Cuore sacro

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Cuore sacro   Dvd Cuore sacro  
Un film di Ferzan Ozpetek. Con Barbora Bobulova, Andrea Di Stefano, Lisa Gastoni, Caterina Vertova, Massimo Poggio.
continua»
Drammatico, - Italia 2005. uscita venerdì 25 febbraio 2005. MYMONETRO Cuore sacro * * * - - valutazione media: 3,19 su 65 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,19/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * 1/2 - - -
 critican.d.
 pubblico * * * 1/2 -
Barbora Bobulova
Barbora Bobulova (40 anni) 29 Aprile 1974 Interpreta Irene
Andrea Di Stefano
Andrea Di Stefano (41 anni) 15 Dicembre 1972 Interpreta Giancarlo
Lisa Gastoni
Lisa Gastoni (79 anni) 1 Gennaio 1935 Interpreta Eleonora
Caterina Vertova
Caterina Vertova (54 anni) 19 Luglio 1960 Interpreta Angela
Massimo Poggio
Massimo Poggio (44 anni) 9 Aprile 1970 Interpreta Padre Carras
Camille Dugay Comencini
Camille Dugay Comencini   Interpreta Benny
   
   
Fiacco, insostenibile il ritmo del film: sopravvivere alla parte centrale metterebbe a dura prova un monaco zen al più alto grado di imperturbabilità.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un film sul 'sacro' che è in ognuno di noi
Andrea Chirichelli     * - - - -

"I poveri sono poveri e a noi dispiace, ma che possiamo farci?"
Così chiosava, in maniera cinica ma realistica, Anthony Hopkins in Casa Howard di James Ivory. Parecchi lustri dopo, il regista più (positivamente) costante degli ultimi anni, prova a dare una risposta molto personale al problema che affligge l'umanità dai suoi albori: il divario tra i ricchi ed i poveri. Il problema resta, come ovvio irrisolto, e, ahimè, il trend positivo di Ozpetek s'interrompe bruscamente. Cuore Sacro, è infatti il peggior film del regista turco, una pellicola affossata da uno script troppo confuso, realizzata in maniera frettolosa e dalla morale finale ampiamente discutibile.
I difetti oggettivi del film sono tutti formali. La messa in scena è barocca e sfarzosa, ha delle belle trovate stilistiche, che ammiccano dichiaratamente al portato religioso che Ozpetek, generalmente sensibile, inserisce in tutte le sue realizzazioni, ma appaiono meri esercizi retorici, privi di spessore etico e morale.
Gli attori sono pessimi. La Bobulova si muove sulla scena con la grazia di un cetaceo spiaggiato ed agonizzante, la giovane Comencini è un monumento vivente all'insopportabilità, mentre gli altri personaggi, sono mere comparse e spariscono di fronte alla sistematica presenza in scena della protagonista che invade silenziosamente ogni ripresa, ogni inquadratura.
Fiacco, insostenibile il ritmo del film: sopravvivere alla parte centrale metterebbe a dura prova un monaco zen al più alto grado di imperturbabilità, con la musica di Guerra che sottolinea ogni passaggio con fare tronfio e rimbombante e la macchina da presa che indugia senza pietà sul bel volto della Bobulova senza un motivo apparente, se non quello di cogliere l'assoluta vacuità delle sue espressioni. I personaggi vanno e vengono, non c'è un minimo di approfondimento, sono presi e buttati via. La climax francescana che è posta come prefinale appare banale e ridondante e il discorso del prete (la Chiesa ne esce a pezzi, e questo è l'unico punto condivisibile) è un campionario di luoghi comuni. Atroce infine il "colpo di scena finale", con tanto di reincarnazione... Qui finisce l'elenco delle storture della pellicola, già bastanti a decretare un pollice verso senza se e senza ma.
Sicuramente non era intenzione del regista approntare un quadro documentaristico o credibile dell'intera vicenda, ma la coltre di noia che avvolge Cuore Sacro, la sua totale incapacità di emozionare, lo scarso appeal dei personaggi, porta a considerare l'opera un poderoso passo falso.
C'è poco da fare: i sensi di colpa borghesi sono irritanti e le loro analisi non portano a nulla, quindi perché insistere?

Premi e nomination Cuore sacro MYmovies
il MORANDINI
Cuore sacro recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi Cuore sacro
Primo Weekend Italia: € 871.000
Incasso Totale* Italia: € 3.181.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 28 agosto 2005
Sei d'accordo con la recensione di Andrea Chirichelli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
30%
No
70%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Showtime:
lunedì 27 ottobre 2014 alle ore 9,28 in TV su IRIS
Scopri gli altri film in televisione »
Premi e nomination Cuore sacro

premi
nomination
David di Donatello
2
0
* * * * -

Cuore sacro, o mente turbata?

lunedì 7 marzo 2005 di Alex

Guardando il film di Ozpetek ci si ritrova davanti ad un quesito affascinante ed inquietante al contempo: tutti i personaggi, tutte quelle storie, che la protagonista incrocia lungo il suo cammino verso una spiegazione della propria natura,sono reali? oppure sono frutto di una mente turbata capace, solo in fine, di ricondursi alla ragione,anche grazie alla guida di Benni, una sorta di "Virgilio nell'Inferno della mente"? Probabilmente era intenzione del regista lasciare che il dubbio si insinuasse continua »

* * - - -

E il sei al super enalotto?

domenica 13 marzo 2005 di Davenne83

Verso la fine del film mi aspettavo facesse la sua entrata in scena anche il 53 della ruota di venezia : i poveri l'avevano giocato, usciva e coi i soldi compravano case per altri poveri.. Un film, apparte questo mio incipit cretino, davvero "brutto": di una pretenziosità che forse giusto zeffirelli potrebbe apprezzare - messa in scena barocca a dir poco -; la redenzione della manager "soldi, successo, carriera" che una volta incontrata la brava bimbetta ladra capisce il senso della vita, viene continua »

* * - - -

Pretenzioso

domenica 27 febbraio 2005 di Gianluigi

La Bobulova è mal diretta: attraversa tutta la pellicola come una sfinge, espressiva come un paracarro. Manca il pathos nella sua pretesa trasformazione. Pretenziosa la scena tipo "Pietà di Michelangelo" e assurda quella della spogliazione. Buona solo la fotografia e le scenografie. Insomma un bell'involucro pieno di poco o niente. Hanno avuto ragione i due che si sono buttati subito dal terrazzo! continua »

* * - - -

Puro delirio autocelebrativo

martedì 1 marzo 2005 di fretur

Ben confezionato, ben recitato, ma il contenuto, sopratutto nel secondo tempo, non convince, anzi irrita. A parte il fatto che non si sente il bisogno cinematografico di un nuovo San Francesco, certune citazioni da Bunuel e Pasolini non hanno assolutamente motivo, sopratutto se vengono da Ozpetek che nei precedenti film aveva dettato un suo proprio stile. Complimenti agli attorim ma, per questa volta, non al regista. continua »

Ciascuno di noi possiede due cuori
Uno, il più razionale, eclissa l'altro
che però irradia una luce nascosta
un calore di cui nessuno può fare a meno
è il cuore sacro
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Ciascuno di noi ha due cuori. Spesso però uno dei due cuori eclissa l'altro. Ma se ognuno di noi riuscisse, anche per un solo istante, a intravedere la luce del suo cuore nascosto, allora capirebbe che quello è un cuore sacro e non potrebbe più fare a meno del calore della sua luce
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
L'esperto chiamato ad interpretare le scritte in camera da letto
Le religioni sono come dei vascelli che portano alla verità, a Dio. Spesso però gli esseri umani si innamorano del vascello e dimenticano la meta. La persona che viveva qui mischiava tutte le religioni. Chissà, forse pensava che costruendo una flotta sarebbe stato più facile arrivare alla meta
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film Cuore sacro oppure Aggiungi una frase
Shop

DVD | Cuore sacro

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 19 marzo 2013

Cover Dvd Cuore sacro A partire da martedì 19 marzo 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Cuore sacro di Ferzan Ozpetek con Barbora Bobulova, Andrea Di Stefano, Lisa Gastoni, Caterina Vertova. Distribuito da Cecchi Gori Home Video. Su internet Cuore sacro (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Cuore sacro

SOUNDTRACK | Cuore sacro

La colonna sonora del film

Disponibile on line da venerdì 18 marzo 2005

Cover CD Cuore sacro A partire da venerdì 18 marzo 2005 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Cuore sacro del regista. Ferzan Ozpetek Distribuita da EMI.

APPROFONDIMENTI | Tra commedia e melodramma, il cinema polifonico del regista turco-romano.

Ferzan özpetek

mercoledì 14 marzo 2012 - Mauro Gervasini

La politica degli autori: Ferzan Özpetek Nonostante la maggior parte dei suoi film siano catalogati alla voce "commedia", Ferzan Özpetek (Istanbul, 3 febbraio 1959) non disdegna le tinte forti del melodramma. Passioni sul piatto: triangoli d'amore clandestino (Le fate ignoranti, 2001: lui, lui e un'altra) che solo la morte "livella" rendendoli in qualche modo omogenei; oppure triangoli favoriti dal mistero e dall'esotismo (Il bagno turco – Hamam, 1997: ancora lui, lui e un'altra) liberando i corpi prima dei cuori. E altri triangoli, appunto melodrammatici, dove al sentimento di due persone si contrappone un terzo incomodo, non necessariamente in carne e ossa.

   

di Silvana Silvestri Il Manifesto

Il leggero senso di stordimento che si prova in quelle stradine romane a cui fanno ombra i giganteschi palazzi nobiliari, luoghi visitati dal nuovo film di Ferzan Ozpetek, Cuore Sacro, fa parte di un viaggio nel tempo. Per tutta la prima parte del film infatti si accumulano indizi di cinema che proprio in quei luoghi prendevano forma e sono rimasti come ectoplasmi: i film degli storici cineclub romani. Le salette appartengono per lo più al passato («L'occhio, l'orecchio, la bocca» anche se non il Filmstudio), ma le immagini certo vagano ancora per quei luoghi. »

di Giacomo Vallati Avvenire

La nostalgia di Dio. Non la chiama così; anzi non la chiama affatto: ci gira attorno senza nemmeno nominarla. Ma tutto quello che dice – col suo film, con le parole stesse che usa per descriverlo – sempre a quello torna. Alla nostalgia di Dio. «Da anni sentivo l’esigenza di questo film – confida Ferzan Ozpetek – soprattutto da quando ho perso tanti amici, e da quando ho visto tanta nuova povertà attorno a me. Volevo trovare una risposta alle domande che la morte e la miseria pongono a chiunque, a chi crede e a chi non crede. »

di Alberto Crespi L'Unità

Rossellini o Matarazzo? Forse entrambi, e non è detto che siano in contraddizione. Il turco Ferzan Ozpetek è forse l’unico regista italiano che lavori sulla memoria storica del nostro cinema. Basterebbe, a conferma, la scelta di due attrici come Lisa Gastoni ed Erika Blanc per interpretare le zie di Barbora Bobulova in Cuore sacro, il film che esce oggi nei cinema. La Gastoni fu nel ‘68 l’eroina di Grazie zia, di Salvatore Samperi (titolo, e anno, epocali...), la Blanc fu una delle dive sexy degli anni ‘60 e ‘70 (Ozpetek l’aveva già riscoperta nelle Fate ignoranti). »

di Federica Lamberti Zanardi La Repubblica

Ero in metropolitana, saranno state le undici di sera. Ho visto una signora di una sessantina d’anni, seduta con la testa china. Si capiva che era sfinita dalla stanchezza. Forse tornava a casa dal lavoro. La sua fragilità mi ha stretto il cuore. Ma perché una donna così anziana deve ancora lavorare, ammazzarsi di fatica, invece di stare a casa sua al caldo?». Ferzan Ozpetek non riesce a trattenere la sua partecipazione quando parla delle persone che incontra per strada, sugli autobus, nel metrò. »

Cuore sacro | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
David di Donatello (2)


Articoli & News
Link esterni
Sito ufficiale
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità