Lei

Acquista su Ibs.it   Dvd Lei   Blu-Ray Lei  
Un film di Spike Jonze. Con Joaquin Phoenix, Scarlett Johansson, Amy Adams, Rooney Mara, Olivia Wilde.
continua»
Titolo originale Her. Commedia, durata 126 min. - USA 2013. - Bim Distribuzione uscita giovedė 13 marzo 2014. MYMONETRO Lei * * * * - valutazione media: 4,10 su 144 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

L'insostenibile fascino della mente di "Lei" Valutazione 4 stelle su cinque

di fsromait


Feedback: 1053 | altri commenti e recensioni di fsromait
domenica 23 marzo 2014

Theodore è un mite e sensibile quarantenne (un amico gli dirà egli possedere una interiorità al femminile) che si guadagna da vivere in un’azienda, di Los Angeles, definibile di “divulgazione di emozioni”: infatti egli ascolta, riceve, fa proprie le emozioni di persone anonime e, su queste basi, scrive dei componimenti, resoconti verbali, lettere che saranno reindirizzate ai destinatari dei medesimi pensieri a nome dei corrispondenti mittenti; pertanto Theodore si presenta come una sorta di ghost writer dell’anima del terzo millennio, operante all’interno di un’azienda di servizi la cui mission consiste nel rielaborare, mettendolo in bella forma, il vissuto dell’umanità USA più dispersa e parcellizzata.
Ciò nonostante, Theodore vive un’esistenza vuota e solitaria: separato dalla moglie, con cui è cresciuto e ha condiviso sostanzialmente tutte le esperienze importanti delle loro vite, prossimo al divorzio, è padre di una dolce bambina che, tuttavia, vede saltuariamente; in definitiva egli vive la propria affettività in sporadiche e spesso frustranti avventure, sempre in bilico tra il reale e il virtuale.
Una chance di cambiamento gli viene offerta, in modo sorprendente e inaspettato anche per lo spettatore, dalla pubblicità di un software di intelligenza artificiale, sistema operativo o OS, installabile sul proprio PC casalingo e attivabile su terminali telefonici, mobile, hi-phone e similari handset. In tal modo sarà configurata e prenderà coscienza una vera e propria amena mente virtuale, compagna del protagonista, una “Lei” presenza pressoché costante nel quotidiano di Theodore. Essa naturalmente, come tutte le simulazioni o realtà simil-cerebrali (ma senza risvegliare in alcun modo mostri dell’id da terzo millennio), sarà in grado di evolvere accumulando esperienze, affetti e quant’altro, fino a giungere a una sorta di vera e propria vita mentale diffusa e interrelata con la “vera” umanità, sulla scia dei paradigmi del più attuale internetworking postmoderno.
Ovviamente, parallelamente, prende piede anche l’evoluzione, pur dolorosa e tormentata, di Theodore che lo condurrà a rivedere tutti i suoi rapporti affettivi, passati, presenti e futuri.
Tale soggetto, specie di redivivo bildungsroman della maturità, sviluppato in una struggente pur sempre agrodolce e suadente sceneggiatura equipaggiata da una bella fotografia, caratterizzato da un convincente e sempre misurato Joaquin Phoenix, evoca da subito più o meno noti echi cinematografici: dal celeberrimo Hal 9000 di Arthur Clarke e Stanley Kubrick alla certamente meno famosa, e sicuramente più goffa e maldestra, Caterina di Alberto Sordi; nondimeno rimanda a quello che, probabilmente, è il personaggio più maturo e accattivante della cinematografia di Nanni Moretti: il Michele di Bianca, quello tanto perfetto da rinunciare all’amore ma che conservava gli schedari affettivi dei propri amici e conoscenti, nonché che si recava alla stazione a scrutare i saluti e gli addii dell’umanità più anonima e pertanto più vera e per lui ammirevole, film i cui significati rimangono sempre in bilico misterioso tra l’esplicito e l’implicito, tra il detto e il non detto, l’iniziato e l’interrotto.
Qui, in “Lei”, i significati si esprimono e si consumano in modo abbastanza aperto, come del resto il magnifico finale con il recupero di un rapporto reale, effettivamente open, e foriero di ulteriori incipienti cambiamenti. Ma ciò che rimane allo spettatore, di questo elegiaco racconto filmico, è proprio la cangiante potenzialità insita nella mente, artificiale che sia nella sua affettività come nella sua intelligenza, la quale, come forma pensante e senziente pur mediata dalle regole software ispirate all’umana natura, apre a sua volta a prospettive suggestive, certamente antitetiche a tanta nostra quotidianità: se infatti nel corso di quest’ultima siamo, pressoché continuamente, colpiti da corpi viventi, masse protoplasmatiche o neuro-muscolari di materia vivente in cui, spesso, pare non scorgersi traccia alcuna di ciò che può chiamarsi mente, perché ci si dovrebbe scandalizzare di una mente priva di un corpo, priva di materia biologica, che, come viene ripetuto dalla bimba figlia del protagonista, “abita in un computer” ma che dalla natura umana è stata concepita?
Unico plausibile  neo indicabile, del soggetto e della sceneggiatura del film, è l’essere sostanzialmente un “film per ricchi”, privo di qualsiasi riferimento al sociale, nel senso che descrive una Los Angeles di gente notevolmente agiata, senza problemi economici, dove non compare un qualche povero o diseredato e i cui unici problemi, delle persone, paiono esser quelli dell’anima e della mente; ma ciò, si potrebbe obiettare, non era, semmai, il problema anche della Vienna di Sigmund Freud, quando il Maestro voleva dare una plausibile descrizione dell’apparato psichico? La speranza, pertanto, è che la “mente di Lei” illumini anche coloro che governano i destini dell’umanità tutta!

[+] lascia un commento a fsromait »
Sei d'accordo con la recensione di fsromait?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
0%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di fsromait:

Lei | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Gabriele Niola
Pubblico (per gradimento)
  1° | writer58
  2° | sergiofi
  3° | zani90
  4° | thril.ler
  5° | filippo catani
  6° | pepito1948
  7° | jacopo b98
  8° | catcarlo
  9° | cizeta
10° | shiningeyes
11° | eugenio
12° | zonagloria
13° | graziano.nanetti
14° | fabiofeli
15° | angepignanelli
16° | nicholase
17° | fabio cappelli
18° | pascale marie
19° | melvin ii
20° | sandro palombella
21° | mericol
22° | jules_winnfield
23° | bassus letterman
24° | lauraporta
25° | maria antonietta tomassetti
26° | fabiodalf
27° | liuk!
28° | gabriella
29° | erymuse
30° | dodo780
31° | giorgio postiglione giorpost
32° | taniamarina
33° | giorgia magario
34° | luca scial�
35° | kaji_surfing_records
36° | mauridal
37° | flaw54
38° | fabriziog
39° | plania
40° | marla27
41° | sigra
42° | marinabelinda
43° | rubilai
44° | stefano_maca
45° | enzo70
46° | fsromait
47° | cinematic
48° | danielamacherelli
49° | fabolousausterlitz
50° | mareincrespato70
51° | eleonora panzeri
52° | fabio1957
53° | gio campo
54° | il cascio
55° | giulia mazzarelli
56° | stefano capasso
57° | evildevin87
58° | blowup
59° | weach
60° | cinecinella
61° | jaylee
62° | luis23
63° | che wing un
64° | no_data
65° | andrea alesci
66° | danko188
67° | great steven
68° | eugenio98
69° | ennio
70° | dromex
71° | marco90
72° | francesca50
73° | flyanto
74° | angelo umana
75° | gambardella
76° | mirko bradley
77° | scoop
Premio Oscar (7)
Golden Globes (4)
Roma Film Festival (1)
Critics Choice Award (7)
AFI Awards (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 |
Link esterni
Facebook
Twitter
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedė 13 marzo 2014
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità