Il Sud è niente

Film 2013 | Drammatico, 90 min.

Regia di Fabio Mollo. Un film Da vedere 2013 con Vinicio Marchioni, Miriam Karlkvist, Valentina Lodovini, Andrea Bellisario, Alessandra Costanzo. Cast completo Genere Drammatico, - Italia, 2013, durata 90 minuti. Uscita cinema giovedì 5 dicembre 2013 distribuito da Cinecittà Luce. - MYmonetro 3,00 su 3 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Il Sud è niente tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Una ragazza cerca di risolvere i propri dubbi, il rapporto con il padre e i traumi per la morte del fratello. Il film ha ottenuto 1 candidatura ai Nastri d'Argento,

Consigliato sì!
3,00/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,00
CONSIGLIATO SÌ
Riuscita opera prima sull'ingresso nell'età adulta di una giovane donna.
Recensione di Marco Chiani
mercoledì 13 novembre 2013
Recensione di Marco Chiani
mercoledì 13 novembre 2013

Adolescente introversa, Grazia non riesce ad avere un dialogo con il papà Cristiano, un venditore di pesce stocco della periferia di Reggio Calabria sempre più pressato dalle richieste di un malavitoso locale. Quando, durante un bagno notturno, la ragazza crede di vedere il fratello Pietro, morto anni prima in circostanze poche chiare, uscire dall'acqua e avviarsi verso la città, cercherà di avere quelle risposte che non ha mai avuto. Sarà anche l'incontro con Carmelo, figlio di giostrai che dopo la festa del patrono cambieranno di nuovo città, ad aiutarla in una difficile fase di transizione.
Pellicola indipendente realizzata da due giovani produttori francesi, Jean-Denis Le Dinahet e Sebastien Msika, e diretta dal reggino Fabio Mollo, Il Sud è niente sceglie di focalizzarsi sull'ingresso nell'età adulta di un affascinante personaggio di giovane donna resa con vibrante aderenza dall'esordiente Miriam Karlkvist. Piegando il proprio corpo verso un'identità maschile, quasi voglia colmare nella sua stessa carne l'assenza del fratello, Grazia attraversa strade deserte e cantieri, lavora nella bottega del padre, scontra la realtà a occhi bassi, comunicando soltanto con la nonna e con il coetaneo Carmelo, anima affine destinata ad andarsene via.
Tra limpido realismo e tocchi quasi magici, linearità e evanescenza, l'esordio nel lungometraggio di Mollo è un lavoro che punta sul dato fisico piuttosto che sulle parole, sempre smozzicate, rabbiose, sussurrate, incapaci di restituire una verità nascosta dall'omertà di una terra uccisa a colpi di silenzi e complicità. Luogo di confine, lo stretto di Messina si dimostra allora la cornice perfetta per una vicenda che si coagula tutta intorno al concetto di cambiamento, inteso nella sua accezione di evoluzione, rinnovamento e scambio: in certo modo, anche la stessa, lunghissima, elaborazione del lutto di Grazia per il fratello si confonde con quella per una realtà sociale da cui sembra soltanto possibile scappare verso il Nord.
Un piccolo e riuscito film sulla famiglia e sul non detto, sull'importanza della chiarezza e sulla voglia di guardare avanti, che riesce a convincere pur non essendo privo di difetti (abbastanza accessorio, ad esempio, il personaggio interpretato da Valentina Lodovini).

Sei d'accordo con Marco Chiani?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Reggio Calabria, la 17enne Grazia non ha più visto il fratello Pietro da quando ha 12 anni. Il padre, che vende baccalà in una piccola bottega alla periferia, le ha detto che è morto. Grazia rifiuta il suo corpo di femmina, nel tentativo di prendere il posto del figlio maschio nell'affetto di un padre duro e brusco, costretto a subire le angherie di un malavitoso del quartiere. Dopo una visione sul fondo del mare, Grazia si convince che Pietro sia vivo e, grazie all'amicizia con un coetaneo figlio di giostrai ambulanti, riesce a trovare la verità, un rapporto col padre e soprattutto sé stessa. 1° lungometraggio del calabrese Mollo, è un piccolo film sulla violenza del silenzio - come difficoltà di comunicazione interpersonale, come omertà - e sulla ribellione al silenzio. Marchioni è bravo, la Karlkvist da tenere d'occhio.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO

IL SUD È NIENTE disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 17 novembre 2013
no_data

Una pellicola che in modo cinico ma realista racconta le contraddizioni  vissute da una giovane ragazza in un tessuto sociale difficile e apparentemente stagnante. La descrizione  del quartiere dove è nato il regista, il Gebbione,  si intreccia con il dramma familiare di Grazia che non rinuncia, in un sud dove niente accade,  alla voglia di cambiare e alla speranza in un [...] Vai alla recensione »

mercoledì 13 novembre 2013
Jonny Raul

Mi stavo addormentando. C'è pochissimo dialogo e sembra proiettato a rallentatore.

martedì 21 gennaio 2014
trollipp

Il sud é niente. Ho visto questo film ieri sera. Come se fosse in un gorgo, in uno dei sogni che io avevo nella mia adolescenza, infanzia, il vortice dell'acqua, la spirale, il tunnel. Ho visto questo film con in testa tutti i libri e tutti i film che mi arrivavano in testa. La pelle di Curzio Malaparte, il terribile meridione sotto l'occupazione americana.

domenica 15 settembre 2019
Francesco2

 Volendo vedere il bicchiere mezzo vuoto, ci si potrebbe chiedere se Mello abbia visto un film di Capuano, onesto artigiano del cinema che , purtroppo, si è messo tardi dietro la macchina da presa, regalandoci  « Pianese Nunzio », «lo strombazzato  Vito e gli altri »,Luna rossa” e la seconda parte – non la prima- dell’intere [...] Vai alla recensione »

mercoledì 3 gennaio 2018
Sellerone

Film per me difficile da vedere, perchè fuori dei miei generi, ma comunque lascia il segno. Fa provare tristezza, rabbia, rassegnazione ed infine un pizzico di speranza, per chi come me è del sud, ma anche padre. Gli attori sono bravi, la trama è buona, merita un buon voto. Non lo rivedrò perchè non è il mio genere, ovviamente non lo compro.

Frasi
"Il Sud è niente e niente succede"
La nonna (Alessandra Costanzo)
dal film Il Sud è niente - a cura di Michele
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Paolo D'Agostini
La Repubblica

Una fitta, impenetrabile cortina di misteri avvolge tutti i personaggi. L'adolescente Grazia che sembra rifiutare il proprio sesso, vive da sola con il padre senza comunicazione, vuole la verità sul fratello maggiore scomparso (che lei tuttavia è convinta di vedere). Il padre Cristiano che usa il mutismo perché è il solo modo che conosce per proteggere quanto gli resta, la figlia, da un ambiente violento [...] Vai alla recensione »

Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Una ragazza che sembra un ragazzo. Un fratello scomparso misteriosamente tanti anni prima, o forse no. Un padre che non sa, non vuole, forse non può parlare. E una rivolta che inizia quasi per caso e procede per contagio, con la forza della disperazione, con immagini via via più forti ma sempre molto controllate. Come il corpo mascolino di Grazia che pian piano si apre, all'eros, al desiderio, forse [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
mercoledì 9 ottobre 2013
 

È stata presentata oggi la decima edizione di "Alice nella Città", sezione autonoma e parallela del Festival Internazionale del Film di Roma (8-17 Novembre) che quest'anno sosterrà in maniera ancora più articolata il progetto di promozione e divulgazione [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati