Dizionari del cinema
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
mercoledì 29 marzo 2017

Caterina Murino

Agente 007 Da Cagliari con amore

39 anni, 15 Settembre 1977 (Vergine), Cagliari (Italia)
occhiello
Temo di non essere così crudele.
Forse è solo fuori allenamento.

dal film Casino Royale (2006) Caterina Murino è Solange
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Caterina Murino

Niente Italia nel futuro della ex Bond girl.

Giffoni Experience 2010: Caterina Murino ritira il premio "Amica di Giffoni"

lunedì 26 luglio 2010 - Fiorella Taddeo cinemanews

Giffoni Experience 2010: Caterina Murino ritira il premio Non c'è ancora l'Italia nel futuro prossimo di Caterina Murino, oggi a al Festival del cinema per ragazzi per ritirare il premio “Amica di Giffoni". La Bond girl con casa a Parigi ma di solide origini cagliaritane continuerà, anche nei prossimi, mesi a partecipare a produzioni lontane dal Bel Paese. Sarà, infatti, la prima attrice straniera a partecipare ad una serie tv prodotta dalla Bbc. Si tratta di tre episodi, realizzati in collaborazione anche con Mediaset, incentrati sulle inchieste di Aurelio Zen, il poliziotto italiano nato dalla fantasia di Michael Didbin. Poi ancora due film francesi: uno dal titolo La preda, l'altro L'élève Ducobu, tratto dal fumetto creato da Godi e Zidrou e diretto da Philippe de Chauveron. Sarà invece il teatro nostrano ad offrire spazio alla bella trentatreenne. Continuerà ancora nei prossimi mesi il tour dello spettacolo “Dona Flor e i suoi due mariti" per la regia di Emanuela Giordano. La Murino non sembra, però, estremamente rammaricata dall'assenza da set italiani. Alla stampa dice: “L'anno prossimo nel nostro paese chiuderanno quattrocento teatri. Io non ho nulla contro programmi contro il Grande Fratello, non credo che non debbano essere fatti, ma è assurdo che siano praticamente l'unica tipologia di trasmissioni proposte dalla nostra televisione. Non tutti gli italiani hanno gli stessi gusti e forse in molti vorrebbero dei prodotti che non impongano solo un certo tipo di intrattenimento. È una cultura che non fa bene soprattutto ai giovani".
Ed è a loro che l'attrice si rivolge come valvola di speranza del futuro culturale del paese. “Sono i ragazzi a doversi ribellare a queste impostazione" afferma "Devono svegliare le persone che sono al potere e pretendere da loro altro. Sono rimasta stupita dalla lucidità dei ragazzi di Giffoni: preparati e precisi. Meritano di più". Infine un passaggio sul cinema italiano. “Spesso pecca di trascuratezza" dichiara l'attrice "I registi italiani dovrebbero essere più attenti a curare i particolari. Anche una comparsa o un personaggio secondario devono essere credibili. E non sempre lo sono".

   

Dopo otto anni Gianni Zanasi torna al cinema con una brillante commedia drammatica.

Non pensarci: ritratto di una "normale" famiglia di italiani

lunedì 31 marzo 2008 - Tirza Bonifazi Tognazzi cinemanews

Non pensarci: ritratto di una Ci sono voluti otto anni a Gianni Zanasi per tornare alla regia di un lungometraggio dopo A domani, presentato in concorso a Venezia nel 1999. Un'assenza dovuta alla difficile condizione che vive il cinema del nostro paese da ormai troppo tempo, come ha spiegato lo stesso regista nella conferenza stampa che si è tenuta questa mattina a Roma. "Sono stati anni non semplici. Si era creata una situazione produttiva complicata che non favoriva chi aveva progetti anomali, fuori linea. Era difficile in determinate condizioni, per chi come me non ha amicizie, riuscire a lavorare. Questo è un meccanismo che impoverisce il cinema. Guardando all'estero, penso a uno come Lukas Moodysson che ha inanellato grossi successi europei, film come Together - Insieme e Lilja 4-ever realizzati con budget bassissimi. Ma io sono uno ottimista e credo che questa tendenza tutta italiana stia cambiando".

Chi salverà le rose?

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,50)
Un film di Cesare Furesi. Con Carlo Delle Piane, Caterina Murino, Lando Buzzanca, Antonio Careddu, Philippe Leroy.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2017. Uscita 16/03/2017.

Ustica

* * - - -
(mymonetro: 2,25)
Un film di Renzo Martinelli. Con Caterina Murino, Tomas Arana, Marco Leonardi, Lubna Azabal, Enrico Lo Verso.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2016. Uscita 31/03/2016.

Bianco di Babbudoiu

* * - - -
(mymonetro: 2,26)
Un film di Igor Biddau. Con Michele Manca, Roberto Fara, Stefano Manca, Caterina Murino, Marco Bazzoni.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2016. Uscita 17/03/2016.

Le ragazze del St. Trinian's 1 - La scuola può essere uno sballo

* * - - -
(mymonetro: 2,38)
Un film di Oliver Parker, Barnaby Thompson. Con Rupert Everett, Colin Firth, Jodie Whittaker, Lena Headey, Russell Brand.
continua»

Genere Commedia, - Gran Bretagna 2007. Uscita 10/07/2009.

Alibi e sospetti

* * - - -
(mymonetro: 2,25)
Un film di Pascal Bonitzer. Con Miou-Miou, Lambert Wilson, Valeria Bruni Tedeschi, Pierre Arditi, Anne Consigny.
continua»

Genere Giallo, - Francia 2008. Uscita 29/05/2009.
Filmografia di Caterina Murino »

sabato 18 marzo 2017 - Caterina Murino, Fabio Mollo e Irene Ferri sono i protagonisti di una puntata incentrata sulla famiglia alternativa.

Splendor XXXI, l'altra famiglia raccontata dal cinema

a cura della redazione cinemanews

Splendor XXXI, l'altra famiglia raccontata dal cinema Splendor - Suoni e visioni, trasmissione di approfondimento cinematografico e non, condotta da Mario Sesti, ospita per la terza puntata di questa nuova edizione il regista Fabio Mollo e le attrici Caterina Murino e Irene Ferri.

Strana famiglia, in cui i legami sono intensi ma anche conflittuali in Chi salverà le rose (al cinema dal 16 marzo), opera prima di Cesare Furesi, spin off di Regalo di Natale di Pupi Avati in cui Carlo Delle Piane ritorna a vestire i panni dell'avvocato Santelia, ed al suo fianco troviamo Lando Buzzanca, Philippe LeroyCaterina Murino, ospite della terza puntata di Splendor, e sensibile interprete in questa delicata pellicola in cui è la forza dell'amore a vegliare su un'atipica famiglia: "Il film parla di una coppia omosessuale, ma Cesare (il regista) ha voluto raccontare l'amore universale, quello con la A maiuscola - ha spiegato l'attrice, parigina d'adozione -, dove contano le intensità delle emozioni e la rassicurazione della presenza della persona amata sino alla fine dei nostri giorni".
La Murino è in questa pellicola la figlia che scappa di casa a soli vent'anni dopo aver saputo di un'inaspettata gravidanza: "È anche una storia dei 'non detti', il mio personaggio scappa proprio per l'affetto asfissiante di questi due padri". Girato in soli 21 giorni ad Alghero: "Sono tornata nella mia terra per vivere un'esperienza umana straordinaria, con tre mostri sacri del panorama cinematografico internazionale, è stato per me un regalo".    Fabio Mollo è il regista de Il padre d'Italia (in sala dal 9 marzo), sua seconda opera di finzione con Luca Marinelli e Isabella Ragonese. "Lavorare con loro è stata un'esperienza pazzesca, durante il primo incontro abbiamo parlato di tutto ma non del film - ha spiegato il regista -. Tra di noi si è creato prima un rapporto personale e poi professionale. Prima delle riprese abbiamo lavorato un anno sulla sceneggiatura, ed essendo tutti e tre amanti della musica abbiamo deciso di impostare i personaggi su due canzoni: "Mare d'inverno" di Loredana Bertè per definire la performance di Luca, e "There is a light that never goes out" dei The Smiths per quella di Isabella".

Altre news e collegamenti a Caterina Murino »
Chi salverà le rose? (2017) Ustica (2016)
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | moviecard® | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso |
pubblicità