•  
  •  
Apri le opzioni

Matt Dillon

Matt Dillon è un attore statunitense, regista, è nato il 18 febbraio 1964 a New Rochelle, New York (USA). Matt Dillon ha oggi 58 anni ed è del segno zodiacale Acquario.

Ribelle di natura

A cura di Nicoletta Dose

Attore e regista americano, divenuto popolare grazie ad una serie di film dedicati ai tormenti dell'adolescenza. Con una lunga e ricca carriera alle spalle, l'attore ha saputo superare i rischi di diventare un caratterista ed è oggi un interprete versatile e maturo, affascinante anche con la pancetta, come si è mostrato in Factotum.

La fama di 'giovane ribelle' al cinema
Inizia a recitare da giovanissimo, dopo essere stato notato da un talent scout di passaggio alla sua scuola. Il primo ruolo di rilievo lo ottiene nel film Giovani guerrieri (1979) di Jonathan Kaplan, drammatico ritratto di una 'gioventù bruciata' sullo sfondo di un sobborgo americano costruito apposta per le famiglie ricche. Successivamente lo vediamo in La mia guardia del corpo (1980), come oggetto delle mire di due giovani ragazze nello sdolcinato Piccoli amori (1980) ma soprattutto è il 'ragazzo povero' innamorato di una ragazza ricca nel cult American Blue Jeans (1981). Il 1983 si rivela un anno molto fortunato: prende parte a due film di successo e qualità (entrambi girati da Francis Ford Coppola) che gli permettono di diventare un attore popolare in breve tempo. Prima partecipa a I ragazzi della 56° strada, dov'è un greaser in lotta contro i ragazzi benestanti del quartiere vicino, poi è al fianco di Mickey Rourke, Dennis Hopper e Nicolas Cage in Rusty il selvaggio, dov'è il protagonista, in fuga da un padre alcolizzato e ammiratore spavaldo delle avventure ai limiti del lecito del fratello maggiore.

L'incontro con Gus Van Sant
Lo stereotipo di ragazzo ribelle e indifeso lo perseguita. Nel 1984 viene diretto da George Marshall in Flamingo Kid, ambientato negli anni Sessanta e l'anno dopo interpreta il figlio di Gene Hackman in Target - Scuola omicidi di Arthur Penn. Dopo alcuni film minori (Braccio vincente, Kansas, I maledetti di Hollywood), quando sembra ormai essere arrivato il suo declino, recita in Drugstore cowboy (1989) di Gus Van Sant e realizza una delle sue migliori interpretazioni, aggiudicandosi anche il premio dell' IFP Spirit. Nel 1991 approda al thriller con Un bacio prima di morire, poi si avvicina al genere della commedia grazie alla direzione di Anthony Minghella che lo vuole in Mister Wonderful (1992).

Successi e piccoli ruoli
I primi anni Novanta sono rappresentati da pochi successi al botteghino. La popolarità non lo abbandona ma gli ingaggi non mettono in luce le sue qualità interpretative, relegandolo a ruoli di poco spessore psicologico. Così accade in Singles - L'amore è un gioco (1992), nel poliziesco Golden Gate (1993) e in Frankie delle stelle (1995). Ci sono ovviamente delle eccezioni: il drammatico Fort Washington - Vita da cani (1993), dov'è un giovane costretto a vivere con i barboni, Da morire (1995) di Gus Van Sant con Nicole Kidman, e Grace of My Heart - La grazia del mio cuore (1996). L'anno successivo, anche se in un ruolo piuttosto marginale rispetto alla carica emotiva del protagonista Kevin Kline, compare nel divertente In & Out di Frank Oz.

L'esordio alla regia
Sfiora il ridicolo con Sex Crimes - Giochi pericolosi (1998) ma si rifà subito dopo con uno dei ruoli più esilaranti della sua carriera: quello del 'pazzo' investigatore di Tutti pazzi per Mary (1998) dei fratelli Peter e Bobby Farrelly, seguito a ruota da una commedia meno interessante dal titolo Un corpo da reato (2000). Due anni dopo debutta alla regia con il noir City of Ghosts ma l'impresa non viene apprezzata dalla maggior parte della critica statunitense che tende a mettere in luce i difetti più che i pregi.

Bukowski sul grande schermo
Nel 2005 ottiene la parte di un inquietante poliziotto prevaricatore nel corale Crash - Contatto fisico di Paul Haggis, seguito poi dal ruolo di Hans Chinaski - alias Charles Bukowski - in Factotum (2006) di Bent Hamer. Si lascia sedurre dal blockbuster Herbie - Il supermaggiolino (2005) e dalla commedia abbastanza banale Tu, io e Dupree (2006) dove fa coppia con Kate Hudson. Partecipa al documentario Il futuro non è scritto - Joe Strummer (2008), dopodichè affianca John Travolta e Robin Williams nel mediocre Daddy Sitter (2009) prima di mettere da parte la maturità di ruoli introspettivi per lasciarsi andare alla spettacolarità dell'action movie Blindato (2009). Nel 2017, dopo un periodo di assenza dal cinema - avrà una parte nella commedia di Zach Braff con Michael Caine, Morgan Freeman e Alan Arkin Insospettabili sospetti.

Ultimi film

Azione, (Francia, Germania - 2019), 107 min.
Commedia, (USA - 2017), 126 min.
Animazione, Commedia - (Cina, USA - 2016), 89 min.

News

Il regista danese si concentra sulla storia di un serial killer che ama considerarsi un artista.
Presentato all'ultimo Festival di Cannes, l'ultimo film di Lars Von Trier con Matt Dillon, Uma Thurman e Bruno Ganz. Da...
Presentato all'ultimo Festival di Cannes, l'ultimo film di Lars Von Trier con Matt Dillon, Uma Thurman e Bruno Ganz.
Il regista indipendente torna a raccontare un personaggio contro in Milk.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati