MYmovies.it
Advertisement
Moschettieri del Re, gli eroi di Dumas rivivono in 4 grandi volti del cinema italiano

Nella scelta del Cinema di Sky la commedia monicelliana di Giovanni Veronesi con Pierfrancesco Favino, Valerio Mastandrea, Rocco Papaleo e Sergio Rubini.
di Alessandro Buttitta

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
sabato 20 aprile 2019 - Sky

Che i tre moschettieri in realtà siano quattro è cosa nota per chi ha confidenza con il celebre romanzo di Alexandre Dumas e con le innumerevoli trasposizioni che il libro ha avuto nel corso degli anni. Nel libro, pubblicato a puntate con immensa fortuna sul quotidiano Le Siècle, il giovane D'Artagnan entra a far parte non senza difficoltà dell'esercito personale di Re Luigi XIII. Siamo nella Francia del 1625 e la monarchia è minacciata dall'azione del cardinale Richelieu. Il protagonista, uno spadaccino tanto abile quanto coraggioso, fa la conoscenza di Athos, Porthos e Aramis, i moschettieri con i quali conierà il motto "Tutti per uno, uno per tutti" che diventerà leggenda. Pubblicato nel 1844 e seguito da altri due libri negli anni successivi, il romanzo di Dumas è diventato un classico della letteratura.

Con toni scanzonati Giovanni Veronesi, regista che ha legato indissolubilmente il suo nome alla trilogia di Manuale d'amore, ha riportato in vita i personaggi creati dallo scrittore francese nel divertente Moschettieri del Re - La penultima missione, film che Sky Cinema Uno propone in prima visione domenica 21 aprile alle 21.15, disponibile anche on demand.
Alessandro Buttitta

Nel cast alcuni dei migliori volti del cinema italiano degli ultimi anni: Pierfrancesco Favino, Valerio Mastandrea, Rocco Papaleo, Sergio Rubini, Margherita Buy, Alessandro Haber, Matilde Gioli, Valeria Solarino, Giulia Bevilacqua.

Veronesi, che di questa commedia è anche sceneggiatore insieme a Nicola Baldoni, invecchia D'Artagnan, Porthos, Athos e Aramis. Li rende più cinici, più disincantati, sicuramente più disillusi. Nella Francia del 1655, abbandonata Parigi, hanno preso altre strade. C'è chi è diventato un allevatore di bestiame, c'è chi ha incontrato per strada Dio, c'è chi ha scelto di passare il resto della propria esistenza in locanda a bere vino, c'è chi si gode i lussi e i privilegi del titolo nobiliare a lui conferito. Per gli strani casi della vita la squadra si ritrova nuovamente insieme per salvare Re Luigi XIV, giovanissimo monarca che ha più vizi che virtù.

Chiamati dalla Regina Anna per fronteggiare al meglio il Cardinale Mazzarino, i quattro moschettieri si ripresentano in azione nonostante gli acciacchi dell'età, consapevoli del tempo che passa e non torna più. Sempre lesti nel combattimento, si destreggiano con le spade per mettere al sicuro la corona francese in una missione dagli sviluppi e dagli esiti imprevedibili. Nel dispiegarsi degli eventi il gruppo avrà pure di modo di proteggere gli Ugonotti perseguitati e di fare insoliti incontri lungo la strada.

Con una trama che si piega per favorire al meglio le felici caratterizzazioni dei protagonisti, Moschettieri del Re è un film dall'evidente intento ironico che si fa apprezzare per gli scambi di battute, per i riusciti calembour, per le interessanti intuizioni sul piano linguistico. Si veda l'originale registro adottato dal D'Artagnan interpretato da un efficacissimo Favino. Aiutano in tal senso la sceneggiatura, attenta a tenere sempre alto il ritmo, e la colonna sonora firmata dai Gratis Dinner, crew formata da Luca Medici, Giuseppe Saponari e Antonio Iammarino.

Film che ha ben chiari i suoi punti di riferimento (L'Armata Brancaleone di Mario Monicelli, in primis), Moschettieri del Re è una commedia in costume che viene retta dal carisma dei suoi interpreti, pienamente a loro agio in questa goliardica riproposizione del capolavoro di Dumas. "Non c'è contestualizzazione moderna, se non nell'ironia che sei un attore di oggi che sta facendo il classico", ha affermato non a caso il regista Veronesi in fase di presentazione.

Non sono pochi gli spettatori che sono rimasti meravigliati dalle ambientazioni del film. Le riprese sono state effettuate principalmente in Basilicata, a partire da Matera, capitale europea della cultura del 2019. Altri ciak sono stati dati a Montescaglioso, Pietrapertosa, Melfi, Viggiano, Grottole e Pisticci. Diverse scene sono state girate fuori dai territori lucani. Tra le location più suggestive si ricordano senz'altro il Palazzo Reale di Genova e il Palazzo Chigi di Ariccia.


SCOPRI LA PROGRAMMAZIONE SKY
In foto una scena del film Moschettieri del Re - La penultima missione.
In foto una scena del film Moschettieri del Re - La penultima missione.
In foto una scena del film Moschettieri del Re - La penultima missione.
news correlate

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati