Silent Hill

Film 2006 | Horror 120 min.

Regia di Christophe Gans. Un film con Radha Mitchell, Laurie Holden, Sean Bean, Deborah Kara Unger, Kim Coates, Tanya Allen. Cast completo Genere Horror - Giappone, USA, Francia, 2006, durata 120 minuti. Uscita cinema giovedì 6 luglio 2006 - MYmonetro 2,43 su 219 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Silent Hill tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Basato sul famoso videogame omonimo. Sharon sta morendo per una malattia, e sua madre Rose decide contro il parere del padre di portarla da un guaritore. In Italia al Box Office Silent Hill ha incassato nelle prime 8 settimane di programmazione 2,8 milioni di euro e 696 mila euro nel primo weekend.

Passaggio in TV
sabato 20 ottobre 2018 ore 0,45 su ITALIA2

Silent Hill è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato nì!
2,43/5
MYMOVIES 2,25
CRITICA 2,78
PUBBLICO 2,96
CONSIGLIATO NÌ
Dal videogioco al film, un viaggio angosciante e visionario, forse la migliore trasposizione cinematografica da un videogame dai tempi di Tron.
Recensione di Mattia Nicoletti
venerdì 7 luglio 2006
Recensione di Mattia Nicoletti
venerdì 7 luglio 2006

Rose ha una figlia, Sharon, che sta morendo per una terribile malattia. L'ultimo tentativo per salvarla è portarla da un guaritore, e, contro la volontà del marito, Rose fugge con la bambina. Direzione: Silent Hill.
Ispirarsi a un videogioco, per il cinema, non è mai stata una cosa semplice. Le trame dei game sono studiate a livelli, a crocevia, mentre una sceneggiatura cinematografica deve essere scorrevole, dettagliata, seguire una "consecutio temporum". C'è però un elemento che i due mondi hanno in comune, ovvero l'opportunità di creare atmosfere, visive e sonore. Ciò accade in "Silent Hill", ultimo film di Christophe Gans, uno che in materia di fantasy e mondi ibridi sa il fatto suo ("Il patto dei lupi", "Crying Freeman"), e che costruisce un lungometraggio tetro e sinistro, sui tappeti sonori del Videogame e su immagini buie e livide che creano inquietudine e partecipazione in chi guarda. "Silent Hill" prende però dalle sue fonti anche i difetti, e lo script si svolge in una direzione soggettiva, quella di Rose, che attraversa i vari "quadri", uniti da sequenze di raccordo che coinvolgono i personaggi secondari. Chi ha vissuto in prima persona il gioco della Playstation non potrà non rimanere coinvolto e sconvolto dalla verosimiglianza dei mondi ricreati sullo schermo, tuttavia, anche coloro che non sono dei fedelissimi della "console" troveranno questo viaggio, affascinante, dilatato nella durata (centoventi minuti per un soggetto "mistery", sono molti), angosciante e visionario. Forse la migliore trasposizione cinematografica da un videogame dai tempi di "Tron".

Sei d'accordo con Mattia Nicoletti?
SILENT HILL
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 7 agosto 2012
Diego Milazzo

Esempio di occasione sprecata. Il film non trasmette le stesse emozioni del videogioco e abbandona l'aspetto psicologico a favore di quello più trucido e violento. La storia si svolge, quasi per l'intera durata del film, senza una trama, con la protagonista (Rose, Radha Mitchell) che va in giro per la diabolica cittadina omonima, scontrandosi con i vari personaggi senza mai approfondire le storie [...] Vai alla recensione »

venerdì 21 ottobre 2011
Andrea Levorato

Silent Hill *** Produzione: USA 2006 Genere: Horror Attori principali: Radha Mitchell, Laurie Holden, Sean Bean, Jodelle Ferland Regia: Christophe Gans Trama: Per curare la propria figlioletta adottiva Sharon (Ferland), Rose (Mitchell), la porta ad una cittadella che spesso la bimba cita in episodi di sonnambulismo: Silent Hill, una città fantasma, ma lo è solo apparentemente.

giovedì 7 marzo 2013
DarkEnry

 Di gran lunga il miglior film basato su un videogioco. Silent Hill è un film horror del 2006 diretto da Christophe Gens. La trama rparla Rose De Silve che spaventata dagli attacchi di sonnambulismo della figlia decide di portarla nella città che la bambina vede sempre nei suoi sogni. Mentre si stanno dirigendo verso la città, hanno un incidente d'auto e quando Rose si [...] Vai alla recensione »

domenica 1 gennaio 2012
miguel

Silent hill rappresenta il più riuscito connubio tra un videogioco e il cinema, più precisamente la trasposizione su grande schermo del genere "survival horror". Chi ha giocato al celebre gioco cui si rifà il film, uscito nel 1999, ha ben presente le atmosfere disturbanti, angosciose e claustrofobiche che riusciva a creare. Il film ha il grande merito di rievocare in pieno quelle atmosfere, quella [...] Vai alla recensione »

mercoledì 2 marzo 2016
Dandy

La trasposizione dell'omonimo videogioco per la Playstation Konami,un pò un fratello di "Resident Evil".Su adattamento di Roger Avary,il regista cura con scrupolo i dettagli,le ambientazioni desolate e sinistre.Replica le inquadrature del gioco e inserisce citazioni intriganti(i video di Chris Cunningham,"The Wicker Man","Hellreiser").

martedì 17 aprile 2012
tecmec

Silent Hill è un capolavoro. Il gioco, NON il film. Quando lessi le prime recensioni mentre il film non era ancora stato doppiato in italiano (e trepidavo dall'attesa essendo un fan del gioco) tutto sembrava meraviglioso, il regista, scrivevano, reduce da ore di gioco aveva confezionato (continuavano a scrivere) un prodotto in stile perfetto, ottimamente corrispondente allo spirito della [...] Vai alla recensione »

mercoledì 12 settembre 2012
Knox7

Un film bocciato dalla critica e da alcuni fan del videogioco, ma lodato da un'altra parte del pubblico. Io faccio parte di quelli che non hanno mai giocato al videogioco, nè conoscevano la storia e, basandomi esclusivamente sull' opera/film inedita/o, l'ho trovato un ottimo film horror, sia in fatto di trama e atmosfere, sia per l'aspetto estetico; i personaggi-mostro appaiono [...] Vai alla recensione »

venerdì 10 agosto 2012
The Horror

Adesso ti spiego perchè ho messo mediocre perchè il film a quanto mi appare non è un gran che perchè c'è pochissimo sangueeeeee, se non mi sbaglio gli horror devono mostrare un bel pò di sangue che esce da tutte le parti..questo perchè no?! Ho visto giocarci in un video un ragazzo di nome jhonny creek se andate su youtube lo vedrete, e vi posso assicurare [...] Vai alla recensione »

domenica 21 agosto 2011
Augusto.Faccioli

Storia intricata, ma davvero soddisfacente. E' necessario giudicare il film senza tener conto dei videogiochi, altrimenti i giudizi saranno solo relativi

giovedì 20 agosto 2009
shining

.....questo film è una figata pazzesca!!!

sabato 24 ottobre 2009
LisariMuricev

Sharon (Jodelle Ferland) è una dolcissima bambina, adottata dagli affettuosi Rose (Radha Mitchell) e Christopher (Sean Bean).
 Strani e numerosi incubi incentrati sulle parole “Silent Hill”, tormentano però la piccola. E’ così che i genitori decidono di portare la bambina in una città, nel West Virginia, dello stesso nome. Sarà un viaggetto piuttosto interessante: non solo, verso l’arrivo, Rose [...] Vai alla recensione »

mercoledì 6 aprile 2011
Sinphi

che non sia bello....ma è un incubo non ci si capisce niente. surreale al massimo!

mercoledì 9 dicembre 2009
Luca Scialo

Il film rispecchia in pieno il videogame, e si trattava di un'impresa non facile, essendo il gioco ricco di scenari torbidi, infernali, sanguinari e cupi. Forse c'è troppo sangue, fino a provocare fastidio. Ma per rispecchiare al meglio il gioco, serviva farlo.

martedì 28 giugno 2011
Mister Q

Devo dire la verità, ma non mi sembra di dover essere classificato come ignorante o cretino se dico che ho guardato questo film senza aver mai giocato al videogioco. Questo comunque è un film, ha una sua trama e non c'è bisogno di averci giocato per capirlo, quindi considero che la teoria di chi dice che bisogna averci giocato per capirlo è sbagliata, perchè il [...] Vai alla recensione »

domenica 10 ottobre 2010
Sixy89

Un dei miei horror preferiti, che fonde e intreccia maestralmente il lato horror e il lato thriller della storia..Finalmente un horror il quale epilogo non è scontato, la voglia di conoscere il perchè degli avvenimenti nel film ti spinge a vederlo fino alla fine. Per chi non conosce il videogioco la trama è geniale e ben strutturata.

domenica 8 novembre 2015
giuseppetoro

Ambientazioni belle e macabre, ma storia un po confusionaria..e nulla di spaventoso!!

martedì 28 giugno 2011
critichetti

il film prende spunto da un videogame,ma l'idea delle due dimensioni parallele non è molto azzeccata,anche se va ammesso che è un film nel complesso accettabile,ma non se si vuole fare la serata di paura....va bene se si vuole fare una serata all'insegna del surreale

giovedì 20 gennaio 2011
tiamaster

orribile,senza senso,violento fin troppo,questo non e un film!questa e una sequenza di scene senza senso,violente,una violenza propio cruda,nera orribile,la scena finale bisogna essere psicopatici per  inventarsela,io mi domando come fa un film del genere a essere al cinema!se io fossi la censura censurerei T-U-T-T-O! il finale poi....violento fin troppo,consiglio il film a chi ha grossi problemi [...] Vai alla recensione »

domenica 31 gennaio 2010
trick'r treat

Splendido, perfetto, capace di terrorizzare e meravigliare lo spettatore, disgustarlo per le soluzioni macabre e tenerlo a bocca aperta per le eccezionali soluzioni visive adottate. In questo film tutto funziona alla perfezione: dall’atmosfera di macabro straniamento alla costruzione della storia e dei personaggi, dalle splendide scenografie all’azzeccata colonna sonora.

venerdì 19 dicembre 2014
zero99

La prima volta che vidi questo film mi era piaciuto moltissimo, rivedendolo dalla seconda volta in poi, il mio gradimento è sceso abbastanza. Non dico che sia un brutto film ma neppure bellissimo. La cosa che colpisce a prima vista, e che fa sempre piacere rivedere, è l'ottima ambientazione, che è lugubre, marcia, con dei mostri ben fatti, e che mettono inquietudine, un [...] Vai alla recensione »

mercoledì 18 settembre 2013
viktor von doom

in un periodo dove l'horror fatica a rappresentare qualcosa di innovativo e ben fatto,silent hill si solleva dalla massa del genere grazie a un ottima atmosfera,scenografie affascinanti e trucchi ben fatti.a quanto pare il più delle volte riescono meglio i film tratti dai videogiochi che i videogiochi tratti dai film.infatti è grazie alla creatività degli sviluppatori del videogioco [...] Vai alla recensione »

domenica 8 aprile 2012
Andydiallo

Rose e Sharon si trovano ancora nell ' limbo di Silent Hill perchè durante lo sterminio degli uomini di Crhistabella , la parte cattiva di Alessa si è unita con Sharon , quindi Rose è destinata a badare a Sharon per l'eternità come l'infermiera con Alessa.

domenica 7 giugno 2009
Fluturnenia

Sono d'accordo: forse la migliore, o una tra le tante, trasposizione cinematografica da un videogame. Chi dice che cinema e console sn inconciliabili dice fesserie esattamente cm il teorema che i remake dei j-movie sn pessimi in partenza. Tutte chiacchere fatte da chi parla dogmaticamente ma riflette poco su quel che dice. La verità è che bisogna saper scegliere cosa traslitterare in pellicola.

sabato 3 novembre 2012
Kyotrix

L'ho rivisto in previsione del seguito uscito in questi giorni. Ricrea molto bene il videogioco,ma questo non e' un pregio, visto che pure il videogioco non mi piacque ( non ricordo quale giocai, forse al 2, comunque sia era molto simile al film in fatto di mostri ). Parecchio visionario, ma poche emozioni. Il finale e' mediocre, poco sensato, e non dovrebbe permetterne un suo seguito

martedì 25 ottobre 2011
alexia86

Penso che Silent Hill sia uno dei film più sopravvalutati. Tratto da un videogioco, non regala scene né di tensione né minimamente interessanti rimadendo decisamente mediocre rispetto al videogame che, in confronto,è molto più valido.

venerdì 10 agosto 2012
The Horror

forse era meglio 1 battuta di caccia più selettiva..mi spiego meglio il film non è un gran che perchè il regista(senza offesa) si sarà dimenticato l'Horror come è fatto e come va girato cioè l'Horror non è una cosa che si mangia è una categoria che chi la guarda e a chi piace mette alla prova la prpria emozione che sia bella o brutta! [...] Vai alla recensione »

venerdì 24 luglio 2009
atticus

Una pretestuosa baracconata pseudo horror-psicologica ad uso e consumo di teen ager strafatti di playstation, senza ne capo ne coda, noiosissima e piena zeppa di pessimi effetti speciali. E i bimbetti dark tutti di nero vestiti in questo genere di film hanno davvero strarotto le palle!

venerdì 10 agosto 2012
The Horror

la psiche delle persone a chi guarda questo film deve essere più che spaventata l'Horror è x questo che l'hanno creato per turbare la psiche e non dormire la notte xD (x i bambini è sconsigliato sopratutto se uno di questi soffre di qualcosa d'importante) la consiglio solo ad un pubblico che vuole sfidare la paura più letale di questo mondo! Mi sorgerebbe un [...] Vai alla recensione »

venerdì 9 settembre 2011
tiamaster

CAGATA PAZZESCAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA IL PEGGIOR FILM MAI REALIZZATO, UNA PORCHERIA PER IDIOTI CHE VOGLIONO IN UN FILM SOLO SANGUE E MORTI.E NON DITEMI CHE SE NON CI SONO SANGUE E MORTI NON è UN HORROR PERCHE INEI PIU GRANDI HORROR DI SEMPRE,COME L'ESORCISTA E SHINING CI SONO POCHI MORTI E POCO SANGUE.IL PEGGIOR FILM MAI REALIZZATO.

lunedì 29 agosto 2011
tiamaster

la trama di questo film è praticamente inesistente,a contrario di un ottima sceneggiatura,che però non salva il film dal abisso splatter,dark,violento in cui stà.oltre ai tempi di durata che sono dilatati al limite dell' insopportabile il film si svolge in modo passivo,dove la prottagonista girovaga per la città piena di zombie e gente fatta a pezzi da cavi spinati (ma perche??)con indizi che non spiegano [...] Vai alla recensione »

Frasi
"Questa è la fine dei giorni e io sono la mietitrice"
Sharon Da Silva; Alessa Gillespie (Jodelle Ferland)
dal film Silent Hill - a cura di Giulia
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Federico Chiacchiari
Nick

Forse l'arrivo del film Silent Hill chiude, in qualche modo, una sorta di cerchio, quel cortocircuito cinema-tv-videogame che ormai è diventato un elemento narrativo e produttivo costante dell'immaginario odierno. Rispetto ai più famosi concorrenti (vedi Resident Evil), Silent Hill, gioco uscito nel 1999, si caratterizzava per una più marcata trama horror- psicologica, con risvolti persino inquietanti [...] Vai alla recensione »

Massimo Rota
Rolling Stone

Nel mondo almeno 16 milioni di persone si sono divertite con il videogioco della giapponese Konami Silent Hill. Fra queste c'è Christophe Gans (autore di Il patto dei lupi e Crying Freeman) che nel 2001 ha iniziato a pensare alla versione cinematografica dei gioco. In suo soccorso come sceneggiatore è arrivato Roger Avary (è suo lo script di Pulp Fiction),un altro fanatico di Silent Hill: «Abbiamo [...] Vai alla recensione »

Roberto Nepoti
La Repubblica

Resi diffidenti dall'esperienza, quando sentiamo che un film deriva da un videogame mettiamo mano alla pistola. Ecco perché Silent hill, cinegame ispirato a una serie della giapponese Kunami ormai arrivata alla quarta versione, è una piacevole sorpresa. Lo percepisci fino dai primi minuti, mentre l'obiettivo del francese Christophe Gans esplora le vie deserte della città fantasma del titolo, dove Rose [...] Vai alla recensione »

Massimo Lastrucci
Ciak

La qualità del team tecnico dovrebbe mettere sull'avviso. Non si tratta della solita bufala tratta dal videogame di turno. Il francese Christophe Gans ha firmato Il patto dei Lupi (e anche il direttore delta fotografia - e si vede - viene da lì) e Roger Avary è un canadese sodale di Tarantino che ha diretto l'ottimo Le regole dell'attrazione. Si comincia da una misteriosa malattia che affligge figlia [...] Vai alla recensione »

Lietta Tornabuoni
La Stampa

L'ultimo trend dell'horror, la scomparsa degli uomini: la maggior parte dei film del genere ha adesso come protagonisti donne, bambini (oppure donne E bambini), più vulnerabili e patetici, più sensibili e creduloni. Così accade in Silent Hill di Christophe Gans. Una coppia di coniugi ha una figlia adottiva piccola toccata da una malattia misteriosa che le procura convulsioni, un'irrequietudine perenne, [...] Vai alla recensione »

Mariarosa Mancuso
Il Foglio

E' un horror, è tratto da un videogame di successo, Roger Ebert del Chicago Sun Times dichiara di non aver capito niente della trama (per inciso: auguri, abbiamo letto qualche giorno fa che è ricoverato all'ospedale), è diretto da un francese che per strappare i diritti ha scritto una lettera accorata ai signori della Konami: vi scongiuro fatelo girare a me, il vostro videogioco mi ha cambiato la vita, [...] Vai alla recensione »

Mauro Gervasini
Film TV

La piccola Sharon ha dei gravi disturbi psichici, tanto che i medici consigliano addirittura l'internamento. La madre Rose non si rassegna, e contro il parere del marito parte con la figlia in cerca di una possibilità. Si ritrova così nella misteriosa cittadina di Silent Hill, già evocata da Sharon nei suoi sogni. Quando la bambina scompare, Rose si rende conto che l'atmosfera malsana che circonda [...] Vai alla recensione »

Lietta Tornabuoni
L'Espresso

L'estate dell’horror, genere prediletto dai ragazzi nella stagione senza scuola, è cominciata da un pezzo: si vedono una madre che ammazza i figli a colpi di mannaia (Il custode), un’universitaria che vomita coaguli di sangue sui libri (Shulter), un bambino che viene affogato (La spina del diavolo), una collezione di occhi strappati via con le unghie (Il collezionista di occhi), una bambina scomparsa [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati