Advertisement
The Old Guard, l’opera di una regista che sa dosare l’adrenalina

Gina Prince-Bythewood stacca il cartellino degli action movies con un film dall’alto tasso di intrattenimento. Su Netflix.
di Elisa Teneggi, Vincitrice del Premio Scrivere di Cinema

Charlize Theron (45 anni) 7 agosto 1975, Benoni (Sudafrica) - Leone. Interpreta Andy nel film di Gina Prince-Bythewood The Old Guard.
venerdì 7 agosto 2020 - Scrivere di Cinema

Il nuovo originale Netflix The Old Guard ha un deciso punto di forza: le sequenze di azione. Divisoria tra i vari segmenti narrativi del film, combattimenti a mani nude, sparatorie, e battaglie a colpi di stravaganti, vecchissime armi bianche scandiscono la trama con ritmi precisi, calibrati, e costituiscono l’elemento più di spicco, e caratterizzante, della pellicola con Luca Marinelli, Matthias Schoenaerts, e Charlize Theron.

L’adrenalina domina, in The Old Guard, piacevole sorpresa non solo per gli spettatori ma anche per la regista Gina Prince-Bythewood. Nota per essersi sempre concentrata su rom-com e drammi sentimentali, la regista di Love & Basketball (2000) stacca, con il film Netflix, il cartellino degli action movies, e afferma che in fondo, per lei, non c’è molta differenza tra una scena d’amore o una di sangue e sudore.
 

Si tratta pur sempre di corpi, e di interazioni.

E, raccontando del suo lavoro spalla a spalla con il coreografo Daniel Hernandez, afferma di non essersi mai divertita così tanto, e che gli attori – specie Kiki Layne (Nile) e Charlize Theron (Andromaca) – sono riusciti a raggiungere risultati stupefacenti.

Passione, grinta, sudore. Hernandez, habitué di blockbuster e superhero movies – ha lavorato sui set, tra gli altri, di Avengers: Infinity War (guarda la video recensione) nel 2018, e di vari Fast & Furious – ha fuso molti, e diversi, stili di combattimento per creare sequenze ad altissimo mordente che conciliano judo, karate, ma anche lotta greco-romana, lo stile di combattimento indonesiano silat e arti marziali filippine, oltre, ovviamente, a momenti di battaglia all’arma bianca o da fuoco. Per girare scene tanto intense, sia fisicamente che visivamente, il coinvolgimento personale dell’attore, come dichiara Theron, è imprescindibile. 

A tal punto che Layne, la quale ha ammesso che, prima di The Old Guard, faticava persino a entrare in una palestra, si è scoperta accanita fan della boxe. Tra vita reale e finzione, si sa, i confini possono essere labili.

Assorbita e rielaborata la lezione di illustri precedenti – dai film di arti marziali ai Western, dagli sparatutto militari alle vicende di agenti segreti – The Old Guard adatta perfettamente i tropi degli action movie alla propria storia. I combattimenti non sono solo un modo per far progredire la trama e sciogliere importanti nodi narrativi, ma ricoprono anche un’imprescindibile funzione ritmica e uniscono fisicità e psicologia dei personaggi in un solo, integrato luogo. 

Come sottolinea Prince-Bythewood, le scene di lotta non devono – anzi, non vogliono – essere un modo per rendere spicciamente spettacolare ciò che invece ha attivo potenziale narrativo. Non bisogna oggettificare, ma esaltare. E, in questo senso, The Old Guard dimostra di aver perfettamente centrato l’obiettivo. Ora, rimane solo da vedere se squadra vincente non cambierà. E se il proseguimento della vicenda (il finale aperto lo lascia del tutto a intendere) saprà tener testa agli standard della prima parte.


VAI ALLA SCHEDA COMPLETA DEL FILM
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati