Dietro i candelabri

Acquista su Ibs.it   Dvd Dietro i candelabri   Blu-Ray Dietro i candelabri  
Un film di Steven Soderbergh. Con Michael Douglas, Matt Damon, Dan Aykroyd, Scott Bakula, Rob Lowe (II).
continua»
Titolo originale Behind the Candelabra. Biografico, durata 118 min. - USA 2013. - 01 Distribution uscita giovedì 5 dicembre 2013. MYMONETRO Dietro i candelabri * * * - - valutazione media: 3,28 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
donni romani venerdì 14 giugno 2013
una storia d'amore, senza bisogno di etichette omo Valutazione 4 stelle su cinque
71%
No
29%

Presentato al Festival di Cannes 2013 e non distribuito nel circuito cinematografico americano per paura che il pubblico non gradisse vedere due attori popolari  -  ed etero -  come Michael Douglas e Matt Damon interpretare due omosessuali -  ma davvero si può avere un'opinione così bassa dei propri concittadini da parte dei distributori statunitensi o  il pubblico usa è così "prud"? - il film di Soderbergh, camaleontico e talentuosissimo regista, ci racconta una storia, una storia d'amore, una storia d'amore omosessuale. [+]

[+] completamente in disaccordo (di khaleb83)
[+] storia d'amore???? l'amore è un'altra cosa (di wallander)
[+] lascia un commento a donni romani »
d'accordo?
stefano pariani mercoledì 11 dicembre 2013
dietro i candelabri la solitudine e l'amarezza Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Valentino Liberace (Michael Douglas) è un popolare pianista nell’America a cavallo tra gli anni ’50 e ’70, vive in una splendida villa con piscina arredata in stile “kitsch monumentale” (parole sue), veste con abiti eccentrici e vistose pellicce e indossa enormi anelli di dubbio gusto. Gay non dichiarato, dalla sua vita entrano ed escono uomini più giovani di lui, finchè un giorno incontra Scott Thorson (Matt Damon), un ingenuo ragazzo provinciale e belloccio. E’ il 1977 e Scott rappresenta per Liberace la bellezza e la giovinezza, che ormai in lui stanno sfiorendo; il pianista non tarda a far entrare nella sua vita il biondo adone, facendo di lui il suo amante, il suo aiutante di scena e il suo alter ego, intrecciando con lui una storia d’amore e di morbosa dipendenza durata alcuni anni. [+]

[+] concordo con te! dietro le luci, tanta amarezza... (di antonio montefalcone)
[+] lascia un commento a stefano pariani »
d'accordo?
francesca romana cerri martedì 10 dicembre 2013
una storia di interdipendenza perfetta Valutazione 4 stelle su cinque
87%
No
13%

Il rapporto che si instaura tra Liberace, famoso pianista, carismatico e di gran fascino e personalità e Schott, il ragazzo giovane e biondo che diventerà subito il suo amante, amico ,convivente e a suo servizio sul piano lavorativo,  dipinge una storia di Interdipendenza. Progressivamente Schott perde il suo volto, le sue abitudini, il suo spazio dietro ad un apparente bisogno di Liberace di averlo tutto per sè. Liberace  fà  una tabula rasa attorno a Schott, lo vuole ancora più bello, ancora più muscoloso, fino a trovarlo progessivamente noioso. Inizialmente geloso e possessivo Liberace, inizia a suscitare in Schott la possessività e il sospetto. [+]

[+] lascia un commento a francesca romana cerri »
d'accordo?
pepito1948 giovedì 12 dicembre 2013
liberace, talento ed eccentricità Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

I preziosi candelabri che LIberace tiene sul pianoforte nei suoi concerti sono il confine invisibile della sua doppia vita, pubblica e privata. Al di là c’è una massa idolatrante di spettatori, che vedono nel suo look eccentrico e stravagante una trasgressione “ammessa” e divertente, con sfoggio di costosissime pellicce del peso di diecine di chili e con atteggiamenti anticonvenzionali, dove la parola, spesso banale e vacua, è solo un orpello accessorio o tutt’al più un filo sonoro che lo lega empaticamente alle folle estasiate dalla sua rutilante presenza scenica, di intrattenitore e di pianista dotato di un talento fuori del comune.
Dietro ai candelabri e nascosto nel personaggio che si offre alle folle strabiliate dalle sue trovate spettacolari, pulsa il cuore di una persona chiusa in una reggia da reame delle fiabe più note, dove lusso sfrenato, specchi, vetri e luci creano l’effetto di una condizione di “sospensione” dalla vita ordinaria, apparentemente priva delle sue angustie quotidiane. [+]

[+] lascia un commento a pepito1948 »
d'accordo?
flyanto lunedì 9 dicembre 2013
quando essere gay non poteva essere rivelato Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

 Film in cui si racconta la vera storia di Liberace, famoso e talentuoso pianista gay che raggiunse i massimi vertici di notorietà negli Stati Uniti nel corso degli anni '60 e '70. Più che la sua attività professionale che viene presentata già come un fatto scontato e ad un livello di notorietà molto avanzato, il regista Steven Soderbergh pone l'accento soprattutto sulla sua vita personale e sentimentale presentando Liberace come un uomo altamente eccentrico ed all'apice del successo ma fondamentalmente molto solo, essendo circondato da persone interessate per lo più alla sua alla fama ed alla sua ricchezza. Con la presentazione della relazione sentimentale più profonda e lunga di Liberace con il giovane orfano Scott Thorson, Soderbergh coglie l'occasione per affrontare lo spinoso e delicato tema dell' omosessualità e di come questa, in tempi come quelli vissuti negli Stati Uniti negli anni '60/'70, fosse pressoché rifiutata e praticamente non ammessa e riconosciuta nella società, a tal punto da indurre lo stesso Liberace a millantare una predisposizione eterosessuale naturale a lui invece mai appartenuta. [+]

[+] liberace e la millantazione (di hollyver07)
[+] correzione a hollyver07 (di pepito1948)
[+] scusa flyanto! - post x pepito1948 (di hollyver07)
[+] lascia un commento a flyanto »
d'accordo?
yrock sabato 28 dicembre 2013
un film drammaticamente realistico Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Il film in questione, tratta la relazione tra i due protagonisti senza filtri (se non per la cesura), che finalmente mostra una coppia gay, che non faccia sembrare gli omosessuali asessuati o viceversa dei pervertiti. é la storia d'amore che potrebbe capitare (ed è capitata) a molte persone: una relazione segreta e due vite condizionate fino all'estremo dal mondo dello spettacolo. Il lusso fa arrivare le persone a fare cose terribili; la scena del cambiamento di volto di Matt Demon è resa in modo soft ma, in realtà, è raccapricciante.Un altro punto importante viene fissato, l'impossibilità legale e sociale, dell'equiparazione tra coppie eterosessuali ed omosessuali; un ragazzo che vive come il marito di un altro uomo che non avrebbe avuto diritto a nulla,se il suo partner non fosse stato ricco. [+]

[+] lascia un commento a yrock »
d'accordo?
luca scial� mercoledì 18 dicembre 2013
salvato da un grande michael douglas Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Valentino Liberace è un talentuoso, appariscente e famoso pianista. Uno showman eclettico, di grande impatto tanto in teatro quanto in tv. Ha un segreto che non può rivelare allo star system, altrimenti gli farebbe perdere l'ammirazione di molte fan: è gay. Dopo uno spettacolo gli presentano il giovane Scott Thorson, timido, bisessuale alle prime armi, di cui Liberace si infatua, al punto da prenderselo in casa come amante-collaboratore. Tra i due nasce un'intensa storia d'amore, addirittura Valentino gli chiede di rifarsi il lifting per somigliargli. Scott è un oggetto nelle sue mani. Ma come accade a tutti i vip, il loro privato è continuamente minato dalla vita pubblica dell'artista. [+]

[+] lascia un commento a luca scial� »
d'accordo?
gabriella giovedì 29 settembre 2016
tra commedia e dramma Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Ogni tanto nel deserto televisivo viene proposto qualcosa di decente, ieri sera è stata la volta di questo film, concepito appunto per la televisione. Nonostante la firma di Steven Sodenbergh, che solitamente mi lascia perplessa, non essendo un regista nelle mie corde, stavolta devo dire che è stata una gradevole sorpresa , benchè non tutto sia perfetto. Wladziu Valentino Liberace( interpretato da un Michel Douglas in una delle sue migliori performance) è stato un celebre pianista tra gli anni 50 e gli anni 80, compositore tra l'altro di numerose colonne sonore , personaggio decisamente eccentrico e stravagante, le sue esibizioni erano a dir poco barocche e ridondanti, aveva l'abitudine di piazzare un candelabro sul pianoforte, il suo fare carismatico faceva impazzire le donne. [+]

[+] lascia un commento a gabriella »
d'accordo?
jaylee domenica 15 dicembre 2013
una vita esagerata (il film meno) Valutazione 2 stelle su cinque
51%
No
49%

Walter “Lee” Liberace è stato un pianista e performer enormemente famoso negli USA per un periodo che va dagli anni 30 agli anni 80; talento incredibile, e uno stile di vita palesemente (ma non dichiarato) gay in un Paese dove l’outing è tuttora la tomba professionale per molti artisti. Muore di AIDS nel 1987, una delle prime star USA colpite dal siero HIV, cosa che fu peraltro negata fin dopo la sua morte dai suoi legali per molto tempo. Steven Soderbergh alla regia, Dietro I Candelabri racconta della relazione di Liberace (M. Douglas) con Scott Thorson (M. Damon) di 40 anni più giovane di lui, assunto per fargli da segretario, guardia del corpo, confidente, ed ovviamente amante. Se “eccessivo” era l’obiettivo che si era posto Soderbergh, allora c’è da dire che la sua opera lo ha senz’altro raggiunto. [+]

[+] io,invece,penso......... (di francesco2)
[+] lascia un commento a jaylee »
d'accordo?
catcarlo giovedì 9 gennaio 2014
dietro i candelabri Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Regista dalla carriera saltabeccante, Soderbergh si lascia volentieri andare ad azzardi che non sempre è ben capace di padroneggiare. In questo caso, però, la sfida può dirsi vinta: non era certo semplice mettere in immagini la sceneggiatura di Richard LaGravenese tratta dalle memorie di Scott Thorson sul rapporto tra quest’ultimo e Liberace, a partire dalle idee preconcette che possono azzoppare una progetto simile. Pur in un periodo di outing diffusi (e qualche anno dopo ‘I segreti di Brokeback Mountain’), nessuno negli Stati Uniti ha voluto produrre il film tranne la rete via cavo HBO – e difatti imdb lo cataloga come ‘TV Movie’ – con la conseguenza che la distribuzione in sala è stata riservata al resto del mondo: benché l’argomento non sia certo dei più edificanti – una persona famosa, ricca e anziana che ne soggioga, dal punto di vista sentimentale e psicologico, una con molti anni di meno per poi mettere al suo posto carne più fresca – vien difficile pensare che problemi analoghi si sarebbero palesati in caso di personaggi di sesso differente. [+]

[+] lascia un commento a catcarlo »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Dietro i candelabri | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
SAG Awards (3)
Golden Globes (6)
BAFTA (5)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 5 dicembre 2013
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2023 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità