Il mio amico Eric

Acquista su Ibs.it   Dvd Il mio amico Eric   Blu-Ray Il mio amico Eric  
Un film di Ken Loach. Con Eric Cantona, Steve Evets, John Henshaw, Stephanie Bishop, Lucy-Jo Hudson.
continua»
Titolo originale Looking for Eric. Commedia, durata 116 min. - Gran Bretagna, Italia, Francia, Belgio 2009. - Bim Distribuzione uscita venerdì 4 dicembre 2009. MYMONETRO Il mio amico Eric * * * 1/2 - valutazione media: 3,49 su 55 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,49/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * 1/2 -
 critica * * * 1/2 -
 pubblico * * * - -
   
   
   
Eric sembra aver perso completamente il controllo della sua vita, la moglie lo ha lasciato e i gli amici non riescono ad aiutarlo. Ma il suo mito Eric Cantona, arriva magicamente a dargli tutte le soluzioni.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un Ken Loach in perfetto equilibrio tra commedia e dramma
Giancarlo Zappoli     * * * 1/2 -

Un impiegato delle Poste britanniche vede la sua vita andare sempre peggio. Ha lasciato da trent'anni Lily, suo unico e vero amore. Ora vive con i due figliastri lasciatigli da una donna che non c'è e con uno dei quali ha un pessimo rapporto. Eric, che cerca di non ricordare il passato, ha un solo rifugio in cui cercare un po' di consolazione: il tifo per il Manchester e la venerazione per quello che nel passato è stato il suo più grande campione, Eric Cantona. Ora però Eric ha un nuovo e per lui non secondario problema: la figlia che aveva abbandonato ancora in fasce, ma che non ha mai avuto un cattivo rapporto con lui, gli chiede il favore di occuparsi per un'ora al giorno della bambina che ha avuto, in modo da poter completare in pochi mesi gli studi. Sarà però necessario che Eric si faccia consegnare la neonata da Lily che non ha voluto piu' incontrare dal lontano passato. Qualcuno giunge in suo soccorso in modo inatteso e concretamente irreale: il suo idolo: Eric Cantona. Il problema da affrontare non sarà però purtroppo solo questo.
Ken Loach ha realizzato il film della sua assoluta maturità. Sinora ci aveva regalato delle opere che restano nella storia del cinema tout court e in quella dell'impegno a favore dei meno favoriti nelle nostre società. Lo stile era rigoroso, partecipe, con qualche inserto comico ma con una dominante drammatica. In questa occasione riesce a realizzare una perfetta osmosi tra la commedia e il dramma. Arriva anche a fare di più gestendo l'apparizione onirica della star Cantona in un equilibrio perfetto tra ironia, astrazione e (perchè no?) commozione.
Eric Cantona è una leggenda per il calcio internazionale e per i tifosi del Manchester in particolare. Loach è un appassionato di calcio (straordinaria la replica alla domanda 'impegnata' di una collega in conferenza stampa: "Non vado alle partite per fare dei trattati antropologici ma per vedere la mia squadra vincere") e riesce a rileggere, grazie ancora una volta a una sceneggiatura più che mai calibrata di Paul Laverty, il mito calcistico facendolo interagire con le problematiche del piccolo Eric impiegato alle Poste.
Ne nasce una storia d'amore, un film sulla possibile positività dei miti nonchè (ed era l'impresa più difficile di questi tempi) su una solidarietà ancora possibile. Solo lui e pochissimi altri possono riuscire a regalarci una commedia/dramma con happy end in cui realtà e immaginazione si alleano escludendo la retorica.

Premi e nomination Il mio amico Eric MYmovies
Il mio amico Eric recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi Il mio amico Eric
Primo Weekend Italia: € 136.000
Incasso Totale* Italia: € 1.263.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 14 marzo 2010
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
78%
No
22%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Il mio amico Eric

premi
nomination
European Film Awards
0
1
* * * * -

La working class andrà in paradiso

martedì 8 dicembre 2009 di Paola Di Giuseppe

La working class andrà in Paradiso, questo è certo, se solo darà retta a questa ricetta di vita che Loach affida a Eric Cantona, star del calcio, numero 7 del Manchester United pre-Beckham e mito personale di Eric Bishop, un cinquantenne depresso, prossimo al suicidio, che gira per un po’ contromano in una rotonda finchè la macchina finalmente si schianta e lui esce per fortuna solo con qualche bernoccolo. Fa il postino, ha due odiosi figliastri a carico che gli ha mollato una ex che non si vedrà continua »

* * * * -

'un' ken loach val ben sempre la pena ...

lunedì 28 dicembre 2009 di Maria Cristina Nascosi Sandri

'UN' KEN LOACH VAL BEN SEMPRE LA PENA… di Maria Cristina Nascosi Sandri Davvero val ben sempre la pena vedere un film di Kenneth Loach, anche se i suoi capolavori assoluti riguardano, per chi scrive, i suoi più ‘antichi’ come Poor Cow, sua opera prima del 1967 o Family Life, la sua terza, pellicole tuttora attuali, in ogni caso. Loach ha, infatti, la grandezza di un classico e, come diceva T.S.Eliot, What’s a classic? – Cos’è un classico potremmo rispondere che è ciò che una volta approcciato continua »

* * * * -

Una commedia semplicemente fantastica!

martedì 8 dicembre 2009 di mahleriano

"Qual è stato il momento più bello?" domanda il protagonista a Eric Cantona, elencando al calciatore una serie memorabile di sue reti. "Un passaggio..." la risposta inaspettata. E in questa risposta c'è tutta l'essenza del film: un passaggio a un altro calciatore, a sottolineare l'importanza del gioco di squadra, nel calcio come nella vita. E sarà proprio il gioco di una particolarissima e divertentissima "squadra" che risolverà una situazione intricata e apparentemente senza via d'uscita, legata continua »

* * * * -

"non sono un'uomo... io sono cantonà"

domenica 20 dicembre 2009 di Lore Tore

Qual migliore inizio per comprendere e descrivere la situazione di Eric, il protagonista della pellicola, se non trovandoci catapultati nel suon mondo fin dalle prime battute? Un quadro poco chiaro di una situazione turbolenta mentre il protagonista imbocca una rotonda contro mano accecato dalla rabbia, e la cinepresa, che quasi prende sembianze umane, cerca di corrergli dietro per metter a fuoco l’ansia e lo smarrimento di cui è succube. All’arrivo in ospedale una continua cantilena: “… Lily… devo continua »

Eric Cantona
Quando i gabbiani seguono il peschereccio è perché pensano che verranno gettate in mare delle sardine
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Eric Cantona
"Io non sono un uomo,io sono Cantona"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Eric Cantona
Senza rischiare non possiamo superare i rischi.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Il mio amico Eric

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 21 aprile 2010

Cover Dvd Il mio amico Eric A partire da mercoledì 21 aprile 2010 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Il mio amico Eric di Ken Loach con Steve Evets, Eric Cantona, Stephanie Bishop, Gerard Kearns. Distribuito da 01 Distribution. Su internet Il mio amico Eric è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 5,99 €
Prezzo di listino: 7,99 €
Risparmio: 2,00 €
Aquista on line il dvd del film Il mio amico Eric

APPROFONDIMENTI | Ken Loach torna alle radici profonde della solidarietà popolare britannica.

Bread and football

mercoledì 2 dicembre 2009 - Marzia Gandolfi

Il mio amico Eric: bread and football Si fa fatica ad applicare la parola "romanticismo" a un autore come Ken Loach, che ha sempre privilegiato l'efficacia asciutta della rappresentazione al languore del sentimento. Eppure il battagliero "angry man" questa volta ci sorprende, rivelando improvvisi risvolti romantici. Il mio amico Eric è una commedia umana scritta col fido sceneggiatore Paul Laverty e costruita, come le loro storie precedenti, appoggiandosi ad un personaggio protagonista forte e fiero. Certo Eric, postino e ballerino (di sala) con figli a carico, una betoniera in giardino e frequenti attacchi di panico, gira a vuoto e contromano dentro una rotonda e una vita che sta letteralmente andando a pezzi, ma ugualmente eredita e rilancia la determinazione dei proletari di Loach.

L'angelo custode di Ken Loach? È una star del calcio che ama Pasolini

di Alberto Crespi L'Unità

Il festival di Cannes è un andirivieni fra mondi paralleli, un su e giù emotivo paragonabile alle montagne russe. Prendete le ore a cavallo fra domenica e lunedì. Uno esce domenica sera depresso e incazzato da Antichrist di Lars Von Trier (ve ne abbiamo riferito ieri); si ravviva osservando in rete le immagini della festa-scudetto dell'Inter (non c'entra, dite voi? C'entra, c'entra... continuate a leggere e capirete); si sveglia alle 7 del mattino dopo per la proiezione delle 8.30, orario già di per sé deprimente; entra nell'accogliente placenta mattutina della sala Lumière, affonda nel buio. »

Eric&Eric, la coppia irresistibile

di Roberto Nepoti La Repubblica

Chi, col senno della vigilia, vedeva nel concorso di quest' anno un ritorno al "cinéma de papa", fitto di nomi celebri ma povero di sorprese, può ricredersi. Come altri suoi colleghi della vecchia guardia (fra tutti Resnais, che si vedrà domani), Ken Loach sa rinnovarsi e cambiare, pur restando fedele a se stesso. In Looking for Eric, il suo undicesimo film a Cannes, celebra il matrimonio inedito tra la commedia proletaria e il repertorio di Frank Capra, formando una coppia irresitibile: Eric Cantona, star indimenticata del Manchester United, e Eric il postino, cinquantenne depresso in ambasce sentimentali e alle prese con un criminale che gli plagia il figlioccio. »

Cantona eroe per Loach

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Ken Loach è magnifico: la sua capacità di capire e narrare i lavoratori e i loro guai, il calore amichevole con cui li accompagna, l'umanità e dolce ironia con cui li osserva sono unici nel cinema occidentale, sempre efficaci e belli. Il mio amico Eric non è magari il suo film migliore, ma certo uno dei più commoventi e intelligenti. Protagonista, un postino di Manchester in difficoltà. Non riesce a liberarsi dal peso di una canagliata compiuta tanti anni prima, abbandonando senza più farsi vedere una ragazza amata e la bimba piccola figlia di entrambi, lasciandole sole a combattere con la vita. »

Quel centravanti si che è un angelo

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Un personaggio sull'orlo del baratro incontra come per magia un "angelo custode" e risale miracolosamente la china. Anzi scopre di avere sotto mano tutto ciò che serve a trasformare un'esistenza disastrata in un sogno. Già sentito? Certo, è il soggetto de La vita è meravigliosa di Frank Capra, della Rosa purpurea del Cairo di Woody Allen e di molti altri titoli dedicati a un sogno antico quanto l'umanità. Ma se le idee sono sempre le stesse, i film, per fortuna, sono sempre diversi e Il mio amico Eric di Ken Loach restituisce a questo soggetto semplice e universale tutta la forza e l'ottimismo così rari nel ciema d'oggi grazie a una trovata altrettanto geniale. »

Il mio amico Eric | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
European Film Awards (1)


Articoli & News
Approfondimenti
bread and football
Trailer
1 | 2 |
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 4 dicembre 2009
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità