei primi minuti ero incuriosito e compiaciuto dalla freschezza della sceneggiatura, dalla fotografia semplice ma efficace, una regia che rende le scene continua »

* * * * *

Bellissimo! davvero una piacevole sorpresa!

venerdì 27 dicembre 2013 di Giorgio1979

E' raro vedere in Italia un film così! Una di quelle commedie un po' amare che sapevamo fare noi italiani in passato e che non sappiamo fare più. Sembra quasi di assistere ad uno di quei bei film americani dove ridi da morire però alla fine ti fanno scendere una lacrimuccia. A volte capisco la sfiducia verso il cinema italiano e soprattutto verso il cinema indipendente, ma questo non è un pippone, è davvero bello, lo consiglio se volete ridere, divertirvi e vedere anche un bel film. Peccato che continua »

* * * * -

Sorprendente, senza illusioni apre alla speranza

sabato 4 gennaio 2014 di Riccardo Tavani

Si sentiva il bisogno di una simile ventata di aria fresca nel cinema italiano. È la vera sorpresa del nostro cinema non solo dell’anno appena apparso ma anche di quelli indietro per almeno una decina abbondante di anni a questa parte. Girato con una manciata di spiccioli (quindicimila euro), di giornate di ripresa (undici) e con una Canon 5D da discount dell’elettronica, ottiene un risultato di forma, narrazione e significati davvero stringente e convincente. È la vicenda di quattro ragazzi di continua »

* * * * -

Indipendente e godibile

lunedì 30 dicembre 2013 di andre62

Un budget di 15000 Euro per un film realizzato in meno di due settimane, parole del regista apparso durante la proiezione. Commedia godibilissima che vale 1000 cinepanettoni, specie considerando il costo, ma anche in assoluto siamo a ottimo livello. Ci si diverte, anche se non si e' romani come i protagonisti del film. Girato con obbiettivo fisso 50 mm ma ottimamente, anche tecnicamente non ci sono sbavature. Andate a vederlo per verificare che il cinema in tempo di crisi si puo' fare con creativita' continua »

Scheggia
"Le donne so' così vale , non ce devi capi un c***o"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Scheggia
"Le donne so' così vale , non ce devi capi un c***o"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
SCHEGGIA
"DAI RETTA A ME: VALE' PIU' TE CONCENTRI E PIU' LO FAI DE MxxxA STO PROVINO "
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Spaghetti Story

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 24 settembre 2014

Cover Dvd Spaghetti Story A partire da mercoledì 24 settembre 2014 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Spaghetti Story di Ciro De Caro con Valerio Di Benedetto, Cristian Di Sante, Sara Tosti, Rossella d’Andrea. Distribuito da P.F.A. Films. Su internet Spaghetti Story (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 14,99 €
Aquista on line il dvd del film Spaghetti Story

Vivace ritratto di due borgatari

di Massimo Bertarelli Il Giornale

Che piacevole sorpresa. Una commediola senza pretese, girata con evidenti scarsi mezzi, che ispira simpatia e tenerezza. Nella Roma delle borgate Valerio e Scheggia, ormai vicini ai trent' anni, sono amici per la pelle. L'uno punta cocciutamente a fare l'attore e intanto campa con i soldi di compagna e sorella. L'altro si è messo in combutta con uno spacciatore cinese. Niente di speciale, ma molta cura nel delineare i caratteri. E due protagonisti davvero bravi. Da Il Giornale, 19 dicembre 2013 »

Spaghetti Story | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Paola Casella
Pubblico (per gradimento)
  1° | aldolatt
  2° | giorgio1979
  3° | riccardo tavani
  4° | andre62
  5° | laertex
  6° | melvin ii
  7° | wild joe
  8° | melvin ii
  9° | redrose
10° | stalkerzoe
Rassegna stampa
Massimo Bertarelli
Video
1| 2| 3|
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 19 dicembre 2013
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità