La sala professori

Film 2023 | Drammatico, +13 98 min.

Titolo originaleDas Lehrerzimmer
Titolo internazionaleThe Teachers' Lounge
Anno2023
GenereDrammatico,
ProduzioneGermania
Durata98 minuti
Al cinema3 sale cinematografiche
Regia diIlker Çatak
AttoriLeonie Benesch, Leonard Stettnisch, Michael Klammer, Rafael Stachowiak Anne-Kathrin Gummich, Eva Löbau, Kathrin Wehlisch, Sarah Bauerett, Katinka Auberger, Katharina M. Schubert, Özgür Karadeniz, Padmé Hamdemir, Goya Rego.
Uscitagiovedì 29 febbraio 2024
TagDa vedere 2023
DistribuzioneLucky Red
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro Valutazione: 3,50 Stelle, sulla base di 3 recensioni.

Regia di Ilker Çatak. Un film Da vedere 2023 con Leonie Benesch, Leonard Stettnisch, Michael Klammer, Rafael Stachowiak. Cast completo Titolo originale: Das Lehrerzimmer. Titolo internazionale: The Teachers' Lounge. Genere Drammatico, - Germania, 2023, durata 98 minuti. Uscita cinema giovedì 29 febbraio 2024 distribuito da Lucky Red. Oggi tra i film al cinema in 3 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 Valutazione: 3,5 Stelle, sulla base di 3 recensioni.

Condividi

Aggiungi La sala professori tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento mercoledì 28 febbraio 2024

Un'insegnante decide di indagare sulla questione che vede uno dei suoi alunni sospettato per furto. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Premi Oscar, 2 candidature agli European Film Awards, Il film è stato premiato a National Board, 1 candidatura a Goya, Al Box Office Usa La sala professori ha incassato nelle prime 8 settimane di programmazione 496 mila dollari e 32,3 mila dollari nel primo weekend.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,50
CRITICA
PUBBLICO
CONSIGLIATO SÌ
Lo stato di crisi dell'istituzione scolastica raccontato senza retorica e senza sconti.
Recensione di Marianna Cappi
mercoledì 21 febbraio 2024
Recensione di Marianna Cappi
mercoledì 21 febbraio 2024

Quando la nuova insegnante di matematica e di educazione fisica di una seconda media tedesca, Carla Nowak, decide di prendere l'iniziativa per scoprire chi è il responsabile dei furti che si sono verificati nella scuola, lo fa con le migliori intenzioni. Prima su tutte quella di interrompere la prassi degli interrogatori ai danni di studenti innocenti e di liberarli dall'ombra del pregiudizio che grava su di loro. Sa benissimo, perché lo ha visto con i suoi occhi, che, per esempio, anche tra il corpo docente c'è chi non brilla per onestà. E sa benissimo, perché lo insegna in classe, che una tesi ha bisogno di una dimostrazione valida, da condursi passaggio dopo passaggio, altrimenti si finisce nell'ambito dell'opinione, nel relativismo, nell'anarchia. Eppure la sua azione finisce per innescare una reazione a catena, che sfocia proprio là dove Nowak non avrebbe mai voluto, in quell'immagine finale, che è iconograficamente associabile a una vittoria, ma racconta una tragica sconfitta.

E ce ne sono tante di contraddizioni apparenti in questo film, che scorre come un treno sull'unico binario di un'idea di partenza che dà luogo a una produzione inarrestabile di altre cellule.

Per esempio la contraddizione tra "tolleranza zero" e "democratizzazione", due parole chiave della policy della scuola, o quella interna alla questione della riservatezza (Carla non leggerebbe mai le pagine del diario di un ragazzo, però lascia accesa una webcam in sala professori, per quanto su un'inquadratura strettissima; e noi sappiamo, perché stiamo guardando un film, che certe scelte possono fare la differenza).

Nell'attenta sceneggiatura del regista Ilker Çatak e di Johannes Duncker, si parla dunque di un solo fatto ma di molte conseguenze. Si parla tra le righe di responsabilità personali, di comportamento collettivo e di come, ancora una volta, questi elementi possano non essere accordati tra loro. Si parla, senza retorica, del coraggio che ci vuole a pensare e agire diversamente dal gruppo.

La sala professori fotografa con la giusta drammaticità lo stato di un'istituzione in grossa crisi, esogena e endogena, in cui il rispetto che un tempo era precetto è stato sostituito dal sentimento umorale, per cui all'insegnante si dà retta finché è simpatico, sa intrattenere, non si fa scudo con il suo ruolo, perché allora quello scudo, sebbene di latta, diventa subito il bersaglio del tiro incrociato di alunni e genitori.

Con passo felpato e occhio lucido, sostenuto da una colonna sonora asciutta e perfetta, Çatak segue l'intensa Leonie Benesch affondare nella spirale del tutti contro tutti, senza mai smettere di opporre resistenza, anche solo con lo sguardo, e mantiene saggiamente il film nell'ambito del verosimile, evitando il salto esplicito nella metafora che aveva contraddistinto lo sloveno Class Enemy, ma ottenendo, se possibile, un effetto ancora più raggelante.

Sei d'accordo con Marianna Cappi?
Powered by  
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
venerdì 23 febbraio 2024
Gianluca Arnone
La Rivista del Cinematografo

Ogni tesi necessita di dimostrazione. Il precetto che l'insegnante Carla Nowak (Leonie Benesch) impartisce ai propri alunni è matematico, insieme pedagogico. Se sui numeri non ci sono discussioni, una clamorosa smentita colpisce il piano dei comportamenti: sospetto può sortire, onus probandi, accusa ma non necessariamente giustizia. Siamo in Germania, città di provincia.

domenica 19 febbraio 2023
Ilaria Falcone
NonSoloCinema

Carla Nowak (Leonie Benesch), una giovane insegnante di matematica e educazione fisica, ottiene il suo primo lavoro in una classe di seconda media in una scuola della Germania. Tutto sembra filare liscio, finché non si verificano una serie di piccoli furti tra le mura della scuola. Uno dei suoi studenti, un ragazzino di origini turche, è sospettato e accusato, ma Carla, di origini polacche, non è convinta [...] Vai alla recensione »

NEWS
CELEBRITIES
mercoledì 28 febbraio 2024
Fabio Secchi Frau

Attrice tedesca, particolarmente conosciuta a livello europeo, ha lavorato con Haneke ne Il nastro bianco. Da domani al cinema ne La sala professori. Vai all'articolo »

GUARDA L'INIZIO
martedì 27 febbraio 2024
 

Leonie Benesch è la protagonista di una storia che si interroga sul prezzo della verità. Dal 29 febbraio al cinema. Guarda l'inizio del film »

winner
migliori film in lingua straniera
National Board
2023
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2024 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati