Dizionari del cinema
Quotidiani (1)
Periodici (2)
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
domenica 20 giugno 2021

Jerry Lewis

Il Dio della comicità

Nome: Joseph Jerome Levitch
Data nascita: 16 Marzo 1926 (Pesci), Newark (New Jersey - USA)

Data morte: 20 Agosto 2017 (91 anni), Las Vegas (Nevada - USA)
occhiello
È ora che inizi l'arrampicata: è lunga la salita, Axel... è lunga la salita per la luna.
dal film Arizona Dream (1992) Jerry Lewis  Leo
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Jerry Lewis

Il comico si è spento ieri a Las Vegas. Aveva 91 anni.

Jerry Lewis: picchiatello, ma che intelligenza

lunedì 21 agosto 2017 - Pino Farinotti cinemanews

Jerry Lewis: picchiatello, ma che intelligenza La conferma della portata di Jerry Lewis è di uno che conosce bene il cinema, Martin Scorsese, che nel 1983 scelse Lewis come co-protagonista, accanto a De Niro, in Re per una notte. Lewis faceva Jerry Langford, cioè se stesso. E se c'è qualcuno che possieda tutte informazioni e le misure del cinema è proprio Scorsese con le sue ispirazioni confessate dalle grandi scuole, svedese, francese, soprattutto italiana e quella della Hollywood dell'età dell'oro. Se ti dice che Jerry Lewis è uno dei più grandi, forse il più grande, è opportuno credergli. Le stagioni del comico sono lunghe e infinite, e rappresentano tutti i codici della comicità, ma legati da un denominatore che è soltanto di Lewis, che può essere risolto in questo modo: tutto ciò che rappresentava, coi gesti, con le parole, era semplice solo in apparenza, in realtà.Dietro c'erano significati, c'erano le cosiddette metafore che colpivano la cultura e la vita americana, là dove poteva essere colpita nelle sue debolezze, la corsa al denaro, al consumo, a un certo tran tran stereotipato, al rapporto fra i sessi, a quello coi media, alla dipendenza dall'analista. Un modello prevalente era il brutto anatroccolo che cerca di essere gradito agli "altri" ma viene allontanato -in questo c'era Charlot. E c'erano altri segnali pregressi, ma soprattutto futuri. Nel suo rapporto con Dean Martin che era il bello e il furbo Jerry era il brutto e lo scemo, e lì c'erano Laurel e Hardy, per l'"analista" sarebbe poi arrivato Woody Allen. Lewis era ebreo e quell'imprinting così forte non poteva che appartenergli, erano poi le regole dei vari Marx, prima, e dei Sellers, Allen, Crystal, Brooks, Wilder dopo. A molti non piaceva, dicevano, sembra un cartone animato, con quelle smorfie e quelle mosse elementari da guitto. Niente di più sbagliato, e niente di elementare, come ho scritto sopra.

prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 25 maggio
Roubaix, Une Lumière
martedì 11 maggio
Mi chiamo Francesco Totti
mercoledì 28 aprile
La prima donna
martedì 27 aprile
L'agnello
Imprevisti Digitali
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità