Amarcord

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Amarcord  
Un film di Federico Fellini. Con Bruno Zanin, Pupella Maggio, Armando Brancia, Giuseppe Ianigro, Gianfilippo Carcano.
continua»
Commedia, Ratings: Kids+16, durata 127 min. - Italia 1973. - Cineteca di Bologna uscita lunedì 14 settembre 2015. MYMONETRO Amarcord * * * * 1/2 valutazione media: 4,64 su 49 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
4,64/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * * 1/2
 critican.d.
 pubblico * * * * -
   
   
   
Amarcord in dialetto romagnolo (il dialetto di Fellini) vuol dire "mi ricordo", e il regista ricorda gli anni della sua infanzia, gli anni Trenta.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Fellini e gli anni della sua infanzia
Pino Farinotti     * * * * *

Amarcord in dialetto romagnolo (il dialetto di Fellini) vuol dire "mi ricordo", e il regista ricorda gli anni della sua infanzia, gli anni Trenta, al suo paese.
Passano dunque i miti, i valori, il quotidiano di quel tempo: le parate fasciste, la scuola (con l'insegnante prosperosa che stuzzica i primi pensieri), la ragazza "che va con tutti", la prostituta sentimentale, la visita dell'emiro dalle cento mogli, lo zio perdigiorno che si fa mantenere, la Mille Miglia, i sogni ad occhi aperti, il papà antifascista che si fa riempire d'olio di ricino, il paese intero che in mare, sotto la luna, attende il passaggio del transatlantico Rex.
Fellini nel '76 era ancora in grado di incantare praticamente con niente, confezionando appunto il "niente" con colori, fantasia e sensazioni. Si giova dei soliti collaboratori, a cominciare da Nino Rota sempre importantissimo nell'economia del cinema felliniano.

Sei d'accordo con la recensione di Pino Farinotti?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
64%
No
36%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Amarcord

premi
nomination
Premio Oscar
1
3
Nastri d'Argento
5
0
Golden Globes
0
1
David di Donatello
2
0
* * * * *

Fellini fra i grandi del rinascimento

martedì 2 novembre 2010 di catullo

Amarcord è un capolavoro assoluto nel senso che come “La strada” e “la dolce vita” è entrato nel sentire comune della gente travalicando gli steccati culturali che dividono i popoli diventando universale (ottoemezzo è più per specialisti)  Non ha importanza se la cultura da dove nasce questa storia è radicata in un particolare contesto geografico…in questo caso riguarda la romagna e la caratteristica ironia fatalista e gioiosa continua »

* * * * *

Sogno, disperazione, follia e comicità

sabato 7 novembre 2009 di Paolo Schipani

«Voglio una doooooooooonnaaaaaaaaaaaaaa», grida lo zio Teo (Ciccio Ingrassia) dalla cima di un albero. Sogno e disperazione, follia e comicità. Amarcord (Italia, 1973, 127'), in dialetto romagnolo «mi ricordo»: un viaggio surreale che ripropone la carrellata di ricordi di Fellini e della sua adolescenza nel Borgo (Rimini) negli anni ‘30, attraverso gli occhi del giovane Titta (Bruno Zanin). Un’adolescenza di desideri di evasione, ricerca della novità, sogni sessuali e voglia di “provare”. La vita continua »

* * * * *

Frutto dell'immaginazione

di Walterino

Ho uno splendido ricordo di questo film, in particolare per l'atmosfera onirica, visionaria, che trasmette allo spettatore ricordi ancestrali, le immagini di un'Italia di altri tempi alla quale non si può non guardare con un po' di nostalgia. Tutto in Amarcord è evanescente, accennato, gli episodi sono rarefatti e, sovrapponendosi, danno l'idea del fluire del tempo, della vita che scorre e cambia, e con lei i posti in cui viviamo e le abitudini che abbiamo. L'ho trovato divertente e commovente, continua »

* * * - -

Un' apprezzabile prova di creatività

mercoledì 9 settembre 2009 di jos_d

A circa vent' anni da "I vitelloni", suo primo grande successo, Federico Fellini dedica un' altra pellicola alla Romagna, sua terra natale. Più ancora che di una terra però, questo film rievoca le atmosfere di un' epoca, quella in cui il regista ha vissuto la propria adolescenza, ovvero gli anni trenta, gli anni in cui l' Italia sognava di poter tornare agli antichi splendori sotto la guida del duce. In particolare la vicenda è ambientata in un paesino di cui non viene mai fatto il nome -ma che continua »

Il "nonno", rivolto al figlio Ciccio Ingrassia
Il bab del mi bab diceva così: per campè sein, bisogna pisè spes com i chein. Per campare sano bisogna pisciare spesso come il cano.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Il prete Gianfilippo Carcano e il bambino Bruno Zanin
E allora, onori il padre e la madre?
Io sì. Ma loro non mi onorano a me: mi danno certe tozze sulla testa! ,
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Il prete Gianfilippo Carcano e il bambino Bruno Zanin
E allora, onori il padre e la madre?
Io sì. Ma loro non mi onorano a me: mi danno certe tozze sulla testa! ,
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film Amarcord oppure Aggiungi una frase
Shop

SOUNDTRACK | Amarcord

La colonna sonora del film

Disponibile on line da mercoledì 23 aprile 2014

Cover CD Amarcord A partire da mercoledì 23 aprile 2014 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Amarcord del regista. Federico Fellini Distribuita da Music on Vinyl. Sono inoltre disponibili altre colonne sonore del film. altre versioni »

di Pier Paolo Pasolini

Recensendo il trattamento di Amarcord scritto a due mani da Federico Fellini e da Tonino Guerra, fra le altre, avevo fatto la seguente osservazione e la seguente previsione. Osservazione. Più che «Mi ricordo», il libro avrebbe potuto con maggior pertinenza intitolarsi «Ci ricordiamo»: non certo perché a scriverlo erano in due (il testo primo, o palinsesto, era, comunque, un articolo scritto dal solo Fellini per un grossissimo volume illustrato, a lui dedicato dall'editore Cappelli, per le cure di Renzo Renzi: e lì sì andava bene il titolo «La miaRimini» e non «La nostra Rimini»). »

di Walter Veltroni

Basterebbe il Rex,, la sequenza dell’arrivo del Rex per vedere Amarcord di Fellini. Viaggio e conquista, speranza e realizzazione, povertà e riscatto sono nel sogno di quella nave, scura e maestosa. Il film è il Rex della memoria. È una traversata in un mondo di poesia, di frammenti di reale, di schiette furbizie dei ricordi di un tempo. Con Fellini, e con lo stupore di Tonino Guerra, guardiamo, in quella Romagna fascista, una terra carnosa e irriverente, surreale e sognatrice. Lo zio matto che dalla cima di un albero grida: «Voglio una donna» e viene salvato da una monaca nana, il volto di lince della Gradisca, le «bombardone» della tabaccaia che inizia al sesso gli adolescenti, l’apparire del mito delle Mille Miglia, la neve che scende copiosa, il vecchietto che non smette più di fischiare e muovere il braccio per testimoniare la virilità difesa. »

di Claude Beylie

Un piccolo borgo sulle rive dell’Adriatico, negli anni Trenta. Sul corso si trovano ogni sera gli studenti, i pasciuti notabili, le ragazze truccate. Titta, il giovane protagonista, si aggira nelle strade a scoprire il mondo non appena riesce a sfuggire alla babele familiare, e incontra buffi personaggi: un ambulante mitomane, un fisarmonicista cieco, una tabaccaia dai grossi seni accoglienti, una monaca nana, ecc. ecc. La vita di provincia del tempo è anche una parata fascista, il passaggio al largo del transatlantico Rex, movimentate proiezioni cinematografiche. »

http://www.latimes.com/entertainment/news/reviews/la-et-capsules13-2009feb13,0,623350.story

di Kevin Thomas The Los Angeles Times

Federico Fellini's "Amarcord" ("I Remember") is a ravishing memory film in which reminiscence, rumor, legend, local history and male sexual fantasies flow into one another with the ease and grace for which Fellini was justly famous. It is a reminder too of the formidable evocative powers of two key Fellini collaborators, composer Nino Rota and cinematographer Giuseppe Rotunno, who supervised this new 35-millimeter restoration of the 1970s film. The story, set in the 1930s, centers on teenage Titta (Bruno Zanin), functioning here as the director's alter ego, and his volatile yet loving family. »

Amarcord | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Pino Farinotti
Pubblico (per gradimento)
  1° | catullo
  2° | paolo schipani
  3° | walterino
  4° | mondolariano
  5° | las181
  6° | paolo 67
  7° | luigi chierico
  8° | great steven
  9° | tomdoniphon
10° | lucaguar
11° | shiningeyes
12° | critichetti
13° | jekyll
14° | carlo02
15° | rampante
16° | fabio1957
17° | jos_d
Rassegna stampa
Kevin Thomas
Premio Oscar (1)
Premio Oscar (3)
Nastri d'Argento (5)
Golden Globes (1)
David di Donatello (2)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 |
Uscita nelle sale
lunedì 14 settembre 2015
Showtime
  1 | Sicilia
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità