MYmovies.it
Advertisement
Alice nel Paese delle Meraviglie, il libro

Il primo dei due classici per l'infanzia che hanno ispirato il genio di Tim Burton.
di Fabio Secchi Frau

La recensione *****

mercoledì 3 marzo 2010 - Libri

La recensione *****
Che fareste voi se seguendo un coniglio bianco dentro una buca finiste in un paese meraviglioso ma dove niente sembra avere senso? Nel libro di Lewis Carroll, reverendo e professore di matematica a Oxford, accade proprio questo, l'impossibile diventa possibile fino a spingersi ai limiti estremi, alla confusione fra ciò che è logico e ciò che illogico, fra il gioco e la serietà, fra il tempo e la ragione, e tutto questo nel gioco onirico e infantile di una bambina di nome Alice che diventa protagonista di una serie di avventure accanto a esseri visionari come bruchi che fumano sopra funghi, carte che parlano e dipingono rose bianche in rosse, neonati che diventano maiali e gatti con il dono della parola e della sparizione... e ovviamente Cappellai Matti che prendono il tè con leprotti e ghiri. Un libro che ancora oggi suscita un fascino ambiguo nei suoi lettori. I più piccoli rimangono incantati dalla varietà di personaggi che la loro coetanea incontra durante il cammino, i più grandi invece cercano di ricostruire con grande impegno il senso, i giochi di parole, il significato nascosto di ogni elemento nel racconto. La grandezza di "Alice nel Paese delle Meraviglie", seguito da "Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò", sta proprio in questo mistero letterario non del tutto svelato.

In sintesi
Il Paese delle Meraviglie è un luogo nel quale Alice, che era in compagnia della sorella maggiore su un prato, accede peccando di curiosità e forse noia, vale a dire seguendo un coniglio bianco che, frettolosamente, si era diretto verso la sua tana. È da quel buco profondissimo che Alice giunge in un luogo incantato che scoprirà molto presto essere pieno di assurdità, nonsense e paradossi. Un posto dove il dodo non si è estinto e la invita a ballare per asciugarsi, dove dei gatti domestici sornioni e pigri compaiono e scompaiono lasciando dietro di sé solo un terribile sorriso, dove i cappellai sono matti e prendono continuamente il tè assieme a leprotti pazzi e ghiri che raccontano storie che non sembrano finire più, dove la Regina di Cuori ha un'unica soluzione per tutti i problemi (tagliare teste) anche durante le partite di croquet (durante le quali usano fenicotteri come mazze e ricci come palle) e dove qualsiasi cibo provoca variazioni di grandezza... Come riuscirà a uscire da questo mondo?

L'autore
Lewis Carroll, nome d'arte di Charles Lutwidge Dodgson, nasce il 27 gennaio 1832 a Daresbury e muore il 14 gennaio 1898 a Guildford. Scrittore, matematico, fotografo e logico britannico, nei primi anni della sua vita studia a casa con un precettore. Bambino prodigio, a soli 12 anni venne mandato a studiare presso una scuola privata a Richmond e poi trasferito alla Rugby School. Nel 1850, lascia anche quell'istituto per frequentare quello che aveva frequentato suo padre in giovane età: la Christ Church a Oxford. Fra il 1854 e il 1856, Dodgson inizia a pubblicare poesie e racconti satirici su riviste come THE COMIC TIMES, THE TRAIN, WHITBY GAZETTE e OXFORD CRITIC. Nel 1856, comincia a pubblicare sotto lo pseudonimo di Lewis Carroll poesie romantiche, poi nel 1865 diventa l'autore di uno dei romanzi più conosciuti al mondo "Alice nel Paese delle Meraviglie", con le illustrazioni di John Tenniel. Travolto dal successo, decide nel 1872 di scriverne il seguito "Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò". Ma è anche autore di "Caccia allo Snark" (1876) e "Sylvie e Bruno" (1889-1893). Con il suo nome firma invece trattati di matematica e logica come: "Euclide ed i suoi rivali moderni" (1879); "Il gioco della logica" (1887); "Che cosa disse la tartaruga ad Achille" (1894) e "La logica simbolica" (1894). Nel contempo, continua a insegnare fino alla morte (avvenuta per bronchite), rimanendo alla Christ Church come insegnante.

Gallery


In sintesi
Lewis Carroll Altri nomi: (Charles Dodgson) 27 gennaio 1832, Daresbury (Gran Bretagna) - 14 Gennaio 1898, Guildford (Gran Bretagna). Scrittore nel film di Tim Burton Alice in Wonderland.
L'autore
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati