Toy Story 3 - La grande fuga

Acquista su Ibs.it   Dvd Toy Story 3 - La grande fuga   Blu-Ray Toy Story 3 - La grande fuga  
Consigliato assolutamente sì!
4,00/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * 1/2 -
 critica * * * 1/2 -
 pubblico * * * * -
Andy, il proprietario di Woody, di Buzz Lightyear e del resto dei giocattoli è cresciuto, e, in procinto di partire per il college, regala i suoi amici ad un asilo infantile.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Una trama più complessa per un terzo capitolo vitale, spassoso e mai così commovente
Gabriele Niola     * * * * -
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

Andy è in partenza per il college, sta svuotando la sua stanza e la madre lo obbliga a scegliere che fare dei vecchi giocattoli. Loro, i giocattoli, già conoscono il proprio destino, da anni Andy non gioca più come lo vediamo fare nella fenomenale sequenza d'apertura (un gioiello di racconto caotico infantile), volubili come sono però rimangono offesi dal trattamento riservatogli e quando un malinteso li fa finire nello scatolone destinato all'asilo di Sunnyside prendono l'evento di buon grado. Solo Woody, testardo, irriducibile e affezionato, continua a credere che il loro posto sia con il padrone. Gli altri lo capiranno quando scopriranno come in realtà Sunnyside sia una prigione dalla quale è impossibile evadere, gestita con pugno di ferro da una congrega di giocattoli feriti dall'abbandono dei propri padroni.
Ancora una volta un road movie, l'impianto che sottende quasi ogni film dello studio di John Lasseter, ovvero la riconquista del proprio spazio vitale e di un nuovo equilibrio attraverso un clamoroso quanto improbabile "ritorno", compiuto per amore di qualcuno. Un viaggio che come sempre è anche movimento interiore e la cui imponente distanza è metafora dei sentimenti che agiscono quegli esseri minuscoli inseriti in spazi immensi. Woody e compagni già erano tornati a casa per ben due volte attraversando distanze impensabili per un giocattolo, questa volta devono anche evadere da un asilo che di notte diventa un carcere (bellissimo come elementi che di giorno hanno un senso con l'illuminazione notturna sembrino parti di una galera).
Potendosi permettere il lusso di non dover introdurre dei personaggi già noti il film si concentra sui nuovi comprimari, tutti dotati di personalità in linea con il genere carcerario (tranne Ken e Barbie straordinari outsider a modo loro), e affronta con più complessità la mitologia della serie, cioè quale sia il rapporto dei giocattoli con i propri padroni. Devono rimanergli accanto a tutti i costi? Possono ribellarsi? Hanno diritto a sentirsi feriti? La Pixar sembra sostenere di no, parteggiando a prescindere con i bambini e non con i protagonisti.
Al terzo film la serie di Toy story invece che afflosciarsi si dimostra ancora vitale, anche in virtù della maturità sempre maggiore dello studio di produzione, forse abbiamo visto film Pixar più solidi di questo ma dal punto di vista visivo si toccano nuove vette utilizzando le innovazioni raggiunte nelle opere precedenti come la ormai piena padronanza (tecnica ma anche espressiva) di diverse tipologie di filtri che scimmiottano gli obiettivi delle macchine da presa come si vede nelle scene di caos infantile all'asilo.
Nonostante sia parlato Toy story 3 è un film che comunica quello che conta solo visivamente, capace di smuovere lo spettatore con un raggio di sole al tramonto che entra dalla finestra o con lo sguardo colmo di sentimenti complicati, oscillanti tra paura e solidarietà, di un personaggio digitale posto di fronte alla sua ineluttabile fine, mano nella mano con i propri compagni. Sembra straordinaria abilità recitativa ma è in realtà scrittura per immagini e musica, non si tratta dell'espressività di sintesi di cui sono capaci i computer Pixar ma del culmine narrativo raggiungibile di un arte audiovisuale che non abbisogna di parole.
Portate i fazzoletti.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
TOY STORY 3 - LA GRANDE FUGA
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
Wuaki.tv
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play
Premi e nomination Toy Story 3 - La grande fuga

premi
nomination
Premio Oscar
2
5
Golden Globes
1
1
BAFTA
1
3
* * * * -

Frizzante e per niente statico.

venerdì 6 agosto 2010 di Jey__

Accade davvero di rado che un sequel riesca a non essere un fallimento rispetto al/ai precedente/i, be' il terzo episodio della saga di Toy Story è addirittura riuscito ad ad eguagliare il primo. Sono diverse, infatti, le note positive che gli si possono attribuire.  Oltre alla gradevole novità della proiezione in 3D, il film tocca vari temi fondamentali. Innanzitutto Andy, il proprietario dei famosi giocattoli, si trova ad affrontare una situazione piuttosto comune continua »

* * * * *

Straordinario

lunedì 12 luglio 2010 di Akane-chan

Raramente mi sbilancio nei giudizi. E MAI ho fatto una cosa del genere per un sequel. Ma stavolta, ragazzi, la Disney Pixar ha veramente superato se stessa. Dire che il film è straordinario è dire poco. Premetto che ero partita prevenuta: dopo il disastro di Shrek 3, dubitavo che un sequel, un numero 3 tra l'altro, potesse superare le mie aspettative. Temevo che questa meravigliosa saga che ho nel cuore da più di 10 anni, venisse rovinata. Beh, MI SBAGLIAVO! Eccome! La storia è estremamente buona, continua »

* * * * *

Una vetta del cinema del terzo millennio

mercoledì 11 agosto 2010 di Paolo Bisi

Sono passati diversi anni, Andy è cresciuto e sta per partire per il college. E' giunto il momento di decidere quali giocattoli portare in soffitta e quali destinare alla spazzatura. Per un'errore della madre di Andy, i giocattoli finiscono in un asilo, dove vengono maltrattati dai bambini, ma soprattutto dove subiscono le violenze dell'orso Lots'o, che ha instaurato una sorta di dittatura. Woody, con la sua indomabile volontà, riesce a ideare un piano per liberare i suoi amici, riuscendo a ritornare continua »

* * * * *

Toy story 3

mercoledì 7 luglio 2010 di il critico

Su questo film c'è davvero poco da dire, è uno di quelle pellicole che non hanno una lista chilometrica di difetti, se qui bisogna proprio fare una  lista chilometrica bisogna comporla di pregi.Ovviamente la pixar ci ha preso ancora e praticamente tutta la critica mondiale gli ha dato un ottimo voto (compreso il sottoscritto), forse colpirà più gli adulti perchè la tematica può scatorire dei ricordi nascosti dell'infanzia.Storia che rimanda continua »

Woody
Ho un serpente nello stivale!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Woody
Hanno avvelenato il pozzo!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Andy
Sai, io e Woody siamo molto amici da tantissimo tempo... è coraggioso come si addice ad un cowboy, è generoso è in gamba... ma ciò che rende Woody speciale, è che NON TI VOLTERA' MAI LE SPALLE... MAI!!! Potrai sempre contare su di lui, qualunqe cosa accada...
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Toy Story 3 - La grande fuga

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 10 luglio 2013

Cover Dvd Toy Story 3 - La grande fuga A partire da mercoledì 10 luglio 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Toy Story 3 - La grande fuga di Lee Unkrich con Tom Hanks, Michael Keaton, Joan Cusack, Tim Allen. Distribuito da Walt Disney Studios Home Entertainment. Su internet Toy Story 3. La grande fuga (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 14,99 €
Aquista on line il dvd del film Toy Story 3 - La grande fuga

FOCUS | Anne Hathaway e James Franco animano e "svecchiano" l'ottantatreesima Notte degli Oscar.

Trionfa Il discorso del re

lunedì 28 febbraio 2011 - Tirza Bonifazi Tognazzi

Oscar, trionfa Il discorso del re Ha avuto inizio nella Parigi di Inception l'83sima notte degli Oscar, con un montaggio a effetti speciali che ha visto gli ospiti della serata Anne Hathaway e James Franco entrare e uscire dalle scene madri dei film nominati. Subito dopo Tom Hanks ha aperto la premiazione annunciando i vincitori nelle categorie art direction e fotografia (andati rispettivamente ad Alice in Wonderland e Inception), ma il primo momento emozionante è stato quando Melissa Leo, introdotta da un Kirk Douglas in vena di scherzi, è salita sul palco a ritirare il premio come miglior attrice non protagonista per The Fighter.

   

LIBRI | Continuano le avventure dei giocattoli che prendono vita quando gli adulti non ci sono.

Il libro

domenica 18 luglio 2010 - Fabio Secchi Frau

Toy Story 3, il libro Dopo la sua crescita, Andy smette di giocare, a malincuore, con tutti i suoi giocattoli. Sua madre, a quel punto, decide di disfarsi di tutti loro e di donarli all’asilo di Sunnyside. Ma attenzione: l’asilo è più bizzarro di quel che pensano. I giocattoli animati della Disney tornano alla carica dopo 11 anni di assenza con un libro cartonato per bambini (ed. Walt Disney Company Italia, collana I librettini, 2010) che riprende un po’ i temi de La grande fuga con Steve McQueen, firmando uno speciale addio al loro mondo infantile e affrontando i temi della solitudine, della crescita umana.

MAKING OF | La saga di Toy Story riassume la filosofia dello studio.

La quintessenza della Pixar

mercoledì 7 luglio 2010 - Gabriele Niola

Toy Story 3: la quintessenza della Pixar La trilogia di Toy Story, il simbolo stesso della Pixar (dopo la lampada Luxo ovviamente), consente in controluce di leggere tutta l'evoluzione e le aspirazioni di uno studio che da 15 anni a questa parte fa il miglior cinema (e i migliori incassi) del mondo. Orientato ai bambini con ben più d'una strizzata d'occhio agli adulti, all'avanguardia tecnicamente (anche in materia di 3D stereoscopico adottano tecniche diverse da tutti) e fortemente radicato nella tradizione del cinema, ogni film di Toy Story ha affrontato un genere diverso portando avanti l'idea alla base dell'azienda, che i personaggi sono giocattoli nelle mani degli autori, i quali giocandoci divertono se stessi e gli spettatori.

di Paola Casella Europa

La Disney-Pixar supera se stessa sfornando un terzo Toy Story che è meglio dei primi due messi insieme, come se la familiarità con i personaggi da parte degli sceneggiatori e degli animatori invece di ingenerare noia avesse stimolato la loro creatività. Tornano Woody il cowboy e Buzz Lightyear l’astronauta, la cavallerizza Jesse e Mr e Mrs Potato Head, ma ci sono anche alcune meravigliose new entry, prime fra tutte Ken e Barbie (doppiati da Fabio De Luigi e Claudia Gerini) che, bando alle reazioni sdegnate delle femministe americane, mostrano un’autoironia e uno spessore drammatico notevoli per due icone della superficialità narcisista. »

Pixar docet: giocare per credere E per crescere

di Boris Sollazzo Liberazione

Ormai la Pixar è diventata uno stereotipo. Il livello di eccellenza dei film di questa factory ci costringe a una dolce monotonia, a tessere elogi di ogni loro lavoro. E Toy story 3 non fa eccezione, come d'altronde i precedenti dieci lungometraggi (si pensi solo al fatto che il peggiore forse è Cars , lungometraggio d'animazione comunque di buon livello). Lasseter e soci rimettono insieme lo stesso team dei due capitoli precedenti, con Lee Unkrich alla regia (che per la storia si è ispirato a un drammatico errore compiuto da lui stesso in un trasloco), e ci regalano un capolavoro. »

Toy Story diventa grande

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Tre indica il 3D e insieme la terza puntata della saga Disney-Pixar sul destino dei giocattoli quando il loro bambino-padrone diventa grande, pronto a partire per il college, passo simbolico che nel mondo anglosassone segna l'abbandono dell'infanzia. I giocattoli sono allarmati all'idea di finire all'asilo: una scena irresistibile illustra la crudeltà dei più piccoli, orda cieca che sbatacchia i giocattoli, li schiaccia, li mutila, li decapita, li fa a pezzi. Tra i balocchi ci sono pure la bambola Barbie e il giovanotto ideale Ken in un curioso rovesciamento di ruoli: lei costringe lui a sfilare con indosso una collezione di abiti da sport o da cerimonia e malvagiamente gli lacera i capi più belli, per punirlo della sua vanità. »

Andy cresce e il film diventa grande

di Roberto Nepoti La Repubblica

Woody, Buzz e gli altri giocattoli sono in agitazione: Andy è cresciuto e parte per il college. Quale sorte attende i suoi antichi compagni di giochi: la soffitta o la spazzatura? Esce a distanza di quindici anni dal prototipo, e in versione tridimensionale, la terza puntata della saga che fece le fortune della Pixar. Lo "stile Lasseter" non tradisce: molte peripezie, buffi personaggi di contorno (vedi la coppia new entry Barbie-Ken), gustosi riferimenti al cinema del passato. Tutta la seconda parte è giocata sulle convenzioni del film carcerario: vittime di un vecchio orso di pelouche dal comportamento mafioso, i nostri devono fuggire dall' asilo infantile di massima sicurezza in cui sono stati rinchiusi. »

Toy Story 3 - La grande fuga | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Gabriele Niola
Pubblico (per gradimento)
  1° | jey__
  2° | akane-chan
  3° | paolo bisi
  4° | il critico
  5° | marvelman
  6° | the man of steel
  7° | roby388
  8° | giu/da(g)
  9° | member87
10° | spider84
11° | joker79
12° | alexpark
13° | francesco2
14° | fannyp.
15° | akira k.
16° | carmineantonellovillani
17° | the_end
18° | giacomogabrielli
19° | dandy
20° | iasc085
21° | mister_wnb
22° | dandy
23° | great steven
24° | shiningeyes
25° | hobbit-in-the-hole
26° | >bastardosenzagloria
27° | slowfilm.splinder.com
Rassegna stampa
Peter Travers
Premio Oscar (7)
Golden Globes (2)
BAFTA (6)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |
Backstage
1 | 2 |
Video
1| 2| 3| 4| 5| 6| 7| 8| 9| 10| 11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21|
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | 51 | 52 | 53 | 54 | 55 | 56 | 57 | 58 | 59 | 60 | 61 | 62 | 63 | 64 | 65 | 66 | 67 | 68 | 69 | 70 | 71 | 72 | 73 | 74 | 75 | 76 | 77 | 78 | 79 | 80 | 81 | 82 | 83 | 84 | 85 | 86 | 87 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | 51 | 52 | 53 | 54 | 55 | 56 | 57 | 58 | 59 | 60 | 61 | 62 | 63 | 64 | 65 | 66 | 67 | 68 | 69 | 70 | 71 | 72 | 73 | 74 | 75 | 76 | 77 | 78 | 79 | 80 | 81 | 82 | 83 | 84 | 85 | 86 | 87 | 88 | 89 | 90 | 91 | 92 | 93 | 94 | 95 | 96 | 97 | 98 | 99 | 100 | 101 | 102 | 103 | 104 | 105 | 106 | 107 | 108 | 109 | 110 | 111 | 112 | 113 | 114 | 115 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
mercoledì 7 luglio 2010
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità