Spectre - 007

Film 2015 | Spionaggio +13 148 min.

Regia di Sam Mendes. Un film Da vedere 2015 con Daniel Craig, Léa Seydoux, Ralph Fiennes, Ben Whishaw, Naomie Harris, Dave Bautista. Cast completo Titolo originale: Spectre. Genere Spionaggio - USA, 2015, durata 148 minuti. Uscita cinema giovedì 5 novembre 2015 distribuito da Warner Bros Italia. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,16 su 91 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Spectre - 007 tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Un criptico messaggio proveniente dal passato, mette Bond sul sentiero per scoprire una sinistra organizzazione. Ha vinto un premio ai Premi Oscar, ha vinto un premio ai Golden Globes. In Italia al Box Office Spectre - 007 ha incassato nelle prime 5 settimane di programmazione 12,4 milioni di euro e 5 milioni di euro nel primo weekend.

Consigliato sì!
3,16/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 3,28
PUBBLICO 2,70
CONSIGLIATO SÌ
Blockbuster spettacolare che si dà arie d'autore, popolare, intelligente e integrato in una logica commerciale aggressiva.
Recensione di Marzia Gandolfi
mercoledì 28 ottobre 2015
Recensione di Marzia Gandolfi
mercoledì 28 ottobre 2015

La morte sfila per le strade di Città del Messico e dietro la maschera di un teschio. In missione per conto di M, la defunta M che gli ha lasciato un video e un incarico spinoso da risolvere, James Bond sventa un attentato e uccide Marco Sciarra, terrorista legato a SPECTRE, una misteriosa organizzazione criminale e tentacolare. Il suo colpo di testa gli aliena Gareth Mallory, il nuovo M alle prese con pressioni politiche e Max Denbigh, membro del governo britannico che non vede l'ora di mandare in pensione i vecchi agenti dell'MI6 e di controllare con tanti occhi le agenzie del mondo. Congedato a tempo (in)determinato, Bond prosegue la sua indagine contro il parere di Mallory e con l'aiuto dei fedeli Q e Moneypenny. Tra un funerale e un inseguimento, una vedova consolabile e una gita in montagna, l'agente 007 stana Mr. White, una vecchia conoscenza con crisi di coscienza e una figlia da salvare. Bond si fa carico di entrambe e protegge Madeleine Swann dagli scagnozzi di SPECTRE, amministrata dal sadico Franz Oberhauser. È lui l'uomo dietro a tutto, è lui il megalomane da eliminare. Madeline la chiave per risalire. Per risalire alla sua nemesi, per risalire il suo tempo perduto.
Con Skyfall la saga di Bond compiva cinquant'anni e stilava un bilancio. Sam Mendes, reclutato tre anni fa a dirigere il passaggio, si interrogava su un 'corpo usato' dentro un mondo per cui non era più adatto. Facendo tesoro del Batman di Christopher Nolan, Mendes decostruiva la leggenda e la rifondava procurandole una grotta, affiorandone il trauma e confrontandola con un avversario psicotico. La posta in gioco era una donna, la donna, la M-amma incarnata da Judi Dench. Skyfall riconduceva la serie alle origini, eleganza e humour british, e consolidava Daniel Craig dentro lo smoking dopo Casino Royale, che lo aveva lasciato 'vedovo' e inconsolabile e Quantum of Solace, che ne segnava l'avvento. Coerente coi caratteri nevrotici della sua filmografia (Era mio padre, Revolutionary Road), il suo Bond si prende tutto il tempo necessario a scavare la psicologia e alleggerisce il testosterone della serie, disegnando un agente intimo e interrotto di cui convalida la morte e poi la rinascita. Epopea crepuscolare Skyfall sprofondava nelle e ripartiva dalle lande scozzesi, luogo natale di James Bond questa volta alla prese con l'eredità materna (il video di M) per risalire a quella paterna. Per farlo avrà bisogno della sua madeleine, elemento rivelatore impersonato da una donna, la dottoressa Swann di Léa Seydoux, che lo invita a fermare l'azione per pensare e ripensarsi. A sdraiarlo sul lettino provvede invece il villain di Christoph Waltz, precipitato di un passato remoto che 'vive anche tre volte' e vorrebbe trattenerlo in un'adolescenza irriducibile affollata di Bond-girl intercambiabili e castranti. Ma il bacio di Madeleine produce il ricordo di un tempo sepolto nella memoria, riemerge alla coscienza, diventa presente e ritrova James a Bond, la saga al cinema. Perché in quel bacio c'è la dichiarazione poetica di Mendes e del suo film proustiano, che cerca e trova il perduto, che esprime le più impalpabili sfumature umane, che riscopre ed esalta, aggiornandoli all'esigenza del momento, la definizione di eroismo, l'originalità della copia, la rutilante presenza dei sentimenti, l'amore per la performance, le traiettorie e la balistica.
Impossibile non vedere nella determinazione dei personaggi a battersi à l'ancienne (Bond e Mallory in cima) una metafora del cinema, che afferma il gusto per l'analogico, l'artigianale, i fondamentali, il campo. Nei Bond di Mendes si affrontano il passato e il mondo contemporaneo alimentando un dibattito vivace e qualche volta contraddittorio. A chi pensa che James Bond non sia (più) buono a nulla, il regista obietta e avanza una rilettura del mito che garantisce il franchise, aderisce alla tradizione e guarda al futuro. Per Mendes Bond è come il nero nella moda, ritorna sempre. Perché il nero non è mai pensiero inespresso ma sintesi di potenza che si addensa disegnando la linea, definendo la silhouette. Quella celebre del tema musicale di ogni Bond-movie, inquadrata dalla soggettiva impossibile della canna della pistola di un ipotetico avversario contro cui Bond spara. Perché lui ha sempre la licenza di uccidere. Oppure no. Come ricorda Gareth Mallory al nuovo arrivato, voyeur informatico e arrogante. Nero è pure l'inchiostro dell'octopus (simbolo di SPECTRE) e le note con cui Sam Smith scrive sui muri e sui titoli di testa ("Writing's On The Wall"), nero il buio che 'solleva' dietro di lui Franz Oberhauser e il lutto che rielabora Bond dentro la 'camera verde' di Mr. White. Luogo fisico e luogo della mente che conserva brani di memoria del protagonista e ne avvia il processo analitico.
Pronto ad accogliere il ritorno emotivo, vivo, presente ma irrimediabilmente passato, l'agente di Fleming affronta il dolore, trova la spinta vitale e spezza l'implacabile coazione a ripetere che determina la struttura complessiva della serie. Su un treno-alcova, lo stesso di Intrigo internazionale, Craig supera il complesso (edipico) e la sessualità primordiale e incestuosa del suo personaggio. Spectre - 007 è un racconto di formazione in chiave freudiana il cui esito finale è la sostituzione della madre con la 'moglie', emblematicamente raffigurata dall'avvicendamento delle donne sulla leggendaria Aston Martin. Mezzo di fuga per scampare M in Skyfall, auto a due piazze in Spectre - 007 per inserirlo nel sistema della realtà sociale a fianco di Madeleine.
Blockbuster spettacolare che si dà arie d'autore, popolare, intelligente e integrato in una logica commerciale aggressiva, Spectre - 007 esibisce l'appeal corporeo di Daniel Craig, il suo trionfo virile, il suo incedere fluido che impugna pistole dopo aver aggiustato i gemelli innescando un processo di armonizzazione tra corpo idea e corpo evento. Un corpo che sa rispondere efficacemente ed elegantemente ad ogni sorta di contingenza dentro un film che un incredibile atto di auto-cinefilia alimenta col suo patrimonio.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
Ritorno al passato di 007 ma a prevalere è la noia.


SPECTRE - 007 disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 9 novembre 2015
elfoscuro75

Si chiude nel peggiore dei modi la piacevole serie 007 con il muscolare Daniel Craig. Se proprio proprio lo volete vedere:non proseguite, inserirò spoiler. Dunque; il nostro James se la spassa con un paio di sventole, ammazza i cattivi , dice la frase "Bond, James bond" e fa il suo giro in Aston Martin. Gli ingredienti tipici ci sono tutti, accompagnati da buoni effetti speciali pure e scenografie. [...] Vai alla recensione »

lunedì 16 novembre 2015
parieaa

Sicuramente da questo ventiquattresimo capitolo della saga cinematografica più longeva di sempre, ci si aspettava molto, probabilmente un po' troppo. Se con Skyfall il regista Sam Mendes aveva alzato l'asticella, con questo secondo lavoro essa viene di nuovo riabbassata. Se in Skyfall era evidente che gli fosse stata data carta bianca per rileggere interamente ogni aspetto del filone [...] Vai alla recensione »

sabato 7 novembre 2015
Compos Sui

In questo nuovo episodio di 007 troviamo il nostro agente segreto James Bond alle prese con un'organizzazione terroristica soprannominata SPECTRE al cui comando si trova lo spietato Blofeld. L'uomo si prefisse l'obbiettivo di far soffrire Bond, diventando "l'artefice delle sue sofferenze": molti dei lutti e delle difficoltà che l'agente segreto ha dovuto patire sono state infatti orchestrate da Blofeld [...] Vai alla recensione »

giovedì 10 marzo 2016
laurence316

Il 24° capitolo dell'ormai eterna saga di James Bond, Spectre è sicuramente il più monumentale di tutti i film basati sul personaggio, quello dagli effetti speciali più sfarzosi e dalle scene d'azione più grandiose ed esagerate. Dopo l'ottimo Casino Royale, il discreto ma non particolarmente brillante Quantum of Solace, il buono ma fin troppo elogiato Skyfall, [...] Vai alla recensione »

venerdì 13 novembre 2015
J Kudo

Spectre è un film che mi è piaciuto anche se con qualche riserva . Le note di merito sono molte ed è un film con un buon ritmo.  Si parte dall'intro in Città del Messico,  veramente apprezzabile e molto particolare dato che si svolge durante la festa dei morti. Ottimo il voler collegare tutti i film di 007 con Craig,  dato che i nemici dell'agente [...] Vai alla recensione »

domenica 8 novembre 2015
Flaw54

Dopo un inizio scoppiettante e una spettacolare scena iniziale il film si vvita su se stesso, mantenendo  bellissimi scenari, ma mostrando limiti evidenti di originalità.  La seconda parte nel deserto è veramente noiosa e il personaggio di Waltz appare ridicolo e fuor iparte ( niente a che vedere con Adolfo Cieli o Donald Plesance ).

lunedì 14 dicembre 2015
Citizen Kane

Premettendo che James Bond non è biondo e non ha lineamenti balcanici I difetti principali : casting e personaggi -Moneypenny politically correct(diversamente abbronzata)-Q imberbe e con nuances gaie(vivo con 2 gatti)M(poco autorevole e poco rappresentativo della grande britannia,quasi acciaccato fisicamente)Blofeld!!!fisicamente e psicologicamente fuori parte(leggere la descrizione che Fleming fa [...] Vai alla recensione »

sabato 14 novembre 2015
Alex2044

Sam Mendes con questo film si dimostra , ancora una volta , un grande regista . Un regista colto ,intellgente , tecnicamente preparatissimo ed un vero cinefilo . Con la sua bravura ha rivitalizzato una saga che ,dopo gli esordi fulminati del periodo di Sean Connery , si trascinava sempre più stancamente , propinando allo spettatore avventure ,ogni tanto anche divertenti , ma più [...] Vai alla recensione »

giovedì 16 giugno 2016
Portiere Volante

Siamo ben lontani dall'affascinante Bond "Connery",tuttavia questa serie con il buon Craig non dispiace,comprese le precedenti avventure che pure ho visionato. Rispetto a Pierce Brosnan,per esempio, mi sembra che siamo un passo avanti,forse due. La sceneggiatura in fondo non è bislacca anche se la parte più meritevole del prodotto risiede nella veste grafica e in un'azione [...] Vai alla recensione »

venerdì 3 giugno 2016
angelino67

Il 24° film di 007 si apre nutrito simbolicamente, tematicamente e stilisticamente dai precedenti della serie, come mai prima finora, soprattutto per la fotografia (all'occorrenza espressionistica, bellissima, di Hoyte Van Hoytema) e dei colori. Il film obbedisce alla regola secondo cui la scena iniziale, prima dei titoli, deve essere assolutamente e pluralisticamente spettacolare, se possibile migliore [...] Vai alla recensione »

domenica 8 novembre 2015
Fight_Club

da grande appassionato di questa saga a malincuore mi tocca recensire negativamente questo episodio di 007, Questo enorme sforzo produttivo non tocca le vette di Skyfall, e sinceramente non pretendevo così tanto, ma non riesce a decollare del tutto nonostante una ottima regìa di Sam Mendes che mantiene l'interesse del flm ad alti livelli con le sue panoramiche e piani sequenza degni [...] Vai alla recensione »

domenica 15 luglio 2018
Renato C.

In barba a tanti commenti negativi, io direi che nel complesso il film non è male! Bellissima la sequenza iniziale in Messico! Poi può filare liscio tra azione e inseguimenti anche in piena notte a Roma e sul lungotevere! Certo bisogna non pensare ai precedenti films della serie, dei quali i 4 films con Daniel Craig sono considerati un prequel, perchè si arriverebbe ad solenne [...] Vai alla recensione »

domenica 27 dicembre 2015
Luca Scialo

Il duo composto da Sam Mendes e Daniel Craig torna a far rivivere sul grande schermo un mito in vita da oltre mezzo secolo: James Bond. E lo fa per la terza volta, in una sorta di trilogia che forse, ma proprio forse, chiuderà la saga più longeva della storia del Cinema mondiale.  In questa avventura, l'agente 007 deve vedersela con la propria organizzazione che oltre ad averlo [...] Vai alla recensione »

domenica 8 novembre 2015
jacopo b98

IL VERO VOTO AL FILM è **½ James Bond (Craig) a Città del Messico uccide autonomamente un criminale italiano, senza che nessuno dei vertici dell’MI6 gli abbia ordinato di farlo. M (Fiennes), furioso, lo estromette dal servizio e Bond ha così la possibilità di dedicarsi al suo personalissimo incarico. Tra Roma, l’Austria, Tangeri e Londra la missione di [...] Vai alla recensione »

martedì 23 agosto 2016
elgatoloco

Sam Mendes , anzi il suo"SPectre"(Bond, del 2015)è "a other thing", per la capacità di andare , anzi meglio proprio"scavare"nel profondo, di individuare quelle caratteristiche che altrimenti non si troverebbero., meglio che Bond, sempre decisamente"estroverso", cioè letteralmente rivolto alll'esterno, ai rapporti sociali(e non solo.

mercoledì 11 novembre 2015
Onufrio

Spectre sarà verosimilmente (a meno di colpi di scena) l'ultimo 007 della coppia Craig-Mendes, l'amato agente segreto al servizio di sua maestà in questo capitolo ha a che fare con l'organizzazione madre di tutti i suoi più acerrimi nemici: la Spectre; guidata da Oberhauser creduto da tutti (o quasi) morto tanti anni addietro.

martedì 10 novembre 2015
TheMaster

Che questa pellicola Sam Mendes non la volesse girare è risaputo,come abbiamo visto in molti che ultimamente Daniel Craig ha sputato più volte nel piatto in cui mangiava,dichiarando,testuali parole :-Piuttosto che fare un altro film di Bond,mi taglio le vene.- ora,se sia giusto o meno tenere un comportamento del genere non saprei dire,visto che probabilmente Craig,così come Mendes,cos&i [...] Vai alla recensione »

giovedì 12 novembre 2015
mavez

Mantenere viva una saga per decenni non è cosa facile , con SPECTRE rimane il classico impianto narrativo ( l' agente indistruttibile contro il cattivissimo per salvare il mondo ) con un James Bond privato quasi completamente di gadget tecnologici che si deve arrangiare nei modi più inverosimili ed a volte spassosissimi per fare il suo sporco lavoro.

martedì 10 novembre 2015
merilois

Mi e' piaciuto questo film costosissimo come un diamante. Ti regalia delle vedute aeree di varie citta'. Splendida quella di Citta'' del Mexico con la festa dei morti. La regia e' eccezionale: ha un ottimo ritmo veloce con qualche breve momento di relax. La morale del film e' la lotta del bene, la democrazia, contro il potere ditattoriale di chi vuole controllare tutta l'informazione per servirsene [...] Vai alla recensione »

domenica 8 novembre 2015
Labombarda

 La famiglia Broccoli conclude la tetralogia del reboot di James Bond, con questo Spectre, ritorno imprescindibile dei cattivi per antonomasia di 007. Sam Mendes, dopo il gioiello Skyfall, riesce comunque nell'intento di bissarne la qualità con un plot che si ricollega direttamente al mito cinematografico del personaggio, con una summa perfetta dei topos tipici dei film che hanno deliziato [...] Vai alla recensione »

domenica 8 novembre 2015
Icutino

La seconda prova di Mendes con la saga di James Bond chiude il ciclo iniziato con Casino Royale, collegando gli antagonisti e le storie portate avanti negli ultimi film, conducendo l'agente segreto inglese allo scontro finale con l'organizzazione Spectre. Mendes con questo film affronta una sfida molto impegnativa, tirando le fila delle vicende degli ultimi episodi della saga scavando ancora [...] Vai alla recensione »

domenica 8 novembre 2015
Vincenzo Ambriola

I tempi cambiano, i servizi segreti devono collaborare tra loro scambiandosi informazioni, la sezione doppio zero diventa obsoleta ora che droni e altre diavolerie tecnologiche possono fare il gioco sporco senza causare traumi psicologici. Inizia così l'ultimo film di 007, con James Bond a caccia del capo della misteriosa organizzazione chiamata Spectre.

sabato 7 novembre 2015
Mario Nitti

Come accade a James Bond almeno due volte per ogni film (questa volta tre) negli anni 90’ la serie sembrava ad un passo dalla morte, ma poi si è ripresa ed è tornata a nuovo splendore. A dimostrarlo questa sera la sala era piena e il pubblico, tra l’altro quanto mai eterogeneo: si andava dai bambini agli ultrasessantenni, gli habituè.

venerdì 6 novembre 2015
gpistoia39

Siamo alle solite, le citazioni sciocche si sprecano. Anche in 007 Spectre, come in molti altri film di James Bond il film inizia con un antefatto, la scena prima compare prima dei titoli del film, del nome del regista, dello sceneggiatore ecc. In questo modo si procede come tutti gli altri precedenti 007. Li ho visti tutti: quelli storici con Sean Connery e quelli con Roger Moore, registi diversi [...] Vai alla recensione »

venerdì 13 novembre 2015
Poldino

Dopo il grande successo ottenuto con Skyfall, Sam Mendes torna alla regia del suo secondo film di 007. L'inizio è abbastanza improbabile. James Bond si trova in mezzo alla Festa del Giorno dei morti a Città del Messico, dove uccide Marco Sciarra, membro di un'ignota organizzazione criminale che stava pianificando un attentato. Bond prende l'anello dell'uomo e partono i deludenti titoli di testa [...] Vai alla recensione »

mercoledì 11 novembre 2015
FeMa17

Sia chiaro, parlo da estremo appassionato e cultore della saga, ma proprio per questo, sono assolutamente convinto nel dire che chi non conosce i precedenti tre film con Daniel Craig perde il 30% del significato e della bellezza di questo ventiquattresimo capitolo, ma chi non conosce tutti e 23 i film della saga, potrà apprezzare solo il 40% del film, lasciandone il restante 60%, la sua maggioranza, [...] Vai alla recensione »

martedì 10 novembre 2015
Filippo Catani

Città del Messico. Su disposizione della defunta M, 007 si reca in Messico per eliminare un pericoloso criminale facente parte di una più vasta rete terroristica denominata SPECTRE. Intanto a Londra il programma doppio zero rischia l'annullamento. La sequenza iniziale lascia letteralmente senza fiato ed ha assorbito buona parte del budget del film.

lunedì 9 novembre 2015
steo89

uno dei migliori Bond in assoluto. Sam Mendes dopo Skyfall ci regala un altro ottimo film di James Bond. Oltre al fantastico Daniel Craig il regista produce un ottimo film sia tecnicamente che scenograficamente con riprese mozzafiato, una colonna sonora bellissima(come in Skyfall) e un'ottima fotografia. Consigliatissimo per i veri fan della saga.

domenica 8 novembre 2015
Xerox

Come scrissi nella mia presentazione a My Movies c'ho la mia bella età... Leggo che Bond è arrivato alla 24^ puntata. Io mi ricordo che l'ho cominciato a vedere quando Connery (naturalmente per me l'UNICO Bond!) era alle prese con Ursula Andress e Moneypenny era Lois Maxwell. Chi è Bond? Bond è tutti noi, che mentre lavoriamo nel nostro ufficio incavolandoci con colleghi e capi, sogniamo di essere [...] Vai alla recensione »

domenica 8 novembre 2015
vanessa zarastro

Daniel Craig è alla sua quarta interpretazione dell’agente segreto più famoso del mondo. Ho già avuto modo di commentare la prima apparizione di Craig - Bond notando come fosse del tutto sparita l’ironia dell’agente 007 - Sean Connery, sostituita da una notevole connotazione di fisicità quasi proletaria e in Spectre – 007 decisamente molto [...] Vai alla recensione »

sabato 7 novembre 2015
Nino Pell.

Nel corso dell'ultimo mese mi sono appositamente rivisto tutti i film in DVD della saga dell'agente 007 che conservo nella mia collezione (dall'epoca di Sean Connery fino, appunto, all'attuale David Craig) e questo giusto per prepararmi meglio alla visione dell'attuale pellicola nelle sale dal 5 novembre per quanto concerne i diversi aspetti particolari di questa longeva serie cinematogr [...] Vai alla recensione »

martedì 1 dicembre 2015
FabioFeli

Gli ingredienti giusti sembrano esserci: la chitarra con la corda bassa, il protagonista inquadrato al centro della canna della pistola, il colpo fatale all’avversario e poi l’inizio travolgente con la morte scampata di un soffio sopra i cornicioni e sotto i palazzi che crollano, l’inossidabile Mr. M e una Moneypenny giovane e di colore.

lunedì 16 novembre 2015
Flyanto

Ennesimo film sul famosissimo agente segreto James Bond, più esattamente quarta pellicola interpretata da Daniel Craig nei panni di 007. Forse la sua l'ultima, non si sa ancora.... La vicenda, come al solito, è molto movimentata, ricca di avventure più o meno pericolose (e parecchio improbabili nella realtà) da cui l'affascinante agente riesce sempre ad uscirne [...] Vai alla recensione »

giovedì 12 novembre 2015
florentin

Tre stelle sono troppe,due troppo poche: quindi 6 1\2. Primo:il title-track per niente emozionante -siamo lontani da quelli trascinanti di un tempo, in testa Shirley Bassey (Goldfinger), poi Adele (Skyfall). Lui ,Craig, ormai col fiatone anche se non sembra; la Bellucci una comparsata che c'entra quasi nulla,e la guepière solo in campo lungo che uno invece si aspettava la zoomata proprio lìsu quel [...] Vai alla recensione »

mercoledì 18 novembre 2015
Maramaldo

Avete letto tutti la dichiarazione completa di Craig. Che dire? Notizia consolante, tuttavia. Buona fortuna, Daniel. Potrai sempre rifarti con un biopic, data quella somiglianza. Impenetrabile e gelido. Ironico, se permetti...Pensi che per esserlo basti che il nodo della cravatta non si allenti neanche dopo inseguimenti, capitomboli e colluttazioni? Vuoi mettere Sean Connery che esce dalla muta in [...] Vai alla recensione »

venerdì 13 novembre 2015
lucio

Mi reco al cinema nei giorni feriali per poter essere "il padrone silenzioso" della sala.Con Spectre - 007 sono stato fortunato. Una volta spente le luci ho potuto assaporare il gusto indefinibile dello stare soli in un luogo accogliente per vedere di nuovo in azione Sam Mendes dietro la macchina da presa. Il regista di American Beauty (capolavoro assoluto che, di tanto in tanto, rivedo con la stessa [...] Vai alla recensione »

sabato 26 dicembre 2015
im_not_amused

Questo film mi ha veramente delusa ed è molto grave, visto che nel mio caso avevo pure evitato di vedere il trailer e che quindi, non poteva nemmeno alzarmi le aspettative. Che dire, l'unica parte godibile probabilmente sono solo i cinque minuti iniziali; con i fantastici festeggiamenti di città del messico nel giorno dei morti. Poi 007 entra in azione e tutta la magia finisce.

lunedì 7 dicembre 2015
Marce84

“Spectre” rappresenta il capitolo conclusivo del ciclo di quattro film con Daniel Craig nelle vesti di James Bond iniziato con “Casino Royale” e proseguito con “Quantum of Solace” e “Skyfall”. Inoltre è il secondo film della saga diretto da Sam Mendes, che aveva portato innovazione e spessore con l’ultimo film “Skyfall”, intraprendendo [...] Vai alla recensione »

martedì 8 dicembre 2015
Milliar

Da tempo non vedevo un film così brutto..sì..proprio brutto! Ormai 007 è diventato indistruttibile, inscalfibile, peggio di Terminator, dei Fantastici 4, Superman in confronto non è niente!...L'attore protagonista (Daniel Craig) non ha un filo di classe, sembra un mezzo delinquente dell' est europa, senza classe, con espressione facciale monotematica che non trasmette nulla se non depressione, si vede [...] Vai alla recensione »

lunedì 9 novembre 2015
blualessandro

Della saga intepretata da Daniel Craig salvo solo l'ottimo Casino Royale, molto ben recitato, con una ceneggiatura coraggiosa che fa apparire finalmente umano Bond e una regia davvero mozzafiato. Già con Quantum Solace la baracca cominciò a scricchiolare, Skyfall poi (pur diretto dall'ottimo Mendes) suonò decisamente fasullo e inappagante. Ma quest'ultimo.

lunedì 16 novembre 2015
Filmaker01

É un ottimo film, non all'altezza di Casino Royale o Skyfall, ma nemmeno ci va lontano, secondo me. C'é secondo me la trama é buona, chiara, lineare e con il giusto mix di azione e romanticismo, ma secondo me manca un pó di energia, alle sequenze d'azione in primis e, forse, un pò a tutto il film. Rispetto a quello che molti pensano, a me é piuttosto piaciuta la prova di Waltz, non all'altezza di Bardem [...] Vai alla recensione »

domenica 8 novembre 2015
jaylee

Eccoci qui, episodio 24. No, non stiamo parlando di una serie televisiva, ma della più longeva franchise del mondo del cinema, ovvero Bond, James Bond. Alla seconda regia del personaggio di Fleming uno dei migliori registi al mondo, il Sam Mendes di American Beauty e Era Mio Padre, alla sua quarta apparizione come protagonista Daniel Craig. Stavolta il nostro eroe si carica sulle spalle la vendetta [...] Vai alla recensione »

mercoledì 25 novembre 2015
catcarlo

Tra inseguimenti, scazzottate, esplosioni e sparatorie – con conseguente numero industriale di morti ammazzati – le due ore e mezza di Spectre volano che è un piacere, senza lasciare allo spettatore il tempo di annoiarsi: una volta ripresosi dallo stordimento che ne consegue, il suddetto spettatore comincia però a fare due conti e scopre che non tutto quadra.

mercoledì 11 novembre 2015
kondor17

Il peggior 007 con Daniel Craig. Film banale, un dejavu dall'inizio alla fine, con alcune scene mozzafiato, una tra tutte l'inseguimento col bimotore senza ali sulle piste da sci austriache. Se una volta, fino al buon Skyfall, James Bond era "solo" un agente segreto, qui il buon Sam Mendes ce lo presenta come un superuomo bionico, indistruttibile, capace di uscire da auto accartocciate, [...] Vai alla recensione »

lunedì 9 novembre 2015
muttley72

Il peggior film di 007 da quando c'è D. Craig (che a mio avviso è il miglior interprete dell'agente segreto....a parte S. Connery), ma meglio di alcuni 007 del passato 8ancora peggiori). Film dalla trama abbastanza "moscia" ed a tratti lenta, con pochi colpi di scena e "gadgets" dell'agente segreto (a parte l'orologio e l'auto...ma è tutto un deja-vu).

lunedì 9 novembre 2015
marrok95

Prosegue la saga di 007 arrivata ormai al suo 24° film sull'agente segreto più famoso del mondo. Film molto altalenante con sequenze molto belle come la prima (piano sequenza di un paio di minuti), o quella girata a Roma. Gradevole anche la fotografia (specie in interni) e il classico humor british che contraddistingue la saga. Numerose sono anche le allusioni presenti all'interno del film: la rottamazione [...] Vai alla recensione »

domenica 22 novembre 2015
Giuseppe

Bhè il film in se a me è piaciuto. Alla fine forse "leggermente" scontato ma comunque un buon film d'azione. La durata la tira un po per le lunghe. Non ho assolutamente capito il ruolo di David Batista per quanto l'abbiano pompato. Su questo film della saga 007 credo ci sia da dire che dopo Skyfall (capolavoro della cinematografia di Bond) ci sia davvero poco per fare [...] Vai alla recensione »

giovedì 12 novembre 2015
Corazzata Potiomkin

Premetto che non sono un appassionato della saga di 007, anche se poi bene o male me li sono visti quasi tutti. Che dire di questiìo Specrte ... ben poco in verità: una trama absstanza piatta e scontatissima, tanto spettacolo, ottima la fotografia, ma pochissimi colpi di scena, e a questo quadro un po' desolante aggiungiamoci anche dialoghi piuttosto banali.

sabato 21 novembre 2015
lyukbesson

Il film più brutto nella storia degli 007, lento e troppo lungo...non vedevo l'ora di andarmene dal cinema. Craig sembra un giostrai bulgaro uscito dalla palestra pronto a menare qualcuno, come al solito da sempre zero eleganza inglese e zero fascino da James Bond. Moneypenny si è abbronzata ed è creola, bei tempi quando faceva l'innamorata dolce di James, ora va a letto [...] Vai alla recensione »

mercoledì 18 novembre 2015
Nicknamemio

L’action movie è un classico: protagonista eroico, nemico intelligente con risorse illimitate, apparentemente invincibile; il plot per anni è stato questo, e a ‘sorpresa’, il male soccombe alle virtù di una semplice pistola. 007 Spectre è la più marcata rivisitazione del personaggio di Fleming, sentimentale, sensibile, introspettivo. Skyfall aveva anticipato il cambiamento, il parallelo tra ‘mondo [...] Vai alla recensione »

FOCUS
FOCUS
lunedì 9 novembre 2015
Roy Menarini

È abbastanza curioso che sui giornali ci si affanni a chiedersi se Daniel Craig e Sam Mendes potranno di nuovo essere dentro al mondo 007. Ovviamente no, basta aver visto Spectre per capire che è stato concepito come capitolo conclusivo, senza ritorno, della quadrilogia Bond/Craig. A questo punto - e al di là del singolo apprezzamento per quest'ultimo capitolo (che aveva il difficile compito di succedere a Skyfall, e lo ha fatto egregiamente, citando tanti Bond del passato ma esagerando con gli Edipi e le connessioni famigliari di 007) - vale la pena riflettere in blocco su questi quattro film [...]

FOCUS
mercoledì 4 novembre 2015
Mauro Gervasini

Oltre a essere entrambi del Regno Unito (ma uno inglese e l'altro scozzese di madre svizzera) Sam Mendes e James Bond hanno in comune il grado di comandante. 007 conquistato sul campo, il regista invece grazie all'onorificenza di Sua Maestà, nel 2000, per «Services to Drama» (Commander of the Order of the British Empire). Per il resto, auguriamo a Mendes una vita meno movimentata di quella della spia, anche se tra teatro (la sua prima e indelebile passione), direzioni artistiche (sempre on stage), sceneggiature e cinema non pare sedentario.

FOCUS
domenica 1 novembre 2015
Pino Farinotti

Spectre - 007 in arrivo nelle sale: è il film numero 24 della serie "007". È record, che ha una sua ragione. In quelli che Scott Fitzgerald definisce "gli anni vulnerabili", quelli dell'adolescenza, io assumevo, nella mia personale, e di tanti, formazione, i libri degli americani, dei russi, dei francesi, dei britannici e di altri. Dopo aver assunto, a scuola, i grandi classici delle epoche. Fra Hemingway, Proust, Kafka, Mann, Joyce, Bulgakov, Pavese e molti altri certo, si infilò Ian Fleming, l'inventore di James Bond.

Frasi
"Lei è un aquilone che volteggia in un uragano, Signor Bond".
Una frase di Mr White (Jesper Christensen)
dal film Spectre - 007 - a cura di Enzo Terzuoli
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Claudio Trionfera
Panorama

Lo schema è semplice. Dopo una serie di attentati sospetti, una super organizzazione di controllo globale vuole sostituirsi ai servizi segreti dei vari Paesi per fermare il terrorismo, ritenendo obsoleta la logica delle singole intelligence. Inclusa ovviamente quella degli ((00)) inglesi. Dietro l'oscuro piano si cela la famigerata Spectre, decisa a dominare il pianeta in stile orwelliano.

Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

Secondo per Mendes e quarto per Craig, il 24° film di 007 ci porta dal Messico a Roma, dall'Austria a Londra, passando per Tangeri: James Bond ritrova il Martini agitato non mescolato e la Spectre, l'associazione terroristica partorita da Ian Fleming. Ovvio, non gli mancano nemmeno le donne - la prima Bond Milf della storia, Lucia Sciarra (Monica Bellucci), e la fatale Madeleine Swann (Seidoux) - e [...] Vai alla recensione »

Valerio Caprara
Il Mattino

Votate e fate votare Rifondazione Bondista, la tetralogia con Daniel Craig che si conclude con «Spectre» proseguendo la coerente missione di rafforzare lo stato di servizio del più duraturo eroe cinematografico moderno. Se, in effetti, questo capitolo della saga di 007 si fregia del complessivo numero 24, si può dire che l'avvento dell'attore inglese con il suo fisico e il suo appeal da pub proletario [...] Vai alla recensione »

Roberto Nepoti
La Repubblica

È sempre lui: Bond, James Bond. Anzi, lo è ancor di più. Dopo il reboot iniziato con Casino Royale, che gli aveva attribuito un passato e una vulnerabilità emotiva, 007 torna a fare i conti con le sue origini e col suo nemico più archetipico: la tentacolare Spectre, madre di tutte le organizzazioni criminali. Dunque, il restyling della serie cominciata quattro episodi fa si salda con gli inizi; ed [...] Vai alla recensione »

Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Quarto, forse ultimo Bond di Craig. Un passo indietro rispetto al meno apocalittico e più psicanalitico "Skyfàll", il 24esimo paga il dovuto ai film della Spectre ("Thunderbail", "Si vive solo due volte", "Al servizio di sua maestà" e "Mai dire mai"), giustificando il ritorno a una retorica nota della serie: spettacolarità eclatante, a volte risaputa, complotto interno totale dei servizi al posto dell'allea [...] Vai alla recensione »

Peter Bradshaw
The Guardian

Bond è tornato in un'avventura di 007 esaltante, spettacolare e quasi delirante. Il film celebra lo spionaggio come atto di coraggio vecchio stile, ma allo stesso tempo prende posizione a favore di Edward Snowden contro la sorveglianza voyeristica che minaccia i diritti delle persone libere. È cinema d'azione allo stato puro, con un autentico senso dello stile.

Giona A. Nazzaro
Il Manifesto

Lui si chiama sempre Bond. James Bond. L'idea di fondo è che non sia mai cambiato e che niente cambi. Ovviamente niente è come prima. Anche se ciò che permette di funzionare all'incanto collettivo è convincersi che sia sempre la prima volta. Paramnesi della mitologia di massa. La riuscita indiscutibile di Skyfall, precedente film della saga bondiana, e metro di paragone presente e futuro delle prossime [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Esce finalmente Spectre, di cui ormai si sa tutto o quasi. Ventiquattresimo capitolo della saga, e il più lungo (148 minuti) e costoso (l'immensa cifra di 250 milioni di dollari); quarto con Daniel Craig nei panni di James Bond, secondo con il grande Sam Mendes alla regia; una solida squadra di sceneggiatori, un'efficace colonna sonora di Thomas Newman, collaboratore abituale di Mendes così come lo [...] Vai alla recensione »

Maurizio Acerbi
Il Giornale

Un budget che supera i 300 milioni di dollari per rinnegare quella perfetta miscela esplosiva che aveva fatto del precedente Skyfall il più bel film della saga bondiana. Qui, non solo Sam Mendes non si ripete (e si capisce perché avesse avuto dubbi nell'accettare o meno questa regia), ma compie il sacrilegio di permeare di noia una pellicola d'azione che, proprio per la sua natura (e fondi investiti), [...] Vai alla recensione »

NEWS
GALLERY
martedì 27 ottobre 2015
 

La premiere londinese dell'attesissimo Spectre - 007 di Sam Mendes è stata un vero successo. Sul red carpet hanno sfilato i protagonisti del film, da Daniel Craig a Monica Bellucci, da Léa Seydoux a Christoph Waltz, da Ben Whishaw a Ralph Fiennes.

NEWS
mercoledì 22 luglio 2015
 

Dopo lo straordinario successo di Skyfall, arriva nelle sale un altro adrenalinico episodio della saga più popolare della storia del cinema. Columbia Pictures & Sony Pictures presentano il trailer ufficiale italiano del film di Sam Mendes Spectre - 007, [...]

winner
miglior canzone
Premio Oscar
2016
winner
miglior canzone
Golden Globes
2016
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati