Alice in Wonderland

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Alice in Wonderland   Dvd Alice in Wonderland   Blu-Ray Alice in Wonderland  
Un film di Tim Burton. Con Mia Wasikowska, Johnny Depp, Helena Bonham Carter, Crispin Glover, Anne Hathaway.
continua»
Fantastico, Ratings: Kids, durata 108 min. - USA 2010. - Walt Disney uscita mercoledì 3 marzo 2010. MYMONETRO Alice in Wonderland * * 1/2 - - valutazione media: 2,64 su 342 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
luca alvino mercoledì 10 marzo 2010
quando un sogno si trasforma in ricordo Valutazione 3 stelle su cinque
88%
No
12%

Cosa accade quando un sogno si trasforma in ricordo? Quando un’indecisa inconsistenza onirica assume contorni meno ambigui e si cristallizza in memoria? È questa l’esperienza compiuta da Alice in Underworld, il sottomondo dark nel quale Tim Burton rilegge controluce l’originario Wonderland, il paese delle meraviglie. Un’Alice diciannovenne rivisita con una coscienza postmoderna il mondo stralunato dell’irrazionalità, riappropriandosi del passato per essere libera di scegliere nel presente. Riconosce una dimensione di effettività alle proprie contraddizioni, e accetta di vivere fino in fondo la sua nuova avventura, senza più sorprendersi della squilibrata specularità di Pincopanco e Pancopinco, del sorriso evanescente dello Stregatto, della saggezza strampalata del Brucaliffo. [+]

[+] lascia un commento a luca alvino »
d'accordo?
thx1138 venerdì 5 marzo 2010
alice: il crollo delle illusioni e della magìa. Valutazione 1 stelle su cinque
60%
No
40%

E'dal profondo del cuore che sento di dare un consiglio a tutti gli appassionati del cinema di Tim Burton,a chi ha amato,o almeno apprezzato, il precedente lungometraggio animato della Disney o a chi ha letto ,anche distrattamente i libri di Carrol: dopo mezzora di film alzatevi dalla sedia,tornatevene a casa e rigustatevi "Big fish":sarà una scelta dolorosa, se non altro per i dieci euro spesi al botteghino per vedere un film che del 3d poteva fare decisamente a meno: rimarrete ancora convinti che Burton sia un genio folle, un maestro visionario,un artista capace di trasformare il bello in estasi,il brutto in sublime,un cavaliere mitico dotato non già di una spada,ma di un'immaginazione senza eguali; il Tim Burton che conosciamo, insomma,avrebbe realizzato "Alice" anche ad occhi chiusi e ne avrebbe fatto un capolavoro. [+]

[+] tim, ma che mi combini?? (di cheshirecat)
[+] lascia un commento a thx1138 »
d'accordo?
storyteller giovedì 4 marzo 2010
sfigurare un capolavoro in pochi semplici passi Valutazione 2 stelle su cinque
61%
No
39%

Ciò che hanno combinato Burton e la Woolwerton è imperdonabile. Si potrebbe concedere la grazia ad un'infinità di registi più o meno mediocri, ma a lui no. A poco servono un entourage di attori capaci (la Bonham Carter su tutti, Johnny Depp se la cava ma fa troppo il verso a sé stesso), scenografie suggestive (che, a dire il vero, spesso non convincono) e il meraviglioso assortimento di costumi - forse, l'aspetto visivo più riuscito del film. La sceneggiatura è banale, stucchevole, smaccatamente e ordinariamente fantasy, tanto che raffrontare questo film al libro di Carroll (il "capolavoro" che da il titolo al mio commento, appunto), sarebbe come accostare una mela vera e un pugno di marzapane dipinto di rosso. [+]

[+] lascia un commento a storyteller »
d'accordo?
andrearuberto giovedì 4 marzo 2010
un film di tim burton, ma senza tim burton. Valutazione 3 stelle su cinque
62%
No
38%

Tim Burton è tornato, in un film che di Burtoniano ha davvero poco.Alice in Wonderland, realizzato in collaborazione con la walt Disney, è un film contro l'anticonformismo, ma che più conformista non si può.Lo stile del regista, che in passato ci ha abituato a ben altri capolavori, risulta quasi storpiato ed il suo tratto è quasi invisibile, se non in piccoli particolari.Le musiche di Danny Elfman, che da sempre accompagnano e danno smalto ai film di Burton, passano in secondo piano, surclassate da una cantante per teenagers quale è Avril Lavigne. Ambientazioni gotiche, tra il tetro e il fantastico, che ritroviamo in pietre miliari come Nightmare Before Christmas, vengono sostituite da un tocco fiabesco e smielato più tipico della Disney, del resto abituato ad un determinato target di spettatori. [+]

[+] sì (di marksnape)
[+] ma che film ha visto? (di lori74)
[+] il nuovo conformismo: sparare su disney (di elloaldo)
[+] in risposta a lori74 (di andrearuberto)
[+] conformismo di che? (di sibillina)
[+] in risposta al commento di sibillina (di **blaze starr***)
[+] risposta al commento di **blaze starr** (di flaminia48)
[+] a sibillina (di marvelman)
[+] e poi... (di marvelman)
[+] lascia un commento a andrearuberto »
d'accordo?
galpado mercoledì 3 marzo 2010
tim burton non lascia il segno... Valutazione 2 stelle su cinque
56%
No
44%

ALICE IN WONDERLAND 3D
Voto: 6

Film dalle grandi aspettative, grandissima campagna di marketing ma sono rimasto deluso..
Sostanzialmente la storia si basa su Alice che torna nel paese delle meraviglie un pò più grandicella della prima volta... per il resto:

-3d: Scarso, inutile per rafforzare il linguaggio filmico di questo film, troppi fuori-fuoco, toglie colore alla fotografia, unica cosa che ti fa ricordare che lo stai guardano in 3d è quando il coniglio pazzo lancia le cose.
-Sceneggiatura: a mio parere mediocre, il film non è avvicente, non c'è suspence, non c'è spannung, "l'oraculum" secondo me ha rovinato il film perchè sostanzialmente dicono subito come finirà tutto e quei pochi particolari in più rispetto all'originale "alice nel paese delle meraviglie" vengono subito svelati, per cui il classico scontro finale fra le forze del bene e del male è piuttosto noioso. [+]

[+] matematica=opinione? (di jellacc)
[+] lascia un commento a galpado »
d'accordo?
manu^^ martedì 9 marzo 2010
buon viaggio a vederci... Valutazione 5 stelle su cinque
59%
No
41%

Credo che ALICE IN WONDERLAND meriti un elogio in risposta a tutte le accuse e ai commenti negativi. Alice Kingsley ha ormai 19 anni. Prigioniera in un mondo meschino, ipocrita e senza vita, soffre la perdita dell'amato padre, l'uomo che guardava lontano, che pensava sei cose impossibili prima di colazione e che l'aiutava a superare i suoi incubi. O meglio il suo incubo. Sempre lo stesso da quando ne ha memoria. "Secondo te, sono matta?" "Temo di sì. Sei completamente svitata". Alice lo guardò impaurita. "Ma ti svelo un segreto... tutti i migliori sono matti" La storia gioca intorno a questo fondamentale concetto. L'universo di Alice si regge su questo concetto. L'unico colore in quel panorama di nebbia. [+]

[+] una persona che ha capito allora esiste.... (di nicosia)
[+] ti invito a leggere il mio commento (di c. nyby)
[+] complimenti manu (di andrea garner)
[+] assolutamente daccordo. (di jackschiavelli)
[+] d'accordissimo con te (di roberta gilmore)
[+] ...ancora due parole... (di manu^^)
[+] ...tra etica e pathos! (di il replicante)
[+] in risposta a "tra etica e pathos" (di manu^^)
[+] adesso dico la mia (di marvelman)
[+] la moltezza non è mai abbastanza (di laryyy)
[+] finalmente qualcuno che la pensa giusta (di sebone)
[+] buon viaggio a vederci... (di ventoalchem.ico)
[+] impossibile! (di ventoalchem.ico)
[+] lascia un commento a manu^^ »
d'accordo?
jackschiavelli martedì 9 marzo 2010
burton nel paese delle meraviglie Valutazione 3 stelle su cinque
66%
No
34%

Quasi Disney. Alice in Wonderland è la raffinata favola con cui Tim Burton omaggia la sua madre artistica e presenta il classico di Lewis Carroll riadattato per la nostra epoca. Il sottomondo di Burton ha una profonda carica emozionale sopratutto dal punto di vista immaginativo e tecnico, il che coinvolgerà molti, ma in particolar modo i bambini, siano essi tali per età o interiorità. Complice la terrificante musica della sua più indovinata e fraterna creatura,Danny Elfman, il film cattura l'attenzione sopratutto nei primi 40 minuti, rallenta nella parte centrale, si risolleva nell'incredibile (se paragonato all'incipit tanto classico) epilogo della battaglia, una sequenza fantasy che fortunatamente non si prende troppo sul serio. [+]

[+] lascia un commento a jackschiavelli »
d'accordo?
kayton mercoledì 17 marzo 2010
alice e burton persi nel wonderland Valutazione 2 stelle su cinque
61%
No
39%

Chi conosce Tim Burton e la sua filmografia, dopo aver visto “Alice in Wonderland” non può non farsi una domanda: perché questo regista si è prestato a un film del genere? Non solo si è prestato, ma si è quasi prostrato mettendosi a servizio di una sceneggiatura preconfezionata targata Disney. Partendo dai racconti di Carroll “Le avventure di Alice nel paese delle meraviglie” e il successivo “Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò”, la sceneggiatrice Linda Woolverton ha scritto una storia quasi banale, che ha trasformato questo “Alice in Wonderland” in una sorta di fantasy con tanto di battaglia finale tra la paladina della giustizia e il drago. Il tutto usando un 3d che poco aggiunge a questo film. [+]

[+] non può essere colpa della disney (di yng river)
[+] lascia un commento a kayton »
d'accordo?
marise lunedì 8 marzo 2010
troppo lontano, dal sogno e da burton Valutazione 2 stelle su cinque
58%
No
42%

Già quegli scomodi occhialetti sembrano molto anti-Tim Burton (non ha sempre preferito lo stop-motion alle tecnologie digitali per gli effetti speciali?), ma tutto sommato, sono sopportabili. Sopportabili, per la frenetica attesa di rimirare ogni sfumatura del binomio più azzeccato di tutti i tempi: Carrol/Burton, il matematico strampalato e il regista spettinato, l’uomo ipocondrico e il difensore della gente brutta e storta. Ebbene, il tutto è una delusione mera, un colpo basso a quelli che in Burton avevano riposto il loro animo più infantile, segreto. Quello fragile, incompreso, solo. Ed è un tradimento ancor più grande quello che determina la saccheggiante resa in chiave "cattiva" del personaggio che entra di diritto tra i freaks burtoniani, quella Bonham Carter dalla testa gigante e gli occhi tremolanti, Regina Rossa capricciosa, viziata e surclassata dall’invidia verso la smielata sorella new-age. [+]

[+] .. (di marksnape)
[+] lascia un commento a marise »
d'accordo?
mangikkio martedì 9 marzo 2010
un viaggio a cappello nel paese di alice Valutazione 4 stelle su cinque
58%
No
42%

Un castello malvaggio, un fossato di sangue in cui galleggiano teste mozzate, le carte soldato son state oramai tutte dipinte di rosso. Il paese di Alice è cambiato? Tim Burton ci mette del suo. Alice, di dieci anni più grande, ha solo un vago ricordo delle meraviglie scoperte nel suo precedente viaggio, un ricordo che si confonde nei sogni e che la preoccupa, facendola sentire pazza. Ora in età da marito, ad una grande festa per il suo fidanzamento ecco riapparire il bianconiglio, ed Alice non puo trattenersi dal cadere di nuovo nella sua tana. Solo al ritorno nel mondo reale però, sarà davvero cresciuta ed in grado di scegliere cosa fare di se stessa. Un'avventura forse semplice ed un po' scontata ma comunque epica ed eroica. [+]

[+] lascia un commento a mangikkio »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 5 »
Alice in Wonderland | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (8)
Nastri d'Argento (1)
Golden Globes (3)
Critics Choice Award (6)
BAFTA (12)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | 51 | 52 | 53 | 54 | 55 | 56 | 57 | 58 | 59 | 60 | 61 | 62 | 63 | 64 | 65 | 66 | 67 | 68 | 69 | 70 | 71 | 72 | 73 | 74 | 75 | 76 | 77 | 78 | 79 | 80 | 81 | 82 | 83 | 84 | 85 | 86 | 87 | 88 | 89 | 90 | 91 | 92 | 93 | 94 | 95 | 96 | 97 | 98 | 99 | 100 | 101 | 102 | 103 | 104 | 105 | 106 | 107 | 108 | 109 | 110 | 111 | 112 | 113 | 114 | 115 | 116 | 117 | 118 | 119 | 120 | 121 | 122 | 123 | 124 | 125 | 126 | 127 | 128 | 129 | 130 | 131 | 132 | 133 | 134 | 135 | 136 | 137 | 138 | 139 | 140 | 141 | 142 | 143 | 144 | 145 | 146 | 147 | 148 | 149 | 150 | 151 | 152 | 153 | 154 | 155 | 156 | 157 | 158 | 159 | 160 | 161 | 162 | 163 | 164 | 165 | 166 | 167 | 168 | 169 | 170 | 171 | 172 | 173 | 174 | 175 | 176 | 177 | 178 | 179 | 180 | 181 | 182 | 183 | 184 | 185 | 186 | 187 | 188 | 189 | 190 | 191 | 192 | 193 | 194 | 195 | 196 | 197 | 198 | 199 | 200 | 201 | 202 | 203 | 204 | 205 | 206 | 207 | 208 | 209 | 210 | 211 | 212 | 213 | 214 | 215 | 216 | 217 | 218 | 219 | 220 | 221 | 222 | 223 | 224 | 225 | 226 | 227 | 228 | 229 | 230 | 231 | 232 | 233 | 234 | 235 | 236 | 237 | 238 | 239 | 240 | 241 | 242 | 243 | 244 | 245 | 246 | 247 | 248 | 249 | 250 | 251 | 252 | 253 | 254 | 255 | 256 | 257 | 258 | 259 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità