•  
  •  
Apri le opzioni

Giulietta Masina

Giulietta Masina (Giulia Anna Masina) è un'attrice italiana, è nata il 22 febbraio 1921 a Bologna (Italia) ed è morta il 23 marzo 1994 all'età di 73 anni a Roma (Italia).
Nel 1986 ha ricevuto il premio come miglior attrice al Nastri d'Argento per il film Ginger e Fred. Dal 1949 al 1986 Giulietta Masina ha vinto 6 premi: David di Donatello (1966), Festival di Cannes (1957), Nastri d'Argento (1949, 1951, 1958, 1986).

Trasferitasi a Roma all'età di quattro anni, presso una zia che incoraggia le sue inclinazioni artistiche, inizia a recitare durante gli anni del liceo e porta avanti la sua passione per il teatro anche durante l'università (si laurea in Lettere nel 1945). Dal 1942 lavora in radio dove interpreta le avventure di Cico e Pallina, scritte da Federico Fellini per la trasmissione Terziglio. Per Federico e Giulietta la storia dei due sposini è galeotta e coincide con l'inizio di un'unione artistica e sentimentale che continuerà per tutta la vita. Dopo una piccola comparsata nell'episodio fiorentino di Paisà (1946) di Rossellini, la prima affermazione arriva con Senza Pietà (1948) di Lattuada: per questo film Giulietta Masina vince il Nastro d'argento come migliore attrice non protagonista. La sua ascesa verso il successo continua con Luci del varietà (1951), girato a quattro mani da Fellini e da Lattuada, con Europa '51 (1952) di Roberto Rossellini e con Lo sceicco bianco (1952) di Fellini. Il 1954 è l'anno del trionfo internazionale: La strada di Fellini vince l'oscar come miglior film straniero e la stessa cosa accadrà nel 1957 con Le notti di Cabiria per il quale l'attrice ottiene anche la palma d'oro a Cannes per la migliore interpretazione femminile. Con i personaggi interpretati in questi due film, Giulietta Masina riesce a commuovere gli spettatori di tutto il mondo. Il viso di Gelsomina passa con straordinaria intensità dalla cupezza più profonda alla speranza che, sempre, torna a illuminare i suoi occhi, il suo corpo assume le forme della natura fino a imitare un albero e per la sua mimica straordinaria i critici la paragonano a Chaplin. Ne Le notti di Cabiria riesce a tratteggiare con indimenticabile profondità le illusioni e le disillusioni di una piccola prostituta dal cuore d'oro. Dopo alcune parti in film di poca fortuna come Nella città l'inferno (1958)di Castellani, Fortunella (1958)di Eduardo De Filippo, La gran vita (1960) di Julien Duvivier, torna protagonista assoluta in Giulietta degli spiriti (1965) e in Ginger e Fred (1985) scritti per lei, ancora una volta, dal marito. Negli anni 70 è impegnata in due sceneggiati televisivi di grande successo: Eleonora (1972) scritto da Tullio Pinelli, uno degli sceneggiatori di fiducia di Fellini, e Camilla (1976) con la regia di Sandro Bolchi.

Ultimi film

Commedia, (Francia - 1991), 100 min.
Commedia, (Italia - 1985), 92 min.
Commedia, (USA - 1969), 132 min.

I film più famosi

Commedia, (Italia - 1952), 86 min.
Drammatico, (Italia - 1946), 125 min.
Drammatico, (Italia - 1954), 107 min.
Commedia, (Italia - 1985), 92 min.
Drammatico, (Italia - 1957), 110 min.
Drammatico, (Italia - 1955), 135 min.
Drammatico, (Italia - 1952), 110 min.

News

Una rilettura non convenzionale della storia del cinema secondo Farinotti.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati