Lupin

Film 2021 | Drammatico, 60 min.

Regia di Ludovic Bernard, Louis Leterrier. Una serie con Omar Sy, Soufiane Guerrab, Vincent Londez, Shirine Boutella, Nicole Garcia. Cast completo Genere Drammatico, - USA, 2021, distribuito da Netflix. STAGIONI: 1 - EPISODI: 10

Condividi

Aggiungi Lupin tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Certi libri raccontano più di una storia. Omar Sy è Assane Diop, ladro gentiluomo in Lupin.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES N.D.
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO N.D.
Scheda Home
Critica
Premi
Cinema
La nuova serie francese originale Netflix con protagonista Omar Sy.
a cura della redazione
mercoledì 12 maggio 2021
a cura della redazione
mercoledì 12 maggio 2021

Assane Diop è il figlio di un immigrato senegalese, accusato dalla ricca famiglia per cui lavorava come autista di aver rubato, nientemeno, che la collana di Maria Antonietta. Il figlio non ha mai creduto alla colpevolezza del genitore, suicidatosi in carcere, e ora è in cerca di una giustizia che può trovare solo fuori dalla legge. Cresciuto con il mito di Lupin di Maurice Leblanc, i cui racconti gli erano stati regalati dal padre, è divenuto un vero e proprio ladro gentiluomo, che colpisce solo chi lo merita. I segreti della sua carriera non hanno portato però fortuna alla sua vita sentimentale e la moglie l'ha lasciato, anche se è rimasto in buoni rapporti con lei e con il figlio.

Episodi: 5
Regia di Louis Leterrier, Hugo Gélin, Ludovic Bernard, Marcela Said.

Cresce la tensione ma non mancano i momenti comici. Assane è ancora una volta l'eroe che non può perdere

Recensione di Andrea Fornasiero

Il figlio di Assane Diop è stato rapito durante un ritrovo di appassionati di Lupin, che ha attirato anche il poliziotto Youssef Guedira, l'unico ad aver notato le similitudini tra i colpi di Assane e quelli di Lupin. L'agente non è però senza cuore e la priorità è anche per lui salvare il ragazzo dal vendicativo Leonard, criminale ingaggiato da Hubert Pellegrini per liquidare Assane. La collaborazione tra Assane e Youssef non può che essere di breve durata, ma dà inizio a una nuova fase del piano del novello ladro gentiluomo, sempre più determinato ad avere giustizia per la morte di suo padre e per gli altri crimini commessi da Pellegrini.

Seconda parte della prima stagione, questi altri cinque episodi di Lupin concludono l'arco narrativo dedicato allo scontro tra il ladro e l'intrallazzatore che ha liquidato suo padre. La tensione cresce ma il tono rimane fedele all'ottimismo dei primi episodi.

Non che manchino momenti drammatici - e del resto non ne mancavano nella prima parte, per esempio con la sorte della giornalista Fabienne Bériot - ma Assane trasuda la simpatia e l'ingegno degli eroi che non possono perdere. D'altra parte è proprio nel veder trionfare questo figlio di immigrati, contro i potenti e corrotti di Francia, che risiede la gioia della serie. Il punto debole dell'abile ladro rimangono gli affetti famigliari e infatti è per il figlio che corre i rischi più grandi, tanto da essere costretto a svelarsi di fronte a un poliziotto. Pellegrini, che è un villain molto attivo nell'architettare piani e stratagemmi per neutralizzare Assane, ha a sua volta chiari punti deboli, che ne lasciano da subito intuire la sconfitta: l'avidità e la vanità.

Assane è sempre almeno un passo avanti: anche nei momenti di maggior difficoltà lo scopriremo aver architettato piani di riserva o aver piazzato insospettabili infiltrati nell'entourage del suo nemico. Addirittura i flashback sulla sua infanzia rivelano da quanto tempo si preparasse a sfuggire a una eventuale caccia all'uomo nel cuore di Parigi. Altri flashback rivelano anche l'inizio della sua carriera di ladro gentiluomo, i suoi primi errori e colpi di genio, che l'hanno portato a cavarsela fino a oggi.

La serie gioca continuamente di depistaggio anche con lo spettatore, introducendo elementi che sembrano andare in una direzione per poi rivelarsi messe in scena che nascondono altri obiettivi. Ci sono poi personaggi che appaiono in un ruolo e successivamente svelano una seconda natura, e ci sono sequenze dalle puntate precedenti, incluse quella della prima parte della stagione, che solo alla fine vengono riannodate ai restanti fili dell'arazzo. Rimane necessaria una buona dose di sospensione dell'incredulità, ma Omar Sy è un "Lupin" fantastico che si vuole veder trionfare. Una ricetta semplice, che regge gli arzigogoli tipici dei film di truffe e rapine, e che non manca di momenti comici o più sentimentali.

In questi nuovi episodi è meno presente la ex del protagonista interpretata da Ludivine Sagnier, mentre guadagna spazio l'amico Benjamin Ferel, che ha il volto di Antoine Gouy. A lui spettano battute sul cane di Assane, che abbaia appena si dice il nome Pellegrini, e soprattutto la guida di una 500 gialla, come quella del Lupin III giapponese di Hayao Miyazaki. Anche una buona parte dei flashback sono dedicati alle prime collaborazioni criminali dei due amici. Per approfondire altri personaggi, come il poliziotto Youssef, ci sarà sicuramente spazio nella prossima e già confermata stagione.

Episodi: 5
Regia di Louis Leterrier, Hugo Gélin, Ludovic Bernard, Marcela Said.

Una rivisitazione in black del mitico Arsenio Lupin, piacevolmente leggera e con qualche stoccata al passato coloniale francese

Recensione di Andrea Fornasiero

Assane Diop è il figlio di un immigrato senegalese, accusato dalla ricca famiglia per cui lavorava come autista di aver rubato, nientemeno, che la collana di Maria Antonietta. Il figlio non ha mai creduto alla colpevolezza del genitore, suicidatosi in carcere, e ora è in cerca di una giustizia che può trovare solo fuori dalla legge. Cresciuto con il mito di Lupin di Maurice Leblanc, i cui racconti gli erano stati regalati dal padre, è divenuto un vero e proprio ladro gentiluomo, che colpisce solo chi lo merita. I segreti della sua carriera non hanno portato però fortuna alla sua vita sentimentale e la moglie l'ha lasciato, anche se è rimasto in buoni rapporti con lei e con il figlio.

Una rivisitazione in black del mitico Arsenio Lupin, che vuole stare dalla parte giusta della Storia e non manca di stoccate al passato coloniale francese, ma che rimane anche piacevolmente leggera.

La nuova serie consta di almeno dieci episodi, di cui ora su Netflix arriva la prima parte da cinque, intitolata All'ombra di Arsenio. Era da decenni che Lupin non aveva il suo spazio in Tv e ora trova in Omar Sy un nuovo protagonista, capace dell'astuzia e della galanteria che si confanno al personaggio. Alla regia dei primi tre episodi troviamo Louis Leterrier, che ha trascorsi sia con Netflix dove ha diretto Dark Crystal, sia con il sottogenere heist movie in cui si è cimentato con i maghi di Now You See Me. Lupin in fondo è un maestro dell'inganno e Assane descrive al figlio il personaggio di Lupin proprio come un illusionista.

Oltre a Omar Sy, il cast vanta la presenza di Clotilde Hesme (Angèle e Tony ma pure la serie Tv Les Revenants), Ludivine Seigner (vista in molti film, in particolare di François Ozon, ma pure in Tv con The Young Pope e The New Pope) e una veterana del cinema francese come Nicole Garcia.

Seigner partecipa quasi in "controcasting" rispetto ai suoi ruoli solitamente molto sensuali: è infatti la ex moglie e madre del figlio di Assane, con cui lui ha un rapporto d'amore al momento platonico. La sua è una figura ricca di sense of humour, di responsabilità e di rimpianto, non del tutto angelicata ma poco ci manca. La parte più seducente spetta invece a Clotilde Hesme, il cui personaggio è stato amante di Assane e fa parte della famiglia di cui il protagonista si vorrebbe vendicare.

La vicenda si dipana su un doppio binario, dove da una parte abbiamo i tentativi di Assane di trovare giustizia e dall'altro di scoprire la verità sul passato (con tanto di flashback), su come sia stato davvero incastrato suo padre. Questo dà luogo a una notevole varietà di situazioni e si passa per esempio da un primo episodio molto glamour, con un furto al Louvre, a una seconda puntata di tutt'altra atmosfera, dove Assane si deve infiltrare in un carcere. Seguono un rapimento, l'alleanza con una giornalista e la fuga da un sicario, il tutto mentre la polizia indaga su di lui - non senza ambiguità, visto che anche le forze dell'ordine furono coinvolte nel complotto che ha portato alla morte del padre di Assane.

Assane è un Lupin dei nostri giorni, capace di utilizzare anche la tecnologia informatica e i droni, ma per fortuna la serie non eccede in queste scorciatoie e predilige il caro vecchio cappa e spada del duello tra intelligenze umane.

La serie è inoltre attenta a dare spazio ai personaggi femminili, in particolare negli ultimi due episodi di questa prima parte di stagione, che non a caso sono diretti da Marcela Said. La regista franco-cilena può sembrare una scelta esotica, ma ha già un legame con la produzione targata Gaumont, visto che aveva diretto due episodi di Narcos: Messico. Le sue puntate sono meno scoppiettanti di trovate e più malinconiche, ma non mancano di momenti di leggerezza e di truffe, per esempio quella ai danni di una anziana signora che si vanta di essersi arricchita con i diamanti del Congo (implicitamente insanguinati).

È in questo tono giocoso, e mai davvero cruento nella messa in scena, che la serie trova il proprio miglior respiro, capace di reggere a colpi di scena anche improbabili come quelli del finale di (mezza) stagione, perché in fondo Lupin è un feuilleton e andare sopra le righe fa parte del suo fascino.

NEWS
NETFLIX
mercoledì 12 maggio 2021
 

Regia di Ludovic Bernard, Louis Leterrier. Una serie con Omar Sy, Soufiane Guerrab, Vincent Londez, Shirine Boutella, Nicole Garcia. Dall'11 giugno su Netflix.  Guarda il trailer »

NETFLIX
giovedì 6 maggio 2021
 

Dopo lo straordinario successo della prima parte, arriveranno 5 nuovi episodi. Quest'estate su Netflix. Guarda le immagini »

NETFLIX
venerdì 5 marzo 2021
 

I nuovi cinque episodi della fortunata serie con Omar Sy. La prossima estate su Netflix. Guarda il trailer »

NETFLIX
venerdì 29 gennaio 2021
 

Certi libri raccontano più di una storia. Omar Sy è Assane Diop, ladro gentiluomo in Lupin. Vai all'articolo »

NETFLIX
giovedì 7 gennaio 2021
Andrea Fornasiero

Omar Sy è il protagonista di una serie che vuole stare dalla parte giusta della Storia. Dall'8 gennaio su Netflix. Vai all'articolo »

NETFLIX
giovedì 3 dicembre 2020
 

Regia di Ludovic Bernard, Louis Leterrier. Una serie con Omar Sy, Soufiane Guerrab, Vincent Londez, Shirine Boutella, Nicole Garcia. Dall'8 gennaio su Netflix. Guarda il trailer »

NETFLIX
venerdì 25 settembre 2020
 

Regia di Ludovic Bernard, Louis Leterrier. Una serie con Omar Sy, Soufiane Guerrab, Vincent Londez, Shirine Boutella, Nicole Garcia. Da gennaio su Netflix.  Guarda il trailer »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati