Le Idi di marzo

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Le Idi di marzo   Dvd Le Idi di marzo   Blu-Ray Le Idi di marzo  
Un film di George Clooney. Con Ryan Gosling, George Clooney, Philip Seymour Hoffman, Paul Giamatti, Marisa Tomei.
continua»
Titolo originale The Ides of March. Drammatico, durata 101 min. - USA 2011. - 01 Distribution uscita venerdì 16 dicembre 2011. MYMONETRO Le Idi di marzo * * * - - valutazione media: 3,13 su 92 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,13/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * - -
 critica * * * - -
 pubblico * * * - -
   
   
   
Un giovane guru della comunicazione vuole ottenere il potere attraverso la politica; finirà col capire che in quel mondo niente è davvero come sembra.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un lucido romanzo di formazione lontano da implicazioni qualunquiste
Giancarlo Zappoli     * * * - -

Stephen Meyers è il giovane guru della comunicazione nella campagna per le primarie presidenziali del Partito Democratico negli Stati Uniti di un molto prossimo futuro. Il candidato che sostiene, sotto la supervisione del più anziano Paul Zara, è il governatore Mike Morris. Morris parte svantaggiato ma ha dalla sua l'appeal di un richiamo ai più profondi valori della Costituzione americana visti sotto una luce contemporanea e accattivante. Stephen avrà modo di scoprire progressivamente che Morris, che pensava fosse sufficientemente coerente con gli ideali professati, ha un lato oscuro.
Viviamo davvero in tempi poco raccomandabili se anche George Clooney, progressista doc, lancia l'allarme nei confronti dei meccanismi di una democrazia che procedono grazie all'olio della corruzione e del ricatto. È un romanzo di formazione quello che ci viene proposto sotto le spoglie del thriller politico (dei cui sviluppi è bene sapere il meno possibile prima della visione) e quella formazione coincide con il degrado. Il fatto che Clooney, ispirandosi a un testo teatrale di Beau Willimon, si muova all'interno del campo democratico mostra come sia animato dal desiderio della messa in guardia. Non è una novità per il cinema americano scoperchiare le malefatte del potere, ovunque esso eserciti il suo perverso fascino. Che però questo avvenga in piena era Obama deve preoccuparci ancor più direttamente. Clooney non è diventato un qualunquista di basso livello pronto ad affermare "i politici sono tutti uguali". Si muove su un piano più elevato e perciò molto più significativo. Attraverso il mutamento (anche di espressioni) dell'efficace Ryan Gosling sembra volerci ricordare come la democrazia stia sempre più trasformandosi in una parola che si è svuotata del significato originario per includere invece opportunismi e compromessi da cui nessuno è esente. I rapporti tra esseri umani finiscono con il dissolversi facendo sì che le parole stesse perdano totalmente il loro valore.
Clooney non risparmia neanche il mondo dei media, grazie al personaggio affidato a una Marisa Tomei in grado di mostrare come il ruolo della giornalista che si occupa di politica sia al contempo quello di cacciatore e preda. I pugnali delle Idi di marzo possono anche uccidere ma, soprattutto, sono in grado di infliggere ferite che sembrano apparentemente rimarginarsi mentre in realtà danno inizio a un processo di putrefazione delle coscienze che rischia di coinvolgerci tutti.

Incassi Le Idi di marzo
Primo Weekend Italia: € 663.000
Incasso Totale* Italia: € 3.949.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 4 marzo 2012
Primo Weekend Usa: $ 10.400.000
Incasso Totale* Usa: $ 40.963.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 8 gennaio 2012
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
80%
No
20%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Le Idi di marzo

premi
nomination
Premio Oscar
0
1
Golden Globes
0
4
David di Donatello
0
1
BAFTA
0
2
* * - - -

Quanta inutile banalità e quanta ingenuita!

domenica 18 dicembre 2011 di pipay

Sembra quasi impossibile che qualcuno abbia sritto una commedia teatrale e che Clooney si sia ispirato a questo lavoro per farne un film. La sceneggiatura sembra scritta da un ragazzetto, da un novellino alle prime armi che poco o nulla sa delle vere spietate macchinazioni e dei segreti più insospettabili che costituiscono il substrato della politica. In questa pellicola si assiste a un banale gioco di sgambetti che fanno perno su fatti risibili e comunque già visti e sentiti (la stagista che, maldestra continua »

* * * - -

Chi tradisce chi?

domenica 11 settembre 2011 di Peer Gynt

 Con questo film sulla politica vista come una partita a poker dove conta solo saper bluffare, mentre valori come la lealtà e lo spirito di squadra ti possono solo danneggiare, Clooney continua la sua riflessione sul rapporto fra comunicazione e potere, su come la prima generi e allo stesso tempo controlli e determini il secondo. Con una scrittura lineare e dialoghi efficaci (anche grazie alla pièce teatrale da cui il film è tratto), la vicenda si prepara la strada per continua »

* * * * -

Il doppio gioco della politica

giovedì 22 dicembre 2011 di davidearte

Stephen Meyers (Ryan Gosling) è un trentenne di talento, esperto di politica e di comunicazione, entrato a far parte dell’entourage del governatore Mike Morris, uno dei due contendenti democratici alle primarie negli USA, che altri non è se non il Clooney regista/sceneggiatore del film. Siamo nel pieno dello scontro diretto dei due candidati e chi riuscirà a ottenere più delegati nell’Ohio e accaparrarsi i favori di un politico locale potente vincerà le primarie e sarà in corsa per la Casa Bianca: continua »

* * * - -

The pursuit of power

martedì 13 settembre 2011 di gianmaria.silv

Clooney si cimenta nella regia di un film politico prendendo di mira la corsa per le primarie nel partito democratico. La scelta del partito democratico è interessante ma meno coraggiosa di quello che potrebbe sembrare visto che permette di proteggersi dalle accuse di faziosità allo stesso tempo di giudicare tutta la classe politica senza grandi distinzioni di parte. Il film getta un'ombra nera su tutta la politica vista come una sporca corsa al potere dove conta apparire e dare continua »

ryan gosling
"Io, se ci credo, sono pronto a tutto, ma devo credere nella causa!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Stephen Meyers (Ryan Gosling)
"Molly svegliati cazzo, questo è un gioco duro, non perdona... non puoi sbagliare perchè sei fuori. Subito!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Mike Morris (George Clooney)
"Vanno avanti almeno dai tempi di Giulio Cesare. Tocca allo spettatore decidere chi sia Bruto e chi Cesare."
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Le Idi di marzo

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 23 maggio 2012

Cover Dvd Le Idi di marzo A partire da mercoledì 23 maggio 2012 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Le Idi di marzo di George Clooney con Ryan Gosling, Evan Rachel Wood, Marisa Tomei, Paul Giamatti. Distribuito da Rai Cinema - 01 Distribution. Su internet idi di marzo (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 5,99 €
Prezzo di listino: 7,99 €
Risparmio: 2,00 €
Aquista on line il dvd del film Le Idi di marzo

SOUNDTRACK | Le Idi di marzo

La colonna sonora del film

Disponibile on line da martedì 14 febbraio 2012

Cover CD Le Idi di marzo A partire da martedì 14 febbraio 2012 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Le Idi di marzo del regista. George Clooney Distribuita da Varèse Sarabande.

INCONTRI | George Clooney presenta al Lido il suo Le Idi di Marzo.

Shakespeare ai tempi di obama

mercoledì 31 agosto 2011 - Ilaria Ravarino

Shakespeare ai tempi di Obama Verrebbe da dire che è nata una stella. Perché nonostante tutto, nonostante la fama da sciupafemmine e la presenza costante sulle pagine dei tabloid, nonostante la recente fine di una chiacchierata relazione (con Elisabetta Canalis) e il chiacchierato inizio di un altrettanto nebuloso flirt (con l’attrice Stacey Keibler), nonostante da vent’anni la sua vita privata faccia ombra e rumore intorno al suo talento, George Clooney questa volta è venuto a Venezia da vero, e apprezzato, Autore. Senza l’elicottero con cui si presentò al Lido a fianco dell’ex fidanzata velina, senza l’occhiale scuro e strafottente da compagno di merende di Brad Pitt, ma con un impegnato film da regista sulla politica americana, lungamente applaudito stamattina in Sala Darsena, Le Idi di marzo, e un cast di stelle cui il pubblico ha tributato sui titoli di coda un rinnovato e caloroso omaggio: Marisa Tomei, Evan Rachel Wood, Philip Seymour Hoffman, Paul Giamatti, tutti presenti all’appello al Lido tranne il protagonista Ryan Gosling, assente giustificato per motivi di lavoro.

   

FOCUS | Le idi di marzo. Di Pino Farinotti.

Tutta la politica è paese

venerdì 23 dicembre 2011 - Pino Farinotti

Tutta la politica è paese Idi di marzo significa, da 2055 anni, tradimento. Accadde, appunto, che nel 44 avanti Cristo, Caio Giulio Cesare cadesse per mano di un gruppo di congiurati capeggiati da Bruto, che Cesare considerava quasi un figlio, e forse lo era: sua madre Servilia era una delle amanti ufficiali del dittatore. Tradimento doppio, dunque, gravissimo. E sappiamo bene che anche allora la politica era sporca. Per la verità lo era anche prima, lo è da quando esiste. Quando si dice "storia maestra". Tutto si ripete.

   

NEWS | Il cast de Le idi di marzo sul red carpet del London Film Festival.

George clooney non vuole fare il politico

giovedì 20 ottobre 2011 - Nicoletta Dose

George Clooney non vuole fare il politico Dopo l'annuncio della nuova fidanzata Stacey Keibler, George Clooney è arrivato a Londra per la premiere britannica de Le idi di marzo, di cui è regista e attore protagonista. Accompagnato da Evan Rachel Wood e Philip Seymour Hoffman, il divo americano ha firmato molti autografi ai numerosi fan presenti sul red carpet del London Film Festival. Come al solito disponibile a sorridere e ad accogliere con entusiasmo la presenza dei suoi fan, Clooney ha poi partecipato all'anteprima britannica del suo film, rispondendo alle domande dei giornalisti durante la conferenza stampa e sviando le malizie riguardo alla sua nuova relazione sentimentale.

   

NEWS | Marco Müller non ha dubbi e ci racconta i nuovi cigni in concorso.

Quale sarà il nuovo black swan?

venerdì 29 luglio 2011 - Robert Bernocchi

Quale sarà il nuovo Black Swan? L'anno scorso, ad aprire il Festival di Venezia c'era Il cigno nero di Darren Aronofsky. Il passaggio a Venezia si è chiuso con un premio minore (miglior giovane attrice per Mila Kunis), ma ha aperto la strada a uno straordinario successo di pubblico e all'Oscar per la protagonista Natalie Portman. Quest'anno, chi potrebbe ricalcare queste gesta? Alla domanda, risponde il direttore della Mostra Marco Müller. "A noi sembra che ci siano parecchi potenziali Il cigno nero, soprattutto in concorso.

   

GALLERY | Le foto del film diretto e interpretato da George Clooney.

Fascino e inganni della politica che conta

venerdì 16 dicembre 2011 - Luca Volpe

Le Idi di marzo, fascino e inganni della politica che conta Scritto, diretto e interpretato da George Clooney, Le Idi di marzo è tratto da "Farragut North", lavoro teatrale di Beau Willimon. Il film, invece, è ambientato nel mondo politico Usa in un futuro prossimo, nel corso delle primarie in Ohio per la presidenza del Partito Democratico. Protagonisti sono Stephen Meyers (Ryan Gosling), un giovane e idealista guru della comunicazione, e il candidato alla presidenza Mike Morris (George Clooney), per cui Meyers lavora e che si troverà suo malgrado coinvolto negli inganni e nella corruzione che lo circondano.

   

BIZ

Quinto potere, errori e stranezze della critica cinematografica.

Rai Cinema mette pressione sulla giuria

lunedì 19 settembre 2011 - Robert Bernocchi

Sempre la Aspesi ha delle teorie originali sul verdetto per quanto riguarda il premio a Terraferma: “Vittoria pretesa e ottenuta da Rai Cinema, che come produttore o distributore aveva in concorso cinque film e ce l’ha fatta con il film di Crialese, rinunciando a un riconoscimento per Le idi di marzo di e con Clooney (di cui si favoleggiava l’ubiquo Leone d’oro)”. D’accordo che sarebbe ingenuo pensare che le giurie vivano su una torre e non ricevano pressioni, ma che Rai Cinema si decida da sola che film vuole premiare e poi lo faccia sapere a chi di dovere, sembra un po’ troppo. continua »

   

News e anticipazioni dal mondo del cinema.

Il trailer de Le Idi di marzo di George Clooney

giovedì 28 luglio 2011 - Robert Bernocchi

La pellicola di George Clooney, Le Idi di marzo, aprirà la Mostra del Cinema di Venezia e può vantare uno dei migliori cast in circolazione, con attori come Ryan Gosling, Philip Seymour Hoffman, Paul Giamatti, Marisa Tomei e lo stesso Clooney. Ora possiamo vedere il trailer, che ci presenta la storia di un candidato alla Presidenza degli Stati Uniti e del suo portavoce, diviso tra il desiderio di vincere e quello di non tradire i suoi ideali. Elementi correlati: Trailer continua »

   

News e anticipazioni dal mondo del cinema.

George Clooney torna al Lido

martedì 21 giugno 2011 - Robert Bernocchi

Che il suo film venga presentato al Lido non è certo una sorpresa, visto che si vociferava da tempo, ma ora si scopre che The Ides of March, nuova pellicola che vede George Clooney dietro alla macchina da presa, sarà anche il titolo di apertura del prossimo Festival di Venezia. Il film, un adattamento del testo teatrale “Farragut North” di Beau Willimon, vede protagonista lo stesso Clooney, nel ruolo di un governatore che punta alla Casa Bianca. Al suo fianco, Ryan Gosling (nei panni del portavoce) e Paul Giamatti, che incarnerà il responsabile della campagna di un politico rivale. continua »

   

Le idi di Gorge caporetto della morale

di Alberto Crespi L'Unità

Non sono né ateo né cristiano, l’unica religione in cui credo è la costituzione degli Stati Uniti d’America».Comincia con queste parole, Le idi di marzo, film diretto da George Clooney che ieri ha inaugurato la 68esima Mostra di Venezia. Parole coraggiose, parole di fantasia. Nessun candidato alla presidenza degli Stati Uniti potrebbe pronunciarle senza essere bruciato, perché nel paese più moderno del mondo nessun politico può permettersi di essere laico. Nel corso del film Mike Morris, il democratico «liberal» che si sta giocando la candidatura delle primarie in Ohio contro un avversario più tradizionalista, dice molte cose «di sinistra». »

Clooney accusa Tutti corrotti nella corsa spietata alla Casa Bianca

di Natalia Aspesi La Repubblica

Ogni tanto gli americani fanno un film contro se stessi, i loro politici, le loro sporche elezioni, da cui esce un presidente che pare un eroe e non lo è (quasi) mai: ci mostrano i loro riti a noi sconosciuti, enormi staff di studentelli fiduciosi, rampanti e gratuiti, incontri ovunque di candidati pronti a rispondere ad ogni domanda di scolaresche, operai, famigliole, bellissimi discorsi sul futuro, e nel presente, un furibondo susseguirsi di intrighi, menzogne, trucchi, spietatezze, tradimenti, corruzione. »

"Idi di marzo" evviva il classicismo

di Alessandra Levantesi La Stampa

Alla vigilia, ogni manifestazione ha l’aria provvisoria di un cantiere aperto, figuriamoci la Mostra con la sua area sventrata intorno al Casinò per il nuovo palazzo del cinema che non si farà. Il giorno dell’inaugurazione miracolosamente tutto è pronto, la scena si popola e, fra incontri e feste, si crea un clima d’immediata animazione. Ma è solo quando arriva un film buono che un festival conquista la sua anima, la sua ragione di essere. Ieri la Mostra ha cominciato a esistere con Le Idi di marzo , un altro colpo messo a segno da George Clooney come regista, nonché sceneggiatore, produttore e interprete. »

Clooney, un candidato tra i segreti della politica

di Valerio Caprara Il Mattino

Clooney nelle vesti di regista non regala sorprese, ma si conferma un solido intrattenitore dagli istinti nobilmente progressisti. La sua visione della politica è imparziale perché in «Le Idi di marzo» a essere messo sotto accusa è un candidato democratico, il governatore dell’Ohio interpretato da se stesso che vuole prevalere a tutti i costi sull’avversario reazionario. Altro merito della star hollywoodiana è quello di lasciare la parte di protagonista a un emergente altrettanto fascinoso: la trama scandita nel corso di un’accanita campagna elettorale è centrata sulla perdita dell’innocenza patita dal diabolico responsabile della comunicazione del governatore, al quale Ryan Gosling conferisce una brillante gamma di atteggiamenti ed espressioni. »

Le Idi di marzo | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | peer gynt
  2° | gianmaria.silv
  3° | beatrice fiorentino
  4° | jaylee
  5° | davidearte
  6° | giuliacanova
  7° | xquadro
  8° | vedosentovado
  9° | gabriella
10° | shanks
11° | luana
12° | fedson
13° | the lady on the hot tin roof
14° | filippo catani
15° | robert1948
16° | giorgio mancinelli
17° | audreyandgeorge
18° | alessio c.
19° | diego p.
20° | great steven
21° | grazias88
22° | ultimoboyscout
23° | peninsula.eu
24° | il re censore
25° | fabio2
26° | giorpost
27° | onufrio
28° | niloko
29° | catcarlo
30° | ferrux
31° | giuseppe simeone
32° | pepito1948
33° | steph.
34° | pipay
35° | olgadik
Rassegna stampa
Richard Corliss
Premio Oscar (1)
Golden Globes (4)
David di Donatello (1)
BAFTA (2)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | 51 | 52 | 53 | 54 | 55 | 56 | 57 | 58 | 59 | 60 | 61 | 62 | 63 | 64 | 65 | 66 | 67 | 68 | 69 | 70 |
Link esterni
Sito ufficiale
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità