Mr. Robot - Stagione 1

Film 2015 | Drammatico 49 min.

Anno2015
GenereDrammatico
ProduzioneUSA
Durata49 minuti
Regia diSam Esmail, Jim McKay, Tricia Brock, Deborah Chow, Nisha Ganatra, Niels Arden Oplev, Christoph Schrewe
AttoriChristian Slater, Rami Malek, Portia Doubleday, Carly Chaikin, Martin Wallström Sunita Mani, Michel Gill, Ben Rappaport, Frankie Shaw, Ron Cephas Jones, Stephanie Corneliussen, Azhar Khan, Gloria Reuben, Michael Drayer, Michael Cristofer, Aaron Takahashi, Aidan Liebman, Vaishnavi Sharma, Michele Hicks, Bruce Altman, Jeremy Holm, Grace Gummer, Brian Stokes Mitchell, Sakina Jaffrey, Elliot Villar, Nadia Gan, Rick Gonzalez, Randy Harrison, B.D. Wong, Don Sparks, Kenneth Lee, Edward James Hyland, Mark Lotito, Armand Schultz, Nick Mills, Samrat Chakrabarti, Susan Pourfar, William Cote, Aimee Spring Fortier, Jas Anderson, Richard Bekins, Tyler Graham, Adrienne Lovette, James P. Rees, Michael Buscemi, Tom Riis Farrell, Emma Gordon, Gabriel Hansen, James Brown III, Chester Jones III, Teodorina Bello, Eric Martin Brown, Jack Corbin, Fang Du, Alvin Keith, Brian Edwards, Mark McGann, Hannah Cabell, Amr El-Bayoumi, Stephen Friedrich, Olli Haaskivi, Sara King, Justin Morck, Sue-Anne Morrow, Gigi Stone, Eric Bryant, Megan Channell, Qurrat Ann Kadwani, Robert Keiley, Elijah Richardson, Justin Sargent, Brian Sills, Mitchell Winter, Kaitlin Large, Asa Somers, Ed Trucco, Joseph Ademola Adeyemo, Bridget Dolan, Gregory Konow, Lorrie Odom, Andrew Pang, John Hemphill, Stephen Lin, David Little, Adrian Matilla, Therese Plaehn, Josh Banks, Mick O'Rourke, Kareem Savinon, Ebrahim Jaffer, David H. Holmes, Brett G. Smith, Chantal Maurice, Annika Pergament, Tony Dalesandro, Adam Zolotin, Ismael Peter Casillas III.
MYmonetro

Regia di Sam Esmail, Jim McKay, Tricia Brock, Deborah Chow, Nisha Ganatra, Niels Arden Oplev, Christoph Schrewe. Una serie con Christian Slater, Rami Malek, Portia Doubleday, Carly Chaikin, Martin Wallström. Cast completo Genere Drammatico - USA, 2015, durata 49 minuti.

Condividi

Aggiungi
Mr. Robot - Stagione 1
tra i tuoi film preferiti.




oppure

La prima stagione della serie che racconta le vicende di un giovane ingegnere informatico di New York che lavora come esperto di sicurezza informatica. Ha vinto 2 Golden Globes.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES N.D.
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO N.D.

Il tuo browser non supporta HTML5 video. Usa Google Chrome!

Da Kubrick a Fight Club, tutte le ispirazioni di Mr. Robot.
Andrea Fornasiero
lunedì 13 marzo 2017
Andrea Fornasiero
lunedì 13 marzo 2017

Apparsa a sorpresa quasi come un UFO a turbare il rassicurante panorama dei "blue-sky drama" che hanno sempre caratterizzato il canale USA Network (titoli come: Graceland, Royal Pains, White Collar, In Plain Sight), nel 2015 Mr. Robot introduce nel canale uno sguardo nerissimo, disincanto e pessimista, sulla società contemporanea.
La serie racconta il mondo degli hacker e della ribellione alla concentrazione di potere del capitalismo 2.0 con spirito genuinamente rivoluzionario, cogliendo lo zeitgeist di movimenti come Occupy Wall Streer e Anonymous. Il protagonista, Elliot Anderson, è un programmatore geniale, che viene reclutato dal misterioso Mr. Robot nel suo gruppo rivoluzionario, la FSociety. Insieme a loro partecipa a un elaborato piano per cancellare il debito accumulato dai milioni di cittadini con il braccio bancario della E Corp. Elliot, che soffre di schizofrenia, fa uso di droghe pesanti e parla spesso in voice over, chiama la società Evil Corp e ne fa il simbolo di tutti i mali del mondo moderno.

"Il tono a cui ho sempre associato la serie è quello dei thriller dei tardi anni 90. Se7en, Fight Club, The Game, di David Fincher, e pure I soliti sospetti, Il sesto senso... fu davvero un grande periodo. Oggi quei film di medio budget non si vedono più [...] Potrebbe essere stata l'ultima grande era dei thriller paranoici"
Sam Esmail

Se tutto questo ricorda molto da vicino Fight Club, aggiornato nell'era del web, non è certo un caso. Sam Esmail, l'autore della serie, riconosce di essersi largamente ispirato al film di Fincher per la prima stagione, tanto da aver anche dichiarato l'omaggio usando, alla fine del nono episodio, uno stesso brano musicale: Where Is My Mind dei Pixies.

La citazione di questi titoli da parte di Esmail di nuovo non arriva a caso, per esempio nel primo episodio di Mr. Robot Elliot, parlando con la sua analista, si lancia in un'invettiva ispirata da vari dettagli della stanza in cui si trova, come Kaiser Sose aveva costruito la propria storia in I soliti sospetti prendendo ispirazione da una bacheca durante l'interrogatorio. Inoltre sia The Game, sia Il sesto senso fanno parte di quel filone costruito su un colpo di scena che ribalta quello che ci è stato mostrato, chiedendoci quindi di riconsiderare ciò a cui abbiamo assistito, in sostanza di rivedere il film. Una struttura che allora andava molto di moda, questa del cinema detto anche mindbender, e che sicuramente Mr. Robot fa propria, conservandola anche nella seconda stagione (vedi articolo) dove sono superati i debiti verso Fight Club. Per altro tipo di gioco con lo spettatore si era già visto in Tv con Lost ed è tornato di grande attualità, dopo Mr. Robot, con serie come Westworld e Legion.

Un altro elemento ripreso dai thriller di quel periodo è sicuramente American Psycho, dove la sociopatia del protagonista sembra essere stata pienamente ereditata da Tyrell Welling. Il Vice Presidente della E Corp infatti è mosso da un inestricabile groviglio di delirio di onnipotenza, paranoia e frustrazione, quest'ultima così radicata cercare sfogo ben oltre le pratiche BDSM tra le mura domestiche fino a sfociare nell'omicidio.

Tra le altre citazioni, tutte riconosciute da Esmail, segnaliamo Kubrick e in particolare Arancia Meccanica per la voce over oltre che per il gusto simmetrico della messa in scena. Il primo episodio presenta poi un dialogo sulla rivoluzione su una ruota panoramica, un po' come nel Terzo uomo di Carol Reed con Orson Welles, e ovviamente il nome Tyrell rimanda alla corporation di Blade Runner.

Il titolo contiene poi una citazione implicita nel font utilizzato, lo stesso della software house SEGA, che era all'apice del proprio successo proprio negli anni 90. Esmail spiega di aver voluto creare una giustapposizione tra l'effetto nostalgico del font e la contemporaneità radicata nella serie: un immediato ed evidente contrasto tra l'era analogica e quella digitale.

La prima stagione della serie, anche se Esmail non ha mai citato il film, sembra vicina anche al thriller tedesco Who Am I? dedicato proprio al mondo degli hacker e a sua volta ispirato a Fight Club. Al di là di diverse similitudini, il film e la serie divergono però nella risoluzione - in Who Am I? sembra esserci una personalità dissociata all'opera ma la paranoia si rivela poi una messa in scena - e soprattutto nella rappresentazione delle pratiche di hackeraggio, su cui Esmail è estremamente rigoroso

La prima stagione di Mr. Robot, oltre a diversi premi ai Golden Globes e agli Emmy, ha ottenuto anche apprezzamenti da figure di assoluto rilievo come Matthew Weiner, l'autore di Mad Men, Damon Lindelof, il principale showrunner di Lost e l'autore di The Leftovers, e Steven Soderbergh, che con The Knick ha fatto da apripista a Esmail per ottenere la regia di tutti gli episodi della seconda e della terza stagione. Del resto la prima annata è solo l'inizio del viaggio di Mr. Robot, un primo atto che riconosce le proprie fonti d'ispirazione per andare oltre e tracciare una propria e più personale strada nelle stagioni successive.

Sei d'accordo con Andrea Fornasiero?
L'hackeraggio non è mai stato così appassionante.

Serie televisiva che racconta le vicende di Malek, un giovane ingegnere informatico di New York che lavora come esperto di sicurezza informatica. Affetto da un disturbo antisociale, e dipendente dalla morfina, il ragazzo è pesantemente paranoico e soffre di allucinazioni che lo fanno vivere in un costante stato di ansia. Nella vita privata è uno stalker informatico che tratta le persone come computer da hackerare per scoprirne i segreti più intimi e spesso agendo come una sorta di giustiziere informatico. Un giorno viene avvicinato da Mr. Robot, un misterioso anarchico-insurrezionalista, che lo invita a far parte di un gruppo di hacktivisti conosciuti con il nome di fsociety. Il manifesto di fsociety è liberare l'umanità dai debiti con le banche e smascherare i corruttori che stanno distruggendo il mondo.

NEWS
CELEBRITIES
martedì 21 marzo 2017
Andrea Fornasiero

Classe 1977, americano figlio di genitori egiziani, Sam Esmail esordisce con il lungometraggio Comet nel 2014. Non ha successo né al botteghino né per la critica, ma dà inizio alla collaborazione di Esmail con Anonymous Content, la stessa compagnia che [...]

SERIE TV
giovedì 3 marzo 2016
 

Sette statuette, tra Golden Globes e Critics Choice Awards, la rendono la serie più premiata dell'anno. Dal 3 marzo Mr. Robot arriva su Premium Stories, ogni giovedì in prima serata con due episodi. Una serie che nasce dalla delusione del suo creatore [...]

winner
miglior serie televisiva drammatica
Golden Globes
2016
winner
miglior attore secondario serie miniserie film tv
Golden Globes
2016
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati