Advertisement
Golden Globe: vincono le idee

Gradite conferme e piacevoli novità per i premi assegnati alle serie televisive.
di Mattia Nicoletti

I vincitori
Julianna Margulies (Julianna Luisa Margulies) (54 anni) 8 giugno 1966, Spring Valley (New York - USA) - Gemelli. Interpreta Alicia Florrick nel film di Charles McDougall, James Whitmore Jr., Félix Enríquez Alcalá, Jim McKay The Good Wife.

martedì 19 gennaio 2010 - Televisione

I vincitori
Un commento a caldo porta di frequente a conclusioni affrettate. E affermare che i Golden Globe hanno premiato nel cinema ancora il più forte (Avatar) in un trionfo di marketing ed effetti speciali, e nella televisione semplicemente confermato i verdetti degli anni scorsi (a parte l'inserimento di Glee) è errato.
Nelle serie tv infatti chi ha raccolto i premi sono stati Mad Men, Dexter, 30 Rock e Glee (una menzione anche per The Good Wife, che ha riportato finalmente il legal drama sullo schermo). Le prime tre sono serie che sono arrivate almeno alla terza stagione, la quarta è invece la rivelazione dell'anno. In un'analisi non approfondita questo verdetto potrebbe condurre a una conclusione molto semplice: in un periodo di lack of creativity, come dicono gli americani, ovvero di mancanza di creatività, vincono la solidità e la certezza, con l'aggiunta di un pizzico di allegria canora. Non fa una piega. Se però ci spingiamo ad esaminare l'insieme dei premi e consideriamo il fatto che ripetersi è complesso, allora il giudizio cambia notevolmente.

Il trionfo delle idee
Andiamo per punti. In questi Golden Globe prima di tutto vincono le idee. Da Avatar a Tra le nuvole, da Glee a Mad Men, da Grey Gardens (miniserie HBO) a Dexter a emergere non è la messa in scena, o semplicemente la recitazione, ma prima di tutto i concetti che sono alla base dei singoli progetti. E quindi andiamo nuovamente a rivalutare la scrittura e gli sceneggiatori. Chi ha visto recentemente il primo episodio della sesta stagione di House si può essere reso conto di cosa significhi realizzare un prodotto mainstream di qualità elevatissima (per provocazione dichiariamo che avrebbe potuto essere proiettato nelle sale). Le serie televisive quindi continuano a innovare e a puntare sulle idee anche in periodo di crisi.

Ripetersi con successo
Il secondo punto è relativo alla difficoltà di ripetersi. Mad Men, 30 Rock e Dexter (quarta stagione strepitosa) si confrontano ogni anno con nuove serie, eppure continuano a conquistare premi. Se prendiamo il cinema sono pochissimi i sequel che superano il primo film (un'eccezione è Spider-man 2) perché ripetere un successo anche a livello qualitativo è molto complesso. Le serie premiate ci sono riuscite, perché hanno mantenuto la coerenza con l'idea iniziale e poi l'hanno sviluppata. In questa terza stagione, ad esempio, Mad Men ha affrontato i problemi dell'occupazione, le fusioni aziendali, l'evoluzione del lavoro e la capacità di mettersi in gioco, in un grande parallelo con il momento storico attuale.

La ventata d'allegria di Glee
Il terzo punto è relativo invece a Glee (dal 21 gennaio ogni giovedì su Fox alle 21. Dal 3 febbraio L'episodio pilota sarà in dvd) e all'entusiasmo che si porta dietro. Vedere l'intero cast sul palcoscenico al momento della consegna del Globe è stata una vera ventata di leggerezza e allegria, la stessa che vive il pubblico facendosi fotografare in gruppo con la "L" di loser (perdente) sulla fronte. Alcuni attori hanno dichiarato anche di volersi tatuare il logo di Glee sul corpo, e Mark Salling che interpreta Puck ha girato un video musicale che è un vero atto d'amore per la serie. Come ha dichiarato nel finale James Cameron "Noi facciamo il mestiere più bello del mondo, ammettiamolo. Ed è bello poter far divertire milioni di persone che guardano i nostri film".
L'entusiasmo e la passione sono fondamentali e chi partecipa a una serie ci crede realmente, perché ciò che fa diventa parte della sua vita.

Gallery


Christina Hendricks (45 anni) 3 maggio 1975, Knoxville (Tennessee - USA) - Toro. Interpreta Joan Holloway nel film di Tim Hunter, Andrew Bernstein, Phil Abraham, Lesli Linka Glatter, Alan Taylor Mad Men.
Il trionfo delle idee
Michael C. Hall - Acquario. Interpreta Dexter Morgan nel film di Marcos Siega, Keith Gordon, Steve Shill, Michael Cuesta, John Dahl Dexter.
Ripetersi con successo
La ventata d'allegria di Glee
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati