The Translators

Film 2019 | Thriller, +13 105 min.

Anno2019
GenereThriller,
ProduzioneFrancia
Durata105 minuti
Regia diRégis Roinsard
AttoriOlga Kurylenko, Alex Lawther, Sidse Babett Knudsen, Riccardo Scamarcio, Lambert Wilson Patrick Bauchau, Eduardo Noriega (II), Miglen Mirtchev, Maria Leite, Sara Giraudeau, Anna Maria Sturm, Frédéric Chau, Manolis Mavromatakis.
DistribuzioneAltre Storie
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Regia di Régis Roinsard. Un film con Olga Kurylenko, Alex Lawther, Sidse Babett Knudsen, Riccardo Scamarcio, Lambert Wilson. Cast completo Genere Thriller, - Francia, 2019, durata 105 minuti. distribuito da Altre Storie. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Condividi

Aggiungi The Translators tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Il lavoro di nove traduttori è in pericolo quando vengono pubblicate le pagine del loro manoscritto.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Un thriller complesso che indaga il mondo letterario e riflette sul rapporto tra autore e traduttore.
Recensione di Giancarlo Zappoli
mercoledì 26 agosto 2020
Recensione di Giancarlo Zappoli
mercoledì 26 agosto 2020

L'ultimo volume della trilogia "Dedalus" di Oscar Brach (autore di cui non si conosce la vera identità) si annuncia come un best seller mondiale. Al fine di evitare fughe di notizie o anticipazioni del contenuto il responsabile editoriale Eric Angstrom ingaggia nove esperti traduttori nelle più diverse lingue affinché si mettano al lavoro in un lussuoso bunker in cui verranno isolati dal mondo. Nonostante ciò le prime dieci pagine finiscono in Internet seguite da una richiesta di denaro rivolta ad Angstrom. Chi ne è l'autore?

A sette anni di distanza da Tutti pazzi per Rose Régis Roinsard torna dietro la macchina da presa con un film ancora scritto da lui passando però dalla commedia rosa al thriller.

Conservando un elemento di continuità: la parola scritta. Là si trattava di parole dette che dovevano trasformarsi velocemente in documenti commerciali. Qui invece di parole scritte che debbono trasmutarsi in altre lingue. Roinsard costruisce una trama complessa (in cui non mancano i colpi di scena) che a tratti rischia di rivelarsi come troppo 'pensata' (i sette anni devono aver favorito molteplici riscritture della sceneggiatura). Ha però ha il pregio di tenere presenti modelli classici alla Agatha Christie (peraltro citata nel film) ampliandone il senso.

Siamo presenti quindi non solo dinanzi alla classica domanda "Chi è stato?" ma anche a una riflessione più ampia sul rapporto con l'opera letteraria. Si avvertono echi de La migliore offerta al cui centro erano le opere del genio pittorico legate a un confronto/scontro tra personalità diverse. Qui invece si finisce con il riflettere sull'opera letteraria che, quando si trasforma in best seller, perde, per chi la promuove, qualsiasi valore artistico (per alcuni dei traduttori questo valore "Dedalus" ce l'ha) per diventare una merce che deve rendere il massimo profitto possibile in tutte le lingue possibili.

Il traduttore diventa un puro e semplice strumento che deve farsi veicolo di diffusione senza interferire se non nell'uso delle parole più appropriate di cui non è la fonte primaria. È sull'ambiguità del legame tra le due figure (autore/traduttore) che si sviluppa tutta la vicenda come in un rapporto al buio (che a un certo punto diventa anche reale) che ha bisogno che sia fatta luce.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
Un thriller francese ad orologeria con Riccardo Scamarcio.
Overview di Massimiliano Carbonaro
mercoledì 12 febbraio 2020

Un thriller insolito frutto di un meccanismo implacabile da camera chiusa è uno dei campioni di incasso francese, Les Traducteurs - The Translators. Il film diretto e sceneggiato (insieme a Daniel Presley e Romain Compingt) da Regis Roinsard racconta i retroscena della traduzione di un best seller internazionale nel tentativo di evitare inopportuni spoiler.

Lo spunto principale per Les Traducteurs è arrivato a Regis Roinsard da un articolo che raccontava come la casa editrice italiana Mondadori avesse gestito, appunto, la traduzione del libro di Dan Brown, 'Inferno' che poi è diventato un film diretto da Ron Howard sempre con Tom Hanks nei panni dell'esperto di simbologia Robert Langdon.

Les Traducteurs - The Translators ruota intorno alla traduzione dell'ultimo volume della serie di successo Dedalus scritta da un misterioso autore, Oscar Brach. Per riuscire a mantenere segretissima la trama e impedire anticipazioni vengono raccolti nove traduttori espertissimi e provenienti da mezza Europa. Rinchiusi in una bella villa e dentro un lussuoso bunker non hanno nessuno contatto con l'esterno. Eppure le prime dieci pagine finiscono pubblicate su internet da un misterioso hacker che ricatta la casa editrice e in particolare il responsabile editoriale, Eric Angstrom. Comincia così una caccia all'uomo dove tutti sono sospettati.

A rendere questo film interessante è intanto il contesto originale in cui si muove, un mondo quello letterario dove comunque si è disposti ad uccidere per evitare terribili spoiler. Senza contare che il thriller di Roinsard ripropone un giallo classico che sembra essere ritornato di moda come testimonia il successo di Cena con delitto - Knives Out. Ma il regista ci ha abituato a scenari insoliti, infatti, il suo film d'esordio, Tutti pazzi per Rose (Populaire) metteva in scena una gara di velocità di battitura alla macchina da scrivere.

Altro elemento che nobilita Les Traducteurs - The Translators è poi il cast inevitabilmente internazionale visto che ogni traduttore rappresenta un paese e quindi una lingua diversa. Cominciamo, però, dalla figura di Eric Angstrom che ha il volto di Lambert Wilson famosissimo in patria, ma noto in tutto il mondo per aver interpretato il Merovingio in due dei film della saga di Matrix (Matrix Reloaded e Matrix Revolutions). Arriva sull'onda del successo della serie The End of the f***ing world il traduttore inglese che è il giovane attore Alex Lawther. Mentre per la traduttrice russa abbiamo un'ex Bond Girl come Olga Kurylenko di Quantum of Solace.

Per l'Italia ritroviamo Riccardo Scamarcio sempre più impegnato internazionalmente anche grazie al successo di John Wick 2. Ma tutti i nove traduttori sono in qualche modo conosciuti, quello che bisogna dire che il tratto che li accomuna tutti è quello di saper bene il francese, tranne l'attore greco, Manolis Mavromatakis, che lo capiva appena e ha dovuto fare un corso accelerato per potersi esprimere al meglio. Nel cast spicca anche la presenza dell'attrice danese Sidse Babett Knudsen che in molti ricordano per la sua partecipazione alla serie Borgen.

Sei d'accordo con Massimiliano Carbonaro?
NEWS
[LINK] FESTIVAL
mercoledì 26 agosto 2020
Giancarlo Zappoli

Regia di Régis Roinsard. Presentato al Bif&st 2020 e prossimamente al cinema. Vai all'articolo »

OVERVIEW
mercoledì 12 febbraio 2020
Massimiliano Carbonaro

Il lavoro di nove traduttori è in pericolo quando vengono pubblicate le pagine del loro manoscritto. Campione di incassi in Francia, Vai all'articolo »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati