Dietro i candelabri

Acquista su Ibs.it   Dvd Dietro i candelabri   Blu-Ray Dietro i candelabri  
Un film di Steven Soderbergh. Con Michael Douglas, Matt Damon, Dan Aykroyd, Scott Bakula, Rob Lowe.
continua»
Titolo originale Behind the Candelabra. Biografico, durata 118 min. - USA 2013. - 01 Distribution uscita giovedì 5 dicembre 2013. MYMONETRO Dietro i candelabri * * * - - valutazione media: 3,26 su 34 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,26/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * - -
 critica * * * 1/2 -
 pubblico * * 1/2 - -
   
   
   
Tra Liberace e il giovane Scott Thorson nasce una relazione che spingerà il primo a chiedere l'adozione. Ma l'idillio non sarà infinito.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un film su un tempo non lontano in cui fare outing era proibito, affrontato con temerarietà e successo
Giancarlo Zappoli     * * * - -

1977. Wladziu Valentino Liberace (in arte Liberace) è uno showman e pianista famosissimo sin dagli Anni Cinquanta. Le sue capacità di intrattenitore televisivo e teatrale sono indiscusse. Al termine di uno spettacolo gli viene presentato il giovane Scott Thorson e tra I due nasce da subito una relazione che durerà a lungo al punto da spingere Liberace ad avviare le pratiche per l'adozione. L'idillio però non sarà infinito.
Steven Soderbergh è un regista inarrestabile, a dispetto della sua dichiarazione di qualche tempo fa che mirava a farci credere che non avrebbe più fatto film. Fortunatamente per lui (e per noi) si è rivelato incapace di far conseguire i fatti ai propri propositi e continua ad offrirci occasioni non tanto di assistere a storie che si sviluppano sul grande schermo ma (questo è ciò che più conta) a consentirci di riflettere sulle dinamiche interne di una narrazione cinematografica. Perché se è vero che l'occasione gli viene offerta dal libro omonimo di Thorson (tuttora vivente) quello che uno sceneggiatore del livello di Richard LaGravenese gli offre è uno script che non ha nulla del biopic classico e offre invece molte insidie a chi decide di metterlo in scena.
Il film non ci racconta la vita dello showman cogliendolo invece all'apice del successo ma sull'orlo dei sessant'anni nel momento in cui si fa prendere dalla più forte relazione della sua vita. Liberace non è però solo il personaggio che ha fatto del kitsch un marchio di riconoscibilità (vedi i candelabri su pianoforti luccicanti quanto le sue mise). È anche un gay che deve nascondere le proprie tendenze sessuali. Perché, nonostante la liberazione dei costumi avviata alla fine degli Anni Sessanta, il mondo dello star system vuole poter continuare a 'venderlo' al pubblico più vasto possibile. Il negare l'evidenza (sottolineata invece dagli atteggiamenti propri di ogni sua esibizione pubblica) diventa il gioco complesso con cui anche Soderbergh si deve confrontare. Perché il rischio più elevato era quello di ricalcare gli stereotipi di tanti film più o meno velatamente omofobi.
Soderbergh affronta il problema com la temerarietà di un trapezista senza rete. Offre infatti a due icone della mascolinità (l'antico sex addicted Michael Douglas sicuramente etero e Matt 'Bourne' Damon) i ruoli dei due protagonisti chiedendo loro di offrire credibilità ai due personaggi. La richiesta viene esaudita con grande adesione ai reciproci caratteri. Il regista che più di altri ha fatto dell'eclettismo la propria filosofia riesce così a raccontarci una storia di show business e di arte ma anche la parabola di una relazione di coppia come tante. Senza distinzione di gusti e preferenze.

Incassi Dietro i candelabri
Primo Weekend Italia: € 209.000
Incasso Totale* Italia: € 478.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 29 dicembre 2013
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
66%
No
34%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Dietro i candelabri

premi
nomination
Golden Globes
2
4
BAFTA
0
2
* * * * -

Una storia d'amore, senza bisogno di etichette omo

venerdì 14 giugno 2013 di donni romani

Presentato al Festival di Cannes 2013 e non distribuito nel circuito cinematografico americano per paura che il pubblico non gradisse vedere due attori popolari  -  ed etero -  come Michael Douglas e Matt Damon interpretare due omosessuali -  ma davvero si può avere un'opinione così bassa dei propri concittadini da parte dei distributori statunitensi o  il pubblico usa è così "prud"? - il film di Soderbergh, camaleontico e talentuosissimo continua »

* * - - -

Una vita esagerata (il film meno)

domenica 15 dicembre 2013 di jaylee

Walter “Lee” Liberace è stato un pianista e performer enormemente famoso negli USA per un periodo che va dagli anni 30 agli anni 80; talento incredibile, e uno stile di vita palesemente (ma non dichiarato) gay in un Paese dove l’outing è tuttora la tomba professionale per molti artisti. Muore di AIDS nel 1987, una delle prime star USA colpite dal siero HIV, cosa che fu peraltro negata fin dopo la sua morte dai suoi legali per molto tempo. Steven Soderbergh alla regia, Dietro I Candelabri racconta continua »

* * * * -

Una storia di interdipendenza perfetta

martedì 10 dicembre 2013 di francesca romana cerri

Il rapporto che si instaura tra Liberace, famoso pianista, carismatico e di gran fascino e personalità e Schott, il ragazzo giovane e biondo che diventerà subito il suo amante, amico ,convivente e a suo servizio sul piano lavorativo,  dipinge una storia di Interdipendenza. Progressivamente Schott perde il suo volto, le sue abitudini, il suo spazio dietro ad un apparente bisogno di Liberace di averlo tutto per sè. Liberace  fà  una tabula rasa attorno a continua »

* * * * -

Dietro i candelabri la solitudine e l'amarezza

mercoledì 11 dicembre 2013 di Stefano Pariani

Valentino Liberace (Michael Douglas) è un popolare pianista nell’America a cavallo tra gli anni ’50 e ’70, vive in una splendida villa con piscina arredata in stile “kitsch monumentale” (parole sue), veste con abiti eccentrici e vistose pellicce e indossa enormi anelli di dubbio gusto. Gay non dichiarato, dalla sua vita entrano ed escono uomini più giovani di lui, finchè un giorno incontra Scott Thorson (Matt Damon), un ingenuo ragazzo provinciale continua »

Michaele Douglas (Liberace)
Certo non sono Rubinstein, ma anche Rubinstein non è Liberace.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Dietro i candelabri

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 5 giugno 2014

Cover Dvd Dietro i candelabri A partire da giovedì 5 giugno 2014 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Dietro i candelabri di Steven Soderbergh con Matt Damon, Michael Douglas, Dan Aykroyd, Debbie Reynolds. Distribuito da Rai Cinema - 01 Distribution. Su internet Dietro i candelabri (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 17,99 €
Aquista on line il dvd del film Dietro i candelabri

APPROFONDIMENTI | Il più rappresentativo autore del cinema Usa degli ultimi vent'anni.

Steven soderbergh

mercoledì 4 dicembre 2013 - Mauro Gervasini

La politica degli autori: Steven Soderbergh Wladziu Valentino Liberace è stato un artista, pianista, musicista, intrattenitore, showmen tra i più stupefacenti della storia americana. Era omosessuale ma non poteva dichiararlo, perché la società dello spettacolo non glielo avrebbe perdonato. La sua storia, ispirata al libro dello storico amante Scott Thorson, è alla base del film Dietro i candelabri, sceneggiato da Richard LaGravenese. Soprattutto, diretto da Steven Soderbergh, che nonostante abbia firmato blockbuster come Out of Sight (1998), Erin Brockovich - Forte come la verità (2000) e Ocean's Eleven - Fate il vostro gioco (2001) lo ha dovuto realizzare per la cable tv e non per il grande schermo perché l'argomento è ancora "scabroso".

   

FOCUS | Dal sublime al kitsch: Behind the Candelabra.

Il corpo è lo spettacolo

sabato 7 dicembre 2013 - Roy Menarini

Il corpo è lo spettacolo Quello che Steven Soderbergh è diventato in questi anni (uno dei più grandi cineasti viventi) viene confermato, e anzi compendiato, in Dietro i candelabri. Nella storia di Liberace e della sua vita privata (che l'artista era riuscito abilmente a nascondere, almeno al grande pubblico), Soderbergh riesce miracolosamente a fare tante cose insieme: una storia dello spettacolo americano anni Settanta/Ottanta, una ricostruzione biografica degna di nota, uno studio del kitsch statunitense, una riflessione sulla cultura privata omosessuale, un lavoro teorico sugli attori (la mascolinità risaputa di Douglas e Damon ribaltata di segno), un repertorio di costumi e oggetti, una parabola sull'ipocrisia prima che il camp - con Madonna prima, e Lady Gaga poi - diventasse un fenomeno di massa.

   

NEWS | Breaking Bad e Modern Family le migliori serie.

I vincitori

lunedì 23 settembre 2013 - Chiara Renda

Emmy Awards 2013: i vincitori Sono stati assegnati la notte scorsa a Los Angeles gli Emmy Awards 2013, nel corso della 65esima edizione del premio più importante riservato alla televisione. Giunto alla quinta stagione, Breaking Bad ha ricevuto il premio come miglior serie drammatica, mentre Modern Family ha trionfato come miglior serie comica. Tra gli attori, il miglior protagonista in una serie drammatica è Jeff Daniels per The Newsroom, mentre il miglior attore in una serie comica è Jim Parsons (The Big Bang Theory). Per il secondo anno consecutivo Claire Danes è la miglior attrice drammatica per Homeland, e Julia Louis-Dreyfus vince il premio come miglior attrice comica in Veep.

   

VIDEO | Il nuovo film di Soderbergh con Michael Douglas.

Il trailer italiano

mercoledì 13 novembre 2013 - Chiara Renda

Dietro i candelabri, il trailer italiano In concorso all'ultimo Festival di Cannes, Dietro i candelabri è il nuovo ambizioso lavoro del regista premio Oscar Steven Soderbergh, qui insieme allo sceneggiatore Richard LaGravenese alle prese con un biopic del tutto particolare, che si concentra sulla vita dell'eccentrico pianista e showman omosessuale Liberace (interpretato da un convincente Michael Douglas), famosissimo negli anni Settanta, cogliendolo però non nel momento di massimo successo e splendore, bensì attorno ai suoi sessant'anni, quando si farà coinvolgere nella più forte relazione della sua vita, quella con il giovane Scott Thorson (Matt Damon).

   

Sesso bollente per un ardente amore gay

di Natalia Aspesi La Repubblica

Non si era mai visto un amore omosessuale così ardente come quello che due attori etero, Michael Douglas e Matt Damon, vivono in Behind the candelabra, il film di Steven Soderbergh, che racconta il legame sinistrarnente appassionato e di reciproca furibonda dipendenza tra il divo un tempo più pagato e adorato dello show business americano e un bel ragazzo povero, allevato da genitori affidatari. Il celebre virtuoso di pianoforte Liberace («Certo non sono Rubinstein, ma anche Rubinstein non è Liberace»), 58 anni, e Scott Thorson istruttore di cani, 18 anni, s'incontrano a Las Vegas nel 1977 e finiscono a bere champagne in una vasca da bagno circolare con rubinetto d'oro a forma di cigno; nel letto a baldacchino con colonne a tortiglione, i due, cioè Douglas e Damon, nudi, si baciano, stanno uno sull'altro, mimano, s'imaggina, sesso rovente e insaziabile. »

Il pianista gay di Soderbergh tra riso e pianto

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Vita (sfrenata), arte (pacchiana) e ossessioni (esemplari) di Valentino Liberace, pianista italo-polacco-americano, re del kitsch, musicista più pagato del mondo fra gli anni 50 e gli anni 70. Ma soprattutto ultima star gay di un'epoca in cui la parola e la cultura gay semplicemente non esistevano. Dunque i divi omosessuali si concedevano le menzogne più sfacciate pur di non insospettire il loro ingenuo e sterminato pubblico. Per capire la vera ragione che ha spinto Soderbergh a dedicare un «biopic» insieme anomalo e classico ma tutto da godere a questo divo oggi dimenticato, Behind the Candelabra, alla lettera dietro i candelabri (Liberace suonava sempre con un candelabro sul pianoforte sfavillante di strass), bisogna aspettare il sottofinale. »

di Anna Maria Pasetti Il Fatto Quotidiano

Tra il '77 e l'86 si consumò a Las Vegas un amore folle tra il virtuoso pianista omosessuale Liberace e un giovane biondissimo aspirante veterinario del Wisconsin, Scott Thorson, coppia animata da passioni e litigi estremi, dentro al glamour esasperato dall'artista. Anni dopo la morte del magnate, Thorson scrisse l'autobiografia ispiratrice del nuovo film di Soderbergh, prodotto e destinato alla tv HBO. Lineare ma lontano dai clichè del "cinema televisivo", il film vibra soprattutto della magistrale interpretazione di Michael "Liberace" Douglas, da premio. »

di Todd McCarthy The Hollywood Reporter

Quello che, almeno sulla carta, potrebbe essere l'ultimo film di Steven Soderbergh è magnifico. Al punto che, se non svelasse tutti i particolari della vita privata del protagonista che ha fatto di tutto per mantenerli segreti, probabilmente lo stesso Liberace lo avrebbe amato. Scritto in modo superbo, brillantemente diretto, acuto ma mai melenso e sostenuto da una grande interpretazione di Michael Douglas: a tratti ci si dimentica che si sta vedendo un attore che recita e non il personaggio che interpreta in carne e ossa. »

Dietro i candelabri | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Golden Globes (6)
BAFTA (2)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 | 3 | 4 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 5 dicembre 2013
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità