Dizionari del cinema
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
marted 17 luglio 2018

Omar Sy

La voce comica delle banlieue

40 anni, 20 Gennaio 1978 (Capricorno), Trappes (Francia)
occhiello
"Sai dove si trova un tetraplegico ?.... Dove lo hai lasciato."
dal film Quasi amici (2011) Omar Sy Driss
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Omar Sy
Cesar 2017
Nomination miglior attore per il film Mister Chocolat di Roschdy Zem

Cesar 2012
Nomination miglior attore per il film Quasi amici di Olivier Nakache, Eric Toledano

Cesar 2012
Premio miglior attore per il film Quasi amici di Olivier Nakache, Eric Toledano



Superpap carismatico in Famiglia all'improvviso, Omar Sy ritrova sullo schermo la joie de vivre. Dal 20 aprile al cinema.

Omar Sy, il divo francese che mette tutti d'accordo

marted 18 aprile 2017 - Marzia Gandolfi cinemanews

Omar Sy, il divo francese che mette tutti d'accordo Blockbuster hollywoodiani (X-Men - Giorni di un futuro passato, Jurassic World, Inferno) o cinema popolare francese (Quasi amici, Samba, Mister Chocolat), Omar Sy gode di un amore incondizionato. Trasversale. Dal bobo al proletario. Da sei anni, da quando ha incarnato la forza vitale della giovinezza davanti alla vecchia Francia 'paralizzata' nella commedia sociale di ric Toledano e Olivier Nakache, la personalit preferita dai francesi. Nell'ora di Marine Le Pen e dei 'piromani' che invocano i galli come soli antenati, un ex ragazzo delle banlieue, nero e musulmano, incarna il ruolo del fidanzato nazionale. Schizofrenia o speranza di vivere insieme? Le contraddizioni della Francia scivolano sul corpo lucido di Omar Sy. Eleganza, giocondit, intelligenza, l'attore smooth come la sua pelle e le sue camicie di seta. Al centro del cuore e della scena, ha sbaragliato politici, calciatori e chanteur, con un carisma solare e un potenziale comico che gioca sovente intorno al concetto hollywoodiano di fish out of water. Cresciuto nelle banlieue da madre mauritana e padre senegalese, artista di temperamento e interminabile altezza che ha portato avanti con Samba e Mister Chocolat una riflessione sull'identit afro-francese.

Al cinema dal 20 aprile, Famiglia all'improvviso si inserisce nel filone comico della paternit a sorpresa. Ma la figura paterna stata oggetto anche di approfondimenti drammatici. Ecco alcuni indimenticabili padri cinematografici.

La magia di essere padri. 7 film cult sulla paternit

venerd 14 aprile 2017 - Emanuele Sacchi cinemanews

La magia di essere padri. 7 film cult sulla paternit Dopo il successo di Quasi amici, in cui formava una stranissima coppia con Franois Cluzet, Omar Sy diventato un volto ricorrente del cinema popolare d'oltralpe. Rassicurante, dal sorriso irresistibile, la sua presenza transita di commedia in commedia, talvolta accompagnata da una punta di agrodolce. Come nel caso di Famiglia all'improvviso - Istruzioni non incluse, in sala dal 20 aprile, che mescola risate e lacrime in un film per tutte le famiglie. Una situazione imprevista - Samuel, viveur della Costa Azzurra, scopre di essere padre - che porta a una svolta (in)attesa, quando il single incallito scopre che il ruolo a lungo temuto gli si conf. Il film di Hugo Glin potenzialmente un dominatore del box office, remake a sua volta di un campione di incassi, il messicano No se aceptan devoluciones (Instructions Not Included). Il tema della paternit a sorpresa nasconde da sempre un notevole potenziale comico. Ma sono altrettanti i casi in cui la figura paterna, o la sua assenza, sono stati oggetto di un approfondimento drammatico: padri disposti all'estremo sacrificio per i propri figli, o padri-aguzzini che riversano sulla prole le frustrazioni di una vita intera.

Da Famiglia all'improvviso un breve excursus tra figure di padri indimenticabili del cinema recente.

Con Mister Chocolat, al cinema dal prossimo 7 aprile, l'attore interpreta il primo clown nero della storia e prosegue dopo Samba un lavoro sull'identit afro-francese.

Omar Sy: do the right dance

sabato 2 aprile 2016 - Marzia Gandolfi cinemanews

Omar Sy: do the right dance

Famiglia all'improvviso - Istruzioni non incluse

* * * - -
(mymonetro: 3,22)
Un film di Hugo Glin. Con Omar Sy, Clmence Posy, Antoine Bertrand, Gloria Colston, Ashley Walters.
continua»

Genere Commedia drammatica, - Francia 2016. Uscita 20/04/2017.

Inferno

* * - - -
(mymonetro: 2,40)
Un film di Ron Howard. Con Tom Hanks, Felicity Jones, Irrfan Khan, Omar Sy, Ben Foster.
continua»

Genere Thriller, - Italia, USA 2016. Uscita 13/10/2016.

Mister Chocolat

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,94)
Un film di Roschdy Zem. Con Omar Sy, James Thierree, Clotilde Hesme, Olivier Gourmet, Frdric Pierrot.
continua»

Genere Drammatico, - Francia 2015. Uscita 07/04/2016.

Il sapore del successo

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,89)
Un film di John Wells [I]. Con Bradley Cooper, Sienna Miller, Daniel Brhl, Riccardo Scamarcio, Omar Sy.
continua»

Genere Commedia, - USA 2015. Uscita 26/11/2015.

Samba

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,94)
Un film di Eric Toledano, Olivier Nakache. Con Omar Sy, Charlotte Gainsbourg, Tahar Rahim, Izia Higelin, Youngar Fall, Isaka Sawadogo.
continua»

Genere Commedia, - Francia 2014. Uscita 23/04/2015.
Filmografia di Omar Sy »

mercoled 4 luglio 2018 - Prima di L'Affido altri avevano provato a raccontare al cinema la prospettiva dei bambini. Ecco alcuni esempi.

Storia di bambini in sette atti

Pino Farinotti cinemanews

Storia di bambini in sette atti arrivato nella sale L'affido (guarda la video recensione), diretto da Xavier Legrand, che racconta la vicenda di un bambino vittima del padre. "Minore" un lemma di moda, legato a vicende individuali o collettive, che possono riguardare normali famiglie nelle periferie, oppure il Mediterraneo, o il confine fra il Messico e gli USA. Il regista si rif a un suo corto, sviluppando l'argomento. L'undicenne Julien conteso dai genitori che si sono separati dopo essersi molto odiati. Come spesso accade, il bambino diventa l'oggetto e il pretesto di tutte le frustrazioni, in questo caso persino della violenza repressa del padre che, non avendo pi la moglie come bersaglio, si rif sul piccolo. Legrand, che aveva gi affrontato il tema della crisi famigliare con Avant que de tout perdre, mai arrivato sugli schermi italiani, applica i registri opportuni, rimanendo nei confini delicati di una violenza cos impari che non solo fisica, con Julien costretto ad assistere alle liti, mai risolte, anzi esasperate, dei genitori. Con quel padre sempre teso ad affermare un potere sulla famiglia che gli sfuggito e che non meritava, con qualsiasi mezzo. Il minore indifeso stato un modello molto frequentato dal cinema, in tutte le forme, anche in quelle positive, persino eroiche, e in questa chiave c' un titolo che si fa immediatamente largo nella memoria immediata, La vita bella (guarda la video recensione), di Benigni, dove un padre tutela il figlio in quel lager, cercando di trasformargli una delle peggiori violenze dell'umanit in un gioco. Un grande inganno sublimato che non tutti, allora, apprezzarono e capirono e che fu invece perfettamente compreso da quelli dell'Academy Awards che nel 1999 attribuirono al titolo ben tre Oscar -miglior film straniero, migliore attore, miglior colonna sonora-. A ritroso nel tempo ecco un piccolo gioiello, quasi un primo motore, I bambini ci guardano del 1943, firmato da Vittorio De Sica. Era la storia di del piccolo Pric. Anche la prospettiva di questa vicenda al altezza bambino. E cos Pric vede la sua famiglia disgregarsi perch la mamma ha un amante ed tanto coinvolta da abbandonare il piccolo a se stesso, su una spiaggia isolata. Dopo il suicidio del padre, Pric viene affidato a un convento. Quando la mamma lo va a trovare si stringe a un frate al quale si affezionato. Storia e sentimenti di un'epoca lontana.
Pi vicina e sempre attuale la storia del piccolo Billy Kramer, abbandonato dalla madre in Kramer contro Kramer, un titolo importante del 1979 di Robert Benton con Dustin Hoffman e Meryl Streep, premiato con ben 5 Oscar, tutti i pi importanti. Dustin, un pubblicitario ultra impegnato riesce a conciliare il lavoro col ruolo di padre. Fra i due "maschi" nasce un rapporto forte e quando Meryl si rif viva per riavere il bambino, sostenuta anche dalla giurisprudenza che sta sempre dalla parte della madre, si accorge che il piccolo Billy sar pi felice col pap.
C' un altro Billy, nel cinema, che fa testo, di cognome fa Elliot. Nel film omonimo, Jackie, il padre vorrebbe che Billy, undicenne, frequentasse una palestra di pugilato, ma il ragazzo ha la vocazione e anche il talento per la danza. Siamo negli anni ottanta, nell'ambiente dei minatori un ragazzo che vuol fare il ballerino classico desta qualche sospetto e Jackie ne ben conscio, tuttavia riesce a sorpassare i pregiudizi e ad assecondare il figlio. L'ultima sequenza del film mostra il giovane Billy ormai diventato un toile. Un "minore" fortunato Gloria, nel film Famiglia all'improvviso - Istruzioni non incluse del 2016, di Hugo Glin con Omar Sy, lo strampalato magnifico badante di Quasi amici. Samuel vive in un paesino della Francia del sud e pensa solo a divertirsi e a sedurre ragazze. Un giorno gli si presenta Kristin che gli mette in braccio una neonata e gli dice "si chiama Gloria, tua figlia", poi sparisce. Otto anni dopo, l'impenitente Samuel diventato un pap perfetto. Riprendendo De Sica: i bambini continuano a guardarci.

   

Altre news e collegamenti a Omar Sy »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità