City of Lies - L'ora della verità

Film 2018 | Thriller, Biografico, Drammatico 112 min.

Regia di Brad Furman. Un film con Johnny Depp, Forest Whitaker, Toby Huss, Dayton Callie, Neil Brown Jr., Louis Herthum. Cast completo Titolo originale: City of Lies. Genere Thriller, Biografico, Drammatico - Gran Bretagna, USA, 2018, durata 112 minuti. Uscita cinema giovedì 10 gennaio 2019 distribuito da Notorious Pictures. Oggi tra i film al cinema in 194 sale cinematografiche - MYmonetro 2,21 su 9 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi City of Lies - L'ora della verità tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

La storia vera del detective Poole che venne chiamato a indagare sulla morte dei rapper Notorious B.I.G. e Tupac Shakur. City of Lies - L'ora della verità è 9° in classifica al Box Office. giovedì 17 gennaio ha incassato € 40.312,00 e registrato 6.272 presenze.

Consigliato nì!
2,21/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA 2,42
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO NÌ
Quasi un film inchiesta sulla morte di Tupac Shakur e Notorious B.I.G., che non rende giustizia a nessuno dei due.
Recensione di Andrea Fornasiero
venerdì 14 dicembre 2018
Recensione di Andrea Fornasiero
venerdì 14 dicembre 2018

Russell Poole è un detective che ha dedicato gran parte della propria vita a investigare gli omicidi dei rapper Tupac Shakur e Notorious B.I.G., fino a giocarsi la carriera. Anni dopo viene contattato dal reporter Jack Jackson, che con un pezzo su quello stesso caso aveva vinto un Peabody Award. Le sue teorie però sono poi state sconfessate dai successivi procedimenti giudiziari e così, in cerca di una nuova verità, rintraccia Poole, che anche dopo aver lasciato il dipartimento ha privatamente continuato le indagini ed è pure restato in contattato con la madre di Christopher "Biggie" Wallace. I due cercano di mettere insieme i pezzi del puzzle e identificano una cospirazione poliziesca, che si collega anche allo scandalo del distretto corrotto di Rampart.

Tratto dal libro reportage "Labyrinth" di Randall Sullivan, City of Lies di Brad Furman è soprattutto interessato a montare un caso e lo fa con un profluvio di parole pressoché inesauribile.

Per cercare, senza gran successo, di movimentare le cose dipana la vicenda su due tempi, il presente del rapporto tra Jackson e Poole e i flashback con le indagini di Poole all'interno del dipartimento. L'operazione è però fallimentare, l'azione è ridotta al minimo e il tono generale è quello di un TV movie che vuole convincere il pubblico di una cospirazione, il tutto accompagnato da un commento musicale dei più deteriori e gettato sulle spalle di due attori qui non al loro meglio.

Se Whitaker almeno ci prova, troviamo invece Johnny Depp in uno dei momenti meno felici della sua carriera, tanto che sul set ha ferocemente litigato con un location manager e questi ha poi fatto causa a lui e al film, "bloccandone" l'uscita nelle sale americane. Citiamo questo fatto di cronaca perché è emblematico della difficoltà dell'attore, che incarna Poole senza mai riuscire a scuotersi da una sorta di torpore. Ha fatto molto meglio, nel medesimo ruolo e sulla medesima storia, Jimmi Simpson nella serie televisiva Unsolved andata in onda a febbraio su USA Network e diretta in buona parte da Anthony Hemingway. Tra l'altro il formato TV si presta meglio a questo tipo di storia, perché l'accumulo di nomi, teorie, fatti, date eccetera ha modo di essere dipanato su un tempo più ampio e in quel caso si utilizzavano anche materiali di repertorio oltre alle ricostruzioni fittizie.

City of Lies invece finisce per sembrare un equivoco, realizzato in scarsità di mezzi, con una sceneggiatura molto poco adatta al grande schermo e con due attori schiacciati da ruoli statici, da troppe parole e da musiche invadenti. Il film si inventa un reporter (Jack Jackson è un personaggio fittizio) così che Poole abbia qualcuno a cui spiegare le sue teorie, insomma il totale contrario al mantra hollywoodiano per cui le cose al cinema si mostrano e non si dicono ("Show, Don't Tell"). Il momento più autentico è la comparsa della reale madre di Wallace nel ruolo di se stessa, che sfoggia la propria dignità pur circondata da una finzione che non fa molto onore alla sua storia.

Il problema del film è anche quanto in là si spinga la teoria del complotto di Poole, che arriva a considerare tutto lo scandalo del distretto corrotto di "Rampart" - raccontato in un film omonimo di Oren Moverman sceneggiato da James Ellroy e alla base della serie Tv The Shield - come una sorta di diversivo per le indagini sul caso di Notorious B.I.G. e Tupac Shakur.

Oltretutto della vita e della musica dei due si sente, si vede e si dice ben poco: tutto il film è avvolto in una sorta di grigiore post-mortem, da sala d'autopsia, e della vitalità della cultura nera di quel periodo non arriva praticamente nulla. Bizzarro per altro distribuire in Italia una storia così, che interesserà solo ai pochissimi davvero appassionati al caso della morte delle due star e hanno letto molto sull'argomento. Si fatica a vedere l'appeal per il resto del pubblico italiano in una vicenda tanto specifica e densa sugli scandali del dipartimento di polizia di Los Angeles di almeno quindici anni fa.

Sei d'accordo con Andrea Fornasiero?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 15 gennaio 2019
albydrummer

Il film indubbiamente è bello,a me è piaciuto,ma si può considerare come un labirinto di immagini,di flashback,e di varie situazioni. Si corre un pò avanti e indietro con il tempo del film,e può sembrare incomprensibile. Si passa dal poliziesco all inchiesta giornalistica. Tutto intrecciato tra vari eventi,che piano piano diventano davvero interessanti,e la storia [...] Vai alla recensione »

Frasi
Vent'anni fa venne affidato a lei il caso Notorious Big, giusto?
Una frase di Jack Jackson (Forest Whitaker)
dal film City of Lies - L'ora della verità - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
domenica 13 gennaio 2019
Benedetta Bragadini
Rolling Stone

Se fai un film sulle indagini legate agli omicidi di Tupac Shakur e Notorious B.I.G. come minimo devi usare i loro brani a piene mani, entrare con tutte le scarpe nei loro dissing, tra Hit 'Em Up e Who Shot Ya. Come minimo devi crogiolarti in quella straordinaria scena musicale afroamericana, che in un modo o nell'altro ha formato e segnato tutti ma proprio tutti gli artisti rap dagli anni '90 in poi. Come [...] Vai alla recensione »

sabato 12 gennaio 2019
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Un poliziotto ossessionato da due delitti senza colpevole: la morte violenta del rapper Notorious B.I.G (West Hollywood, 1997) e la morte violenta - l'anno prima, a Las Vegas - del rapper Tupac Shakur, noto anche come Makaveli (in carcere aveva letto con profitto "Il principe "di Niccolò Machiavelli). Un giornalista - inventato, ma molto somigliante al reporter Randall Sullivan di Rolling Stone diventato [...] Vai alla recensione »

venerdì 11 gennaio 2019
Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Primi '90, quali legami tra gli omicidi dei top rapper neri Tupac Shakur e The Notorius Big? Doveva intitolarsi Labyrinth, dal titolo del libro inchiesta che lo ispira, per le inestricabili piste seguite dall'ostinato detective Poole ossessionato anche dopo la pensione, un provato accordo criminale tra casa discografica e polizia di Los Angeles, la "City of lies".

giovedì 10 gennaio 2019
Maurizio Cabona
Il Messaggero

Poco è cambiato a fine 900 nella polizia della California dai tempi il secondo dopoguerra evocati da L.A. Confidential, il film di Curtis Hanson uscito nel 1997. City of Lies di Brad Furman (il regista di The Lincoln Lawyer), oltre che essere a sua volta un film americano sulla polizia della polizia a Los Angeles, è un'opera meno spettacolare, ma esce in Italia prima che negli Stati Uniti.

giovedì 10 gennaio 2019
Giulia Lucchini
La Rivista del Cinematografo

Russell Poole (Johnny Depp) è un detective che ha dedicato la sua vita a un caso mai risolto: gli omicidi delle due star del rap Tupac Shakur e The Notorious B.I.G. avvenuti a fine degli anni novanta. Vent'anni dopo riceve la visita di Jackson (Forest Whitaker) un reporter dell'ABC che a sua volta legò a quel caso il suo unico momento di notorietà e che oggi vede smantellate le sue teorie esposte nel [...] Vai alla recensione »

giovedì 10 gennaio 2019
Massimo Lastrucci
Ciak

Alla fine degli anni '90, due omicidi turbarono il mondo della musica rap negli Stati Uniti, quelli di Tupac Shakur (Las Vegas, 13 settembre 1996) e di The Notorious B.I.G. (West Hollywood, 9 marzo 1997). Secondo il detective Russell Poole i due casi sono in qualche modo legati ma anche se raccoglierà indizi non potrà dimostrarlo. Perché i suoi superiori intervengono, impedendogli di proseguire le [...] Vai alla recensione »

giovedì 10 gennaio 2019
Claudia Ferrero
La Stampa

Johnny Depp finalmente senza travestimenti bizzarri. E invecchiato. Forest Whitaker con la consueta aria autorevole e contemplativa. Il primo, detective con i baffetti bianchi e l'andatura zoppicante? il secondo, giornalista investigativo deciso a non mollare la sua inchiesta. Sono entrambi legati a due fatti di cronaca - gli omicidi dei rapper Christopher Wallace e Tupac Shakur, una storia vera degli [...] Vai alla recensione »

giovedì 10 gennaio 2019
Antonello Catacchio
Il Manifesto

Sedici anni fa Randall Sullivan pubblicò LAbyrinth, un libro inchiesta sugli omicidi di Notorious B.i.g. e Tupac Shakur, i due rapper assassinati a pochi mesi e a pochi chilometri di distanza nella seconda metà degli anni '90. Omicidi irrisolti. Il regista Brad Furman ha ripreso quell' indagine e l'ha fatta diventare film. Tutto prende le mosse dall' ex detective Russell Poole, che a suo tempo ha perso [...] Vai alla recensione »

giovedì 10 gennaio 2019
Stefano Giani
Il Giornale

A poco più di un mese dall'uscita di Bohemian Rhapsody e, prima ancora, dall'accoppiata Bradley Cooper - Lady Gaga in A star is born, la macchina da presa inquadra il maledetto dietro le quinte del mondo rap. Anni Novanta inoltrati. America profonda. Quella che balla tra Las Vegas e New Hollywood. The Notorious B.I.G. e Tupac Shakur sono neri e rivali nell'universo hip hop.

giovedì 10 gennaio 2019
Roberto Nepoti
La Repubblica

La faida degli anni Novanta tra i rapper della West e della East Coast, che culminò nelle morti violente di Tupac Shakur e di Notorious B.I.G., è al centro di City of lies, un poliziesco che si sta creando la fama di "film maledetto". Bloccato in America per questioni legali relative alle intemperanze della star Johnny Depp, ora esce in Italia, dove è stato presentato in chiusura del Noir In Festival. [...] Vai alla recensione »

martedì 8 gennaio 2019
Emanuele Sacchi
Film TV

Benché cacciato dalla polizia di Los Angeles, il detective Russell Poole non ha mai smesso di indagare sull'omicidio di Christopher Wallace, meglio noto come Notorious B.I.G. Raro caso di film americano distribuito in Italia prima che in patria, City of Lies - L'ora della verità deve questa curiosa sorte alle questioni giudiziarie sorte sul set. Il location manager del film ha infatti denunciato Johnny [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
martedì 20 novembre 2018
 

Russell Poole è un ex-detective che ha dedicato la sua vita al caso mai risolto degli omicidi delle due star del rap The Notorious B.I.G. e Tupac Shakur, uccisi brutalmente durante la seconda metà degli anni '90.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati