Posti in piedi in paradiso

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Posti in piedi in paradiso   Dvd Posti in piedi in paradiso   Blu-Ray Posti in piedi in paradiso  
Un film di Carlo Verdone. Con Carlo Verdone, Pierfrancesco Favino, Marco Giallini, Micaela Ramazzotti, Diane Fleri.
continua»
Commedia, durata 119 min. - Italia 2012. - Filmauro uscita venerdì 2 marzo 2012. MYMONETRO Posti in piedi in paradiso * * 1/2 - - valutazione media: 2,77 su 96 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,77/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * 1/2 - -
 critica * * * - -
 pubblico * * 1/2 - -
   
   
   
La vicenda di tre padri separati che vivono in grandi difficoltà economiche a causa della separazione dalle rispettive mogli, e che decidono di dividere un appartamento per far fronte insieme alle spese e all'affitto.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Commedia di situazione sulla crisi moderna che straripa in personaggi e microstorie
Edoardo Becattini     * * 1/2 - -

Tre uomini divorziati ed estremamente diversi per carattere e abitudini decidono di condividere un fatiscente appartamento romano per venire incontro alle difficoltà economiche dettate dalla crisi e dalle personali debolezze. Ulisse gestisce un negozio di vinili e di memorabilia del suo glorioso passato di produttore discografico; Fulvio è stato un importante critico cinematografico prima di finire a scrivere di gossip e starlette a causa di una relazione epistolare intrattenuta con la moglie del suo caporedattore; Domenico, invece, è un agente immobiliare scapestrato che il vizio del gioco e delle donne ha ridotto a vivere dove capita e a dover pagare gli alimenti a un numero di figli e di famiglie imprecisato. I tre vitelloni si ritrovano a fare i conti con una difficile convivenza, finché una sera Domenico, che arrotonda le entrate come escort, viene colto da un malore dopo aver preso troppo viagra e fa chiamare a casa Gloria, una stramba cardiologa con seri problemi sentimentali.
In tempi di recessione economica e artistica, Carlo Verdone decide di non risparmiare nulla della sua personalità di attore e regista nel misurarsi con la "nuova" commedia italiana ai tempi della crisi. Posti in piedi in paradiso concentra ogni momento della commedia verdoniana: c'è il Verdone comico dei personaggi coatti, pignoli e ingenui (in questo caso condivisi con Pierfrancesco Favino e Marco Giallini); c'è il Verdone intimista dei conflitti familiari e delle nevrosi affettive; e c'è in parte anche il Verdone del racconto corale che cerca di tracciare un profilo sociale a partire da un insieme di caratteri molto diversi. Ne esce una "commedia di situazione", ricca di personaggi e di relazioni, di microstorie e di umori, dall'impostazione quasi teatrale.
Due sono i blocchi fondamentali che la caratterizzano. La prima parte lavora sui meccanismi comici classici dettati dall'interazione fra uno "strano trio" di divorziati, in cui fra l'Ulisse pignolo e stressato di un Verdone che rifà se stesso e il Domenico tronfio e cialtrone di un Marco Giallini a metà fra Vittorio Gassman e Christian De Sica, si immette la figura mediana del Fulvio di Pierfrancesco Favino (forse quella più rappresentativa dell'uomo medio moderno, grazie al suo carattere al contempo imbranato e meschino, educato e cattivo). In questa fase, gli attori funzionano, mentre le gag fanno la spola fra il recupero della commedia all'italiana e la faciloneria del nazional-popolare. La seconda parte smembra progressivamente il trio per concentrarsi sui sentimenti attraverso il rapporto fra il personaggio di Verdone e quello di Micaela Ramazzotti e le relazioni fra padri e figli.
In questo ampio girotondo di anime e di caratteristi, si riconosce il tentativo di ampliare lo sguardo e la drammaturgia della commedia ordinaria, ma, allo stesso tempo, troppi sono i cambi di direzione, così come i momenti superficiali e meramente illustrativi. È come se Verdone più che cercare di narrare la realtà, giocasse a riempire il suo film di personaggi e di situazioni sfaccettate per prendere tempo e declinare umoristicamente tutte le possibili sfaccettature dell'attuale crisi, prima di decidere su quale di queste dirigere il senso del racconto.
Non proprio un film sulla crisi economica o sul dissesto della famiglia, non proprio un film sull'amicizia maschile o sulla stasi sentimentale, non proprio un film sulla nostalgia del passato e su un presente miserabile (l'aggettivo più ricorrente all'interno del film), Posti in piedi in paradiso cerca di raccontare tutto questo ma senza una precisa coerenza o unità. Né comico, né malinconico, il paradiso amaro di Verdone lascia posto solo a un messaggio consolatorio in cui la realizzazione delle generazioni dei figli scagiona i fallimenti di quelle dei padri. Speranza legittima e lodevole, ma che dimentica che se per i genitori ci sono solo posti in piedi, per i loro figli, al momento, non c'è neanche una lista d'attesa.

Incassi Posti in piedi in paradiso
Primo Weekend Italia: € 3.096.000
Incasso Totale* Italia: € 9.274.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 6 maggio 2012
Sei d'accordo con la recensione di Edoardo Becattini?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
62%
No
38%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Posti in piedi in paradiso

premi
nomination
Nastri d'Argento
3
5
David di Donatello
0
3
* - - - -

Un verdone al tramonto!

lunedì 5 marzo 2012 di Gabriele_Roma

Premetto di essere un grandissimo fan di Carlo Verdone e considero i suoi film (in particolare i suoi primi successi) capisaldi del cinema italiano che hanno lasciato un solco e consegnato un bagaglio alla generazione figlia di quel tempo. Purtroppo devo dire con grande amarezza che il film in commento è deludente sotto ogni profilo. Si ride poco e quelle poche volte, purtroppo, non per merito di Carlo Verdone. La scrittura del film è decisamente pessima. Non c'è una storia logica, tutto è lasciato continua »

* * * * -

Verdone conferma la sua grande intelligenza

sabato 3 marzo 2012 di Liver

Non è affatto semplice fare una commedia intelligente e come al solito Carlo Verdone non delude. Descrive ansie, passioni, solitudini, meschinità, riscatto con grande abilità. E con la stessa ostinazione e curiosità e intelligenza e compassione che da sempre contraddistinguono le sue opere. Sgrida ma non condanna a morte, fa ridere ma costringe a pensare, alterna amarezza e rinascita, malinconia, commozione, ilarità. Tutti bravissimi: la Ramazzotti, Favino, Giallini continua »

* * - - -

Un verdone meno in forma del solito

mercoledì 14 marzo 2012 di ruggero

Carlo Verdone stavolta sembra sin dalle prime scene indeciso sul registro da dare alla sua opera: commedia di costume o film decisamente comico? E sarà così per tutta la visione di un'opera molto meno riuscita di altre. Tutto sembra un po' improbabile, forse già visto. L'emblema di questo film è la prova di Marco Giallini costretto a recitare la brutta copia di uno dei tanti personaggi tratteggiati dal grande Franco Fabrizi. L'italiano falso che vive di espedienti. E non è male la recitazione continua »

* * - - -

Separati disadattati

sabato 3 marzo 2012 di diomede917

Il nuovo Carlo Verdone vuole essere più narratore dei vizi e le virtù della nostra società che il mattatore della prima parte della carriera, trasformandosi da comico a malinconico dando spazio al nuovo che avanza del panorama italiano. Se in Io, Loro e Lara aveva fatto un suo personale “La messa è finita”, con “Posti in piedi in Paradiso” vuole narrare la dura realtà dei nuovi poveri ossia i padri separati. Usando l’escamotage della continua »

Micaela Ramazzotti- Carlo Verdone
"Sono senza burro, così non fanno male al cuore"
"Non fanno male al cuore ma fanno male ai denti però."
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Marco Giallini
Fulvio: "Ma guarda che mica c'ho bisogno del viagra come te, sai?"
Domenico: "Vacce' te co' mi nonna, altro che er viagra, er plutonio te ce vorrebbe!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Gloria
Rivolgendosi ad Ulisse: "Sei drogato di solitudine."
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Posti in piedi in paradiso

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 1 agosto 2012

Cover Dvd Posti in piedi in paradiso A partire da mercoledì 1 agosto 2012 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Posti in piedi in paradiso di Carlo Verdone con Carlo Verdone, Pierfrancesco Favino, Marco Giallini, Micaela Ramazzotti. Distribuito da FilmAuro. Su internet Posti in piedi in paradiso (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 7,99 €
Aquista on line il dvd del film Posti in piedi in paradiso

SOUNDTRACK | Posti in piedi in paradiso

La colonna sonora del film

Disponibile on line da martedì 28 febbraio 2012

Cover CD Posti in piedi in paradiso A partire da martedì 28 febbraio 2012 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Posti in piedi in paradiso del regista. Carlo Verdone Distribuita da EMI.

APPROFONDIMENTI | Uno dei pochi ad avere mantenuto con il suo pubblico un rapporto costante.

Carlo verdone

mercoledì 12 febbraio 2014 - Mauro Gervasini

La politica degli autori: Carlo Verdone La prima volta che Carlo Verdone diede l'esame di storia del cinema all'università venne bocciato. Il docente era suo papà Mario, implacabile e giustamente imparziale. Diciamo che ha pienamente recuperato, negli anni, attraverso una filmografia importante, forse unica nel panorama cinematografico italiano. Verdone, classe 1950, è uno dei pochi autori-attori ad avere sempre mantenuto con il suo pubblico un rapporto costante, senza cali di popolarità, con un percorso di crescita attraverso varie declinazioni della commedia.

   

GALLERY | Le foto della commedia con Verdone, Favino e Giallini.

La riscossa di tre padri separati

mercoledì 29 febbraio 2012 - a cura della redazione

Posti in piedi in paradiso, la riscossa di tre padri separati Ulisse (Carlo Verdone), Fulvio (Pierfrancesco Favino) e Domenico (Marco Giallini) sono tre padri separati in serie difficoltà economiche. Per sopravvivere si arrangiano come possono: Ulisse, ex discografico di successo, vende "memorabilia" su e-bay; Fulvio, ex critico cinematografico, scrive di gossip; Domenico, in passato ricco imprenditore, è oggi un agente immobiliare che fa il gigolo con le signore di una certa età. Incontratisi per caso, i tre decidono di andare a vivere insieme. Ma una sera, dopo una serie di incontri 'galanti', Domenico si sente male.

BIZ

Negli Stati Uniti trionfo per Lorax - Il guardiano della foresta.

Carlo Verdone al settimo cielo

domenica 4 marzo 2012 - Robert Bernocchi

Box Office Italia Può tirare un sospiro di sollievo la Filmauro. Dopo alcuni film poco fortunati, la società di Aurelio De Laurentiis ritrova la vetta della classifica e un buon risultato grazie a Posti in piedi in paradiso, che ha raccolto 1.657.908 euro in due giorni e che dovrebbe chiudere il weekend intorno ai 3 milioni totali. Difficile il confronto con il precedente film di Verdone, Io, loro e Lara, che aveva aperto meglio, ma che era uscito il 5 gennaio, sfruttando le festività. L'impressione è che questa pellicola possa reggere bene nelle prossime settimane, quando non dovrà fronteggiare una grande concorrenza da parte di commedie importanti. continua »

   

La risata di Verdone: candida, senza furbizia

di Marco Giusti Il Manifesto

Finalmente si ride. Malgrado il grande impegno profuso dai nostri produttori alla ricerca di incassi immediati, per non parlare di una distribuzione che ha distrutto qualsiasi idea di salvaguardia di un cinema di idee, non è stata finora una stagione di grandi successi per il nostro cinema comico più popolare. Per fortuna che, dopo una serie di remake, sequel, commedie sexy senza sesso, film natalizi zoppicanti, Posti in piedi in Paradiso, il nuovo film di Carlo Verdone (in uscita nelle sale il 2 marzo) ci riporta ai tempi eroici della commedia all'italiana e delle opere più riuscite del nostro cinema comico. »

Padri sull'orlo di una crisi di nervi

di Valerio Caprara Il Mattino

Mentre tante commedie di voga programmano la scalata al botteghino “a prescindere” (dall’originalità, dalla qualità, dal buon gusto), Carlo Verdone può centrare il medesimo obiettivo regalando film-film agli spettatori. È questo il senso di ogni nuovo incontro con l’autore romano, uno dei pochissimi (l’unico?) a non avere svenduto la propria popolarità senza peraltro doversi genuflettere ai precettori del cinema d’essai. La prima dote che identifica «Posti in piedi in paradiso» è, non a caso, la generosità: maschera ormai storicizzata, puntuale entomologo e cronista del costume, il registattore ha avuto ancora il coraggio di offrire ruoli chiave a un trio di colleghi, personaggi autosufficienti con i quali giostrare in sintonia all’interno di un racconto rifinito e non pretestuoso. »

Si ride sulla crisi dei padri separati e poveri

di Gian Luigi Rondi Il Tempo

Carlo Verdone ci dice cose serie. Però divertendoci. Come ai tempi migliori della grande commedia all’italiana. Queste cose serie si dipanano tutte attorno a un problema sociale oggi molto sentito e diffuso, quello dei padri separati che, con ex mogli non di rado aspramente vendicative, finiscono quasi in miseria per pagare gli alimenti e il mantenimento di figli frequentati tra vari ostacoli molto saltuariamente. Il divertimento scaturisce dalla spigliatezza, dal brio e dalla vitalità con cui Verdone, sceneggiatore, regista e attore, ha poi affrontato questo problema con trovate, sorprese, invenzioni che giocano spesso anche con gli accenti della farsa, non cedendo mai, però, al troppo facile, anzi, con risentimenti a volte persino raccolti e pensierosi. »

E Verdone va in Paradiso

di Gianni Canova Il Fatto Quotidiano

«Siamo incompatibili». Ha un tono di voce imbarazzato, l’adultero benestante di mezza età che scarica l’amante più giovane - bionda cardiologa nevrotica - seduta al suo fianco alla guida di un’auto di lusso. Incompatibili: nel suo designare l’impossibilità di condividere passioni, la parola getta la ragazza (Micaela Ramazzotti), già di per sé un poco disturbata, nello sconforto e nelle lacrime. Poco dopo, chiamata a intervenire d’urgenza per la crisi cardiaca che ha colpito uno dei tre maschi di mezza età che condividono un appartamento popolare alla periferia di Roma, tutti e tre mariti separati, la bionda cardiologa, ancor più disturbata (visita con le cuffie dell’Mp3 invece che con lo stetoscopio. »

Posti in piedi in paradiso | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Nastri d'Argento (8)
David di Donatello (3)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 |
Link esterni
Sito ufficiale
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità