Advertisement
«Una storia che rapisce e coinvolge». Il pubblico del FEFF rapito dal divertente I WeirDO

Presentato in prima mondiale al festival, il film taiwanese coinvolge gli spettatori. Ecco i commenti più belli. 

martedì 30 giugno 2020 - Far East Film Festival

La pandemia da COVID-19 ha sicuramente aiutato il pubblico a immedesimarsi nei protagonisti di I WeirDO, presentato in prima mondiale ieri sera al FEFF22, ma nella commedia taiwanese c’è molto di più. La storia è quella di Chen Po-ching, un ragazzo che soffre di disturbo ossessivo-compulsivo: deve continuare a lavarsi le mani e a disinfettare e pulire l'ambiente domestico. Vive una condizione di solitudine fino a quando conosce Chen Ching, una ragazza simile a lui in tutto e per tutto, con cui capisce di voler passare il resto della vita. 

Questa atipica storia d’amore ha rapito gli spettatori virtuali del festival, letteralmente conquistati dai due personaggi, come confermato da alcuni commenti scritti durante la visione: “Gioiello autentico, regia e sceneggiatura mirabili, uso del colore raffinatissimo. Storia che tocca il cuore.”. Un film che non ha solo divertito, ma ha anche fatto riflettere sui rapporti umani e sul bisogno delle persone di riconoscersi in qualcun altro. "Il film offre un interessante riflessione sulla vita di coppia e come cambia” scrive infatti uno spettatori". 

Il Far East Film Festival continua in streaming fino al 4 luglio.
GUARDA I FILM


Ecco i migliori commenti che hanno accompagnato la visione di I WeirDO:  

Linguaggio visivo molto forte, specie nella prima parte; fa sembrare gli altri film appartenenti a un'epoca passata; sottile e preciso nell'analisi dei due personaggi, non è un film su un disturbo (peraltro glorioso) ma piuttosto una storia d'amore, con le sue particolarità; tende a perdere progressivamente di efficacia e qualche momento di noia subentra, ma resta una bella prova.
Un lavoro divertente ma mai superficiale, riesce finalmente a trattare il disturbo psichico ossessivo compulsivo bene con appropriatezza dal lato psicologico individuale psichiatrico medico esistenziale, sociale e della coppia, mostrandone la sintomatologia e i risvolti drammatici in un film comico empatico interessante sempre essere uno e due dentro il doc e fuori doc ,normale /anormale,fino al gioco del rispecchiamento finale. Bello.
Storia d'amore sui generis, raccontata attraverso uno stile registico ricercato che richiama molto quello di wes anderson. Il tutto narrato con un tocco di ironia e leggerezza. chicca assolutamente da non perdere, non nascondo la commozione in alcuni momenti.
Che personaggi! Storia che rapisce e coinvolge, pur lasciando una nota d'amaro in bocca. Chi è normale?
Molto bello, intelligente, delicato, simpatico e colorato ma il finale aperto no!! Fosse finito in tragedia sarebbero state 5 stellette.
Intelligente, ricco di originalità, divertente e ben costruito. Il finale delude un pò, ma rimane uno dei film più originali visti in questo festival.
Il film è molto bello, soprattutto per la fotografia, e non solo, visto che la trama è originale e sorprendente. interessante anche la scelta del regista di cambiare inquadratura quando c'è la svolta del film. mi ha sorpreso la conclusione è ciò è positivo, perché spesso la seconda parte scivola nella banalità, ma non questa volta! Complimenti vivissimi al regista.
Tra i cinque film che abbiamo visto in questa edizione decisamente il migliore. Fotografia e recitazione magistrali, sceneggiatura originale, personaggi ben caratterizzati seguiti da una regia intelligente. La scelta di utilizzare uno smartphone non è soltanto un vezzo stilistico, bensì uno strumento comunicativo. Il doc qui viene raccontato con un occhio particolare alle relazioni umane e in maniera a tratti divertente. Bel mezzo per raccontare le difficoltà dei rapporti interpersonali. Film emozionante e visivamente bello da vedere.
Gioiello autentico...Regia e sceneggiatura mirabili...Uso del colore raffinatissimo...Storia che tocca il cuore...
È divertente ma fa anche riflettere sui rapporti umani
Film decisamente fresco, sicuramente per me il migliore finora, e probabilmente la proiezione che più attendevo dal trailer. Commedia dalle tinte leggermente surreali e alienanti, ma estremamente piacevole da vedere. ha un impatto estetico notevole, un ritmo incalzante e una regia accattivante e pittoresca. Bellissimo.
Dopo quasi dieci film visti, queste sono le mie prime 5 stelle. Regista pazzesco, abile nell'estetica, nella scelta dei colori, delle musiche, nel raccontare e coinvolgere. una montagna di emozioni trasmesse grazie ad una capacità comunicativa visiva straordinaria. Nelle scelte visive ricorda wes anderson ed ad alcuni tratti kubrick. questa pellicola deve arrivare assolutamente nelle sale!!! Mi ha ricordato l'originalità di castaway on the moondi lee hey-jun. Lo rivedrei ancora ed ancora,
Commedia sentimentale agrodolce dove il disturbo ossessivo dei protagonisti diventa metafora dei rapporti fra le persone quando in una relazione uno cambia e l'altro no, o l'innamoramento scema. Bella regia, fotografia, interpretazione.
Bello. la storia d'amore più reale che ho mai visto in una pellicola.
Film di colori complementari, come i personaggi. film di cambi rotta e di formati, di aperture e chiusure, di sliding doors e simmetrie infrante come sogni.


GUARDA I FILM DEL FEFF
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati