La ballata di Buster Scruggs

Film 2018 | Western +13 132 min.

Titolo originaleThe Ballad of Buster Scruggs
Anno2018
GenereWestern
ProduzioneUSA
Durata132 minuti
Regia diEthan Coen, Joel Coen
AttoriJames Franco, Bill Heck, Ethan Dubin, Bill Foster, Grainger Hines, Ralph Ineson Shawn Lecrone, Liam Neeson, David Krumholtz, Brendan Gleeson, Harry Melling, Stephen Root, Tom Waits, Zoe Kazan, Tyne Daly.
TagDa vedere 2018
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,60 su 7 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Ethan Coen, Joel Coen. Un film Da vedere 2018 con James Franco, Bill Heck, Ethan Dubin, Bill Foster, Grainger Hines, Ralph Ineson. Cast completo Titolo originale: The Ballad of Buster Scruggs. Genere Western - USA, 2018, durata 132 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,60 su 7 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi La ballata di Buster Scruggs tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Sei storie si intrecciano sullo sfondo del vecchio west. Il film è stato premiato al Festival di Venezia.

Consigliato assolutamente sì!
3,60/5
MYMOVIES 4,00
CRITICA 3,20
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Un'operazione di qualità, profondamente colta, che si colloca alla perfezione nel modo in cui i Coen hanno sempre inteso il Cinema.
Recensione di Giancarlo Zappoli
venerdì 31 agosto 2018
Recensione di Giancarlo Zappoli
venerdì 31 agosto 2018

Un vecchio libro che contiene sei storie sul vecchio West apre le sue pagine per trasferirle, una dopo l'altra sullo schermo. Si va da Buster Scruggs pistolero cantante fino a una diligenza stipata di persone dirette passando attraverso impiccagioni e filoni d'oro.
I Coen, come è praticamente loro regola, minimizzano. Affermano di aver scritto dei racconti western e di aver poi desiderato di metterli insieme come nei film a episodi degli anni Sessanta italiani. Volevano i migliori registi disponibili e sono lieti che entrambi (cioè loro) abbiano accettato.

Dietro questo umorismo auto/ironico si nasconde di fatto un'operazione di qualità che si colloca alla perfezione nella linea del loro modo di fare cinema.

C'è infatti in ogni loro opera una cultura profonda e si potrebbe quasi dire maniacale che ama trovare opportunità di dissimulazione di volta in volta diverse. In questa occasione tocca a un genere, il western, che viene rivisitato in gran parte dei suoi elementi fondativi senza però cadere mai nella parodia o nella citazione di uno specifico film (altri direbbero 'omaggio') fine a se stessa. A partire dal primo episodio in cui il Buster Scruggs del titolo è un cowboy canterino che rimanda a una tipologia del western che risale all'introduzione del sonoro nel cinema e che già John Landis aveva bonariamente preso in giro ne I tre amigos. Qui però da subito le variazioni sul tema sono numerose e tutte riuscite. Il protagonista non solo è paragonabile a un usignolo ma è anche uno che sa come usare le armi e che sa come difendersi anche in loro assenza.

I Coen strutturano la loro antologia prendendosi dei rischi strutturali. Perché si ride e lo si fa più volte nei primi due 'racconti'. Poi il riso va progressivamente scemando salvo riemergere a tratti all'improvviso. Non scema però il livello qualitativo che consente alla narrazione di svariare dallo spaghetti western alle carovane senza dimenticare i nativi americani, il cercatore d'oro e, last but not least, la diligenza di fordiana memoria. Ed è qui che si rivela, in favore di chi non lo avesse già colto in precedenza, il fil rouge tematico declinato sotto i suoi più vari aspetti.

Nel cosiddetto Far West (quello reale) si moriva spesso e non per morte naturale. La vita poteva essere persa in innumerevoli modi e con modalità anche del tutto inaspettate. I Coen ce lo ricordano cantando, piantando geometrici buchi in fronte e portandoci a bordo di una diligenza su cui a cassetta siede un conducente che fa pensare al Sjöström de Il carretto fantasma in corsa verso una meta bergmaniana.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 2 settembre 2018
Peer Gynt

Davanti agli occhi dello spettatore una mano sfoglia un libro a partire dalla copertina e dal frontespizio: così comincia l'ultimo film dei fratelli Coen, un film ad episodi (genere una volta molto in voga, oggi quasi completamente abbandonato) che illustra la grande epopea americana della conquista del West da molti punti di vista diversi e soprattutto, cosa che farà la gioia di [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
sabato 1 settembre 2018
Alessandra Levantesi
La Stampa

«The Ballad of Buster Scruggs» (prodotto da Netflix) è un puro gioiello americano: sei episodi ispirate alle pagine di un vecchio libro illustrato di storie della prateria, recitati da un ottimo cast e illuminati dalla limpida fotografia di Bruno Delbonnel. Approcciando nuovamente (dopo «Il grinta») il western, i Coen lo giocano stavolta in chiave di parodia: non la parodia un po' cialtrona di certi [...] Vai alla recensione »

sabato 1 settembre 2018
Stenio Solinas
Il Giornale

Per i fratelli Coen, dare il cinema western per defunto è una notizia «fortemente esagerata», come osservò Mark Twain quando appresa dalla stampa di essere morto. «Mentre giravamo a Santa Fè The Ballad of Buster Scruggs, c'erano molti altri set al lavoro, sia televisivi sia cinematografici, e in gran parte riguardavano film western. Se ne fanno oggi molti di più di quanti se ne facessero negli anni [...] Vai alla recensione »

sabato 1 settembre 2018
Cristina Piccino
Il Manifesto

Sul Lido un caso Netflix non c'è. Ci sono i film, quelli che il festival di Cannes non ha preso nello scontro con la piattaforma- legato ai tempi di distribuzione in sala - come il magnifico Roma di Alfonso Cuaron, già posizionato tra i possibili Leoni d'oro, o The Other Side of the Wind, uno dei maledettissimi capolavori wellesiani rimasto fino a ieri invisibile (e incompiuto).

sabato 1 settembre 2018
Emiliano Morreale
La Repubblica

Un cowboy canterino (Tim Blake Nelson) dal grilletto fin troppo facile. Un rapinatore (James Franco) che subisce rocambolesche disavventure. Un imbonitore con un carro di Tespi (Liam Neeson) che porta in giro un tronco umano declamante Shakespeare, la Bibbia e altro. Un ostinato cercatore d'oro (Tom Waits). Una soave fanciulla (Zoe Kazan) in viaggio verso l'Oregon con una carovana.

sabato 1 settembre 2018
Francesco Alò
Il Messaggero

Antologia western composta da sei pepite d'oro. Un azzimato pistolero dentone detto "Il picchiatello del West Texas" che straparla in camera, il rapinatore (James Franco) più sfigato, arrestato e impiccato della prateria («È la tua prima volta?», chiederà stupito a un compagno di patibolo troppo frignone; boato di risate in proiezione stampa), quel tronco d'uomo «trovato per le strade di Londra» che [...] Vai alla recensione »

NEWS
NETFLIX
mercoledì 12 settembre 2018
 

Un vecchio libro che contiene sei storie sul vecchio West apre le sue pagine per trasferirle, una dopo l'altra sullo schermo. Si va da Buster Scruggs pistolero cantante fino a una diligenza stipata di persone dirette passando attraverso impiccagioni e [...]

NETFLIX
mercoledì 25 luglio 2018
 

Netflix parteciperà alla 75. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia (29 agosto - 8 settembre) con cinque film e un documentario originali. THE BALLAD OF BUSTER SCRUGGS (Concorso) The Ballad of Buster Scruggs è un film antologico [...]

winner
miglior scenegg.ra
Festival di Venezia
2018
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati