Gomorra

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Gomorra   Dvd Gomorra   Blu-Ray Gomorra  
Consigliato assolutamente sì!
4,03/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * * -
 critica * * * * -
 pubblico * * * 1/2 -
Ritratto della camorra e della criminalità contemporanea nella città di Napoli. Dal Best-seller di Roberto Saviano.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Crudo e angosciante, ripreso dal vero e musicato dalle grida e dagli spari di Scampia
Marianna Cappi     * * * * -
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

Totò ha tredici anni, aiuta la madre a portare la spesa a domicilio nelle case del vicinato e sogna di affiancare i grandi, quelli che girano in macchina invece che in motorino, che indossano i giubbotti antiproiettile, che contano i soldi e i loro morti. Ma diventare grandi, a Scampia, significa farli i morti, scambiare l'adolescenza con una pistola. O magari, come accade a Marco e Ciro, trovare un arsenale, sparare cannonate che ti fanno sentire invincibile. Puoi mettere paura, ma c'è sempre chi ne ha meno di te. Impossibile fuggire, si sta da una parte o dall'altra, e può accadere che la guerra immischi anche Don Ciro (Imparato), una vita da tranquillo porta-soldi, perché gli ordini sono mutati, il clan s'è spezzato in due. Si può cambiare mestiere, passare come fa Pasquale dalla confezione di abiti d'alta moda in una fabbrica in nero a guidare i camion della camorra in giro per l'Italia, ma non si può uscire dal Sistema che tutto sa e tutto controlla. Quando Roberto si lamenta di un posto redditizio e sicuro nel campo dello smaltimento dei rifiuti tossici, Franco (Servillo), il suo datore di lavoro, lo ammonisce: non creda di essere migliore degli altri. Funziona così, non c'è niente da fare.
Matteo Garrone porta sullo schermo Gomorra, libro-scandalo di Roberto Saviano che in Italia ha venduto oltre un milione di copie, aprendo il sipario sulla luce artificiale e ustionante di una lampada per camorristi vanitosi ed esaltati. Il sole non illumina più le province di Napoli e Caserta, impossibile rischiarare questa terra buia e straniera al punto che gli italiani hanno bisogno dei sottotitoli per decifrarla. Siamo in un altro paese: all'inferno. Che non si trova nel centro della terra, ma solo pochi metri giù dalla statale o sotto la coltivazione delle pesche che mangiamo tutti, nutrite di scorie letali, trasformate in bombe che seminano tumori con la compiacenza dei rispettabili industriali del nord.
Nessun barlume di bellezza dentro questo buio fitto sotto il sole; forse la bellezza è nata qui, per caso o per errore, ma è volata lontano, addosso a Scarlett Johansson, col risultato che chi l'ha partorita è rimasto ancora più solo ed impotente.
Il film di Garrone è crudo e angosciante, ripreso dal vero, musicato dal suono delle grida e degli spari di Scampia. Una volta si diceva "giusto", quando dire "bello" non aveva senso. Giustissimo, dunque.
Del libro, il film sceglie alcuni fili, li intreccia, s'impone come uno sciroppo avvelenato, senza la possibilità di voltar pagina o sospendere la lettura. Del libro, soprattutto, sposa il punto di vista, da dentro, e tuttavia inevitabilmente fuori, in salvo. "Ma - scrive Saviano - osservare il buco, tenerlo davanti insomma, dà una sensazione strana. Una pesantezza ansiosa. Come avere la verità sullo stomaco". Gomorra, sullo stomaco, pesa come un macigno. Solo una ruspa potrebbe sollevarlo, per "sversarlo" altrove e chiudere in circolo vizioso, come il suono del film.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
GOMORRA
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
Wuaki.tv
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play
Premi e nomination Gomorra MYmovies
Gomorra recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Premi e nomination Gomorra

premi
nomination
Nastri d'Argento
1
4
Golden Globes
0
1
Festival di Cannes
1
0
David di Donatello
6
11
* * * * *

Gomorra punto e basta...

domenica 18 maggio 2008 di VersoZero

Un film che ho aspettato per dieci anni,potente corposo lancinante e con uno sguardo registico unico...difficile e secondo me sbagliato fare paragoni con i grandi film della nostra tradizione cinematografica ma credo che un posto spetti di diritto anche a GOMORRA!La macchina da presa è incollata alle persone, ne sottolinea tutta la fragilità, tutte le paure!La scena di Totò chetende l'agguato alla signora a cui porta la spesa ogni giorno vale di per se il prezzo del biglietto...Le sparatorie dipinte continua »

* * * * -

Lo sgomento di un figlio di questa terra

sabato 17 maggio 2008 di Vincenzo Di Gennaro

Ancora, quasi con una fanciullesca ingenuità, cerco di guardare alla mia terra come fosse ancora quella immortalata da Pitloo e da Gigante, la Campania fertile, la pausa dagli affanni dei romani, un luogo talmente sublime da convincere anche i più scettici di un disegno superiore. Non riesco a convincermi che la realtà in cui viviamo non sia una visione distorta, generata da un incubo o da una mostruosa allucinazione. Come abbiamo potuto? Come abbiamo osato tacere mentre la nostra terra veniva violentata, continua »

* * * * -

Straordinario

lunedì 19 maggio 2008 di joseph

Portare sullo schermo il docu-romanzo di Saviano era impresa quasi impossibile. Garrone prova ad estrapolarne cinque storie lasciando da parte casalesi, scissionisti e clan Di Lauro per concentrarsi sulle persone che del clan portano avanti la facciata legale, chi ne vive all'ombra o semplicemente scugnizzi che sognano di farne parte. Il risultato è eccezionale. Dimenticate i vari Il Camorrista o Il Padrino, Gomorra è un film diverso ed unico nel suo genere. Un gangster-movie senza i gangster. Difficile continua »

* * - - -

Gomorra, dove sono l'anima e la rabbia?

mercoledì 21 maggio 2008 di luigi

Garrone non riesce a gestire l’enorme materiale umano, sociale ed intellettuale offerto dal libro di Roberto, non riesce a guardare negli occhi le terre che vorrebbe raccontare(che non conosce) e da vita ad una fiction di grande spessore estetico ma senz’anima e senza coraggio. L’episodio di Scampia è sicuramente un piccolo capolavoro, però osservando gli attori si capisce che il merito non è di Garrone ma dei ragazzi di Scampia che narrano se stessi, che ardono nell'essere "protagonisti" di quell'universo continua »

Marco (Marco Macor)
Sono io il più forte, il numero uno!!!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Roberto (Carmine Peternoster)
I' so' diverso
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
L'imprenditore del nord (Massimo Emilio Gobbi)
È' tutto clean?
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film Gomorra oppure Aggiungi una frase
Shop

DVD | Gomorra

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 3 dicembre 2008

Cover Dvd Gomorra A partire da mercoledì 3 dicembre 2008 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Gomorra di Matteo Garrone con Toni Servillo, Gianfelice Imparato, Maria Nazionale, Salvatore Cantalupo. Distribuito da 01 Distribution. Su internet Gomorra (1 DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 8,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 1,00 €
Aquista on line il dvd del film Gomorra

SOUNDTRACK | Gomorra

La colonna sonora del film

Disponibile on line da venerdì 12 dicembre 2008

Cover CD Gomorra A partire da venerdì 12 dicembre 2008 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Gomorra del regista. Matteo Garrone Distribuita da Radio Fandango. Sono inoltre disponibili altre colonne sonore del film. altre versioni »

APPROFONDIMENTI | Garrone traduce il libro di Saviano in un dramma in cinque atti.

L'apocalisse ai tempi della camorra

giovedì 15 maggio 2008 - Tirza Bonifazi Tognazzi

Gomorra, l'apocalisse ai tempi della camorra Tremilaseicento morti da quando sono nato. La camorra ha ucciso più della mafia siciliana, più della 'ndrangheta, più della mafia russa, più delle famiglie albanesi, più della somma dei morti fatti dall'ETA in Spagna e dall'IRA in Irlanda, più delle Brigate Rosse, dei NAR e più di tutte le stragi di Stato avvenute in Italia". Sono alcuni dei dati che emergono dal libro inchiesta di Roberto Saviano che tutti hanno letto. Dalle pagine di "Gomorra" Matteo Garrone ha estratto cinque spaccati di vita (le storie di Totò, Don Ciro e Maria, Franco e Roberto, Pasquale, Marco e Ciro) per raccontare attraverso la settima arte i bassifondi del napoletano dove i ragazzini emulano i grandi sognando di impugnare la pistola e sparare, le vedove bianche dei camorristi si nascondono in casa, i sarti tirano a campare comprando il lavoro nero all'asta, gli imprenditori vendono la terra che gli ha dato i natali per trasformarla in cimiteri di scorie.

INCONTRI | Oggi 8 marzo, Giornata Internazionale della Donna, parliamo con sei protagoniste del cinema italiano.

Il cinema delle donne

martedì 8 marzo 2011 - Ilaria Ravarino

Il cinema delle donne Poche registe, dietro alle macchine da presa che contano. Tante scrittrici invisibili. Costumiste senza budget, attrici sottoutilizzate, produttrici eterno braccio destro, tecniche eccellenti costrette ad espatriare. Donne rare come i panda nei posti di comando e folle di lavoratrici che soffocano reparti deboli nelle trattative, deboli per definizione perché declinati al femminile. Il cinema italiano, che per primo nella storia degli Oscar ha avuto una regista candidata in cinquina (Lina Wertmuller, Pasqualino Settebellezze, 1976), sembra essere diventato un'industria quasi completamente rivolta al maschile.

   

FOCUS | L'esclusione di Gomorra dalla corsa agli Oscar.

Perché no

giovedì 15 gennaio 2009 - Pino Farinotti

Gomorra: perché no Dunque Gomorra è stato estromesso dalla gara degli Oscar. L'altro giorno, ospite a Uno mattina avevo dichiarato, anche con perentorietà, che il film italiano avrebbe vinto l'Oscar. Nel contesto di un pezzo su Moretti, lunedì, avevo ribadito la mia convinzione: "...e dico che Gomorra probabilmente vincerà l'Oscar. Trattasi infatti di storia ben attrezzata in quel senso: un'Italia rappresentata secondo codici graditi in California e dovunque, camorra, famiglie, violenza, Napoli, mafia eccetera, si sa.

FOCUS | Il film di Matteo Garrone rappresenterà il nostro cinema.

Gomorra può vincere

giovedì 25 settembre 2008 - Pino Farinotti

Oscar: Gomorra può vincere Un assunto: quest'anno Cannes ha legittimato due ottimi film italiani, Gomorra e Il Divo. L'annuncio era "il cinema italiano è risorto". Al di là dell'enfasi, e del fatto che solo pochissimi andavano dicendo che il cinema italiano era morto, i due titoli presentano, finalmente, qualità vere. L'Oscar a volte ha disatteso la qualità, premiando titoli con criteri strani, ma l'ultimo riconoscimento che ci riguarda (La vita è bella) era sacrosanto: quello di Benigni è un grande film. Così come lo è, abbracciando un altro riconoscimento altrettanto importante, La stanza del figlio di Moretti, premio assoluto a Cannes.

NEWS | Il Divo e Gomorra si aggiudicano il maggior numero di nomination.

Candidature 2009

giovedì 9 aprile 2009 - Marlen Vazzoler

David di Donatello: candidature 2009 L'edizione 2009 dei David di Donatello è dominata dalle 16 (su 22) nomination ottenute da Il Divo, il film diretto da Paolo Sorrentino e dalle 11 nomination aggiudicate da Gomorra, il film di Matteo Garrone. La candidatura come miglior film vede in gara Ex di Fausto Brizzi, Si può fare di Giulio Manfredonia e Tutta la vita davanti di Paolo Virzì; a contendersi invece il titolo di miglior regista oltre a Garrone e Sorrentino, Brizzi, Manfredonia e Pupi Avati per Il papà di Giovanna. Per la categoria come miglior attrice si scontreranno Donatella Finocchiaro (Galantuomini), Claudia Gerini (Diverso da chi?), Valeria Golino (Giulia non esce la sera), Ilaria Occhini (Mar Nero) e Alba Rohrwacher (Il papà di Giovanna), mentre tra gli uomini la sfida sarà tra Silvio Orlando, vincitore della Coppa Volpi a Venezia per Il papà di Giovanna, Tony Servillo (Il Divo), Valerio Mastandrea (Non Pensarci), Claudio Bisio (Si può fare) e Luca Argentero (Diverso da chi?).

   

NEWS | Il film non è entrato nelle nove pellicole in competizione.

Escluso dagli Oscar come film straniero

mercoledì 14 gennaio 2009 - Lisa Meacci

Gomorra: escluso dagli Oscar come film straniero Tanti applausi e complimenti dalla critica e dal pubblico per il film di Matteo Garrone, Gomorra. Ma a quanto pare, di questo passo non c'è verso di vincere neanche un premio. Dopo essere tornato a mani vuote da Los Angeles in occasione dei Golden Globes, ieri sera la Academy ha annunciato i nove film rimasti in gara per la competizione "miglior film straniero"…e tra questi non c'è Gomorra. La commissione per adesso ha scelto: Revanche (Austria), The Necessities of Life (Canada), La classe (Francia), La Banda Baader Meinhof (Germania), Valzer con Bashir (Israele), Departures (Giappone), Tear This Heart Out (Messico), Everlasting Moments (Svezia), Le tre scimmie (Turchia).

   

NEWS | Il film di Matteo Garrone concorre come miglior film straniero anche agli Oscar inglesi.

Gomorra candidato anche ai Bafta

mercoledì 7 gennaio 2009 - a cura della redazione

Gomorra candidato anche ai Bafta Continua l'inarrestabile corsa di Gomorra nel panorama estero. Forte di un ampio riconoscimento ottenuto dagli incassi in patria e dai numersi premi finora tributati anche fuori dall'Italia (ricordiamo il Grand Prix a Cannes e la più recente incetta di statuette agli Efa, gli Oscar europei), il film di Matteo Garrone tratto dallo straordinario romanzo-inchiesta di Roberto Saviano compare adesso anche nella cinquina dei candidati al premio come miglior film straniero dei Bafta, i premi più importanti della cinematografia britannica.

   

NEWS | Il film di Matteo Garrone si aggiudica i cinque premi più importanti.

Gomorra trionfa agli Oscar europei di Copenhagen

domenica 7 dicembre 2008 - Alessandro Regoli

Gomorra trionfa agli Oscar europei di Copenhagen L'European Film Awards, l'equivalente europeo degli Oscar, ha decretato il trionfo di Gomorra che si è aggiudicato i cinque premi più importanti: Miglior Film, Miglior Regia (Matteo Garrone), Miglior Attore Protagonista (Toni Servillo), Miglior Fotografia (Marco Onorato) e Miglior Sceneggiatura. Nella categoria miglior film ha superato, tra gli altri, Il divo di Paolo Sorrentino e La classe di Laurent Cantet che aveva conquistato la Palma d'Oro a Cannes. Dopo aver ottenuto la nomination come Miglior Film Straniero agli Indipendent Spirit Awards, importanti premi dedicati al cinema indipendente americano, continua la marcia trionfale di Gomorra in attesa del premio più importante, gli Oscar, dove, oltre alla probabile nomination come Miglior Film Straniero, può legittimamente aspirare a qualcosa di più.

   

VIDEO | Alla conquista di Hollywood.

Il trailer americano

martedì 23 dicembre 2008 - a cura della redazione

Gomorra, il trailer americano Dimenticate la narrativa tradizionale. E le spiegazioni. Qui non sapete in che paese siete, non sapete in quale strada siete. E non lo saprete mai. Siete intrappolati in un altro pianeta e siete soli. Nessuno vi soccorre, non c'è via d'uscita. O meglio, intuite che l'unica via d'uscita per i personaggi sarà brutta. E capite che questo mondo continuerà. Ed è una vera disgrazia". Con queste parole Martin Scorsese ha recentemente presentato il film Gomorra al New York Film Festival, che continua così la marcia trionfale verso l'ennesimo premio a cui ambisce il film, quello più importante: l'Oscar.

   

di Sandro Rezoagli Ciak

Gomorra inizia con una carneficina ai raggi UVA in cui il sangue si fa cobalto e il rito kitsch dell'abbronzatura totale una macelleria. Subito dopo, al rumore secco degli spari e alle risate beffarde dei killer subentra un dolce fruscio di soldi. Il ragioniere della camorra, quello che ha l'incarico di distribuire gli stipendi a chi ha un parente morto ammazzato o in galera, conta velocemente mazzette di euro spiegazzati. Non quelli croccanti delle banche, quelli sporchi e puzzolenti di chi ha pagato la sua dose. »

di Paolo Boschi Scanner

Il sistema occulto (ma non troppo) in base al quale vanno avanti le cose nelle zone controllate dalla Camorra in Campania è al centro del fortunato bestseller di Roberto Saviano, un libro sospeso tra romanzo e inchiesta, che Matteo Garrone è riuscito a traslare con efficacia sul grande schermo nell’unico modo possibile: una struttura corale ad incastro che certo per il piglio di denuncia il vecchio Altman avrebbe apprezzato. Dal punto di vista narrativo Gomorra ricostruisce complessivamente i vari aspetti della galassia Camorra, resi attraverso le maschere umane del variegato cast. »

«Gomorra», spiacenti ma è l'Italia

di Alberto Crespi L'Unità

Inutile far finta: Cannes inizia solo domani, ma avendo visto tre film italiani sui quattro in partenza per la Croisette, vorremmo anticiparvi che la squadra azzurra stupirà il mondo. Non tanto perché i film siano belli (e sono belli), quanto perché raccontano un'Italia insospettata, che lascerà tutti di stucco. Certo, né Gomorra di Matteo Garrone (concorso), né Sangue pazzo di Marco Tullio Giordana (fuori concorso), né il resto della notte di Francesco Munzi (Quinzaine) sono film- dépliant, non siamo di fronte a cartoline dal Bel Paese che attireranno i turisti. »

Crudo e angosciante, ripreso dal vero e musicato dalle grida e dagli spari di Scampia

di Jacques Mandelbaum Le Monde

Misère de la Mafia Il n'est pas improbable que les historiens du futur citent, au détour d'une étude sur la représentation de la Mafia au cinéma, Gomorra comme une tardive mais implacable antithèse du célébrissime Parrain de Francis Ford Coppola. Non que les deux films n'aboutissent, peu ou prou, au même tableau de désolation. La grande différence, par-delà celle qui sépare l'Italie de l'Amérique, c'est que le film de Matteo Garrone en fait un préalable moral et esthétique, s'interdisant la moindre fascination, la plus petite enjolivure, ne serait-ce que le début d'une tentation lyrique. »

Gomorra | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marianna Cappi
Pubblico (per gradimento)
  1° | versozero
  2° | vincenzo di gennaro
  3° | joseph
  4° | tina galante
  5° | mikelangelo
  6° | robmamba
  7° | gabri78
  8° | ciro monacella
  9° | massimo medina
10° | vagabonda
11° | il doge
12° | roberto
13° | paolo pasetti
14° | coachc
15° | marco m
16° | gigihno
17° | antonello villani
18° | thebalrog
19° | michele ghiotti
20° | loladarlyn
21° | franz
22° | mikelino
23° | jules
24° | tony montana
25° | catullo
26° | kondor17
27° | great steven
28° | fabio1957
29° | paolo_sem
30° | aristoteles
31° | misspiggy89
32° | genny
33° | pepzanz
34° | jackdikuori
35° | massimiliano di fede
36° | gennarodic.
37° | meursault
38° | marinosassi
39° | chiari alessandro
40° | abo93
41° | luigi
42° | alberto
43° | mara65
Nastri d'Argento (8)
Golden Globes (1)
Festival di Cannes (1)
David di Donatello (30)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 | 3 |
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 |
Link esterni
Sito ufficiale
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità