The Pills - Sempre meglio che lavorare

Acquista su Ibs.it   Dvd The Pills - Sempre meglio che lavorare   Blu-Ray The Pills - Sempre meglio che lavorare  
Un film di Luca Vecchi. Con Luca Vecchi, Luigi Di Capua, Matteo Corradini, Mattia Coluccia, Margherita Vicario.
continua»
Commedia, Ratings: Kids+13, durata 90 min. - Italia 2016. - Medusa uscita giovedì 21 gennaio 2016. MYMONETRO The Pills - Sempre meglio che lavorare * * - - - valutazione media: 2,44 su 17 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato nì!
2,44/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * - -
 critica * * - - -
 pubblico * * 1/2 - -
   
   
   
I trentenni di oggi non trovano lavoro, non riescono ad emanciparsi e di questo sono terribilmente affranti. I The Pills no.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Da Youtube al grande schermo: i The Pills riescono nell'impresa con un film dall'assunto originale e dalla trama scorrevole e divertente
Paola Casella     * * * - -

Da bambini Luca, Luigi e Matteo hanno giurato solennemente di non lavorare, mai. A quasi trent'anni i tre mantengono fede alla promessa fatta, condividendo un appartamento di Roma Sud senza svolgere alcuna attività produttiva, bevendo litri di caffè e cazzeggiando intorno al tavolo della cucina. Ma Luigi viene colto da una "crisi di mezza età" e cerca di tornare ai tempi delle occupazioni liceali; Matteo scopre che il padre posta foto su Instagram per dare una svolta creativa alla sua vita di idraulico; e Luca si innamora di una ragazza che trova eccitante che lui lavori.
Da Youtube al grande schermo Luca Vecchi (che è anche regista del film), Luigi Di Capua e Matteo Corradini, ovvero The Pills, cercano di ricreare l'entusiasmo delle legioni di fan che hanno seguito le loro web serie e le loro conduzioni televisive. Il tentativo è per lo più riuscito, anche se la narrazione ci mette un bel po' a carburare e a centrare il concetto base, ovvero il ribaltamento dell'assunto (termine scelto non a caso) secondo cui tutti i giovani sarebbero alla ricerca matta e disperatissima di un lavoro, preferibilmente a tempo indeterminato. Per The Pills invece il lavoro è il nemico da evitare come la peste, corruttore di sogni irrealizzabili e di coscienze nichiliste. Dunque chiunque vi si dedichi, come gli immigrati, diventa un pericolo, non perché "rubi il posto agli italiani" ma perché è un esempio di produttività indefessa. Luca però perde temporaneamente il senno e si trasforma in un Clyde dell'impiego occasionale per far contenta la sua Bonnie (molto ben interpretata da Margherita Vicario). Riusciranno Luigi e Matteo a recuperarlo, come Michael cerca con Niki ne Il cacciatore?
In positivo c'è la trama, che (a partire dal secondo terzo del film) è ben costruita, scorrevole e divertente. Funzionano bene anche la presenza scenica di Luca Vecchi e la sua disinvoltura dietro la cinepresa, che allarga l'inquadratura dal rettangolo web alla parete cinematografica attraverso leggeri adeguamenti che non deludono le aspettative dei fan ma si smarcano da certi vezzi da youtuber. In negativo c'è la differenza fra l'appeal cinematografico di Vecchi e quello dei suoi compagni di avventura, l'uno (Corradini) funestato da una grande somiglianza con il Luca Marinelli di Non essere cattivo (film di cui a tratti quello di The Pills sembra un'involontaria parodia), l'altro (Di Capua) appesantito da manierismi web e da una recitazione alla Notte prima degli esami che è sì congruente con il suo personaggio (supremamente efficace quando mima Silvio Muccino dei film del fratello Gabriele) ma troppo "antica" per un cinema che dovrebbe trovare nella sperimentazione linguistica la sua leva di potere.
È proprio in questo che The Pills, pur apprezzabile nelle sue innovazioni, talvolta "stanca": perché il parlaparla che funziona sul web annoia e il narcisismo che lo accompagna al cinema irrita. Anche il citazionismo cinematografico rischia di attingere troppo spesso al gusto parodistico da web serie. Se invece The Pills staranno attenti a lasciarsi le "smanettate" alle spalle per procedere verso un futuro pienamente cinematografico al loro pubblico si aggiungerà senza sforzo anche quello generalista.

Incassi The Pills - Sempre meglio che lavorare
Primo Weekend Italia: € 357.000
Incasso Totale* Italia: € 517.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 31 gennaio 2016
Sei d'accordo con la recensione di Paola Casella?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
44%
No
56%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * - - -

Convince a metà

lunedì 25 gennaio 2016 di Kingsley 71

Premetto di essere un fan dei the pills, apprezzo molto la loro comicità e i loro video. Appunto per questo sono un rimasto un po' deluso dal film. non dico che sia pessimo, però ha dei notevoli difetti, a parer mio. La trama è debole, non regge per tutta l'ora e mezza della durata , si ha quasi l'impressione di assistere a un loro video allungato. Si ride, ci sono delle trovate geniali quello si, ma non è abbastanza per fare un film. In alcuni punti c'è noia, solo noia. non c'è ritmo nel racconto( continua »

* * * * -

Il "clerks" di roma anni 2000

sabato 6 febbraio 2016 di clavil

Premetto che, nonstante io sia decisamente grandicello per immedesimarmi in un film di 30enni dall'alto della quarantina appena passata, il mio giudizio è di parte perchè trovo che gli spunti del terzetto romano siano sempre originali e fuori dagli schemi, e che dietro una parvenza di comicità un po' sgangherata da web serie ci sia in realtà una grande capacità di usare un linguaggio "cinematografico" nuovo, che magari proprio per questo può risultare indigesto al primo contatto. Tuttavia devo dire continua »

* * * * -

"the pills" nuove emozioni del cinema italiano.

domenica 24 gennaio 2016 di EdmondoMariorenzi

Uscito dalla sala sono stato con un senso di malinconia che tutt'ora mi pervade,della serie "dopo questo mi devo solo spará in bocca". Complimenti per il film,la regia e i piani sequenza sono davvero bellissimi,hanno del notevole,i The Pills hanno saputo usare i colori nel modo giusto,la regia è stata quasi impeccabile,si nota la produzione e il cambio di regia in un formato digitale di nuova generazione e la cosa non dispiace affatto seppure la cerchia dei fan di questi ragazzacci non vi fosse continua »

* * * * -

Fa ridere. che altro bisogna dire?

martedì 26 gennaio 2016 di Pacana'

Il film fa fare molte risate, franche e rumorose. L’ironia è intelligente, la comicità mai banale, e già il primo fotogramma ci mostra un'idea originale. Per me, questo basta e avanza per farne un film che non solo va visto, ma che è una rarità nel cinema comico contemporaneo (anche straniero: altro che Apatow…). Come si sa, non ha la tessitura compiuta di un film “vero”; è inevitabile, quindi, che abbia dei momenti di stasi. Ma in questo è l’erede di tanti film d’esordio di comici, tipo Ricomincio continua »

Matteo Corradini
"Io ho la stessa voglia di spaccare il mondo di prima... Nessuna"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | The Pills - Sempre meglio che lavorare

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 25 maggio 2016

Cover Dvd The Pills - Sempre meglio che lavorare A partire da mercoledì 25 maggio 2016 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd The Pills - Sempre meglio che lavorare di Luca Vecchi con Luca Vecchi, Luigi Di Capua, Matteo Corradini, Mattia Coluccia. Distribuito da Warner Home Video. Su internet Pills. Sempre meglio che lavorare (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film The Pills - Sempre meglio che lavorare

The Pills, dal web la comicità meno "buonista" di Checco Zalone

di Paolo D'Agostini La Repubblica

A imparentare The Pills con Quo vado? che ha già trascinato nei cinema otto milioni di italiani, c'è il marchio produttivo di Pietro Valsecchi, lo stesso di I soliti idioti.Esplosi negli ultimi anni come fenomeno web e poi passati anche in tv, Luca Vecchi, Matteo Corradini e Luigi Di Capua incarnano l'idea del trentenne abbarbicato all'adolescenza, vitellone e nullafacente. Nel film (pur non essendo mai i talenti comici "nativi" cinematografici, tutti desiderano approdare al grande schermo) riversano struttura e spirito dei loro sketch. »

Pills, c'è vita oltre il web

di Fulvia Caprara La Stampa

Intorno al tavolo della cucina, tra una «canna» e un caffè, Luca Vecchi, Luigi Di Capua e Matteo Corradini, YouTuber da 22 milioni di visualizzazioni, mettono in scena la stralunata rassegnazione di tre amici trentenni, teorici dell'«immobilismo post-adolescenziale», decisi a conservare la loro condizione di disoccupati senza qualità. Privi di ideali, alti o bassi che siano, ma ferratissimi sul fronte del gergo e delle manie generazionali, come su quello dei riferimenti cinematografici (dai cartoni della Warner a Nanni Moretti), i protagonisti di The Pills - Sempre meglio che lavorare vedono il loro (dis)equilibrio andare in frantumi quando Luca sperimenta per la prima volta l'ebbrezza del lavoro. »

L'asmatica ironia dei tre Pills

di Massimo Bertarelli Il Giornale

Su Youtube vanno alla grandissima da anni i PilIs. Ma un conto sono le fulminee apparizioni sul web, un altro è il cinema. Storia vecchia e errore comune a troppi. Le avventure dei tre inesauribili cazzeggiatori della periferia romana fanno ridacchiare, niente di più. Resta da vedere se i loro fan si sbellicheranno anche in sala. Da ricordare una battuta, su cui forse saranno d'accordo solo i giornalisti: «Con la sveglia alte sette e mezza è una vita che non vale la pena di essere vissuta». Da »

Dal web al grande schermo "The Pills" fanno un bel salto

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Ammettiamolo, per mezz'ora ci siamo quasi annoiati. Tutto qui pensavamo? Tutta quell'inventiva sul web, tutto quel divertimento (basterebbe il Monnezza girato alla Wes Anderson...), e poi al cinema ci scodellate un compitino sui tre simpatici fancazzisti di Roma Sud, un Ecce bombo post-ecstasy, post-Fornero, post-tutto, diviso tra colore e bianco e nero, citazioni e tormentoni, nostalgia dell'infanzia e grigiore della vita adulta (si fa per dire)? Benissimo, sbagliavamo. Perché a un certo punto Luca, Luigi e Matteo vanno a una festa "giusta" e tutto cambia. »

The Pills - Sempre meglio che lavorare | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Paola Casella
Pubblico (per gradimento)
  1° | kingsley 71
  2° | lcbrasi
  3° | en_rov
  4° | clavil
  5° | no_data
  6° | edmondomariorenzi
  7° | pacana'
Trailer
1 | 2 |
Link esterni
Facebook
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 21 gennaio 2016
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità