Nessuno deve sapere

Film 2021 | Drammatico, +13 99 min.

Titolo originaleL'ombre d'un mensonge
Titolo internazionaleNobody Has to Know
Anno2021
GenereDrammatico,
ProduzioneFrancia, Belgio, Gran Bretagna
Durata99 minuti
Al cinema4 sale cinematografiche
Regia diBouli Lanners
AttoriMichelle Fairley, Bouli Lanners, Andrew Still, Cal Macaninch, Clovis Cornillac Julian Glover, Julanne Chidi Hill, Donald Douglas (III), Therese Bradley.
Uscitagiovedì 1 dicembre 2022
TagDa vedere 2021
DistribuzioneKitchen Film
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,13 su 6 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Bouli Lanners. Un film Da vedere 2021 con Michelle Fairley, Bouli Lanners, Andrew Still, Cal Macaninch, Clovis Cornillac. Cast completo Titolo originale: L'ombre d'un mensonge. Titolo internazionale: Nobody Has to Know. Genere Drammatico, - Francia, Belgio, Gran Bretagna, 2021, durata 99 minuti. Uscita cinema giovedì 1 dicembre 2022 distribuito da Kitchen Film. Oggi tra i film al cinema in 4 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,13 su 6 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Nessuno deve sapere tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento martedì 29 novembre 2022

Phil, un robusto uomo di mezza età, subisce un ictus, che gli fa perdere la memoria. Millie, che si prende cura di lui, gli dice falsamente che erano segretamente innamorati prima del suo incidente. In Italia al Box Office Nessuno deve sapere ha incassato 2,8 mila euro .

Powered by  
Consigliato sì!
3,13/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 2,90
PUBBLICO 3,00
CONSIGLIATO SÌ
Una storia d'amore atipica e minimalista, dalle atmosfere dolci e malinconiche, che racconta la vita ma fa inevitabilmente i conti con la morte.
Recensione di Roberto Manassero
mercoledì 23 novembre 2022
Recensione di Roberto Manassero
mercoledì 23 novembre 2022

Cinquantenne corpulento e tranquillo, il belga Phil vive in una remota isola dell'arcipelago delle Ebridi, in Scozia, lavorando per una famiglia di agricoltori. Colpito da un ictus, sopravvive ma perde la memoria e una volta tornato a casa viene accudito da Millie, figlia del suo datore di lavoro. Dolce e sola, Millie aiuta Phil a ricostruire le sue relazioni e poco alla volta gli rivela, mentendo, che prima dell'ictus loro due erano amanti. L'amore fra i due sboccia, ma sopraffatta dal senso di colpa Millie si sottrae. Con il graduale recupero della memoria, Phil capisce di essere stato ingannato, ma nonostante ciò non rinuncia a Millie e alla nuova vita che è riuscito a costruirsi sull'isola.

Coproduzione belga, inglese e francese, il settimo film da regista di Bouli Lanners è una storia d'amore atipica e minimalista, in cui il dramma è abilmente assorbito da atmosfere dolci e malinconiche.

Fin dal titolo, Nessuno deve sapere gioca con le attese dello spettatore e con i luoghi comuni legati ai generi a cui fa riferimento. Tutte le premesse del racconto appartengono prima di tutto al melodramma: l'ambientazione su un'isola remota dalla natura selvaggia; una comunità chiusa, con le proprie abitudini e la cupezza tipica del nord protestante (la domenica in chiesa le donne indossano il cappello e il prete parla di peccato); l'estraneità del protagonista alle tradizioni locali; le malelingue nei confronti di una donna matura e sola... Allo stesso modo, le caratteristiche di Phil - il suo misterioso passato mai nominato, il silenzio sulle ragioni che lo hanno portato sull'isola e poi la sua amnesia - sono tratti tipici del noir pronti a esplodere in qualsiasi momento, come se il film potesse trasformarsi in una sorta di A History of Violence...

L'abilità di Bouli Lanners - anche interprete di Phil - consiste proprio nel gestire l'ingombrante materia narrativa del suo racconto, da cui distilla la semplice storia d'amore di un uomo e una donna non più giovani ma capaci di costruirsi una nuova vita.

Il film non indugia nemmeno nel sentimentalismo, né quando unisce i due protagonisti né quando li separa. Nessuno deve sapere, con il suo titolo così mélo (e quello francese lo è ancora di più: L'ombre d'un mensonge, l'ombra di una menzogna), sceglie in realtà di ammortizzare ogni possibile tensione legandosi alla grazia dei personaggi: non solo di Phil e Millie, lui così grosso e buono, lei solo in apparenza fredda e distante (a interpretarla è l'intensa Michelle Fairley), ma anche di Brian, nipote di Millie e amico di Phil, che si affeziona a un cane di cui si è smarrito il padrone, e di Angus, austero capofamiglia che rivela un animo da brav'uomo.

La stessa apparizione sull'isola di un pezzo della vecchia vita di Phil, nel momento in cui l'uomo ha recuperato la memoria, non è altro che una falsa pista: il destino ineluttabile del melodramma (e viene in mente un vecchio film ambientato su un'isola, La sposa nella tempesta di Wyler, 1931) in Nessuno deve sapere diventa semplicemente un passato con il quale fare i conti e dal quale ricominciare. Senza strappi o drammi. E a dimostrazione di come l'amore fra Phil e Millie sia qualcosa di giusto e prezioso, anche la piccola bugia di lei finisce per diventare paradossalmente un dono, e non un peccato come forse il prete vorrebbe.

Nessuno deve sapere è un film sulla vita, anche se inevitabilmente fa i conti con la morte. È attraversato da una serenità ammirevole, da uno stile compassato che lo rende un'opera umile, tradizionale ma raffinata, dove anche l'impeto delle onde del Mare del Nord accoglie la triste vicenda di Phil e Millie, e lascia le cime tempestose ad altri racconti.

Sei d'accordo con Roberto Manassero?
Powered by  
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
domenica 4 dicembre 2022
Roberto Escobar
Il Sole-24 Ore

Volevo raccontare una storia d'amore, non di un amore tra due persone belle, ma tra due persone normali, dice il belga Bouli Lanners, giunto alla sua quinta regia. Non sembrano belli, il più che cinquantenne Philippe (lo stesso Lanners) e la più che cinquantenne Millie (Michelle Fairley). Non lo sono secondo il modello diffuso dalla comunicazione, e imposto dal marketing.

giovedì 1 dicembre 2022
Simone Emiliani
Sentieri Selvaggi

Le montagne, l'acqua la luce e un uomo solo, sospeso in quel paesaggio. Nessuno deve sapere richiama istintivamente il nuovo gran film di Martin McDonagh, Gli spiriti dell'isola. Non c'è somiglianza nella trama e cambia anche l'ambientazione, dall'Irlanda del 1923 all'isola di Lewis, in Scozia, nell'arcipelago delle Ebridi, oggi. Però i due film condividono un isolamento, un'impermeabilità verso l'esterno. [...] Vai alla recensione »

giovedì 1 dicembre 2022
Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Potrebbe diventare il "sentimentale" di Natale, libero dal sentimentalismo dei prodotti. In questo amore d'età avanzata è bello decidere se i protagonisti sono più Phil, che perde temporaneamente la memoria, o Milly, che ne approfitta, o più la costiera e le pianure scozzesi delle Ebridi. Come nei romanzi di Peter May la durezza della terra battuta dal mare evoca una tenerezza disperata.

giovedì 1 dicembre 2022
Alice Sforza
Il Giornale

Al cinquantenne Phil, un ictus fa perdere la memoria. Di lui si prende cura Millie, la quale gli rivela di essere la sua amante segreta. Sarà vero? Ambientato nell'arcipelago delle Ebridi, in Scozia, questa sto- ria atipica di amore miscela dramma e romanticismo, senza mai risultare stucchevole. Merito dei due convincenti protagonisti e di una regia che pesca anche dal noir per raccontare i sentimenti [...] Vai alla recensione »

martedì 29 novembre 2022
Ilaria Feole
Film TV

Al quinto lungometraggio, quello di Bouli Lanners, autore/attore dal corpo attoriale massiccio e dalla sensibilità struggente, è un cinema che amiamo e sosteniamo con decisione, perché lontano dalle mode e dal suo tempo, capace di cesellare personaggi e paesaggi - entrambi, quasi sempre, pervasi di solitudine - con cura amorevole e con intelligenza umanista.

NEWS
TRAILER
lunedì 7 novembre 2022
 

Regia di Michelle Fairley, Bouli Lanners, Tim Mielants. Un film con Michelle Fairley, Bouli Lanners, Julian Glover, Cal Macaninch, Clovis Cornillac. Da giovedì 1 dicembre al cinema. Guarda il trailer »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati