Un sapore di ruggine e ossa

Acquista su Ibs.it   Dvd Un sapore di ruggine e ossa   Blu-Ray Un sapore di ruggine e ossa  
Un film di Jacques Audiard. Con Marion Cotillard, Matthias Schoenaerts, Armand Verdure, Céline Sallette, Corinne Masiero.
continua»
Titolo originale De rouille et d'os. Drammatico, durata 120 min. - Belgio, Francia 2012. - Bim uscita giovedì 4 ottobre 2012. MYMONETRO Un sapore di ruggine e ossa * * * - - valutazione media: 3,28 su 58 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,28/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * * - -
   
   
Il regista Audiard e l'attrice Cotillard insieme per un film intenso e sentimentale.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un film a tinte forti temperato da una scrittura in levare
Marianna Cappi     * * * - -

Nel nord della Francia, Ali si ritrova improvvisamente sulle spalle Sam, il figlio di cinque anni che conosce appena. Senza un tetto né un soldo, i due trovano accoglienza a sud, ad Antibes, in casa della sorella di Alì. Tutto sembra andare subito meglio. Il giovane padre trova un lavoro come buttafuori in una discoteca e, una sera, conosce Stephane, bella e sicura, animatrice di uno spettacolo di orche marine. Una tragedia, però, rovescia presto la loro condizione.
A partire da alcuni racconti del canadese Craig Davidson, Audiard e Thomas Bidegain, già coppia creativa nel Profeta, traggono un racconto cinematografico a tinte forti, temperate però da una scrittura delle scene tutta in levare. La trama e la regia sono estremamente coerenti nel seguire uno stesso rischiosissimo movimento, che spinge il film verso il melodramma e non solo verso la singola tragica virata del destino ma verso la concatenazione di disgrazie, salvo poi rientrare appena in tempo, addolcire l'impatto della storia con "la ruggine" di un personaggio maschile straordinario, per giunta trovando un appiglio narrativo che tutto giustifica e tutto rilancia. Un equilibrismo che può anche infastidire ma che rende il film teso, malgrado alcune mosse prevedibili.
Come spesso, nella filmografia di Audiard, corpo e spirito fanno tutt'uno, si ammaccano e si rimarginano insieme, senza bisogno di troppe parole: al contrario, la comunicazione, specie quella femminile, passa attraverso un linguaggio muto ma intimamente comprensivo (qui è Stef che "parla" con l'animale ma anche il "dialogo" sessuale che si approfondisce senza l'uso di parole).
La macchina da presa del regista non è certo invisibile e le tesi, dietro il suo modo di filmare, sono sempre molto evidenti. Questo film non fa eccezione e anzi spinge più che mai sui contrasti manichei tra bellezza e squallore, forza e debolezza, spirituali e letterali, fin quasi alla maniera. Ma raggiunge un risultato non scontato laddove, pur essendo in realtà un lavoro molto scritto, dove tutto, fin dal primo istante, è pensato per tornare a domandar vendetta, la direzione degli attori e la qualità dei dialoghi ci distraggono magistralmente, facendo sì che non ce ne accorgiamo quasi mai. La capacità del miglior cinema di Audiard di scartarsi da un percorso troppo rigido o incline alla retorica, questa volta non si manifesta né a livello di soggetto né di regia ma si ritrova più sottilmente nelle pieghe della messa in scena, nei gesti e nelle espressioni degli attori.

Incassi Un sapore di ruggine e ossa
Primo Weekend Italia: € 189.000
Incasso Totale* Italia: € 425.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 21 ottobre 2012
Sei d'accordo con la recensione di Marianna Cappi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
67%
No
33%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Un sapore di ruggine e ossa

premi
nomination
Golden Globes
0
2
David di Donatello
0
1
Cesar
4
9
BAFTA
0
2
* * * * -

Il corpo con il suo linguaggio armonico e virile.

mercoledì 17 ottobre 2012 di RONGIU

Un'orca; la sua addestratrice Stephanie \ Marion Cotillard /; il buttafuori Alì \ Matthias Schoenaerts / ed il suo figlioletto Sam \ Armand Verdure /; un terribile, tragico incidente. I protagonisti Davidsoniani hanno caratteristiche psicologiche forti, non si nascondono, sono decisamente esposti. Insomma, rischiano sempre ed in prima persona. Audiard \ regista / ha animato due personaggi fino ad oggi “nascosti” in un libro. \ Craig Davidson - Ruggine e ossa - Giulio Einaudi editore / Film continua »

* * * * -

Ruggine, ossa e resurrezione

sabato 20 ottobre 2012 di Writer58

Attenzione: nella recensione vengono fornite anticipazioni sulla trama del film. Di questo film ("Un sapore di ruggine e ossa", quinta prova di Jacques Audiard) mi ha colpito la totale mancanza di retorica e di sentimentalismo. Eppure la materia trattata si prestava a una narrazione melodrammatica, dalle tinte forti e dagli effetti convenzionali. La vicenda si svolge ad Antibes, nella Costa Azzurra, un luogo di vacanze per gente facoltosa, cittadina mostrata nei suoi aspetti meno appariscenti, continua »

* * * * -

Quando la più spessa ruggine diventa ossa.

giovedì 29 maggio 2014 di Diana J.

Può il ferro, divenuto ruggine con l'influsso degli agenti atmosferici, ritornare com'era prima? Sebbene ciò sia chimicamente impossibile, umanamente non lo è. Alì, ragazzo padre diviso tra il lavoro di buttafuori e i combattimenti di box clandestini, "si trascina dietro" la sua vita con rabbia e rancore. Divenuto oramai impermeabile ad ogni forma di sentimento umano, trascura e maltratta il figlio unicamente bisognoso dell'affetto del suo papà, usa le donne come rapido ed efficace rimedio ai suoi continua »

* * * * -

Grande audiard !!!

giovedì 4 ottobre 2012 di cirokisskiss

 Audiard ha stile da vendere e lo si nota anche nelle sequenze più grezze , nelle inquadrature più confusionarie, tutto ha un senso e tutto è in perfetta funzione all'empatia che si cerca di creare intorno a questa storia di due anime completamente diverse una dall'altra, ma che allo stesso tempo si completano e si respingono. Audiard sa come raccontarci questa storia, sa scavare nel profondo, sa coinvolgere e lo fa senza cadere nel banale, utilizzando quel suo continua »

Alì
"La mano dell'uomo ha ventisette ossa, alcuni primati ne hanno di più. Il gorilla ne ha trentadue, cinque per ogni pollice. Nell'uomo sono ventisette. Ti rompi un braccio, ti rompi una gamba e in men che non si dica l'osso si calcifica e si salda di nuovo. Alla fine sarà anche più forte di prima. Ma, se ti rompi un osso della mano, puoi stare sicuro che non si aggiusterà mai del tutto. Prima di un incontro ci penserai, a ogni colpo che tiri ci penserai. Farai attenzione. Ma all'improvviso il dolore tornerà, come punti di aghi, come un vetro rotto."
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Stephanie (Marion Cotillard)
"Se vuoi andare avanti dobbiamo fare le cose per bene: è di gentilezza che sto parlando…"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Stephane
"Opè?"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Un sapore di ruggine e ossa

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 20 febbraio 2013

Cover Dvd Un sapore di ruggine e ossa A partire da mercoledì 20 febbraio 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Un sapore di ruggine e ossa di Jacques Audiard con Marion Cotillard, Matthias Schoenaerts, Bouli Lanners, Céline Sallette. Distribuito da Rai Cinema - 01 Distribution. Su internet sapore di ruggine e ossa (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 7,99 €
Aquista on line il dvd del film Un sapore di ruggine e ossa

INTERVISTE | Un sapore di ruggine e ossa, fluido e imprevedibile come la vita.

La scienza dell'adattamento di jacques audiard

lunedì 1 ottobre 2012 - Gabriele Niola

La scienza dell'adattamento di Jacques Audiard Arriva, si siede, poggia il suo Fedora sul tavolo e chiede se può accendersi la pipa. Spesso i registi assomigliano ai film che fanno, alla stessa maniera con la quale i padroni di cani alle bestie che possiedono. Jacques Audiard sembra uscito da un film di Jacques Audiard. È uno dei più grandi registi in attività ma potrebbe essere una comparsa o uno scommettitore di combattimenti illegali del suo ultimo film, Un sapore di ruggine e ossa, passato allo scorso festival di Cannes e in uscita questa settimana al cinema e su MYMOVIESLIVE!.

   

NEWS | Il 3 ottobre in ANTEPRIMA WEB alle 21:30 e dal 4 ottobre al cinema.

Su mymovieslive!

mercoledì 3 ottobre 2012 - a cura della redazione

Un sapore di ruggine e ossa su MYMOVIESLIVE! Lui è il padre del piccolo Sam, il figlio di cinque anni che ha da sempre trascurato. Lei è l'animatrice di uno spettacolo di orche marine, affronta la vita con coraggio ed entusiasmo. Dopo essersi conosciuti una sera in discoteca, in cui Ali lavora come buttafuori e Stephane frequenta per ballare e divertirsi, i due si ritrovano dopo qualche tempo. Una tragedia, però, rovescia presto la loro condizione. Presentato con successo in competizione alla scorsa edizione del Festival di Cannes, Un sapore di ruggine e ossa è un'opera dolente diretta da Jacques Audiard e scritta insieme a Thomas Bidegain, già fidato collaboratore ne Il profeta (Gran premio al miglior film a Cannes 2009).

   

GALLERY | Con Marion Cotillard e Matthias Schoenaerts, un dramma che sa emozionare.

Le foto

martedì 25 settembre 2012 - Luca Volpe

Un sapore di ruggine e ossa, le foto Tratto dalla raccolta di racconti di Craig Davidson, nella quale secondo il regista Jacques Audiard "C'è qualcosa di veramente coinvolgente", Un sapore di ruggine e ossa è un dramma che sa emozionare e far riflettere. La storia comincia quando Ali (Matthias Schoenaerts) scopre di doversi occupare del figlio Sam, di appena 5 anni. Non avendo un soldo chiede ospitalità alla sorella. Tutto, da quel momento, inizia ad andare bene, finché il destino di Ali si incrocia con quello di Stéphanie (Marion Cotillard), bellissima addestratrice di orche.

BIZ

Cotillard, l'amore in "Ruggine e ossa"

di Fulvia Caprara La Stampa

Una «principessa arrogante», costretta dalla brutalità della vita a scendere dal piedistallo, precipitare nel più buio degli incubi, iniziare faticosamente a rinascere. Intensa, maledetta, fragile, dolce, fortissima, Marion Cotillard, la diva di Francia più applaudita del momento, monopolizza la seconda giornata del Festival grazie al personaggio di Stéphanie, protagonista di Ruggine e ossa, attesissimo film di Jacques Audiard, molto liberamente tratto dai racconti di Craig Davidson, favorito nel Palmarès fin dai pronostici della prima ora. »

Donne in amore

di Natalia Aspesi La Repubblica

Lei dice di non sapere se ancora le piacerà, lui le chiede, vuoi riprovare, lei ci riflette poi sorride, sì, perché no? Dopo, lei pare radiosa, lui dice adesso ho da fare, quando vuoi chiamami, io sono disponibile. Pare che l’amore oggi sia così, pratico e casuale, tra persone tanto diverse da non potere andare oltre i loro corpi, per un momento perduti insieme. Nel film Ruggine e ossa del sessantenne francese Jacques Audiard, in concorso ieri e già visibile in tutta la Francia, i corpi sconnessi sono quelli di un buttafuori, pugile per fame in sanguinosi incontri clandestini in mezzo a spettatori maschi inferociti, e di una ragazza, istruttrice acquatica di orche marine qui, al Marineland di Antibes, che nel suo bizzarro lavoro ha perso ambedue le gambe dal ginocchio in giù (s’immagina mangiate da una delle sue allieve acquatiche, cui comunque resta affezionata, tanto che la va a trovare). »

Anime e corpi sull'orlo dell'abisso

di Valerio Caprara Il Mattino

Dietro il titolo enigmatico si nasconde una trascinante storia d'amore. Tenuta in bilico, però, tra crudeltà e pietà dal segno cinematografico estremo di Jacques Audiard, che insieme a Christopher Nolan si pone secondo noi ai vertici del cinema espressionistico contemporaneo. Liberamente ispirato ai racconti del canadese Craig Davidson (Ruggine e ossa, ediz. italiana Einaudi), i cui personaggi disturbati, solitari, brutali ardono d'una fiamma superiore a quella accesa dal più noto e frequentato Palahniuk, «Un sapore di ruggine e ossa» racconta innanzitutto di corpi; corpi offesi, mutilati, piagati dal punto di vista (non c'è differenza) fisico, mentale o sociale che arrivano sull'orlo dell'abisso e si girano per l'ultima volta indietro a cercare qualcosa in cui credere, qualcuno a cui aggrapparsi. »

L'amore mutilato di Marion Cotillard

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Alì e Stéphanie hanno una sola cosa in comune. A entrambi manca un pezzo. D'anima o di corpo. Un sapore di ruggine e ossa racconta l'incontro fra questi due esseri mutilati come un apprendistato. Un miracoloso ritorno alla vita che come tutti i miracoli gronda sangue, sudore e lacrime. Letteralmente. Il corpo poderoso di Alì (Matthias Schoenaerts) si staglia nel prologo del film di Audiard, che parte come un melodramma sociale poi vira in altre direzioni. Nome arabo, fisico supercaucasico, Alì viene da lontano. »

Un sapore di ruggine e ossa | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Golden Globes (2)
David di Donatello (1)
Cesar (13)
BAFTA (2)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 | 3 |
Video
1| 2| 3| 4|
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 4 ottobre 2012
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità