Piccole bugie tra amici

Acquista su Ibs.it   Dvd Piccole bugie tra amici   Blu-Ray Piccole bugie tra amici  
Un film di Guillaume Canet. Con François Cluzet, Marion Cotillard, Benoît Magimel, Gilles Lellouche, Laurent Lafitte.
continua»
Titolo originale Les petits mouchoirs. Commedia, Ratings: Kids+13, durata 154 min. - Francia 2010. - Lucky Red uscita venerdì 6 aprile 2012. MYMONETRO Piccole bugie tra amici * * 1/2 - - valutazione media: 2,95 su 57 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,95/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * - - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * 1/2 - -
   
   
   
Un incidente occorso appena prima della tradizionale vacanza estiva a Cap Ferret obbliga un gruppo di amici a sollevare la maschera che per anni ciascuno di essi ha portato per non affrontare i turbamenti della vita.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Fazzoletti e grande freddo sulla costa oceanica per un gruppo di amici trentenni
Edoardo Becattini     * * - - -

Dopo una notte brava in discoteca, Ludo ha un brutto incidente in moto e viene ricoverato d'urgenza in ospedale. I suoi migliori amici, dopo aver visto la gravità delle sue condizioni ma esser stati rassicurati dai medici sulle possibilità di recupero, decidono ugualmente di partire per l'annuale ritrovo a Cap Ferret. Là, Max, il più ricco ma anche il più pedante del gruppo, ha una villa dove tutte le estati invita gli amici di sempre a trascorrere qualche settimana fra vita di mare e gite in barca sull'oceano. La vacanza, anziché calmare gli animi, farà emergere tutte le nevrosi, le paure e le incomprensioni tenute nascoste da una vita.
Dal Grande freddo della generazione post-sessantottina di Lawrence Kasdan al caldo estivo della costa oceanica dei trenta-quarantenni parigini di oggi, le rimpatriate tra amici prevedono un programma puntuale come la giornata di un villaggio vacanze: segreti e bugie seguite da risate e lacrime al ritmo di una playlist dei brani più noti degli ultimi quarant'anni.
Prendendo ispirazione tanto dal nostalgismo agrodolce di Kasdan quanto dall'intimismo sentimentale di Claude Sautet, Piccole bugie tra amici si propone come una di quelle imprese corali in cui a un complesso processo di scrittura e di formazione dei caratteri deve corrispondere un gruppo di attori capaci di muovere i sentimenti e l'empatia degli spettatori. Da questo punto di vista, anche grazie all'impiego di tutti i migliori attori francesi della sua generazione, bisogna riconoscere che la commedia umana di Guillaume Canet raggiunge il suo scopo.
Rimane da notare a che prezzo. Al suo terzo film, Canet palesa definitivamente una sindrome ossessiva da enfant prodige: la sua capacità di dirigere (bellissimo il piano sequenza d'apertura sull'incidente) non riesce a contenere né a salvare le sue sconfinate ambizioni. Nel precedente Non dirlo a nessuno era una trama gialla ridicolmente complicata a sacrificare un thriller teso e ben confezionato; in Piccole bugie tra amici sono (ancor più colpevolmente per un genere come il melodramma) certi passaggi innaturali e drammaturgicamente grossolani a non dare giustizia ai suoi personaggi. Pignoli, cinici, omofobi, ninfomani, ossessivi, codardi: i suoi personaggi sono tutti vittime di un narcisismo egoista che Canet non si sente di condannare fino in fondo, ma che decide redimere e di tamponare solo a suon di fazzolettini ricattatori.
Così, se, in un certo senso, il personaggio che più dovrebbe somigliargli è quello dell'attore sciupafemmine Éric (Gilles Lellouche), in realtà finisce per comportarsi come il padrone di casa moralista Max (François Cluzet), invitando attori e spettatori ad assistere a una commedia umana in cui basta ridere e piangere a comando per salvarsi dall'egoismo di cui siamo (saremmo?) tutti colpevoli.

Incassi Piccole bugie tra amici
Primo Weekend Italia: € 198.000
Incasso Totale* Italia: € 747.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 6 maggio 2012
Sei d'accordo con la recensione di Edoardo Becattini?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
41%
No
59%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Piccole bugie tra amici

premi
nomination
Cesar
0
1
* - - - -

Un pasticcio melenso

mercoledì 11 aprile 2012 di Luana

Banale.Trito,ritrito,stantio.L'unica situazione con un potenziale "drammaturgico" è quella dell'attrazione omosesessuale affidata al fascinoso Magimel...ma anche qui(a parte il fatto di lasciarla del tutto irrisolta) la "coppia" è sgangerata, surreale:non si capisce cosa trovi il bel Benoit nell'oggetto della sua passione. Per non parlare dell'altra coppia..quella del tontolone che corona il suo sogno d'amore con una donna chic e più che sveglia. La frustratissima moglie di Magimel (che si rifugia continua »

* * * * *

Ridi, ti commuovi e ridi come raramente accade

mercoledì 11 aprile 2012 di alisduranti

L'incidente di Ludo, un sempre bravissimo Jean Dujardin che continuiamo ad apprezzare dopo l'interpretazione da Oscar di The Artist, è il preludio per l'incontro della vecchia "comitiva" di amici nella casa al mare, una meravigliosa Cap Ferret, di Max, François Cluzet che abbiamo apprezzato in Quasi Amici. Lo schema è quello classico: amici che si raccontano, nascondono le debolezze e ne rivelano di nuove. Tutto si svolge con eleganza ed intelligenza. il film mai perde il ritmo di un copione che continua »

* * - - -

Piccole bugie sbiadite

lunedì 9 aprile 2012 di M.D.C

Il revival dei sentimenti in un periodo di imperante cinismo incombe sempre al cinema, lo dimostra il prolisso e fatalmente sbagliato Piccole bugie fra amici del sensazionalista Canet(discreto attore passato alla regia), che schiera il meglio su piazza che la scuola francese offre al momento in fatto di interpreti(gli oscarizzati Cotillard e Dujardin e il sempre bravo Cluzet) al servizio di una storia che gira a vuoto, dove gli stereotopi, le trovate effettistiche e le banalità più o meno furbe continua »

* * * * *

Da non perdere!

venerdì 13 aprile 2012 di giusen

Dopo il successo di film quali The Artist e Quasi amici, anche il pubblico italiano sembra cominci ad apprezzare il cinema d’oltralpe e suoi attori. Arriva così anche qui da noi, forte di incassi di tutto rispetto sul suolo natio, il film Piccole bugie tra amici, di Guillaume Canet, con un cast che raccoglie tra i migliori attori francesi del momento. La splendida sequenza iniziale porta un gruppo di amici storici di fronte ad un evento che, nonostante la sua drammaticità, non continua »

Benoît Magimel a François Cluzet
come posso spiegarti... ecco, amo le tue mani.
Ti giuro che non so cosa mi succede ma è qualche mese che sento una cosa strana quando ti vedo.
Eppure non sono gay, non sono omosessuale, è solo con te.
Voglio dire che è solo con te che sento questa cosa e quindi cerco di capire...
E' vero che io ti ho sempre ammirato: amo la tua personalità, il modo in cui ti batti per le cose ed anche i tuoi difetti, io li amo!
E poi sei sempre stato una valvola di sfogo per me.
Sei il mio amico, il mio confidente,e d all'improvviso adoro quando ci abbracciamo per salutarci o quando guardiamo le partite, sai, quando saltiamo e ci stringiamo capisci?
Anche solo il contatto fisico è strano, mi smuove qualcosa!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Hocine Merabet
Beh son importanti le parole Eric, hanno un'influenza sulle cose.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Joel Dupuch a François Cluzet
"Nessuno mi chiede di mentire, ma lo fate tutti.
Sono 15 giorni che vi vedo: siete amici e non fate che mentirvi."
"Jean-Louis basta, ma che ti prende?"
"Mi prende che mi fate tutti girare le palle, tutti quanti. Tu devi fare il figo con chiunque, con i tuoi amici sopratutto, per dimostrare che tu hai avuto successo. E a che ti serve il successo? Non ne approfitti nemmeno, hai la barca più grande, la casa più grande, hai il portafogli più gonfio. E il tuo cuore? E' come gli altri sai?! Non te ne puoi comprare un altro Max. Il peggio è che mentite a voi stessi. Tutti quanti accettate le piccole bugie degli altri perchè vi fa comodo e poi vi definite amici.
Cos'è essere amici?"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Piccole bugie tra amici

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 12 dicembre 2012

Cover Dvd Piccole bugie tra amici A partire da mercoledì 12 dicembre 2012 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Piccole bugie tra amici di Guillaume Canet con Marion Cotillard, Jean Dujardin, Benoît Magimel, François Cluzet. Distribuito da Warner Home Video. Su internet Piccole bugie tra amici (Blu-ray) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,74 €
Prezzo di listino: 12,99 €
Risparmio: 3,25 €
Aquista on line il dvd del film Piccole bugie tra amici

APPROFONDIMENTI | Un regista dal futuro promettente e dal talento 'multitasking'.

Guillaume canet

mercoledì 4 aprile 2012 - Mauro Gervasini

La politica degli autori: Guillaume Canet Politica di scoperta degli autori. Non è la prima volta che ci proviamo. Abbiamo per esempio dedicato questa rubrica a Stefano Sollima, che con ACAB – All Cops Are Bastards addirittura esordiva sul grande schermo. Chiamiamoli investimenti sul futuro. A questo giro tocca a Guillaume Canet, del quale potrete vedere in sala, da venerdì 6 aprile, Piccole bugie tra amici. Commedia generazionale, tipo Il grande freddo, ma qualche decennio dopo. Non il suicidio di un amico a fare da scintilla della vicenda ma un grave incidente.

   

GALLERY | Le foto della commedia con Cluzet, Cotillard e Dujardin.

Vivi davvero la vita che desideri?

lunedì 2 aprile 2012 - a cura della redazione

Piccole bugie tra amici, vivi davvero la vita che desideri? Piccole bugie tra amici (Les petits mouchoirs) è un film che parla di un gruppo di individui che hanno accettato passivamente la propria vita, senza mai chiedersi se essa sia veramente ciò che desideravano. I protagonisti sono una comitiva di amici che, come ogni anno, decide di partire per le vacanze al mare. La loro amicizia, le loro certezze, le colpe e gli amori saranno messi a dura prova. E alla fine, ognuno di loro sarà costretto a svelare tutti i propri piccoli segreti. Questo, dei tre film firmati da Guillaume Canet, è sicuramente il più personale: "Il mio terzo film come regista e il più personale – ha affermato il regista - Ho voluto scriverlo da solo e il lavoro è stato particolarmente intenso […] Spesso illudiamo noi stessi credendo di seppellire o di mettere da parte ciò che è troppo doloroso da affrontare.

di Federico Pontiggia Il Fatto Quotidiano

Figo essere Guillaume Canet: bello, bravo (dietro e davanti la macchina da presa) e con una dea (Marion Cotillard) per compagna. Già caso in patria, il suo terzo film da regista “Piccole bugie tra amici”, segnala l’attuale, siderale distanza tra il cinema francese e il nostro e, nello specifico, tra il suo ensemble generazionale e quelli di Gabriele Muccino: un amico in terapia intensiva a Parigi, gli altri al mare, a raccontarsi balle che sanno di verità, per un nuovo “Grande freddo” sciolto al sole di Cape Ferret, ma senza liquidare l’eredità di Kasdan e le geometrie relazionali di Truffaut e Cassavetes. »

Piccole bugie ma grandi segreti

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Un gruppo di amiconi riuniti per un periodo di tempo sospeso e concentrato, una disgrazia che pende sulle loro teste come la spada di Damocle. E un susseguirsi di piccoli (auto)inganni e mezze verità nelle quali ognuno suo malgrado si mette a nudo. Porgendo, discretamente, uno specchio agli spettatori. È la vecchia formula del Grande freddo di Kasdan, e come tutte le vecchie formule funziona ancora benone. Tanto che Piccole bugie tra amici in Francia ha avuto 6 milioni di spettatori, malgrado il coro di stroncature e distinguo intonato da una critica troppo ansiosa di smarcarsi dal gruppo di divi d’oltralpe messi in scena dal divo Canet (qui alla terza regia), per non insospettire. »

Amici miei, così francesi

di Paola Casella Europa

La vittoria di un film scritto, diretto e interpretato nei ruoli principali da francesi agli ultimi Oscar non ha sorpreso chi si è accorto che il cinema d’Oltralpe da qualche anno ha messo il turbo, e che la paziente costruzione di un’industria cinematografica nazionale, fortemente voluta da chi considera la Settima arte un veicolo culturale importante, continua a dare i suoi frutti. Ciò che più colpisce, e che sottolinea la forza della triangolazione fra sostegno statale, apparto industriale e talento creativo, è che il cinema che va forte in Francia non è tanto quello rappresentato da singole genialità autoriali (come è sempre stato il nostro), ma quello di forte appeal popolare: The artist, peraltro ambientato a Hollywood e recitato anche da un cast americano, puntava smaccatamente ai favori del pubblico internazionale e successi precedenti come Il profeta di Jacques Audiard e il dittico Nemico pubblico di Jean-Francois Richet, pur avendo ambizioni alte, lavoravano con il genere, nello specifico il gangster movie. »

di Mario Mazzetti Vivi il Cinema

Anche la Francia ha il suo Grande freddo, sebbene rispetto al film di Lawrence Kasdan del 1983 l’amico non sia appena morto bensì si trovi in terapia intensiva a seguito di incidente: un evento tragico, che non impedisce al gruppo di sodali di partire per le vacanze. L’impianto è lo stesso, alcune professioni pure, ruoli aggreganti e fragilità emotive amplificati e in più una diversificazione dei rapporti interpersonali, una maggiore connotazione psicologica dei personaggi: le ideologie sono cadute da tempo, qui il big chill non è rispetto a un come eravamo – idealisti e ambiziosi – e come siamo diventati – cinici e pavidi – ma nei confronti di un’amicizia, un senso di solidarietà, un’empatia solo apparenti, una facciata che nasconde vuoto morale, crisi profonde, identità rimosse, un infantilismo e un egotismo prevalenti, che il film porta al parossismo con frequenti momenti di comicità. »

Piccole bugie tra amici | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Cesar (1)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 6 aprile 2012
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità