Arbëria

Film 2019 | Docu-fiction +13 90 min.

Anno2019
GenereDocu-fiction
ProduzioneItalia
Durata90 minuti
Regia diFrancesca Olivieri
AttoriCaterina Misasi .
Uscitamartedì 26 marzo 2019
DistribuzioneLAGO Film
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Regia di Francesca Olivieri. Un film con Caterina Misasi. Genere Docu-fiction - Italia, 2019, durata 90 minuti. Uscita cinema martedì 26 marzo 2019 distribuito da LAGO Film. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Condividi

Aggiungi Arbëria tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Il film indaga i legami forti e l'eredità culturale delle comunità arbëreshë, gli albanesi d'Italia, che ancora sopravvivono in alcuni piccoli borghi di Calabria e Basilicata. In Italia al Box Office Arbëria ha incassato 1,9 mila euro .

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Scheda Home
News
Critica
Premi
Cinema
Un'opera prima che evidenzia passione e grande attaccamento alle proprie radici culturali.
Recensione di Giancarlo Zappoli
lunedì 25 marzo 2019
Recensione di Giancarlo Zappoli
lunedì 25 marzo 2019

Aida, che ha lasciato da tempo il proprio paese in Calabria per diventare creatrice di moda in una grande città fa ritorno alle origini in seguito a un decesso. In famiglia viene accolta con un misto di affetto e diffidenza. Chi le è più vicino è la giovane nipote che è fidanzata ma anche dotata di uno spirito indipendente che la spinge a non sottomettersi alle imposizioni da qualsiasi parte provengano. Aida in lei rivede se stessa.

Francesca Olivieri alla sua opera prima evidenzia una grande passione per le proprie radici culturali. È infatti nata in Piemonte ma è di origini Arbëreshë.

Chi sono gli Arbëreshë? Sono gli appartenenti a una comunità albanofona, erede delle tradizioni di un popolo che è migrato durante il Medioevo dall'Albania all'Italia. Anche se la lunga parte introduttiva fa dubitare che l'odierna fruizione televisiva (che si sostanzia nel 'qui e subito' dei primi 5 minuti di narrazione, dopo di che interviene spesso inesorabile l'uso del telecomando) possa avvalersene appieno, la passione di cui si avverte dall'inizio alla fine. Grazie anche all'intensa bellezza (che manifesta un mix di nostalgia e malinconia) e alla bravura di Caterina Misasi che offre ad Aida la pensosa misura di chi ha cercato di allontanarsi dalle proprie origini senza però volersene davvero distaccare definitivamente.

Se l'impianto narrativo è classico negli sviluppi, l'intento è più che apprezzabile. Olivieri riesce a farci accostare non solo alle sonorità di una lingua antica tuttora in uso e proveniente dalla stratificazione di cicli successivi di migrazioni ma ci offre anche, senza pedanteria, informazioni su quelli che i sussidiari scolastici di un tempo definivano 'usi e costumi'.

La preparazione della festa patronale e il rito nuziale sono presentati con un'attenzione etnologicamente e filologicamente aderente anche ai particolari. Al termine della proiezione non saranno pochi coloro i quali vorranno saperne di più degli Arbëreshë. Per una docufiction opera prima questo è già un bel risultato.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati