Un boss in salotto

Film 2014 | Commedia 90 min.

Regia di Luca Miniero. Un film con Paola Cortellesi, Rocco Papaleo, Luca Argentero, Angela Finocchiaro, Alessandro Besentini. Cast completo Genere Commedia - Italia, 2014, durata 90 minuti. Uscita cinema mercoledì 1 gennaio 2014 distribuito da Warner Bros Italia. - MYmonetro 2,18 su 97 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Un boss in salotto tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Luca Miniero ha sbancato i botteghini con Benvenuti al Sud e Benvenuti al Nord, raccontando con ironia i luoghi comuni dai due poli d'Italia. In Italia al Box Office Un boss in salotto ha incassato nelle prime 4 settimane di programmazione 12,2 milioni di euro e 5,5 milioni di euro nel primo weekend.

Passaggio in TV
sabato 15 dicembre 2018 ore 21,15 su PREMIUMCINEMACOMEDY

Un boss in salotto è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato no!
2,18/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA 2,08
PUBBLICO 2,45
CONSIGLIATO NÌ
Ancora una volta Miniero fa incontrare il Nord e il Sud, in un film altalenante che si regge sulle spalle di Paola Cortellesi.
Recensione di Dario Zonta
Recensione di Dario Zonta

Dalle parti di Bolzano, in un cottage eco compatibile, vive una famiglia quasi perfetta comandata a bacchetta da una madre stentorea e volitiva che la mattina incita i figli Vittorio e Fortuna a dare il meglio di sé e fare il meglio per sé, dopo aver corroborato il marito con la quotidiana dose di fiducia affinché ottenga il posto di direttore di marketing nella ditta edile che domina la città e i suoi abitanti, impiegati e sudditi.
Una famiglia giovane e linda, alle prese con la competitività e laboriosità del fatidico Nord, che cela in cuor suo un terribile segreto: la madre, perfetta icona della bolzanina oltranzista, non si chiama Cristina - come tutti pensano - e non è un puro sangue e neanche un mezzo sangue, bensì è una "terrona" autentica e integrale che di nome fa Carmela. Come tutte le figlie del sud, Carmela deve fare i conti con un'ingombrante figura maschile che qui prende le sembianze di un fratello pare camorrista. Il caso vuole che in attesa del processo che stabilisca la sua affiliazione, il fratello boss venga mandato al confino bolzanino con la possibilità di attendere l'inizio del processo nella casa della sorella. Eccolo, dunque, che si appalesa in quel di Bolzano con la tuta acetata, la canottiera bucherellata, svariate catene dorate al collo e uno stuzzicadenti appeso alle labbra. Carmela ha finito di vivere e il suo castello di menzogne cade un pezzo alla volta riportandola alle sue origini in un lento risorgere dell'orgoglio meridionale.
Luca Miniero sembra non riuscire a sfuggire alla formula del Nord che incontra il Sud e viceversa, resa famosa dai film Benvenuti, anche se in questo Boss in salotto c'è qualcosa di più nel lavoro di scrittura e nella performance attoriale. Se non fosse che il regista, come ha dichiarato, ha voluto ripescare un soggetto conservato nel cassetto, scritto con Federica Pontremoli (sceneggiatrice per alcuni film di Moretti, tra l'altro), verrebbe da pensare a questo film come il tentativo estremo di tirare per i piedi la fortuna incredibile e inspiegabile (almeno per quanto riguarda il secondo, Benvenuti al Nord, davvero banale e scontato) riservata ai precedenti. Il boss di questo nuovo salotto è tutto giocato sulla contrapposizione, spesso "maccheronica" e facilona, tra usi e costumi del nord e del sud. L'elemento nuovo che libera per un attimo il film dal giogo che lo costringe ad arare sempre lo stesso campo è dato dalla suggestione dell'infiltrazione camorristica al nord. Non appena il locale imprenditore edile, anch'egli in crisi, scopre che un presunto boss della camorra è nella casa di Cristina, promuove il marito di lei, suo dipendente, nella speranza che questo scatto possa portare nuovi favori e liquidità alla sua società in crisi.
Il film, altalenante con delle cadute insopportabili (tipo la scenetta del gatto morto), si regge quasi esclusivamente sulle spalle di Paola Cortellesi - che interpreta la madre Cristina - brava credibile eclettica, un'attrice piena di talento, e Rocco Papaleo, anch'egli molto bravo, capace di vivere la sua macchietta nella credibilità quasi fumettistica in cui il regista ha deciso di relegarlo.

Sei d'accordo con Dario Zonta?
Una nuova ironica storia sullo scontro tra Nord e Sud.

Cristina (Paola Cortellesi) è un'energica meridionale che è finalmente riuscita a costruirsi una vita e una famiglia traferendosi in un piccolo centro del Nord Italia, insieme a Michele Coso (Luca Argentero) e ai loro due figli. La sua perfetta vita familiare e le sue convinzioni sull'identità nordica saranno però turbate dall'arrivo di una notizia: convocata in Questura, scopre che suo fratello Ciro (Rocco Papaleo), che non vede da quindici anni, è implicato in un processo di camorra. L'uomo, un tipo tutto tatuaggi, catene d'oro e poco abituato alle buone maniere, sconvolgerà letteralmente ogni suo piano quando le chiederà di poter trascorrere gli arresti domiciliari a casa sua. Cristina, suo malgrado, accetterà. Il film ha inaugurato in Italia l'esperimento del live streaming, permettendo per la prima volta di assistere in streaming e in diretta, quindi senza filtri, alle riprese del film.

UN BOSS IN SALOTTO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
-
-
TIMVISION
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
NOW TV
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€7,99 €9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 3 gennaio 2014
brian77

E' proprio mediocre. Il problema non sta nel fatto che la gag sul gatto morto sia scontata, ma che quasi tutta la sceneggiatura è basata su effetti che sembrano quelli di una commedia di filodrammatici. Schematici, senza vita. Nonostante Papaleo debordante e una valida Cortellesi: il problema non sta nel farsesco, ma nel fatto che sceneggiatori e registi del cinema italiano anni '50 [...] Vai alla recensione »

mercoledì 15 gennaio 2014
Lupo67

Luca Miniero, regista di Benvenuti al Sud, mette in scena la storia di una famiglia perfetta  (in apparenza) che viene travolta dall’arrivo del fratello di lei, sguaiato ladruncolo accusato di associazione mafiosa. Su di una trama del genere è possibile costruire qualsiasi cosa, magari non originale ma sicuramente divertente.

lunedì 6 gennaio 2014
Daniele Frantellizzi

Dopo aver ottenuto un buon successo con il doppio Benvenuto (prima al sud, poi al nord) Luca Miniero decide di unire le due realtà in un’unica pellicola, e torna a giocare con gli stereotipi caratterizzanti le (presunte) differenze nord/sud tipicamente italiche in questa commedia dal sapore agrodolce. Il sipario si alza su una giovane e modernissima “smoking free family”, come [...] Vai alla recensione »

domenica 26 gennaio 2014
Melvin II

 Un boss in salotto è un film commedia del 2014 scritto e diretto da Luca Miniero, con protagonisti Paola Cortellesi, Rocco Papaleo e Luca Argentero. Il box office di Capodanno ha premiato il cinema italiano. Un Boss in salotto ha sconfitto Frozen e Capitan Harlock, guadagnando il primato degli incassi Miniero dopo i successi di Benvenuti al Sud e al Nord, ci riprova .

sabato 4 gennaio 2014
molok

Il gustoso ritorno della Cortellesi con un cast potenzialmente "forte" ma tenuto a bassi giri per non osare. L'idea della famiglia dell'estremo nord che si trova a scontrarsi col motivo che l'ha portata a rinnegare le proprie origini tra gag morbide e non forzate. Forse troppo leggero, si poteva spingere di più avendo temi caldi quali "camorra", "razzismo", [...] Vai alla recensione »

sabato 1 dicembre 2018
Antonio Russo

Con i tantissimi attori e cabarettisti napoletani validissimi. Far fare la parte del napoletano ad un pugliese è davvero una bassezza. Nulla contro i pugliesi e nemmeno contro Rocco Papaleo che adoro, ma è davvero troppo evidente che non sappia na parola di napoletano. 

mercoledì 4 maggio 2016
Barolo

Ancora una volta, di troppo, a parer mio, Luca Minieri sforna un film sulla macchiettistica e folcloristica contrapposizione nord-sud, con tanto di stereotipi ormai abituali.La fortuna di "Benvenuti al sud" bissata dal successo di "Benvenuti al Nord" hanno evidentemente  indotto il regista a giocare sempre su questa dicotomia pittoresca e grottesca,che però oggi ha perso [...] Vai alla recensione »

lunedì 24 marzo 2014
Melvin II

 Un boss in salotto è un film commedia del 2014 scritto e diretto da Luca Miniero, con protagonisti Paola Cortellesi, Rocco Papaleo e Luca Argentero. Il box office di Capodanno ha premiato il cinema italiano. Un Boss in salotto ha sconfitto Frozen e Capitan Harlock, guadagnando il primato degli incassi Miniero dopo i successi di Benvenuti al Sud e al Nord, ci riprova .

domenica 16 febbraio 2014
Eleonora Panzeri

 Il film racconta la storia di una donna che ha speso la sua vita ad ottenere ciò che non ha avuto da bambina, una famiglia perfetta. Per realizzare il suo obbiettivo è disposta a rinnegare le sue origini meridionali, cambiando persino il suo nome e a forzare i suoi familiari a dare il massimo per essere vincenti. La vita che fino ad all’ora scorreva apparentemente su binari [...] Vai alla recensione »

mercoledì 15 gennaio 2014
enzo70

Miniero è uno di mestiere, che ha imbroccato il filone, differenza nord e sud, e su questo ci sa lavorare. Un boss in salotto è un film gradevole, si sorride per tutto il film, a volte si ride, primo tempo meglio del secondo, quando si cerca una profondità impossibile per un film di questo tipo. La trama è semplice, la Cortellesi, bravissima, vive in Alto Adige una vita [...] Vai alla recensione »

martedì 29 settembre 2015
Peer Gynt

Chissà perché un'attrice brava e divertente come Paola Cortellesi incappa spesso in film mediocri come questo! Meriterebbe registi migliori e sceneggiature un po' più intelligenti. E qui di umorismo intelligente non ce n'è. È tutta comicità di grana grossa, scenette a metà fra la barzelletta e lo sketch televisivo, stereotipi e luoghi comuni [...] Vai alla recensione »

sabato 25 aprile 2015
filpap

Ricordo ancora allibito Miniero che, parlando del successo di Benvenuti al Sud,si vantava senza alcuna traccia di modestia come fosse merito suo. La realtà è che aveva preso un film splendido (giù al nord) e l'aveva copiato uguale, impossibile fallire. Anzi sì, l'unica scena originale spiccava per grossolaneria: quella dove fanno indossare il giubbotto antiproiettile alla Finocchiaro per intenderci. [...] Vai alla recensione »

mercoledì 29 gennaio 2014
ultimoboyscout

La vita apparentemente perfetta di Cristina viene sconvolta dall'arrivo improvviso del fratello Ciro, che non vedeva da anni e che aveva dato per morto ai suoi famigliari, implicato in un processo di Camorra. Luca Miniero sembra averci preso gusto: dopo "Benvenuti al Sud" e "Benvenuti al Nord", confeziona un'altra commedia che mette di fronte meridione e settentrione, che [...] Vai alla recensione »

venerdì 10 gennaio 2014
cinema.it

Adatto a chi vuole farsi due risate ma prima di spendere i soldi per il biglietto...ci penserei due volte. Non si può fare una recensione precisa, dipende dai gusti, certo un meridionale apprezzerebbe di più la visione di questo film più di un milanese, dato che ciò che provoca le risate è proprio l' aspetto volgare del dialetto napoletano e delle usanze del sud-italia [...] Vai alla recensione »

giovedì 9 gennaio 2014
Mickey97

Un boss in salotto non è l'ennesima differenza fra Nord e Sud, fra meridionali e settentrionali bensì un'ottima commedia che tratta della legalità e della legge che rende più forte un uomo per affligerne altri. Rocco Papaleo viene chiamato ad interpretare il presunto boss della camorra  per sconvolgere la vita di Cristina, un'energica meridionale trasferitasi [...] Vai alla recensione »

giovedì 2 gennaio 2014
Pascale Marie

Il film di Luca Miniero presenta chiaramente i conflitti tra Nord e Sud che purtroppo ancora ci sono in Italia, in un modo simpatico, ironico e intelligente. E' una storia semplice di una famiglia apparentemente perfetta e felice che viene stravolta dall'arrivo del fratello Ciro, presunto camorrista. La padrona di casa Cristina, cambia abitudini ed anche il nome che le ricorda troppo le sue [...] Vai alla recensione »

venerdì 10 gennaio 2014
Flyanto

 Film in cui si narra di una donna, interpretata da Paola Cortellesi, che si trova costretta ad ospitare per un breve periodo nella sua casa e con la sua famiglia il fratello (Rocco Papaleo) appena uscito dal carcere ed in attesa di un processo che lo potrebbe o meno condannare definitivamente od addirittura scagionare dalle svariate accuse. La donna, nel frattempo, si è "ricostruita" [...] Vai alla recensione »

martedì 7 gennaio 2014
Alexcold83

Nonostante la cattiva sorpresa riservatami alla biglietteria dell'UciCinemas (Voucher 2x1 di Mymovies ritenuto non valido, ho scritto una mail alla redazione) ho visto questo film che mi ha subito rimesso di buon umore. Miniero dovrebbe telefonare a Pieraccioni e a Neri Parenti per spiegare come dovrebbe essere il film di Natale per famiglie, leggero e ricco di battute e gag divertenti ma anche [...] Vai alla recensione »

sabato 11 gennaio 2014
Simiperla

L'esperienza cinematografica più deludente degli ultimi anni. Un concentrato di banalità, luoghi comuni e trovate demenziali assolutamente superate. Ottimi attori che purtroppo in questa performance hanno potuto esprimere solo il peggio di se stessi. Spesso con piena consapevolezza, ma si sa, il Panettone di Natale fa gola anche a loro. Ciò che colpisce e fa venir voglia di correre in biglietteria [...] Vai alla recensione »

domenica 5 gennaio 2014
frontedelcinema

Mi dispiace per questo critico cinematografico, nonché sceneggiatore Dario Zonta, che non ha capito proprio nulla di questo sorprendente film. Certamente non fa parte di quei film, sedicenti impegnati, che lui tenta di scrivere per un pubblico di pochi eletti. Ma se l’arte deve arrivare alle menti e al cuore di molti, e non parlare ai “muri di velluto”, allora partiamo da [...] Vai alla recensione »

venerdì 24 gennaio 2014
santospago

di nuovo banalità tra nord e sud ..... vabbe ... ma la colpa è mia che abbocco.

mercoledì 22 gennaio 2014
petri

Noioso. Non c'è una cosa che non sia già stata vista e rivista. La scena del gatto è da vergognarsi. papaleo imbarazzante

martedì 14 gennaio 2014
lapianista

Andata ieri a vederlo,e' vero dopo i primi 20 minuti,cominciavo a guardare l'orologio.Manca una sceneggiatura,i dialoghi slegati,Papaelo proprio non lo sopporto. Brava la Cortellesi e anche Argentero ,Non ve lo consiglio.

lunedì 6 gennaio 2014
asrdrubale03

a parere mio il film non si regge sulle spalle della Cortellesi anche perchè non mi è piaciuta in questo film al contrari sono stati molto bravi sia Papaleo che Argentero e un po' di meno i bambini che pur avendo una giovane età si sono comportati molto bene.Il film è una commedia leggera da non spenderci 7,50 euro ma da guardare in tv con amici o parenti.

giovedì 2 gennaio 2014
teresa70

ennesimo cinepanettone mal riuscito. Una storiellina esile per raccontare in modo scontato nord e sud. Non si ride quasi mai.

martedì 28 gennaio 2014
farwell

C'è davvero poco da salvare in un film così.... la bravissima Cortellesi o il bravo Papaleo e poco altro.... Peccato anche per attori come la Finocchiaro costretta a fare una "macchietta"... Qualche scena bella c'è, però nel complesso leggerino e insipiente... insomma un film che non resta sul palato, ma che può rappresentare un introito per produzione [...] Vai alla recensione »

giovedì 2 gennaio 2014
graçe

guardando il trailer ho pensato questo film non voglio perderlo,  nel film neanche quelle battute sono azzeccate!!! e quel finale con i palloncini??? Per Luca Miniero:  COPIARE FILM DI SUCCESSO è facilissimo, ma dopo aver visto UN BOSS IN SALOTTO e BENVENUTI AL NORD ti consiglio o di ritirarti o di continuare a scopiazzare film francesi!!! BUON ANNO A TUTTI!!!!!

domenica 26 gennaio 2014
carletta-kino

Non un'idea nuova che sia una .... Le quattro gag tutte viste nel trailer cosi non va

giovedì 2 gennaio 2014
petri

proprio non ci siamo ... una sfilata di macchiette che stufano dopo i primi 20 minuti .... alcune scene sfiorano l'imbarazzo

lunedì 3 febbraio 2014
zia abby

Dopo aver visto il bel film di Papaleo : Una piccola impresa meridionale ( ingiustamente trattato male dalla critica, ma anche delicato e godibilissimo!)mi aspettavo un film banale ( il due ultimi films di Miniero erano una copia pedissequa del film francese e una brutta cosa costruita sul successo del primo ) ma non così brutto; sbagliato nei registri tra il comico e il serio.

sabato 25 gennaio 2014
Luca27

Speravo di andare al cinema a consolarmi del pessimo cinepanettone indigesto con una bella e sana commedia all'italiana, e invece ne sono uscito ancora più triste! Triste perchè "Un Boss in salotto" è un film con enormi potenzialità comiche mal gestite. Alla fin dei conti si "salva" con 2 stelle di valutazione grazie all'indiscussa bravura [...] Vai alla recensione »

domenica 5 gennaio 2014
sandro17

Dopo aver visto i trailer soniamo andati a vederlo il giorno dell'uscita,il cast era di tutto rispetto, Pensavamo di passare un bel pomeriggio di risate ma purtroppo le scene comiche erano quasi tutte gia viste nel trailer. Bravi gli attori ma scarsissimo il regista e lo sceneggiatore. L'idea del soggetto era divertente ma sviluppata malissimo. Non è piaciuto a nessuno della mia famiglia e a gran parte [...] Vai alla recensione »

giovedì 2 gennaio 2014
cosimotralcio

A dir poco deludente...

venerdì 31 gennaio 2014
stefano73

Carmela, nativa di Napoli ma inserita perfettamente in Trentino, deve ospitare il fratello dalla "terronia" in attesa di giudizio per associazione camorristica.  Solita commediuccia ridicola tra le differenze culturali nord e sud d'Italia. Banale ed esagerato.

lunedì 20 gennaio 2014
Savinoantolini

Un po' volgare come film ma divertente da vedere gli attori sono stati perfetti.

venerdì 17 gennaio 2014
Franky108

Penso che "un boss in salotto" sia il genere di film che non andrebbe mai fatto. E' stupido, è inutile, non traspette nulla. Non è nè carne nè pesce e riesce a risultare offensivo verso tutte le categorie immaginabili. Paola Cortellesi, che ormai è l'omba di sè stessa(e che credo scelga i film da intepretare pescandoli da un cilindro,senza [...] Vai alla recensione »

domenica 12 gennaio 2014
Babis

Il boss Ciro, da Napoli, indica, come dimora dovre trascorrere gli arresti domiciliari, la casa della sorella Carmela Coso, in Trentino, e il suo arrivo sconvolge la vita di una quasi perfetta famiglia del Nord, ed anche di coloro che gravitano attorno a questa famiglia; Carmela, che si fa chiamare Cristina perchè rifiuta le sue origini meridionali, suo marito Michele, vessato dagli usurai all'insaputa [...] Vai alla recensione »

venerdì 10 gennaio 2014
kickass

un film per bambini scemi si ride per idiozie e nessun personaggio esce bene anzi si: la nipote è l'unica bella persona e nell'immagine dell'abbraccio con lo zio sono la figura che non tutto è perso. Per il resto è tutto un'ipocrisia, falsità con lo scopo di raggiungere il proprio scopo (la carriera). nessuno è vero nemmeno lo zio.

mercoledì 8 gennaio 2014
brightjuly

ridicolo finto accento della cortellesi, riesce difficile seguire il film per il fastidio provocato (e io non sono neppure alto-atesina ma veneta). sarebbe stato meglio tenere un accento neutro come quello di argentero.

domenica 5 gennaio 2014
Anna02

Film carino e divertente, per passare un po' di tempo in allegria! Bravi Rocco Papaleo e la bambina!!!!!!

sabato 4 gennaio 2014
Profiler_001

Rocco Papaleo si è superato in questo film di 90 minuti tutti da ridere! Con la sua risata, i suoi sguardi e i suoi sketch ha letteralmente "incollato" il mio sguardo tutti e 90 i minuti sullo schermo. Ottima anche Paola Cortellesi,classica Angela Finocchiaro. Consiglio vivamente di vedere! ---PROFILER---

lunedì 20 agosto 2018
Felicity

E brava la Cortellesi, che si fa chiamare Cristina perchè Carmela è troppo napoletano... Insulso Argentero, il suo personaggio si chiama Coso ed è proprio così pure lui. Dopo due ore non vi ricorderete chi era l'attore che faceva il marito della Cortellesi. Per il resto il film è inutile a parte qualche battuta riuscita. Se non avete altro da fare.

sabato 21 giugno 2014
film80

CORTELLESI E PAPALEO? UNA COPPIA CHE IN UN FILM COMICO HA LE PROBABILITA' DI FUNZIONARE , LA PROVA E' STATA MESSA IN ATTO NEL FILM UN BOSS IN SALOTTO. MINIERO E' UN REGISTA CAPACE NELLA COMMEDIA , IN QUESTO FILM SI GETTA PERO' PIU' SUL SERIO E IL MONDANO FORMANDO UNA COMMEDIA FUNZIONANTE A META'. IL FILM DEVE CONTARE SOLO SUI 3 PROTAGONISTI PAPALEO , LA CORTELLESI E ARGENTERO CHE FORMANO UN TRIO COMICO [...] Vai alla recensione »

lunedì 3 febbraio 2014
sprock93

Ho appeno visto il film un boss in salotto. Il film ruota su una storia semplice, forse paradossale, che vede appunto il grande Rocco Papaleo vestire i panni di un " boss" che deve scontare, in attesa del processo, gli arresti domiciliari . La bravissima Paola Cortellesi interpreta la sorella del "boss", che lo accoglie nella sua famiglia, quest'ultima  ha bisogno di riscatto, [...] Vai alla recensione »

martedì 14 gennaio 2014
albertoluongo

Film mediocre. Attori mediocri. Poche risate. Film Lento.

lunedì 13 gennaio 2014
SharkL

Ho riso e passato una leggera ora e mezza al cinema. La trama ci sta alla grande, parecchio interessante.

sabato 11 gennaio 2014
Bonomis

Definirlo un cinepanettone è sarebbe come dire che merita un oscar, ci sono spot pubblicitari fatti molto, molto, molto meglio Capisco che sia un momento di crisi, ma se Papaleo e la Cortellesi avevano bisogno di una colletta potevano fare un appello. Gli altri sono attori che al massimo possono fare qualche comparsata in soap opere mediocri, vedi Argentero.

mercoledì 8 gennaio 2014
luciacinefila

Questa volta devo riconoscere di essermi divertita dinanzi ad un film italiano.Mai volgare e sopratutto mai greve(cosa che lo rende adatto anche alla visone da parte di un pubblico di minori)la visione scivola via piacevolmente e assicurando qualche risata di gusto. Ottima l'interpretazione della Cortellesi che ho appreezzato particolarmente, carina la sceneggiatura, bella la fotografia (il film si [...] Vai alla recensione »

venerdì 3 gennaio 2014
fra7718

Assurdo che in un film in cui si parla di un camorrista NAPOLETANO sia interpretato da un attore barese che stimo molto ma non ha imparato neanche un minimo del dialetto napoletano..neanche mezza parola..neanche i nomi dei piatti preparati in una scena(sasicc e friariell) apparte questo,il film non fa ridere e anzi è molto forzato..sinceramente se non l'avete visto non andate al cinema perchè buttate [...] Vai alla recensione »

mercoledì 2 novembre 2016
Marco Petrini

una vera tranvata! Cortellesi, Finocchiaro e Papaleo non dovrebbero buttarsi così in basso.

Frasi
Carmela:"noi siamo una smoking free family!"
Ciro:"Ah! E che 'azz vò dì?"
Una frase di Ciro Cimmaruta (Rocco Papaleo)
dal film Un boss in salotto - a cura di Gabrigabra
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Marco Giusti
Il Manifesto

Ecco cosa mancava a questo Natale. La commedia Nord/Sud col terrone al Nord o col polentone a Napoli e dintorni. Ci pensano Cattleya e Luca Miniero, che dopo i successi di Benvenuti al Sud e Benvenuti al Nord è diventato un po' specializzato nella materia. Così parte dell'idea, sua e di Federica Pontremoli, già sceneggiatrice di Nanni Moretti (Il caimano, Habemus Papam) e Silvio Soldini (Giorni e nuvole), [...] Vai alla recensione »

Valerio Caprara
Il Mattino

Ammettiamo di non essere originali, ma di fronte ai risultati di cassa ci viene di commentare: s'accomodi chi gradisce. «Un boss in salotto», infatti, sta primeggiando tra i cinepanettoni usciti a cavallo delle feste, dato rispettabile che non coincide purtroppo con la stoffa con cui è confezionata la farsa firmata dal nostrano re Mida della risata Miniero.

Francesco Alò
Il Messaggero

Peter Sellers rifiutò il ruolo del maggiore "King" Kong ne Il dottor Stranamore perché non convinto della sua capacità di parlare con accento texano. Purtroppo per loro Paola Cortellesi (romana) e Rocco Papaleo (lucano) hanno invece accettato i ruoli di due napoletani in Un boss in salotto del bravo Luca Miniero di Benvenuti al Sud. Lei è una napoletana costrettasi a diventare nordica (parla in un [...] Vai alla recensione »

Paolo D'Agostini
La Repubblica

Supplemento di intrattenimento natalizio, dopo il tris Pieraccioni/Brizzi/Parenti, con Un boss in salotto di Luca Miniero che debuttò in co-regia con Paolo Genovese per poi incrociare la strada degli sceneggiatori Brizzi e Martani e per, infine, siglare il fortunato Benvenuti al Sud mutuatoda un grande successo francese. Ora propone un'ulteriore variazione su temi a lui già cari, sui luoghi comuni [...] Vai alla recensione »

Anna Maria Pasetti
Il Fatto Quotidiano

Il presunto camorrista Papaleo esce di galera e chiede il mese di domiciliari a casa della sorellina Cortellesi in attesa del processo. Piccolo problema: lei è sposa felice dello sfigato Argentero e mamma di due pargoli obbedienti, ma frustrati in una famigliola "modello" sui monti altoatesini, dove ha trovato rifugio dopo la "migrazione" da bambina dal profondo Sud, che ora ripudia e allontana anche [...] Vai alla recensione »

Maurizio Acerbi
Il Giornale

Semplice quanto simpatica storiella che ha colto nel segno, aggiudicandosi il primo posto tra i film più visti nell'ultimo fine settimana. La gente, in sala, ride davanti all'arrivo del presunto boss Papaleo che va a scontare gli arresti domiciliari in casa della sorella (la brava Cortellesi), rompendo la monotonia della famiglia perfetta. Eppure, la vita dei quattro Coso (il marito è Argentero) cambierà [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati