Il permesso - 48 ore fuori

Film 2017 | Noir +13 91 min.

Regia di Claudio Amendola. Un film Da vedere 2017 con Luca Argentero, Claudio Amendola, Giacomo Ferrara, Valentina Bellè, Antonino Iuorio. Cast completo Genere Noir - Italia, 2017, durata 91 minuti. Uscita cinema giovedì 30 marzo 2017 distribuito da Eagle Pictures. Oggi al cinema in 1 sala cinematografica Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,05 su 15 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Il permesso - 48 ore fuori
tra i tuoi film preferiti.




oppure

La storia di quattro detenuti durante le loro 48 ore di permesso. Verrà a galla la realtà di ciascuno di loro e di come questa li ha portati al carcere. Il film ha ottenuto 5 candidature ai Nastri d'Argento. In Italia al Box Office Il permesso - 48 ore fuori ha incassato nelle prime 2 settimane di programmazione 831 mila euro e 408 mila euro nel primo weekend.

Consigliato sì!
3,05/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 3,00
PUBBLICO 3,14
CONSIGLIATO SÌ
L'opera seconda di Claudio Amendola, a metà strada fra noir e analisi sociale.
Recensione di Giancarlo Zappoli
Recensione di Giancarlo Zappoli

Dal carcere di Civitavecchia escono con un permesso di 48 ore 4 detenuti: Rossana, 25 anni, arrestata in aeroporto per traffico di cocaina; il cinquantenne Luigi condannato per duplice omicidio che ha già scontato 17 anni di pena; Angelo, venticinquenne finito in prigione per una rapina compiuta con complici che non ha mai denunciato; Donato, 35 anni, condannato pur essendo innocente. Le due giornate verranno utilizzate da ognuno di loro per cercare di ritrovare e ritrovarsi nelle realtà che hanno lasciato da tempo.

Claudio Amendola al suo secondo film ha deciso di non tornare ai toni della sua opera d'esordio (una commedia) ma di affrontare una modalità di narrazione che sta fra il noir e l'analisi sociale.

I suoi quattro protagonisti hanno storie, età e culture differenti ma sono uniti dal luogo che, seppure temporaneamente, stanno lasciando. C'è chi ne conosce da lungo tempo la dura realtà e chi, perché più giovane, vede nell'uscita un'occasione per metterselo non solo idealmente alle spalle.

Nella sceneggiatura, scritta con Roberto Jannone e con Giancarlo De Cataldo, Amendola ha introdotto echi di storie che ha interpretato in passato e la sua attenzione verso un sottobosco metropolitano costituito da esseri umani segnati da una realtà violenta che sembra essere, anche grazie al carcere, entrata nei loro geni anche se vorrebbero potersene disfare. Sono così Luigi e Donato alla ricerca di una possibile futura stabilità familiare ma attratti magneticamente dal bisogno di far scorrere sangue, fosse anche il loro.

I due personaggi più giovani sono distanti anni luce sul piano sociale ma non hanno perso del tutto l'idea che un futuro diverso sia possibile anche se tutto (amici per Angelo e madre per Rossana) sembra muoversi in senso opposto. Amendola dirige con mano ferma l'interessante e multiforme cast e intreccia al montaggio le storie consentendo a due di esse di contaminarsi a vicenda.

Lascia però uno spazio eccessivo alla colonna sonora musicale che interviene (anche con canzoni) quando suoni e rumori (non necessariamente parole) sarebbero molto più efficaci. Non è pensabile che, con l'esperienza di attore di qualità che possiede, abbia temuto che alcune situazioni risultassero così deboli da dover essere sostenute con un soundtrack ad hoc anche perché ha messo insieme un cast di livello che ha saputo dare corpo alle emozioni che cercava senza bisogno di additivi superflui.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 5 aprile 2017
albydrummer

Sorpredente davvero,la regia di Amendla.Stavolta un vero film noir,molto forte e una storia violenta corale,di alcuni detenuti,che avendo due giorni di permesso,si ritrovano nello stesso vortice di violenza,e in situazioni molto drammatiche. Amendola oltre ad essere il regista ,è anche uno dei detenuti,che si troverà in una situazione abbastanza difficile,e la sua interpretazione è [...] Vai alla recensione »

martedì 4 aprile 2017
Super2davide

Il permesso è solido noir, diretto dal grande Claudio Amendola. Buona la fotografie, ottimo il montaggio/montaggio sonoro. Le interpretazioni sono altalenanti, abbastanza bravo Argentero e superlativo Amendola. Solida la sceneggiatura, anche se sono presenti alcune incertezze. La regia è ben fatta. In definitiva, un film che riesce a sorprendere e, a tratti, ad estasiare, ma non esemte [...] Vai alla recensione »

martedì 4 aprile 2017
Super2davide

Il permesso è solido noir, diretto dal grande Claudio Amendola. Buona la fotografie, ottimo il montaggio/montaggio sonoro. Le interpretazioni sono altalenanti, abbastanza bravo Argentero e superlativo Amendola. Solida la sceneggiatura, anche se sono presenti alcune incertezze. La regia è ben fatta. In definitiva, un film che riesce a sorprendere e, a tratti, ad estasiare, ma non esemte [...] Vai alla recensione »

martedì 4 aprile 2017
mauri67

Nel film di Claudio Amendola,si incrociano le vicende di Donato (Luca Argentero), Luigi (Claudio Amendola), Angelo (Giacomo Ferrara) e Rossana (Valentina Bellè), fuori dalla cella giusto il tempo di affrontare e, si spera, risolvere i problemi lasciati in sospeso. I due giovani del gruppo sono Angelo (Giacomo Ferrara) e Rossana (Valentina Bellè), lui ragazzo di borgata di estrazione [...] Vai alla recensione »

venerdì 21 aprile 2017
alberto

  La libertà è un concetto relativo, come tutto (purtroppo) nella vita: in questo caso uscire momentaneamente di prigione non è proprio una gioia per tutti, poiché come c'è chi non vede l'ora di fare passeggiate chilometriche e mangiare schifezze,così non mancano quelli consapevoli che tornare alla "normalità" significa anche [...] Vai alla recensione »

mercoledì 12 aprile 2017
Franky108

Il permesso è il secondo film che vede alla regia Claudio Amendola e racconta la storia di 4 persone accomunate dal fatto di aver ricevuto un permesso per uscire dal carcere di due giorni.Rossana, la cui attrice ricorda un po' Eva Green, è una ragazza di ricca famiglia che, come in ogni film/clichè, ha una madre che è più impegnata agli affari che a badare a lei e un autista/amico/figura paterna.

mercoledì 5 aprile 2017
Domenico Maria

Pur con qualche esitazione, assegno 4 stelle a una pellicola certamente non impeccabile, nondimeno personale e stimolante. Personalmente ci sento diverse suggestioni pasoliniane, a partire dalle ambientazioni sociali e territoriali, di una Roma e di una periferia degradata, habitat di una fascia sociale degradata,amorale e connotata da una quotidianità sospesa tra l'incubo e la ferocia. Vai alla recensione »

Frasi
Stavolta non ci beccano!
Una frase di Angelo (Giacomo Ferrara)
dal film Il permesso - 48 ore fuori - a cura di MYmovies.it
- Forse non lo avete capito! Io là dentro non ci torno!
- Tu torni in prigione perchè il tempo delle stronzate è finito!
- Che cazzo ne sai di come si sta lì dentro?
Dialogo tra Rossana (Valentina Bellè) - Charlotte (Valentina Sperlì)
dal film Il permesso - 48 ore fuori - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 30 marzo 2017
Roberto Nepoti
La Repubblica

Già tra i protagonisti del film tratto dal libro di Giancarlo De Cataldo Suburra, Claudio Amendola fa squadra con lo scrittore per un noir che ha co-sceneggiato con lui, diretto e interpretato. Quattro detenuti del carcere di Civitavecchia ottengono un permesso di 48 ore: tempo breve, quanto denso di avvenimenti e pericoli. Stanco di crimini, Luigi scopre che suo figlio si è messo nei guai con la [...] Vai alla recensione »

giovedì 30 marzo 2017
Chiara Nicoletti
Il Dubbio

Vendetta, redenzione, riscatto, amore. Una volta usciti ognuno di loro dovrà fare i conti con il mondo che è cambiato mentre erano dentro", così recita la trama di Il Permesso - 48 ore fuori, il secondo film di Claudio Amendola da regista, in uscita oggi. 48 ore di permesso per quattro personaggi le cui storie si intrecciano, quattro persone uscite dal carcere per soli due giorni, costrette a riaprire [...] Vai alla recensione »

giovedì 6 aprile 2017
Antonello Catacchio
Il Manifesto

Claudio Amendola aveva felicemente stupito con la commedia La mossa del pinguino. Ora presenta il suo secondo film da regista Il permesso - 48 ore fuori. Siamo in territorio noir partendo dal carcere di Civitavecchia. Da lì escono 4 detenuti per un permesso. Luigi (Amendola) è in galera per duplice omicidio, Donato è dentro perché è stato incastrato da innocente, Angelo sconta la condanna per una [...] Vai alla recensione »

venerdì 31 marzo 2017
Massimo Bertarelli
Il Giornale

E bravo Claudio Amendola. Quattro anni dopo l'ottimo esordio nella regia con La mossa del pinguino, ecco il riuscito bis. Là era una commedia, qui un noir, uniti dalla stessa malinconia di fondo. Quattro detenuti, tra loro sconosciuti, escono con un permesso di 48 ore. Il maturo omicida Luigi vuole salvare il figlio, nei guai con un boss. L'ex pugile Donato cerca la moglie, finita in un brutto giro. [...] Vai alla recensione »

giovedì 30 marzo 2017
Alessandra Levantesi
La Stampa

Italia, paese da romanzo criminale? Di certo il cinema nostrano torna frequentemente sul tema, anzi si può dire che nell'ultimo decennio, da Gomorra a Suburra, sia nato un vero filone nostrano di gangster story con sue distintive caratteristiche e un teatro di personaggi che svariano dai cattivi veri ai cattivi che hanno un cuore e persino un codice morale.

giovedì 30 marzo 2017
Valerio Caprara
Il Mattino

Con "Il permesso" il produttore Claudio Bonivento e il regista/protagonista Claudio Amendola confermano d'essere uomini di cinema attrezzati, appassionati e anche temerari nel rifiutarsi alle forche caudine dell'incasso prenotato. Non tutto funziona a mille in questo crudo noir metropolitano, forse a causa di una sceneggiatura corredata da troppe uscite di sicurezza retorico-melodrammatiche, ma il [...] Vai alla recensione »

giovedì 30 marzo 2017
Anna Maria Pasetti
Il Fatto Quotidiano

Uscire per qualche ora, il necessario per (tentare di) non rientrare. E il destino di quattro detenuti in permesso, ciascuno diretto alla disperata soluzione di questioni sospese. Diversi per età, provenienza e crimine, Luigi, Donato, Angelo e Rossana immaginano un futuro "fuori" metabolizzato dal "dentro". Alla sua seconda regia, Amendola raccoglie le suggestioni di un soggetto di Giancarlo De Cataldo [...] Vai alla recensione »

NEWS
SPLENDOR
sabato 22 aprile 2017
 

Luoghi e viaggi nella tredicesima puntata della terza stagione di Splendor, spazio di intrattenimento culturale condotto da Mario Sesti che ha ospitato per questo nuovo appuntamento gli attori Elena Radonicich e Giacomo Ferrara, e lo street artist Lucamaleonte [...]

SPLENDOR
sabato 8 aprile 2017
 

Gli attesi ospiti della nuova puntata di Splendor sono tre volti celebri e apprezzati: Claudio Amendola, Massimiliano Gallo e Carolina Crescentini; ai microfoni di una trasmissione di cinema che irradia in tutta la cultura, condotta da Mario Sesti, hanno [...]

TRAILER
giovedì 19 gennaio 2017
 

Dal carcere di Civitavecchia escono con un permesso di 48 ore 4 detenuti: Rossana, 25 anni, arrestata in aeroporto per traffico di cocaina; il cinquantenne Luigi condannato per duplice omicidio che ha già scontato 17 anni di pena; Angelo, venticinquenne [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati