La sposa promessa

Un film di Rama Burshtein. Con Hadas Yaron, Yiftach Klein, Irit Sheleg, Chayim Sharir, Razia Israeli.
continua»
Titolo originale Lemale Et Ha'Chalal. Drammatico, durata 90 min. - Israele 2012. - Lucky Red uscita giovedì 15 novembre 2012. MYMONETRO La sposa promessa * * * - - valutazione media: 3,39 su 31 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,39/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * 1/2 -
 critica * * * - -
 pubblico * * * - -
   
   
   
La giovane Shira deve decidere se sposare il marito di sua sorella Esther, che è morta nel dare alla luce il piccolo Mordechai.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un film d'amore, un'opera prima caratterizzata da forti scelte di regia
Marianna Cappi     * * * 1/2 -

Shira ha 18 anni, è figlia di un rabbino della comunità ortodossa di Tel Aviv e sorella minore di Esther, che attende un figlio dal marito Yochai. L'interesse di Shira si rivolge per la prima volta verso un coetaneo, che la famiglia le ha proposto come possibile fidanzato, ma la morte di Esther per parto allontana ogni decisione. Solo con il neonato, di cui si occupano con amore Shira e la sua famiglia, Yochay viene invitato a risposarsi presto. La prospettiva che possa andarsene con il nipotino in Belgio, spinge la moglie del rabbino a proporgli di prendere in moglie proprio Shira. Sta alla ragazza accettare o meno questa difficile proposta.
Opera prima di Rama Burshtein, Fill the void è un esordio a cui tributare un benvenuto sentito e meritato, per la coerenza delle scelte forti di regia e l'emozione che scorre in esso, dapprima sottile come un ruscello poi sempre più simile ad un fiume in piena, che non straripa però dagli argini di una forma stretta, rigida e adottata volontariamente. Esattamente com'è per il sentimento amoroso tra un uomo e una donna nella comunità in cui si ambienta il film, regolata da riti e precetti il cui rispetto formale è inteso in tutto e per tutto come sostanziale, e all'interno dei quali una libertà non lesiva è possibile, ma va ricercata e non è sempre facile.
È di questo spazio ristretto al massimo, di cui gli interni delle case non sono che un riflesso, uno strumento, che tratta il film della Burshtein: la storia di una scelta che viene dall'alto e si trasforma in una scelta del cuore. O, come probabilmente direbbe uno di loro, la scelta di una corrispondenza rinvenuta dove era già presente anche se sembrava impossibile. Dall'esterno, si può comprendere o meno, accettare o meno, ma la forza del film sta proprio nell'evitare di porre un confronto tra il mondo laico e il mondo religioso. Tutto si svolge all'interno di un contesto (non solo materiale) confinato, esotico e probabilmente realmente incomprensibile a chi non gli appartiene, ma dove l'amore, il dubbio, il desiderio, la paura e la felicità sono quelli che invece conosciamo tutti nello stesso modo, e dove non mentire a se stessi è il comandamento universale che non dovrebbe conoscere pareti divisorie.
Pur raccontando dall'interno la comunità chassidica, da una distanza si direbbe nulla e sicuramente non critica, la regista sfrutta narrativamente le convenzioni religiose allo stesso modo in cui il cinema in costume sfrutta le costrizioni sociali per enfatizzare il sentimento attraverso la sua compressione forzata, e non dimentica l'umorismo nel tratteggiare le figure del contorno parentale, perché, anche se prende l'avvio da un lutto, Fill the void film è solo e soltanto un film d'amore.

Incassi La sposa promessa
Primo Weekend Italia: € 153.000
Incasso Totale* Italia: € 429.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 2 dicembre 2012
Sei d'accordo con la recensione di Marianna Cappi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
75%
No
25%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Showtime:
giovedì 2 ottobre 2014 alle ore 23,10 in TV su SKYCINEMACULT
Scopri gli altri film in televisione »
Premi e nomination La sposa promessa

premi
nomination
Festival di Venezia
1
0
European Film Awards
1
1
* * * - -

Il chiuso pensiero della religione

domenica 18 novembre 2012 di renato volpone

Un mondo piccolo dove uomini e donne, in nome di Dio, giocano con i sentimenti degli altri. Shira non può scegliere, non può vivere la propria libertà di donna, ma deve subire le responsabilità e le sofferenze degli altri. Il suo desiderio di amore e la sua speranza di una giovinezza felice vengono infranti dalla sorella che morendo mette alla luce un bambino. Così la madre chiede a Shira di sposare il cognato per non veder allontanare il bambino. Ma tutto, perfetto continua »

* * * - -

Riti e promesse

lunedì 19 novembre 2012 di ennas

Il film ci rivela un mondo sconosciuto, una comunità ermetica scandita da una liturgia onnipresente con riti codificati e pervasivi. In essa la giovane Shira , guidata dalla madre, vede per la prima volta, a debita distanza, il giovane promesso, pregustando con eccitazione i brividi di un matrimonio che verrà,  predisposto dalla sua famiglia. Già in questo primo passaggio del film, vediamo quanto, all’interno di una comunità chiusa,  i comportamenti continua »

* * * - -

Dal dovere all'amore

lunedì 3 settembre 2012 di Peer Gynt

La diciottenne Shira, ansiosa di sposarsi, è promessa dai suoi genitori (ebrei osservanti della corrente chassidica, caratterizzata da un rigore dottrinario e rituale estremo) ad un coetaneo. Ma quando sua sorella muore dando alla luce un bambino, ed è evidente che il vedovo dovrà a breve risposarsi per dare una madre all'orfano, a Shira si chiede di sacrificarsi per la famiglia e sposare lei il cognato. Ritratto psicologicamente profondo di una giovane donna e della sua continua »

* * * - -

Notevole: dramma claustrofobico

martedì 4 settembre 2012 di lukemisonofattotuopadre

 Ho visto uno dei migliori debutti di sempre. Fill the Void parla delle difficoltà e dei problemi che le persone devono sopportare quando la religione (portata all'estremo) e la tradizione della e nella loro comunità (chassidica in questo caso) li soffoca.   E' solo a causa di regole rigorose, vecchie e stupide che Shira non può sposare l'uomo che ama ( viene rifiutata dai genitori) di sposare Yochai, marito in lutto e padre che vorrebbe stare da continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film La sposa promessa adesso. »
BIZ

Amore e dovere tra gli ortodossi

di Valerio Caprara Il Mattino

Non è frequente imbattersi in un film israeliano al di fuori del recinto protezionistico dei festival, ma «La sposa promessa» non esce nelle nostre sale solo perché la sua protagonista ha vinto la Coppa Volpi per la migliore attrice alla Mostra di Venezia 2012. L'opera prima di Rama Burshtein, in effetti, mette in evidenza uno stile originale e complesso che permette al racconto di travalicare la semplice curiosità sulle regole di vita di una comunità «esotica» e schivare un'ambigua condivisione delle stesse: disinteressata (almeno in apparenza) al giudizio socio-politico assoluto, la regista si concentra con uno sguardo, per così dire, umanistico sui confronti e gli scontri che si susseguono all'interno di una famiglia ebrea ultra-ortodossa della comunità chassidica di Tel Aviv. »

di Mariarosa Mancuso Il Foglio

Prendendo spunto dalla candidatura all'Oscar - "La sposa promessa" non è il primo film israeliano in odore di nomination, ma il primo che racconta dall'interno gli ultra ortodossi - un articolo su Haaretz racconta l'industria che provvede ai bisogni della comunità. Finora senza farsi troppo notare, producendo film per fanciulle diretti perlopiù da donne registe, dove non si parla né d'amore nè di delitti. "Nè d'amore nè di delitti": abbiamo dovuto rileggere due volte la frase per esserne sicuri, e ricordare che in quelle comunità i matrimoni sono combinati (lo erano anche da noi, per esempio nella laica Francia di inizio Novecento: nel romanzo "Thérèse Desqueyroux" di Fracois Mauriac i guai cominciano quando Thérèse sposa il figlio dei vicini per amore della sua pineta). »

La sposa, una promessa mantenuta

di Gianni Rondolino

Hadas Yaron, la giovane interprete di La sposa promessa, ha vinto la Coppa Volpi alla Mostra di Venezia; ma il film non è solo costruito su di lei. E' piuttosto un'opera che mostra il modo di vivere di uomini e di donne profondamente legati alla tradizione ortodossa ebraica. La storia è ambientata oggi a Tel Aviv, ma potrebbe sembrare ben più antica se non ci fossero alcuni elementi che confermano l'attualità di quanto accade: , le immagini che mostrano alcune vie della città, l'uso dei telefonini, le automobili ecc. »

Legge d'amore

di Roberto Escobar Il Sole-24 Ore

Lo si può seguire standoci ben dentro, "La sposa promessa" ("Lemale et ha'halal", Israele, 2012, 90'). O lo si può vedere da fuori, come in controcampo. Nella prima ipotesi, Rama Burshtein racconta una storia d'amore, per quanto ambientata in una dimensione culturale insolita. Nata a New York e traferitasi in Israele, la Burshtein appartiene a una comunità ultraortodossa chassidica: una comunità, racconta, in cui «viviamo pacificamente accanto ai nostri vicini laici. Noi non interferiamo nelle loro vite, e loro non interferiscono nelle nostre». »

La sposa promessa | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marianna Cappi
Pubblico (per gradimento)
  1° | ennas
  2° | renato volpone
  3° | peer gynt
  4° | 56mad
  5° | violettaaa
  6° | aloisa clerici
  7° | piris
  8° | adelio
  9° | zoom e controzoom
10° | rita branca
11° | jacopo b98
12° | fabiana dantinelli
13° | angelo umana
14° | flyanto
15° | gabriele.vertullo
16° | lukemisonofattotuopadre
Rassegna stampa
Deborah Young
Deborah Young
Festival di Venezia (1)
European Film Awards (2)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Immagini
1 | 2 | 3 |
Link esterni
Sito italiano
Uscita nelle sale
giovedì 15 novembre 2012
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità