Tutto tutto niente niente

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Tutto tutto niente niente   Dvd Tutto tutto niente niente   Blu-Ray Tutto tutto niente niente  
Un film di Giulio Manfredonia. Con Antonio Albanese, Lorenza Indovina, Nicola Rignanese, Davide Giordano, Lunetta Savino.
continua»
Commedia, durata 90 min. - Italia 2012. - 01 Distribution uscita giovedì 13 dicembre 2012. MYMONETRO Tutto tutto niente niente * * - - - valutazione media: 2,28 su 76 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato nì!
2,28/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * - - -
 critica * 1/2 - - -
 pubblico * * - - -
   
   
   
Tre storie, tre personaggi con un destino che li accomuna: la politica con la "p" minuscola.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
In bilico tra comicità e orrore, un film che ha il carattere di una beffarda anticipazione
Marzia Gandolfi     * * - - -

Cetto La Qualunque dopo la 'salita in politica' infila la discesa insieme alla sua giunta, sciolta e incarcerata nelle carceri calabresi. Più a Nord (Est), Rodolfo Favaretto coltiva il sogno della secessione, vagheggiando l'Austria e trafficando clandestini. Denunciato da uno dei suoi braccianti neri, creduto morto e buttato in mare, Rodolfo viene arrestato. Lontano dall'Italia invece Frengo Stoppato fugge alla giustizia e a una madre ingombrante e devota, che lo sogna casalingo e beato. Convinto da una telefonata materna ad abbandonare il suo rifugio new age, Stoppato viene condannato e rinchiuso per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Sarà un Sottosegretario, autorevole e maneggione, a rimetterli in libertà e al servizio di un Presidente del Consiglio di poche parole e smodato appetito. Entrati (il)lecitamente nella politica romana per garantire in parlamento voti e privilegi al partito di appartenenza, Cetto, Rodolfo e Frengo finiranno per comprometterne potere ed equilibrio.
Non fa (mai) ridere la nuova commedia di Giulio Manfredonia interpretata da Antonio Albanese, Antonio Albanese e Antonio Albanese. Perché il (bravo) comico brianzolo questa volta si fa in tre per ribadire la ridondante indecenza di chi ci governa senza mai eguagliare i referenti reali. Limite già esibito in Qualunquemente, dove la risata era biliosa e trattenuta, una smorfia insomma che non si distendeva mai in sorriso. Di fatto non c'è nulla da ridere, la realtà che i grotteschi personaggi di Albanese incarnano è raccapricciante e sempre in bilico tra comicità e orrore. Anche questa volta la finzione è impotente di fronte al compito di rappresentare la cronaca politica italiana, affollata ieri, oggi e domani di 'papi' e 'papi-girls'. A questo giro però, già svilito dalla ripetizione di maschere ben sedimentate negli occhi del pubblico tra cinema e Tv, le cose vanno peggio. E la ragione, quella più tangibile almeno, è da ricercarsi nella realtà, ancora una volta un passo avanti, ancora una volta più immaginosa di un'invenzione. Se Qualunquemente presentava i caratteri di un tempo (politico) già accaduto e scaduto, che si voleva soltanto dimenticare, Tutto tutto niente niente ha il carattere di una beffarda anticipazione, che ci ricorda che il peggio non è mai davvero passato e che ripescati dal bagno penale i Cetto, i Rodolfo e i Franco stanno tornando. La risata allora non scongiura ma congiura una nuova 'discesa in campo', bruciata da troppo reale e da un ko tecnico che congeda i tecnici e riaffiora i caimani.
Stando così le italiche cose, l'opulenta miseria morale dei tre 'politici', interpretata con drastico mestiere da Albanese, si riduce a un inerme defilé di maschere e abiti di scena che vestono modi cafoni e mondi faraonici. Se Manfredonia esagera nel modo dei suoi personaggi senza combinare mai davvero il comico col tragico, la Fandango consuma una domanda che resta sempre la stessa, diminuendo il capitale iniziale e tripartendo la vis comica di Albanese, monotona dietro i travestimenti. Ritratti mostruosi che hanno il buon senso di fuggire la galera e il buon gusto di lasciare poltrone e Malpaese. Perché i comici se scoprono i denti è per ridere di e con, non per divorarti come quei rettili acquatici che la laguna non la solcano ma ci sguazzano, disprezzando la verità, opponendosi sfacciati alle istituzioni e alla Legge, esibendo se stessi come un io forte e onnipotente, valendosi dei corpi femminili come strumenti di godimento, rifiutando ogni limite, ignorando il pudore e il senso di colpa.
Albanese ci (ri)prova ma davanti a 'cavalieri', compari e cortigiani è senzadubbiamente destinato a fallire. Non è comico da barzelletta lui. Ma come il suo paradigma immorale dovrebbe smettere di godere all'accendersi delle luci e decidersi a spegnerle. Nel modo in cui facevano le vere dive, nel modo di Raffaella Carrà, che compare in bianco e nero nella schermo di Cetto, richiamando una televisione frequentata da show girl 'scoperte' per il talento e legate per amore ai loro coreografi.

Incassi Tutto tutto niente niente
Primo Weekend Italia: € 2.366.000
Incasso Totale* Italia: € 8.450.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 6 gennaio 2013
Sei d'accordo con la recensione di Marzia Gandolfi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
31%
No
69%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Showtime:
martedì 2 settembre 2014 alle ore 22,55 in TV su SKYCINEMACOMEDY
Scopri gli altri film in televisione »
* * * - -

Film di satira

venerdì 14 dicembre 2012 di tonydil

Diverso da altri film ma simile a "Qualunquemente". "Tutto tutto niente niente" è film satirico che rispecchia i modi brutali e nascosti (molto esaltato) di alcuni politici italiani. Diverso da altri film ma non per questo da denigrare anche perchè Albanese con questi personaggi è diventato famoso e noto al pubblico italiano. Un pò volgare e gretto per alcuni atteggiamenti, anche se alcuni dei quali sono stati utilizzati proprio per esprimere la brutalità e l'ignoranza di alcuni personaggi. Questo continua »

* - - - -

Piú niente che tutto

martedì 25 dicembre 2012 di furerm

  Tuttotutto nienteniente. Un po troppo grottesco, scenografia surreale quasi onirica tempi e modi sgangherati il tutto davvero assurdo: pare un film fatto in fretta e furia. La figura del mitico Paolo Villaggio ridotta a scarabocchio certi aspetti della sceneggiatura rimandano a "il grande fratello"insomma un pateracchio. Albanese immenso, peró non basta a sostenere un film di livello. restano scenette e scemenze. Peccato perché se si calcava meno sull´assurdo continua »

* * * * -

Oltre la più umana immaginazione

venerdì 21 dicembre 2012 di RinoGaetanoforever

Il primo QUALUQUEMENTE,aveva folgorato i più,per la pittoresca ed eccentricità del personaggio stesso (sprattutto tra i giovanissimi),invece che catturare per il messaggio recondito che effettivamente voeva tramettere. Dunque se il primo non è riuscito ad colpire nel segno,come avrebbe potuto,farlo il seguito,in pieno periodo natalizio,con le sale piene zeppe di pubblico orfano dei Cinepanettoni? Il rischioè banese e Manfredonia potessero essere fraintesi e continua »

* * * * *

La realta'èpeggio

martedì 25 dicembre 2012 di maiomon78

l arena nella quale i nostri politici sguazzano,è molto peggio di come il film la narra;albanese è un attore fantastico e intelligente,riesce a coniugare su di se'tutti e tre i personaggi in maniera separata,come se stesse facendo 3 film diversi.si ride molto,pero' si pensa anche tanto....i tre delinquetpolitici,non son cosi'fantasiosi e lontani da noi,anzi... e propio questa fotografia del paese fa di albanese un fine osservatore del momento attuale,e nessuno meglio di continua »

cetto la qualunque
L'escort: "Sono una escort!"
Cetto: "No, grazie. Io ho bisogno di un troione!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Rodolfo Favaretto
interlocutrice: "È mai stato all'estero?"
Rodolfo Favaretto: "No, preferisco cagare a casa mia"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Cetto
il lupo perde il vizio ma non lu pilu!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Tutto tutto niente niente

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 22 maggio 2013

Cover Dvd Tutto tutto niente niente A partire da mercoledì 22 maggio 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Tutto tutto niente niente di Giulio Manfredonia con Antonio Albanese, Paolo Villaggio, Nicola Rignanese, Fabrizio Bentivoglio. Distribuito da Rai Cinema - 01 Distribution. Su internet Tutto tutto niente niente (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 6,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 3,00 €
Aquista on line il dvd del film Tutto tutto niente niente

SOUNDTRACK | Tutto tutto niente niente

La colonna sonora del film

Disponibile on line da martedì 11 dicembre 2012

Cover CD Tutto tutto niente niente A partire da martedì 11 dicembre 2012 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Tutto tutto niente niente del regista. Giulio Manfredonia Distribuita da Fandango. Su internet il cd Tutto tutto niente niente è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 10,90 €
Prezzo di listino: 13,70 €
Risparmio: 2,80 €
Aquista on line la colonna sonora del film Tutto tutto niente niente

Serve a poco il cinepanettone "di sinsitra"

di Paolo D'Agostini La Repubblica

quella di un panorama troppo seriamente problematico per affrontarlo a suon di caricature. È banale ma le cose stanno così. E quello che di originale, efficace e riuscito c'era, soprattutto come messa in scena, nel precedente Qualunquemente, sotto la regia dello stesso Giulio Manfredonia, qui in Tutto tutto niente niente va perduto. Che non è una sotto-valutazione tout court dell'Albanese cinematografico, il quale fuori dai "suoi" personaggi ci ha consegnato prove da attore eccellenti come in Questione di cuore di Archibugi o Giorni e nuvole di Soldini per dire solo delle più recenti. »

Il ritorno del grillino La Qualunque

di Mariarosa Mancuso Il Foglio

Antonio Albanese dice che questo suo ultimo film non è un endorsement a Beppe Grillo. Trovare, però, qualche segno di buona politica, o semplicemente di differenza, in un'ora e mezza di pellicola, è davvero una missione impossibile. I suoi tre personaggi non sono casi isolati. Attorno a loro, allegoria e iperbole del peggio in circolazione, c'è un sistema di potere completamente marcio e malato. Non si salva, insomma, proprio nessuno. È una fotografia della realtà? A tratti («purtroppamente»). Un'indicazione di voto? Decisamente no. »

Non morde il sequel di Albanese

di Alessandra Stoppini Il Giornale

Titolo troppo pretenzioso. Sarebbe bastata la seconda parte per sintetizzare, al meglio, quanta si rida nel film. Poco o niente. Purtroppo, dopo il meritato successo del geniale e spassoso «Qualunquemente», Albanese, pur moltiplicando i personaggi politici (tre), riduce al minirno, in questa sorta di sequel, le occasioni di divertimento. Non c'è nulla di sorprendente, anche perché la realtà fa già la sua parte. E poi, almeno a Natale, lasciamo in pace Chiesa e Sacra Famiglia. Da Il Giornale, 20 »

Così Albanese si fa in tre ma non convince

di Valerio Caprara Il Mattino

La puntata precedente ha fruttato quasi sedici milioni al botteghino: che sollievo, della nuova commedia di Antonio Albanese è possibile dire tutto il male che merita senza dover fare la figura del maramaldo che azzanna il povero cinema italiano. Definito dai critici quasi amici un «cinepanettone di sinistra», «Tutto tutto niente niente» triplica gli exploit già realizzati dal (dis)onorevole protagonista di «Qualunquemente» aggregando al rodato mafioso forzaitaliota Cetto lo strafatto Frengo con mamma beghina e il bossian-secessionista Favaretto con mamma vestita alla tirolese: un terzetto di mostri rubati ai dibattiti tv che vorrebbero intensificare il fuoco dell'attacco alla casta un po' tardivamente aperto dal regista/attore di scuola «Mai dire gol», ma, in realtà, puntano dritti al bottino del box-office natalizio sfruttando il grado zero del sentimento popolare. »

Tutto tutto niente niente | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | tonydil
  2° | furerm
  3° | andrea giostra
  4° | mauro
  5° | maiomon78
  6° | venarte
  7° | intothewild4ever
  8° | filippo catani
  9° | kar22
10° | renato volpone
11° | rinogaetanoforever
12° | stefanomaria
13° | ollipop
Trailer
1 | 2 |
Link esterni
Sito ufficiale
Facebook
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità