Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni

Film 2010 | Sentimentale 98 min.

Regia di Woody Allen. Un film Da vedere 2010 con Antonio Banderas, Josh Brolin, Anthony Hopkins, Gemma Jones, Freida Pinto, Lucy Punch. Cast completo Titolo originale: You Will Meet a Tall Dark Stranger. Genere Sentimentale - USA, Spagna, 2010, durata 98 minuti. Uscita cinema venerdì 3 dicembre 2010 distribuito da Medusa. - MYmonetro 2,93 su 108 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Alfie, Helena e Sally sono tre membri di una stessa famiglia alle prese con quel sentimento che continuiamo a chiamare 'amore'. In Italia al Box Office Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni ha incassato 4,6 milioni di euro .

Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
2,93/5
MYMOVIES 3,25
CRITICA 3,00
PUBBLICO 2,84
CONSIGLIATO SÌ
Una profonda riflessione su quella grande illusione che chiamiamo 'amore'.
Recensione di Giancarlo Zappoli
sabato 15 maggio 2010
Recensione di Giancarlo Zappoli
sabato 15 maggio 2010

Alfie ha lasciato la moglie Helena perchè, colto da improvvisa paura della propria senilità, ha deciso di cambiare vita. Ha iniziato così una relazione (divenuta matrimonio) con una call girl piuttosto vistosa, Charmaine. Helena ha cercato di porre rimedio alla propria improvvisa disperata solitudine cercando prima consiglio da uno psicologo e poi affidandosi completamente alle 'cure' di una sedicente maga capace di predire il futuro. La loro figlia Sally intanto deve affrontare un matrimonio che non funziona più visto che il marito Roy, dopo aver scritto un romanzo di successo, non è più riuscito ad ottenere un esito che lo soddisfi. Sally ora lavora a stretto contatto con un gallerista, Greg, che comincia a piacerle non solo sul piano professionale...
Woody ha preso nuovamente l'aereo ed è tornato in Gran Bretagna dopo che era tornato a respirare aria di Manhattan con Basta che funzioni. Nonostante l'aspetto sempre più fragile, Allen ha ormai le spalle più che larghe per sopportare l'ennesima, ripetitiva reprimenda critica: "Racconta sempre le stesse cose". È vero: Woody non si inventa novità senili per stupire il pubblico. Anzi qui, fingendo di appellarsi allo Shakespeare del "Macbeth" in realtà si riallaccia al finale di uno dei suoi film più ispirati, Ombre e nebbia, che si chiudeva con la frase: "L'uomo ha bisogno di illusioni come dell'aria che respira". Sono trascorsi quasi vent'anni da allora e, in materia, Allen sembra essersi ormai arreso all'evidenza: è proprio (e sempre di più) così.
Come in Tutti dicono I Love You (ma con l'esclusione dell'adolescenza) le diverse età si confrontano con un bisogno di qualcosa che esemplificano con la parola 'amore' ma di cui, se richiesti, non saprebbero dire il significato. Non potendo sfuggire a questa esigenza ognuno cerca di trovare delle soluzioni che finiscono con il rivelarsi aleatorie e provvisorie anche se ognuno, in cuor suo, vorrebbe che fossero 'per sempre'. Ma il 'per sempre' non esiste nell'universo alleniano. Ognuno cerca di porre rimedio alla propria solitudine come può e come sa e non ha neppure bisogno di essere perdonato per questo.
L'umanità non può comportarsi altrimenti. Ciò che invece va duramente punito è il furto intellettuale, l'appropriarsi di idee altrui spacciandole per proprie, perseguire il successo a spese degli altri. In questo caso Woody diventa un giudice implacabile. Sarà anche vero che ritorna su propri temi. Ma sono 'suoi' per stile, qualità, leggerezza e profondità.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
INCONTRERAI L'UOMO DEI TUOI SOGNI
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD

-
-
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Infinity

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 5 dicembre 2010
sullastrada

Il film è stranamente molto lento e lo rimane per tutta la durata del film. La fine si presenta senza una vera e propria conclusione... potrebbe andare avanti per ore... ed invece ad un certo punto ti accorgi che è finito e che hai aspettato invano la svolta. Il susseguirsi delle vicende è scontato ed un po' banale, basato su stereotipi non troppo rielaborati e senza molti spunti originali di riflessione [...] Vai alla recensione »

martedì 14 dicembre 2010
RONGIU

“Non solo Dio non esiste, ma provate a cercare un idraulico nel week end”. Sally \Naomi Watts/ esperta d’arte e Roy \Josh Brolin/ medico e scrittore, in verità più scrittore che medico, sopravvivono grazie agli “alimenti” materni. Sally e Roy sono sposati. Sally è arrabbiatissima con Roy, vuole un figlio, lui no.

giovedì 9 dicembre 2010
il cinefilo

Woody Allen tenta nuovamente(sono più di vent'anni che propone lo stesso identico tema)la carta delle relazioni sentimentali in chiave di"intreccio"umoristico come era nel suo stile migliore ma i fasti degli anni settanta sono ormai un pallido ricordo e i suoi ultimi(non eccessivamente mediocri)film,tra cui BASTA CHE FUNZIONI,confermano questo declino.

lunedì 6 dicembre 2010
VariabileY

Il marito, la moglie, la figlia, il datore di lavoro della figlia, il compagno della figlia, la vicina: sei persone insoddisfatte delle rispettive relazioni sentimentali si trovano contemporaneamente a dover affrontare il problema, credendo di vedere la soluzione nel nuovo partner. Le storie si intrecciano a coppie, creando delle nuove realtà che mai si distaccano dalle precedenti, con l'obiettiv [...] Vai alla recensione »

sabato 25 dicembre 2010
davidestanzione

Woody Allen si é ormai definitivamente sostituito ai suoi film. Più che un film di Woody Allen, "Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni" di fatto E' Woody Allen. Il Woody Allen peggiore, si intende. Quel Woody Allen che, tirandosi "fisicamente" dai suoi ultimi film (una sottrazione non indifferente), si é paradossalmente sostituito ad essi. Da geniale e autarchico tessitore di una poetica dell'umorismo [...] Vai alla recensione »

lunedì 10 gennaio 2011
Barbauss

Stanco, piatto, banale, scontato: niente che permetta di ricordarselo, nulla che giustifichi i soldi spesi per vederlo. Personaggi vuoti, scene già viste, ironia pari a zero. Un episodio di Beautiful riesce ad attrarre maggiormente.

sabato 4 dicembre 2010
www.cine-amando.blogspot.com

Alfie (Anthony Hopkins) è in piena crisi di terza età: ha scoperto la paura della fine ed ha lasciato la moglie Helena (Gemma Jones) per sentirsi nuovamente giovane sposando una escort avvenente e scaltra (Lucy Punch). Helena, dal canto suo, è caduta in depressione, ma trova forza nelle rosee previsioni una cartomante ed in qualche bicchierino di troppo.

mercoledì 15 dicembre 2010
Leggero

Woody Woody Woody what are you doing? Chiunque (anche i meno esperti) conosce le tematiche di Woody Allen: scrittori falliti, problemi di sesso, ironia su religione/spiritualità, psicanalisi e la sua oserei dire quasi patologica ossessione per Bergman (in questo caso l'omaggio si trova nel titolo). Dunque tutti ci aspettavamo che rifacessero capolino anche in questo film; ma [...] Vai alla recensione »

venerdì 23 dicembre 2011
Le Arti Visive – Official

Anthony (Anthony Hopkins), per una squillo (Lucy Punch), lascia Helena (Gemma Jones), che diventa amica di una veggente (Pauline Collins) mentre il marito (Josh Brolin) della confusa figlia Sally (Naomi Watts) s'invaghisce di una chitarrista (Freida Pinto). Allen è a corto di idee, e continua a riaffermare che la sua assenza come attore significa una maggiore importanza del tema della senilità nelle [...] Vai alla recensione »

martedì 7 dicembre 2010
Valeria21

Cosa ci dice di nuovo Woody Allen in questo suo nuovo film? Niente che non abbia già detto (e ripetuto) in film molto più ispirati. Qualche spunto interessante , qualche battuta felice c'è, sicuramente la moglie Helena è il personaggio più interessante nel suo esasperato bisogno di sognare e di avere un futuro, ma la lentezza, i dejà vu, gli stereotipi [...] Vai alla recensione »

lunedì 27 dicembre 2010
ValentinaMì

Se già un'improbabile traduzione(tutta all'italiana) scambia  uno sconosciuto  per l'uomo dei nostri sogni,non è difficile immaginare come il suo pubblico,giunto in sala per sognare una romantica love story tra Banderas e la Watts,a fine spettacolo si sia alzato deluso e disorientato. Ciò che manca a questo film è semplicemente un legame con la finzione. [...] Vai alla recensione »

lunedì 9 maggio 2011
Liuk

Senza dubbio uno dei peggiori lavori di Allen. Senza finale, con una trama debole, senza spunti divertenti nè commoventi nè interessanti. Assolutamente da evitare.

mercoledì 15 dicembre 2010
Siper

Il maestro Woody Allen, dopo “Basta che funzioni”, torna al cinema con la regia di “Incontrerai l’uomo dei tuoi sogni”. Il film, che vanta un ottimo cast (tra gli altri Antonio Banderas e Anthony Hopkins), è l’intreccio di due storie parallele all’interno della stessa famiglia. Da un lato abbiamo Alfie (Hopkins) che lascia la moglie Helena (Gemma Jones) per mettersi con una donna più giovane e molto [...] Vai alla recensione »

martedì 7 dicembre 2010
'Mox'

Dicendo che Woody Allen si ripete, si rischia seriamente di diventare ripetitivi. E' vero, nei suoi ultimi lavori - anche nei più riusciti - è impossibile non avvertire un senso di deja vu: i personaggi e le storie ci sono già familiari - lo scrittore fallito, la gallerista insoddisfatta, le coppie in crisi, gli inganni, i tradimenti e i delitti.

lunedì 6 dicembre 2010
ralphscott

Tutti cercano la felicità,o semplicemente...di restare a galla. Gran darsi da fare,ma poi il destino decide,prendendosi gioco dell'umanità. Eventi banali,seppur traumatici,per i personaggi che li subiscono. Si lasciano,o vorrebbero farlo,si riaccoppiano,o vorrebbero farlo,magari,come nelle esistenze di milioni di persone,con la dirimpettaia del palazzo o il capo [...] Vai alla recensione »

domenica 5 dicembre 2010
pattie

Il solito W.Allen che ti fa sorridere ma ti lascia un retrogusto amaro in bocca. Come nessuno, sa costruire una trama basandosi sulle nevrosi e le paure più diffuse nel nostro pazzo mondo occidentale. Certo i suoi film non ti stupiscono per gli effetti speciali ma ti colpiscono allo stomaco per come mettono a nudo ansie e fobie dell'uomo moderno. Il cast è eccellente e i dialoghi sono degni di una [...] Vai alla recensione »

sabato 4 dicembre 2010
Nino Pell.

Questo film lo si potrebbe annoverare tra le pellicole meno importanti di Woody Allen sia per una certa costanza ripetitiva nelle tematiche, sia perchè all'orizzonte non si intravede nulla di particolarmente nuovo rispetto a ciò che il buon regista ci ha sempre abituati. Eppure questa sua ultima opera è comunque un film che porta la sua firma, che riesce a trasmetterci parsimoniosamente la sua capacità [...] Vai alla recensione »

giovedì 23 dicembre 2010
Grianne

Come al solito, prima di entrare completamente in un film di Woody Allen, bisogna rendersi conto che ciò che andremo a gustare per i prossimi 100 minuti circa altro non è che un’illusione. I bianchi titoli di testa su sfondo nero, accompagnati da una piacevole musichetta, appaiono davanti agli occhi dello spettatore portando i nomi di chi ha contribuito a creare la storia per cui ha pagato.

domenica 12 dicembre 2010
desgi

Dal lettino dello psicanalista alla palla di vetro della cartomante. E' tempo ormai di bilanci per Woody Allen e quello del regista newyorkese è un bilancio amaro, appena mitigato dalla consueta ironia, peraltro sempre più raffinata e distaccata. Una commedia lieve a tinte smorzate sul cinismo dei nostri tempi, in cui si può solo sorridere delle vicissitudini dei personaggi [...] Vai alla recensione »

giovedì 9 dicembre 2010
Scarp

"Non poteva finire in un altro modo? O per lo meno poteva finire?". Questi sono i commenti che si sentono all'uscita dalla sala alla fine della proiezione di "Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni", ultima fatica di Woody Allen.  Non si può certo forzare il giudizio, ed anche i fan più sfegatati non possono fare a meno di notare quanto il regista sia [...] Vai alla recensione »

domenica 14 agosto 2011
Viola96

Torna,anno dopo anno,stagione dopo stagione,imperturbabile e fresco,il nuovo film di Woody Allen.Dopo "Basta che funzioni",per chi scrive,un piccolo capolavoro,era veramente difficile riuscire a dare l'idea di una commedia di livello alto,o addirittura altissimo,come volevano essere le pretese."Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni" è,il suo peggior film del nuovo millennio,in [...] Vai alla recensione »

giovedì 27 gennaio 2011
mr_mojo.risin86

Dopo essere tornato nella sua amata New York per il film del 2009 Basta che Funzioni, Woody Allen sbarca nuovamente in Europa, con il suo terzo film londinese intitolato Incontrerai l’uomo dei tuoi sogni, in cui si intrecciano le turbolenti vicende di due coppie - nella fattispecie quella di Alfie (Anthony Hopkins) e sua moglie Helena (Gemma Jones), e quella della figlia Sally (Naomi Watts) e [...] Vai alla recensione »

giovedì 23 dicembre 2010
Franco Cesario

Cast meraviglioso, ritmo, garbati colpi di scena, trama frizzante e fluida: ecco in estrema sintesi l'ultima opera di Woody Allen, tornato agli antichi fasti con "Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni". In una Londra piovosa e comunque sempre bellissima si svolgono le vicende di un nucleo familiare alle prese con le fisime del XXI secolo: il mito dell'eterna giovinezza, l'importanza delle apparenze, le [...] Vai alla recensione »

martedì 12 febbraio 2013
fedeleto

Alfie ed Helena sono una coppia in crisi che si lascia.Arrivati alla terza eta',l'unica cosa che vuole fare Alfie e' spassarsela,e Helena invee trova in una chiaroveggente la sua speranza.Intanto la loro figlia e' sposata con uno scrittore fallito di nome Roy,Ella si innamorera' del suo capo,ma senza risultati,Roy invece si innamora della stupenda ragazza chiamata Dia  che [...] Vai alla recensione »

lunedì 6 dicembre 2010
Clavius

E' il film di un uomo di 75 anni. E si vede. Nel senso che l'intreccio stucchevole delle disavventure amorose dei personaggi è oramai trito. Un film impastato attorno ad una verbosità a tratti noiosissima che ha il difetto supremo (per un film di Allen) di non strappare più nemmeno un sorriso. Sono vent'anni che non riesce più a raccontare qualcosa di nuovo [...] Vai alla recensione »

domenica 5 dicembre 2010
pipay

Woody Allen, ancora una volta si immerge nel caos imponderabile e misterioso della vita, sottolineando illusioni e delusioni, cadute e speranze, sentimenti e falsità. E lo fa come sempre a suo modo, con vera sagacia, con mano leggera, elegante, facendo inoltre trapelare, soprattutto in questa pellicola, una punta di evidente amarezza e di delusione esistenziale.

venerdì 17 dicembre 2010
Sognatrice

Incontrerai l’uomo dei tuoi sogni:   “La vita è fatta di molto rumore e molto furore”, questa è la frase con cui la voce narrante inizia a raccontare la vicenda dell’ultimo film di Woody Allen. Dalla citazione di Shakespeare possiamo già capire che quello che il regista ci vuole presentare è una frammento di vita quotidiana, le vicende di [...] Vai alla recensione »

domenica 5 dicembre 2010
bronzo_di_riace

E anche decisamente compiaciuto di questo nichilismo molto chic.In ogni caso un bel film, il più pessimista e senza speranza di Woody Allen e quasi cattivo a guardar bene. La vacua fissità dello sguardo spaesato della vecchia mamma all'inizio ispira tenerezza per la sua espressione eternamente smarrita ma poi, a mano a mano che il film prende corpo (e la storia perde corpo), questa [...] Vai alla recensione »

martedì 21 dicembre 2010
dbmassi

Il film è davvero ben fatto ed il messaggio era molto profondo. Infatti, non si limita solo a rappresentare la citazione di Shakespeare "la vita è un racconto di un idiota, pieno di rumore e furia, privo di significato" che costituisce il leitmotiv del film (ripetuta per ben due volte all’inizio ed alla fine del film), ma sviluppa questo argomento mettendo in scena la soluzione più utilizzata dagli [...] Vai alla recensione »

giovedì 16 dicembre 2010
FRANCESCO GIULIANO

Quest’ultimo film del grande Woody Allen emana un percettibile profumo filosofeggiante arricchito da fantastiche musiche dal sapore barocco. Il regista, infatti, affronta un tema fondamentalmente sostanziale per l’esistenza degli esseri umani perché con una sottile, quasi inavvertibile, tenue e ironica vena pessimistica tratta, per tutta la durata della pellicola, con la descrizione [...] Vai alla recensione »

domenica 12 dicembre 2010
Nigel Mansell

 E come dice Shakespeare alla fine non succede nulla. Ottima regia, ottimi attori, ottime ambientazioni, una Londra meravigliosa con donne bellissime e appartamenti da favola, tutti vestiti impeccabilmente, tono su tono: che dire, il Woody Allen che ci si aspetta. Ma noi tutti suoi fans ci aspettiamo di più.

martedì 7 dicembre 2010
chissima

Pare che se la sceneggiatura non è ambientata a New York, Woody Allen non produca idee brillanti. Il film dello scorso anno aveva rincuorato tutti i fans del nostro regista: finalmente ha ritrovato la verve, e che verve! avevamo esclamato tutti noi che lo adoriamo a prescindere. Ma questo "incontrerai ecc ecc" è carino in superfice, ma talmente triste, proprio d'umor nero.

lunedì 6 dicembre 2010
The_End

Potendo, gli avrei dato tre stelle e mezza: si tratta di un film piacevole, ma di grande complessità – come tipico di un magistrale autore qual è Woody Allen. Alfie/Anthony Hopkins ed Helena/Gemma Jones sono una coppia anziana; quando Alfie decide di lasciarsi trasportare dal giovanilismo e lascia Helena, provoca in quest’ultima una crisi depressiva che la spinge a tentare [...] Vai alla recensione »

lunedì 20 dicembre 2010
pepito1948

INCONTRERAI L'UOMO DEI TUOI SOGNI Cito un pensiero di Woody Allen: "Credo che la vita sia un lungo, doloroso incubo privo di significato e che l'unica possibilità di essere felici sia mentire a se stessi....". Ancora, parafrasando Shakespeare: "E' tutto rumore e furia, e alla fine non vuol dire nulla". Non c'è da stare granchè allegri  [...] Vai alla recensione »

domenica 12 dicembre 2010
giacomogabrielli

Un cast di alto livello domina questa altrettanto alta commedia dai toni brillanti, con un ritmo tipico degli ultimi film di Allen. La ricerca del partner ideale vista con gli occhi del leggendario regista, non fa mancare momenti divertenti e con una recitazione di alto livello. Nel cast, tra gli altri, Anthony Hopkins e Josh Brolin. FAMILIARE. ***

giovedì 9 dicembre 2010
olgadik

Dopo la prima mezz’ora, che gira a vuoto e un po’ noiosamente, il teatrino prende anima, corpo e movimento. I fatti si intrecciano e in qualche modo il gruppo dei personaggi entra in relazione. E se non c’è proprio un legame diretto tra loro, hanno in comune la ricerca di un amore, che sia quello giusto, e l’oscura insidia della solitudine che sonnecchia al fondo dell’es [...] Vai alla recensione »

sabato 4 dicembre 2010
algernon

due coppie in crisi, padre e madre, così come figlia e genero. e poi altre coppie variamente slegate e messe in libertà, in una girandola di comportamenti incauti che portano naturalmente al peggio, salvo che per la surreale Helena, che troverà un soddisfacente ed altrettanto surreale compagno. Allen dirige come sempre con grande classe ed umorismo una commedia molto gustosa, con le solite punte di [...] Vai alla recensione »

domenica 5 dicembre 2010
Tantum Ergo

A 75 anni Woody Allen si lascia andare al completo naufragio nichilistico; non fosse per la vena glamour anche nella disperazione e per il pallosissimo autocompiacimento che non riesce a levarsi di dosso nemmeno in età avanzata questo film sarebbe davvero un capolavoro assoluto. Comunque assieme a Vicky, Cristina, Barcellona è certamente il suo migliore (migliore di Match Point, ad esempio). [...] Vai alla recensione »

domenica 5 dicembre 2010
alexia62

Storie di coppie in crisi sullo sfondo di una Londra contemporanea,dove spicca fra tutti il personaggio di Helena che sembra uscito da un'altra epoca. Humour inglese abbinato all'autoironia e il cinismo tipico di Allen.....un bel connubio ,non c'è che dire. Hopkins insuperabile, come sempre.

lunedì 6 dicembre 2010
meltdown

Allen riprende uno degli ingredienti del suo recente "Match Point" - la Fortuna - e lo mescola con le passioni, gli sbagli, la superficialità, gli obiettivi e le illusioni di due coppie o quasi: i neosposini Sally e Roy e i di lei genitori Alfie ed Elena. Tutti e 4 vogliono qualcosa (Roy diventare uno scrittore di successo, Sally far funzionare la sua storia con suo marito, suo padre avere un figlio [...] Vai alla recensione »

domenica 5 dicembre 2010
Moniquette

C'è chi va dalla cartomante chi spera di avere un figlio chi sogna guardando dalla finestra chi si separa chi sta per sposarsi chi è innamorato di una morta E il problema è la reciprocità dei desideri, come sempre. Film sicuramente piacevole e divertente, anche se ho trovato le battute meno fulminanti del solito.

martedì 7 dicembre 2010
SilviaNovelli

Lo scorso weekend ho visto il nuovo film di Woody Allen; credo sia forse l'unica volta in cui mi sono ritrovata al cinema senza sapere esattamente il titolo del film che mi apprestavo a vedere... e immancabilmente a cinque minuti dalla fine mi sono ritrovata a chiedere "Senti ma... com'è che si intitola questo film?!". Perchè Woody Allen si va a vederlo anche senza sapere i dettagli.

domenica 5 dicembre 2010
Tantum Ergo

Ahahah...guarda che è un film tragico, Alexia piccina.

domenica 19 dicembre 2010
graziella

Noioso, non originale,non sembra un film degno di Woody Allen!

domenica 12 dicembre 2010
WhiteAngel85

Ditemi che sono ignorante, che non capisco niente di cinema. Fatto sta che in 25 anni non ho mai assistito ad un film così noioso. Qualsiasi regista avrebbe tagliato intere scene, in un film del genere. Troppo banale, troppo scontato, troppo pesante. Questo è un genere di film da guardare sul divano di casa propria, dove addormentarsi dopo mezz'ora.

venerdì 10 dicembre 2010
ChiccaLovesNami

Ho aspettato per tutto il film un colpo di scena...una svolata..ma niente. Il film poteva finire in qulunque momento che era uguale. Mi sono piaciuti moltissimo tutti gli attori... Naomi Watts è bravissima e ovviamente anche il grande Anthony che è intramontabile. Adoro il regista ma questa volta mi ha un pò deluso. è un film "carino" ma solo perchè ci sono dei gran bravi/belli attori.

lunedì 20 dicembre 2010
mafalda59

Temo che Allen sia arrivato....alla frutta. E' terribilmente banale...melange di altri suoi film. Ma se non ha più idee..fa niente. Continui solo a suonare il clarinetto! Tanto di capolavori ne ha già fatti! Antonietta

domenica 12 dicembre 2010
burton99

Non è di certo il miglior Allen, ma... "Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni" ha qualcosa nell'aria, una parodia sui rapporti di coppia al lastrico e una riflessione sull'amore, che nessuno sa dove sta vermente di casa. Poi con un cast così (Anthyony Hopkins, Naomi Watts, Josh Brolin, Antonio Banderas e Freida Pinto), il film ha davvero molti punti forti su cui va bene, [...] Vai alla recensione »

domenica 5 dicembre 2010
Deteriora Sequor

Quasi torvo, direi. L'unica che se la cava è una vecchia mezza scema che accalappia un ridicolo ometto solitario lasciando tranquillamente al suo destino la propria figlia che ha appena divorziato e che le sta chiedendo disperatamente aiuto per il suo lavoro. La vecchietta mezza matta la sfanga e gli altri che lottano in prima persona per realizzare i loro progetti più o [...] Vai alla recensione »

domenica 8 luglio 2012
Giuseppe Dicorato

Dopo i pessimi dépliant turistici di Barcellona e altrove, finalmente Allen torna alla sua ispirazione originale. Certo, niente di nuovo nelle tematiche e nelle nevrosi dei personaggi, però di nuovo un mix di sentimenti, illusioni, apparenze e realtà che almeno in parte si rifanno ai film migliori nella carriera di un regista settantenne che sa ancora riprendersi dopo le scivolate.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Lietta Tornabuoni
La Stampa

Se il titolo del nuovo film di Woody Allen dove lui non recita, Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni, è la previsione di una chiromante ottimista, la battuta che dà il senso della storia è: «Come si può andare avanti con tutte le incertezze della vita? A volte le illusioni funzionano meglio delle medicine». L'illusione fa sopravvivere una fitta rete di personaggi legati tra loro, nel chiarore grigio perla [...] Vai alla recensione »

Mariuccia Ciotta
Il Manifesto

«La vita è triste, è un incubo, io sono pessimista... il mio punto di vista è che bisogna mentire a se stessi e vivere nell'illusione perché la realtà è insopportabile». Dichiarazione d'amore assoluto per il cinema, così Woody Allen consegna la chiave d'interpretazione del suo You Will Meet A Tall Dark Stranger (passato fuori fuori concorso al festival di Cannes) con un supercast: Anthony Hopkins, [...] Vai alla recensione »

Alberto Crespi
L'Unità

Sì, avete letto bene: 2 stelle. Quando ci vuole, ci vuole. Se Woody Allen ogni tanto sonnecchia, come Omero, non è colpa nostra, né di nessun altro. Anzi: è colpa dello stesso Woody, che dovrebbe prendersi una vacanza o una pausa di riflessione, invece di sfornare un film all'anno come se fosse stretto un patto con il diavolo. Scorriamo la filmografia del nostro eroe dal 2000 a oggi: Criminali da strapazzo [...] Vai alla recensione »

Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Luogo comune n. 1: non ci sono più ruoli per gli over 50. Falso, i grandi invecchiano e i loro personaggi pure (a volte). Luogo comune n. 2: Allen appartiene a New York, fuori casa sonnecchia. Vero a metà. Match Point era un gioiello; Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni no. Però questo sorridente girotondo londinese in cui vecchi e giovani sono condannati a ripetere in eterno gli stessi errori e a cullarsi [...] Vai alla recensione »

Roberto Nepoti
La Repubblica

Ogni nuovo film di Woody Allen è in fondo un apologo sul senso della vita, o sul suo non senso. L' assurda e ridicola fede in una sgangherata illusionista funziona per il personaggio di Helena, la magnifica Gemma Jones, assai più di quanto abbiano funzionato la psicanalisi, gli psicofarmaci e la bottiglia di whisky. Comunque più delle illusioni coltivate dagli altri personaggi.

Lietta Tornabuoni
La Stampa

Come un Buddha sereno, dall'alto dell'età e dell'esperienza Woody Allen guarda donne e uomini quasi fossero formiche frenetiche che sul terreno s'incontrano, si scontrano, si incrociano, si mettono in fila senza alcun motivo: e meno male che il carattere non cattivo gli fanno preferire la benevolenza al disprezzo. Il tema di fondo del suo nuovo film, "Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni" è l'illusione, [...] Vai alla recensione »

Valerio Caprara
Il Mattino

C'è qualcosa di grandioso e insieme di penoso nella rincorsa di Woody Allen all'orologio biologico. Ormai settantacinquenne, l'omino dall'intelligenza più affilata dello schermo cerca di non lasciare pause tra un film e l'altro, di allacciare titoli come se fossero puntate di un serial, di allestire nuove scene e immagini mentre quelle precedenti stanno appena cominciando a mostrarsi agli habitués [...] Vai alla recensione »

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Non è memorabile l'ultimo Woody Allen, ancora una volta ambientato a Londra. Inseguendo la perduta giovinezza, il ricco Anthony Hopkins molla la candida moglie coetanea Gemma Jones per sposare l'impresentabile oca bionda Lucy Punch. Mentre la figlia della coppia Naomi Watts, sposata allo scrittore fallito Josh Brolin, cotto della dirimpettaia Freida Pinto, s'incendia invano per il gallerista Antonio [...] Vai alla recensione »

Fabio Canessa
Il Tirreno

Convinto con re Lear che la vita, piena di rumore e furore, non significa nulla, Woody Allen concerta una deliziosa e amara sinfonia dei desideri che coinvolge coppie scoppiate, talenti falliti e paura della morte. Lascia in sospeso la commedia umana (cosa rivelerà il dna di un nascituro? cosa provocherà la sopravvivenza di un comatoso?) e si affida all'irrazionalità di un'indovina, perché l'illusione [...] Vai alla recensione »

Isabelle Regnier
Le Monde

Woody Allen retrouvera-t-il un jour le tonus qu'il avait sur le tournage de Match Point, sa première incursion en terres britanniques, en 2005 ? Pas sûr. Les trois films qu'il a réalisés sur place depuis (Scoop, Le Rêve de Cassandre et aujourd'hui Vous allez rencontrer un bel et sombre inconnu) n'atteignent pas les mêmes sommets. Mais il faut reconnaître que le climat insulaire sied bien au cinéaste [...] Vai alla recensione »

Maurizio Porro
Il Corriere della Sera

Quando si farà uno studio sulla grafica del cinema, su Saul Bass e altri, i titoli di testa dei 40 film di Woody Allen avranno un posto a parte: bianchi e neri, ordinati, sempre con lo stesso carattere tipografico e la musica swing di un' America che fu. Sono inebrianti. E lo sono anche quelli del nuovo Incontrerai l' uomo dei tuoi sogni che traduce in slang da cartomante l' originale You will meet [...] Vai alla recensione »

Betsy Sharkey
The Los Angeles Times

Human foibles, in major and minor keys, are the chords that Woody Allen has been pounding for roughly 45 years. So it should come as no surprise that in his new frothy and fitful romantic black comedy, "You Will Meet a Tall Dark Stranger," everyone must take a spin around the dance floor with the disillusionments, deceptions and dissatisfactions of life.

Paola Casella
Europa

Ennesimo film di Woody Allen, ennesimo esempio di necrofilia. Fa male dirlo, anzi, ripeterlo, perché stiamo parlando di un grande amore di gioventù che sembrava riservare infinite promesse, ma ormai da anni il regista americano flirta instancabilmente e assai noiosamente con la morte, travestendo da commedia ciò che in realtà è la disperazione cosmica che lo attanaglia da almeno un trentennio.

NEWS
GALLERY
venerdì 26 novembre 2010
Marlen Vazzoler

Quarto film girato da Woody Allen a Londra, la commedia Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni è stata presentata in anteprima Fuori Concorso al Festival di Cannes tenutosi nel maggio 2010. La pellicola è incentrata su due coppie sposate che decidono per [...]

NEWS
mercoledì 28 luglio 2010
Marlen Vazzoler

I 50 film diretti a Toronto Il Toronto International Film Festival ha annunciato martedì i 50 film che comporranno la line up della 35. edizione che si terrà a Toronto in Canada dal 9 al 19 settembre, quasi in contemporanea con la 67.

GALLERY
lunedì 17 maggio 2010
Valeria Filippi

Sabato sera il tappeto rosso del Festival di Cannes si è popolato di star più o meno luminose per la premiere dell'appludita nuova commedia di Woody Allen, You Will Meet a Tall Dark Stranger. Il cast del film fuori concorso sulla Croisette annovera Naomi [...]

NEWS
lunedì 17 maggio 2010
Valeria Filippi

Applausi e risate per Woody Allen Sabato lo schivo regista hollywoodiano è sbarcato a Cannes: con il suo immancabile cappellino, Woody Allen ha animato la quarta giornata del prestigioso festival con You Will Meet a Tall Dark Stranger, la sua quarta [...]

NEWS
mercoledì 28 aprile 2010
Marlen Vazzoler

Arriva online la prima clip del film di Allen Mentre si avvicina l'inizio del Festival di Cannes, cominciano ad uscire delle nuove informazioni riguardanti l'ultima fatica di Woody Allen, You Will Meet a Tall Dark Stranger interpretata da Josh Brolin, [...]

ULTIMA ORA
giovedì 26 marzo 2009
 

Nicole Kidman è entrata nel cast del nuovo film ancora senza titolo di Woody Allen, le cui riprese dovrebbero cominciare in estate a Londra. Del cast fanno già parte Antonio Banderas, Josh Brolin, Anthony Hopkins, Freida Pinto e Naomi Watts.

ULTIMA ORA
mercoledì 25 febbraio 2009
 

Le attrici Freida Pinto e Naomi Watts saranno nel prossimo film di Woody Allen al fianco di Josh Brolin ed Anthony Hopkins. Lo ha reso noto la stampa specializzata di Hollywood. A soli 24 anni, l'indiana Freida Pinto ha ottenuto la sua consacrazione grazie [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati