Flight

Film 2012 | Drammatico 138 min.

Regia di Robert Zemeckis. Un film Da vedere 2012 con Denzel Washington, Don Cheadle, Kelly Reilly, John Goodman, Bruce Greenwood, Melissa Leo. Cast completo Titolo originale: Flight. Genere Drammatico - USA, 2012, durata 138 minuti. Uscita cinema giovedì 24 gennaio 2013 distribuito da Universal Pictures. - MYmonetro 3,32 su 100 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Flight tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Dopo tante pellicole in motion capture, Denzel Washington protagonista del ritorno al cinema live action di Robert Zemeckis. Il film ha ottenuto 2 candidature a Premi Oscar, 1 candidatura a Golden Globes, In Italia al Box Office Flight ha incassato nelle prime 3 settimane di programmazione 3,3 milioni di euro e 1,3 milioni di euro nel primo weekend.

Flight è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,32/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 3,20
PUBBLICO 3,27
CONSIGLIATO SÌ
Zemeckis fa di nuovo esperienza del tempo offrendo la speranza di una seconda possibilità, senza assolvere nessuno.
Recensione di Marzia Gandolfi
giovedì 20 dicembre 2012
Recensione di Marzia Gandolfi
giovedì 20 dicembre 2012

Whip Whitaker è un pilota di linea col vizio dell'alcool. Dopo una notte di bagordi consumata con una giovane hostess, il comandante si prepara ad affrontare l'ennesimo volo, affiancato da un primo ufficiale diligente e pignolo. Quello che doveva essere un'ordinaria corsa tra Orlando e Atlanta si trasforma presto in un incubo, precipitando aereo e situazione. Un improvviso cedimento della struttura impedisce all'aereo di volare e costringe Whitaker a una manovra di emergenza che prova a mantenere in quota l'aereo, rivoltandolo per rallentarlo, rimettendolo in posizione dritta e tentando un atterraggio il più lontano possibile da case e civili. L'operazione disperata riesce e Whitaker rovina a terra, salvando novantasei persone e perdendone sei. Eroe per la stampa e per l'opinione pubblica, l'intrepido pilota deve adesso vedersela con la NTSB (National Transportation Safety Board). Se da una parte le indagini rivelano la causa meccanica che ha provocato la tragedia, dall'altra tradiscono il segreto indicibile di Whip Whitaker: l'alcolismo. In attesa del processo, Whip incontrerà Nicole, una tossicodipendente con cui condivide il dramma della dipendenza. Nell'abisso in cui lo ha precipitato il suo volo, non si vedono però uscite di emergenza.
I film di Robert Zemeckis parlano sempre del tempo, una coordinata che può contrarsi o espandersi, arrestarsi o accelerare. Flight non fa eccezione e 'decolla' alle 7.13. Un minuto dopo è 'tempo' di sveglia (digitale) per il comandante di Denzel Washington, ordinary man a due ore dal confronto con un contesto narrativo straordinario. Alla maniera del naufrago di Cast Away, Whip Whitaker viene precipitato dal cielo in una situazione che lo eccede e dentro la quale la sua missione è quella di colmare uno scarto: una distanza da coprire per ritornare alla vita (normale) e per rientrare nello scorrere ordinato e cronologico di un'esistenza bevuta in un sorso.
Naufragato e risvegliato su un'isola ideale, Whitaker abita una bolla d'aria, uno spazio interiore dove gli elementi di instabilità personale cercano una soluzione. Soluzione che il regista rimanda frustrando protagonista e spettatore e rivelando, in un'esemplare ellissi temporale sul volto di Washington, il tempo 'reale' del film che è il tempo di un racconto. Un racconto di un passato che nel presente vede finalmente il futuro. Niente macchine del tempo e scienziati pazzi (Ritorno al futuro), niente gambe che corrono più rapide di un cervello dentro la storia americana (Forrest Gump), niente naufraghi del tempo (Cast Away), in Flight è la memoria a svolgere le memorie di un uomo, che in cielo ha mantenuto un controllo impossibile da mantenere in terra.
Salvando i suoi passeggeri e buona parte del suo equipaggio, il comandante Whitaker ha assecondato le ossessioni tipiche dello stile di vita americano. Stile di vita che ha bisogno di eroi e di colpevoli, provocando un divario sempre più incolmabile tra chi arriva in cima e chi resta a guardare. Il leader nero di un aeromobile in avaria, tanto eroico quanto colpevole, interpreta forse il tempo problematico di una nazione che ha vissuto gli ultimi quindici anni come il protagonista al di sopra delle proprie possibilità. 11 settembre, guerra al terrore, crisi economica e finanziaria hanno collassato il Paese e arrestato il 'volo', insinuando la paura nel suo orizzonte politico e psicologico. Ma dopo l'apocalisse una 'seconda possibilità' è pensabile dentro uno sguardo (di una bambina e di una donna che ha salvato un bambino) e attraverso un atto di responsabilità individuale che diventa collettivo.
Zemeckis, in ogni caso, non assolve nessuno, tantomeno il suo (im)pavido pilota, partecipando alla sua sofferenza ma ponendolo davanti al buco nero della sua colpa. Nel modo di Wilson, il pallone affettivamente risemantizzato da Tom Hanks sull'isola di Cast Away, una piccola (e smisurata) bottiglia di vodka diventa un vero personaggio, unica e insidiosa forma di relazionalità ancora possibile nella solitudine di una vita bruciata. Wilson e la bottiglia sono amici-nemici immaginari, simulacri di una socialità diversamente perduta, residuo bisogno di un legame, di una 'dipendenza' (affettiva/alcolica) che cerca e trova per entrambi un'indipendenza. Indipendenza che abbatte l'idolo e libera dalla 'prigionia'.
Con Flight Robert Zemeckis fa di nuovo esperienza del tempo. Un tempo a cui il suo cinema impone un ritmo umano, permettendo al naufrago del cielo di recuperarne il senso, riprendendo a esistere.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
FLIGHT
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Infinity
Amazon Prime Video
TIMVISION
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 26 gennaio 2013
Beppe Baiocchi

Ore 7:15 AM, una stanza di albergo, Whip Whitaker (Danzel Washington) si sveglia dopo una sbronza in compagnia di una hostess.Whip è un pilota di linea, forse uno dei migliori piloti che ci siano. Alle 9:00 AM Whip avrà un volo per Atlanta, un volo all'apparenza semplice per lui, ma un guasto farà cadere l'aereo, e anche se Whip riuscirà a salvare quasi tutti i passeggeri [...] Vai alla recensione »

domenica 13 gennaio 2013
owanone

Potremo definire questo film come un 'one man show'in quanto ruota quasi esclusivamente sul personaggio del comandante beone interpretato da Denzel Washington. In pratica è un film sull'alcolismo e l'unica domanda che lo spettatore si pone è se Whip Withaker (il protagonista) riuscirà a riscattarsi oppure meno dalla sua condizione. Detto questo come può un film reggere solo su questo punto? Intanto [...] Vai alla recensione »

lunedì 28 gennaio 2013
Federico Agnellini

Il regista di "Forrest Gump" e "Cast Away" torna dietro la cinepresa con un film originale dalle molteplici e difficili letture. "Flight ", appunto,  ci porta direttamente dietro la prospettiva del protagonista, emozionandoci  in tutta la sua drammaticità. Infatti la pellicola gira tutta intorno a un magistrale Denzel Washinton, che grazie alla sua prova [...] Vai alla recensione »

domenica 20 gennaio 2013
Ashtray_Bliss

Flight e' un film potente, una pellicola carica di sentimenti ed emozioni che riesce sin da subito a travolgere lo spettatore nella psiche del protagonista, Whip Whitaker. Riesce a travolgere lo spettatore mostradogli un personaggio che per quanto abile, intelligente e che si rende adirittura un eroe nonostante cio' e' costantemente divorato dai suoi demoni interiori e dalle sue debolezze [...] Vai alla recensione »

lunedì 21 gennaio 2013
donni romani

Le prima inquadrature del film, con Denzel Washington che si alza dal letto, beve un drink e sniffa cocaina è indizio più che palese della tematica - unica nonostante alcune pur importanti digressioni - del nuovo film di Zemeckis che ci trascina in un vortice di azioni e reazioni per due ore e un quarto nel seguire le vicende di Whip Whitaker, pilota di linea con dipendenza da alcool [...] Vai alla recensione »

domenica 3 febbraio 2013
tonysamperi

SULLA SCENEGGIATURA : Sulla sceneggiatura: Dopo 12 anni (da Cast Away del 2000) Robert Zemeckis ritorna sul suo genere per eccellenza: il film drammatico. "Flight" è la storia di un pilota: Whip Whitaker. Sicuramente non è un film facile, né leggero. Infatti dopo i primi minuti in cui (pur sapendo già che il protagonista sopravvivrà) la tensione raggiunge [...] Vai alla recensione »

venerdì 25 gennaio 2013
grisarobe

Abbandonato (finalmente) il mondo dell'animazione (polar espress, a christmas Carol) Zemeckis torna dietro la macchina da presa con "FLIGHT", film candidato a 2 premi Oscar. "Flight" È la storia del comandante whip whitaker, un esperto pilota di aerei che durante un'apparentemente tranquillo volo di routine dovrà mettere subito in gioco tutte le proprie abilità prima per superare una turbolenza più [...] Vai alla recensione »

martedì 29 gennaio 2013
loveforcinema

Incredibile l' abilità del regista di esprimere le profonde emozioni di questo "volo in caduta libera" di Denzel Washington, da eroe quasi divino ad ultimo tra gli uomini. Solo, emarginato ed isolato, anzi autoisolato, per colpa di una dipendenza che colpisce milioni di persone in tutto ilmondo, causato spesso proprio da questa Società disillusa. Una dipendenza che, come tale, comporta un enorme fardello [...] Vai alla recensione »

domenica 27 gennaio 2013
owlofminerva

 Whip è un pilota di linea, uno di quelli pieni di sé, che si prepara ad affrontare l'ennesima corsa Orlando-Atlanta con una notte insonne in compagnia di una bella hostess, equipe del suo stesso volo. Un guasto nella struttura dell'aereo trasforma un volo che doveva essere routine in un incubo. Whip Whitaker è costretto a manovre azzardate: rivolta l'aereo [...] Vai alla recensione »

domenica 20 gennaio 2013
alex01

Un film che comincia al cardiopalma per poi "lasciarsi andare" a toni decisamente piu pacati apposta per scrutare nell'anima del pilota ubriaco cronico con un passo sulla via del non ritorno Scena memorabile di lui quando si presenta davanti alla commissione .. deciso a ridare dignita a chi e' morto e cercare di lasciare alle spalle la sua "finta" vita a cui prendeva parte Un [...] Vai alla recensione »

martedì 29 gennaio 2013
thecrow56

La cosa che più mi ha colpito di questo film tipicamente americano nei contenuti e nella sceneggiatura con clichè comunque validi e non scontati,è il susseguirsi di messaggi trascendentali (secondo San Tommaso D'Acquino:massimalmente universali,quali p.e.verità,bontà). RZ li getta nel racconto,uno dopo l'altro così che ognuno di noi ,dal credente all'ateo,può dar loro il significato che meglio crede [...] Vai alla recensione »

lunedì 11 febbraio 2013
Filippo Catani

Un pilota di lungo corso divide la sua esistenza tra il pilotaggio degli aerei e droga, donne e soprattutto tanti superalcolici. Un giorno però il comandante si trova ad affrontare un atterraggio di emergenza e, complice una manovra mirabolante, riesce a salvare 96 delle 102 persone a bordo. L'uomo quindi risulta essere un vero e proprio eroe ma dovrà fare i conti con l'esito [...] Vai alla recensione »

martedì 29 gennaio 2013
hernan

Una prima parte di film piena di tensione, i critici si fermano qui a lodare il film ma, per fortuna, per i comuni mortali c'è anche dell'altro degno di nota. Dopo lo shock dell'incidente, che colpisce trama e spettatori, entrambi tentano di ricomporre i pezzi assieme al comandante Whip (ottimo Denzel Washington), alcolista di vecchia data.

martedì 5 febbraio 2013
84Peppe

La storia di un eroe umano, con i suoi vizi e le sue debolezze. Potremmo riassumere così per certi versi il film di Zemeckis, magistrale nella sequenza iniziale del film. Un dramma emotivo che ci proietta nella domanda a cui tutto il film cerca di dare risposta, ovvero si può condannare un uomo che ha salvato comunque sia delle vite? Ognuno di noi avrà risposto dentro di sé, ciò che però lascia FLIGHT [...] Vai alla recensione »

venerdì 25 gennaio 2013
Andreafalci

Sicuramente un bello e ottimo film con Denzel che corona la sua professione con questa interpretaazione Riguardo l' aspetto aeronautica ci sono delle incongruenze, come un velivolo che decolla con un temporale in atto che interessa la traiettoria di decollo, invece il comandante ( che viene dopo dio) decide di decollare lo stesso infilandosi nella nube temporalesca,  ciò oltre [...] Vai alla recensione »

domenica 3 febbraio 2013
mauro

Il film parte molto bene, un decollo potente e riuscito, con le due storie che si intrecciano, fino ad incontrarsi. Il vero cameo del film è il dialogo nel sotto scala dell'ospedale, durante la pausa sigaretta. Gli americani sono americani per definizione, l'incidente è proprio un'americanata degna di un film di Stallone, si sarebbe resa l'idea anche con meno. Vai alla recensione »

lunedì 4 febbraio 2013
villamax

La storia narrata nel film, la tragedia aerea, la droga, l'alcool, sono solo il contorno al verso senso della pellicola. Le parolo di James Badge Dale , giovane malato di tumore in stato terminale  che compare solo per 5 minuti , ci trasmettono  il vero  messaggio  del regista. La bellezza della vita e quanto questa bellezza sia troppo spesso dimenticata da chi non si sente [...] Vai alla recensione »

venerdì 1 marzo 2013
pensierocivile

Un avvio folgorante, carico di tensione, arrembante, da gustare col fiato sospeso e la fascinazione che solo sequenze girate con tale maestria possono suscitare. Le scene della picchiata e dello schianto ti restano addosso per tutto il film, come in attesa di altre meraviglie, come se dovessero rivelare un segreto per la loro ridondanza. Invece il contatto con la terra arresta tutto, inizia un nuovo [...] Vai alla recensione »

mercoledì 20 febbraio 2013
m.petter

Giudicando Flight solo come un film sull'alcolismo e sulla tossicodipendenza, a mio giudizio, si commette un grosso errore. Zemeckis vuole ragionare più in profondità. Infatti, se si va a cercare sul traduttore di Google la parola Flight, vediamo che "VOLO" è solo uno dei significati. A mio parere quello più congeniale a questo film è FUGA.

venerdì 6 febbraio 2015
williamd

L'aviatore, chiamato comunemente anche pilota, è quella persona che per professione trasporta persone da un posto ad un altro viaggiando tra le nuvole. In aria, quando l'aereo sfreccia a velocità inaudite e ad altezze proibitive, sulle spalle dell'aviatore grava il peso della vita di molte persone, le quali affidano nelle sue mani il controllo dei comandi dell'aereo e [...] Vai alla recensione »

mercoledì 16 ottobre 2013
Alexander 1986

Il comandante di aerei di linea William "Whip" Whitaker si sveglia nella sua stanza d'albergo a Orlando ridotto a uno straccio, dopo una notte di sesso e alcol. Purtroppo da lì a due ore avrà un aereo da pilotare, quindi usa della cocaina per smaltire la sbornia. Il suo volo per Atlanta sarà comunque maledetto da un'avaria, e Whip dovrà compiere qualcosa di prodigioso per portare in salvo se stesso [...] Vai alla recensione »

domenica 24 marzo 2013
Leo 1993

 Whip Withaker è un pilota con problemi di alcolismo e il vizio della droga. Il film comincia con il comandante che si prepara a volare dopo aver trascorso una nottata da bagordi insieme ad una giovane hostess.  Per svegliarsi mentalmente Withaker decide, incurante delle conseguenze, di farsi una striscia di coca per poi recarsi a lavoro.

martedì 5 marzo 2013
ShiningEyes

Un buon ritorno quello di Zemeckis, che non ci fa ricordare certo quello dei tempi d'oro, ma certamente un gradito ritorno nella sceneggiatura originale, in un mondo cinematografico sempre più coperto di biografie e ritrattazioni di romanzi(spesso comunque validi). Il tocco drammatico di Zemeckis si avverte, soprattutto nel suo stile perfetto che delinea i protagonisti, e su come riesca [...] Vai alla recensione »

lunedì 18 febbraio 2013
archipic

Robert Zemeckis dopo Cast Away ci ripropone la storia di un uomo che cambia la sua vita dopo un incidente aereo; mentre, però, nel primo caso il protagonista deve affrontare la solitudine, il comandante Whip Whitaker, in picchiata nel suo aereo e nella sua vita, deve affrontare la dipendenza da alcol e droga che lo solcano come l'aratro di un trattore.

venerdì 8 febbraio 2013
Joker.Bane

Il pilota di aerei Whip Whitacker è riuscito miracolosamente a salvare un centinaio di persone da un disastro aereo di linea le cui cause sono (quasi) sconosciute. Durante le indagini infatti, il comandante risulterà positivo ai test dell'alcol mentre era alla guida del mezzo, ciò significa che in un paese tollerante come gli Stati Uniti si può rischiare l'ergastolo.

domenica 1 settembre 2013
Dargath90

Un aereo diretto ad Atlanta improvvisamente e inspiegabilmente precipita, provocando alcune vittime. Alla guida del velivolo era il protagonista Whip Whitaker (Denzel Washington), un comandante con molta esperienza alle spalle, grazie al quale viene evitata la catastrofe: numerosi passeggeri non si sarebbero salvati senza il miracoloso atterraggio di fortuna compiuto da Whip.

giovedì 6 giugno 2013
muttley72

Film discreto, ma non eccezionale, a mio parere tra le due stelle e le tre (scarsine). Forse non sono sufficientemente "sensibile" al problema dell'alcolismo e delle droghe, ma (controcorrente ed in minoranza rispetto alle recensioni altrui) dico che il film non mi è sembrato eccezionale.... Un ex pilota militare, ora pilota civile è il comandante di un volo di linea e durante una giornata di maltempo [...] Vai alla recensione »

mercoledì 27 febbraio 2013
Regi1991

Filght diretto da Zemeckis inizia con una spettacolare scena di un disastro aereo, in parte salvato dal capitano Whip Whitaker (Denzel Washington) con un atterraggio di fortuna capovolgendo sotto sopra il mezzo in avaria. In seguito all'incidente si entra nella vita di Whip, un alcolizzato che non riesce ad ammettere il suo problema e che rischia di passare da eroe a colpevole, per aver pilotato [...] Vai alla recensione »

domenica 10 febbraio 2013
Outatime

Un pilota che diventa eroe per aver salvato novantasei dei cento passeggeri a bordo del suo aereo diretto ad Atlanta. Un volo al rovescio ed un atterraggio d’emergenza travolgente. I primi dieci minuti di Flight, ultima fatica cinematografica di Robert Zemeckis, sono adrenalinici e carichi di tensione tanto che il regista riesce a far salire a bordo dell’aereo anche gli spettatori in sala. Alla [...] Vai alla recensione »

mercoledì 6 febbraio 2013
marinabelinda

Denzel Wahington non è nuovo a confrontarsi con l'ambiguità delle anime e delle situazioni. Ne Il coraggio della verità, doveva capire se un atto eroico fosse realmente tale; in Men on fire, si ritrova in una situazione intricatissima spettatore dell'innocenza di una bambina, attorno alla quale sono tutti colpevoli.

venerdì 1 febbraio 2013
Michele

FLIGHT di Robert Zemeckis Il nuovo lavoro di Robert Zemeckis che torna a dirigere un film dopo 12 anni dedicati alla sperimentazione high-tech nell'animazione, è una storia che ci parla del problema dell'alcolismo e delle dipendenze in generale. Zemeckis decide di introdurre il tema in maniera originale, spiazzando le attese dello spettatore attraverso una prima parte che fa presupporre di assistere [...] Vai alla recensione »

giovedì 21 settembre 2017
Dandy

Zemeckis gira un film per lui insolito,la storia di un uomo che diviene capro espiatorio per i vizi che paradossalmente non lo intralciano nel lavoro nemmeno nella più estrema delle situazioni,ma dopo finiscono per fargli prendere una volta per tutte coscienza di se stesso.L'azione e gli effettoni speciali vengono concentrati nella prima mezz'ora(notevole l'impatto visivo ed emozionale [...] Vai alla recensione »

domenica 1 febbraio 2015
gianleo67

Dopo il disastro in cui è riuscito miracolosamente a salvare 96 delle 102 persone a bordo del Boing dal lui pilotato, il comandante Whip Whitaker (Denzel Washington) deve allontanare da sè i sospetti che l'incidente sia dovuto ai suoi vizi etilici piuttosto che alla carente manutenzione dell'aereomobile. Tallonato dall'agenzia nazionale per la sicurezza del volo e dai [...] Vai alla recensione »

giovedì 19 settembre 2013
giugy3000

Paura di volare? Reticenti a prendere un aereo anche solo per un'ora?Allora è meglio che non vi imbarchiate nella storia di William "Whip" Whitake e con lui sul volo SouthJet 227 per Atlanta...i primi venti minuti di pellicola sono magistralmente da brividi e sarà impossibile non venir risucchiati dall'ondata di terrore.

domenica 27 gennaio 2013
Bartleby Corinzio

Mi faccio un bicchierino, sniffo un po' di coca e poi torno al mio lavoro. Che lavoro faccio? Piloto aerei di linea. Flight è volato in me come una piacevole sorpresa. Un film che concentra quel lato oscuro della Luna che ho sempre denotano in Zemeckis. Nello sguardo verso l'oscurità della caverna in Cast Away, in quel suo modo di indicare con grazia il tentato suicidio (sempre in Cast Away) ma è solo [...] Vai alla recensione »

domenica 3 febbraio 2013
Giulio Vivoli

Flight è un film che va al di là del suo titolo: perché dopo la prima mezz’ora drammatica e spettacolare dell’incidente aereo concluso eroicamente con una planata impossibile solo grazie all’abilità del pilota Whitaker, la vicenda prende le pieghe del legal thriller, con l’eroe messo sotto accusa dalla compagnia aerea e dall’autorità [...] Vai alla recensione »

martedì 5 febbraio 2013
FabioConte

Non decolla... Questo film non mi ha entusiasmato come mi sarei aspettato. Inizia con una bella scena di nudo, droga e alcol. A questo punto si potrebbe smettere di guardarlo, tanto si è capito perfettamente il senso della trama. Invece no, prendo coraggio, un po' spronato dalla stima che ho verso Denzel Washington, e continuo a guardare il film.

sabato 26 gennaio 2013
purplerain

Il film di Zemeckis anche in questo caso ci porta, come in "cast away" a ridosso di una tragedia che ha per protagonista un aereo e la più classica delle turbolenze. Anche in questo caso il protagonista si troverà ad essere un uomo solo, almeno inizialmente, per poi uscirne alla grande. Ma veniamo per gradi!! Whip Whitaker è il pilota interpretato da un Washington sempre [...] Vai alla recensione »

sabato 2 febbraio 2013
Silverfix87

Un pilota alcolista riesce a salvare 90 persone da un disastro aereo certo. Dopo una sorta di via crucis tra i meandri oscuri dell'alcolismo, il pilota risponderà alle sue colpe e si farà chiarezza sui motivi dell'incidente aereo. Flight prende ispirazione dal disastro aereo del volo Alaska 261, nel quale persero la vita circa 90 persone. Una delle domande che sorgono subito dopo la visione della [...] Vai alla recensione »

domenica 27 gennaio 2013
renato volpone

Un volo aereo, un guasto, un atterraggio di emergenza, alcuni morti e un processo, questo è ciò che tocca a Denzel Washington nei panni di Whip Whitaker il primo pilota di quell'aereo. Zemeckis ci mette più di due ore per raccontare la storia di questo personaggio, alcolizzato, dalla notte precedente l'incidente all'esito del processo.

giovedì 24 gennaio 2013
SILVIA63

Per tutto il fillm rimani incollato allo schienale in attesa di una svolta, con l'angoscia che sale, impotente. Bello il finale. Molto bravo Denzel Washington, sicuramente meritata la nomination all'Oscar. Confermo, film da vedere!

domenica 27 gennaio 2013
Fiddi

Sono andato a vedere Flight, di Robert Zemeckis. Un interessante esempio di come si possa trasformare una idea interessante in una cosa banale. Lentamente però...Ovviamente prodotto di ottima fattura...ma banale. Non ci sono idee, c'è solo la grande industria cinematografica USA. Con annesso, ovviamente, finale USA del tipo "tarallucci e vino".

lunedì 28 gennaio 2013
deepblue

La sensazione che si ha guardando questo film è che ci sia uno scollamento fra la storia intima del personaggio, con il suo problema della dipendenza dall'acool, e l'episodio spettacolare e ben riuscito del salvataggio dell'aereo che domina l'apertura del film. Durante la visione del fim non si ci riesce a liberare dalla strisciante sensazione di un faticoso tentivo di mettere insieme questo episodio [...] Vai alla recensione »

domenica 3 marzo 2013
Nodubs

Almeno gli "Airport" finivano quando l'aereo toccava terra. Questo invece no. Primi venti minuti costruiti benissimo con il solito talento Zemeckis. Dopo la sequenza dell' incidente aereo in Castaway, Bob torna a precipitare, e le scene sono sicuramente ottime. Il problema, come in tutte le cadute, è l' atterraggio. Così quando dopo venti minuti di film vediamo [...] Vai alla recensione »

lunedì 4 febbraio 2013
Alex2044

Un film discreto, senza molti lampi ma non noioso, forse un po' retrò. Denzel Waschington è bravo ma un po' imbolsito . Se devo dire la verità non mi sono sentito molto coinvolto però le due ore non sembrano due anni. Il film forse paga la concorrenza di altri film di ben altro spessore .

lunedì 11 febbraio 2013
gennara

ho visto il film che mi è piaciuto, volevo però segnalare un'inesattezza nella vs trama. L'incidente non è causato da una negligenza del pilota. Il punto è che a seguito delle indagini sull'incidente viene fuori un problema del pilota che è poi il tema centrale del film. Ma e' inesatto del tutto dire che la CAUSA dell'incidente è una sua negligenza.

domenica 10 febbraio 2013
maiomon78

quando guardando alcune scene,la nostra mente azzecca il sussuguersi degli eventi,senza aver mai visto prima il film,non è segno di film avvincente,innovativo,originale. sono stufo di veder polpettoni intrisi di buonismo ,seguir sempre lo stesso copione:uomo negativo,cattivo,cinico con problemi di droga e alcool,che si incontra con persone buone,ma fin alla fine non si redime,per poter dare [...] Vai alla recensione »

domenica 3 novembre 2013
dottorfra

Nelle sale dal 2012, Flight è uno di quei film che vale la pena rivedere più volte! Dal finale tutt'altro che scontato, riuscirà a sorprendere di sicuro lo spettatore. Con questa pellicola Robert Zemeckis affronta il delicato problema della dipendenza da alcool. Tuttavia, lo fa in un modo tutt'altro che scontato. Complice anche la magistrale interpretazione di Denzel [...] Vai alla recensione »

sabato 25 maggio 2013
Fede81

I primi 30 minuti di questo film sono di quelli che qualunque regista, almeno una volta in carriera, avrebbe voluto girare, e entrano di prepotenza nella storia del Cinema. E' cinema zemeckisiano puro, dove i mezzi tecnici si combinano con la maestrie e l'arte per produrre risultati eccezionali. Poi il film rallenta e diventa più riflessivo, se vogliamo più consueto.

venerdì 25 gennaio 2013
dorettatopini

Splendido film ,quello di Zemeckis,che lascia un misto di emozioni e domande di non facile lettura.Un pilota che riesce nella "mission impossible" di salvare un aereo dalla catastrofe inevitabile, operazione non riuscita ai migliori piloti della nazione impegnati al simulatore nella medesima situazione,e che riesce a lui,Wiph Witaker,ubriaco e fatto di cocaina,quale ambiguo messggio vuole darci?Ci [...] Vai alla recensione »

Frasi
"Ci vediamo sul lato oscuro della luna!"
Una frase di Harling Mays (John Goodman)
dal film Flight - a cura di Fabio Conte
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Alessandra Levantesi
La Stampa

Per nulla rassicurante l'idea di un pilota di linea che trascorre la notte prima del volo fra sesso e alcool e al risveglio, tanto per riprendere tono, sniffa coca. Tuttavia, una volta entrato in cabina, Denzel Washington è pronto a fronteggiare una gravissima emergenza, effettuando un atterraggio impossibile con un bilancio di sole sei vittime, niente rispetto alla strage annunciata.

Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Capitani coraggiosi. E alcolisti. Una prima parte "grande impresa" sui cieli di Atlanta si sviluppa in un paio d'ore di melodramma esistenziale. Il pilota di un jet in avaria salva un centinaio di passeggeri, con capovolgimento del veivolo, ma sconta l'onta del whisky che ha bevuto nei decenni precedenti. E' la storia spettacolare di un disastro aereo, che parafrasa il miracoloso atterraggio del volo [...] Vai alla recensione »

Francesco Alò
Il Messaggero

Basterebbero i 15 minuti iniziali in cui il pilota di linea Denzel Washington si sveglia strafatto dopo una notte di sesso, fa un tiro di coca, entra in cabina di pilotaggio, decolla, fende una perturbazione, perde il controllo per un guasto del velivolo e si produce in un atterraggio di fortuna falciando con un'ala il campanile di una chiesa di campagna.

Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Dagli anni Ottanta Robert Zemeckis si è aperto degli spazi molto lusinghieri nel cinema americano, sia dal punto di vista del successo di pubblico, sia in virtù del suo estro creativo che, fra l'altro, gli ha meritato vari Oscar. Basterebbe citare i tre "Ritorno al futuro", seguiti da quel felice confronto fra disegno animato e personaggi in carne e ossa che è stato "Chi ha incastrato Roger Rabbit?", [...] Vai alla recensione »

Valerio Caprara
Il Mattino

Tutto porta a pensare che si tratti dell'ennesimo disaster-movie. La notizia (buona o cattiva, dipende dai gusti) è che si tratta, invece, dell'ennesimo film sulla dipendenza. «Flight» infatti, come ha dichiarato lo sceneggiatore ed ex attore John Gatins, inserisce nell'impianto di un robusto quanto ordinario prodotto di studio il percorso di un personaggio che si ritrova obbligato a lottare sino all'ultimo [...] Vai alla recensione »

Roberto Escobar
L'Espresso

Accadono fatti irreversibili e decisivi, nella vita. A determinarli è il caso, o dio, che del caso è l'altro nome. Così dice Kip (Conor O'Neil) a Whip Whitaker (Denzel Washington) e a Nicole (Kelly Reilly). I tre si sono incontrati su un pianerottolo di un ospedale ad Atlanta. Ci si sono nascosti per fumare, e lì Robert Zemeckis e lo sceneggiatore John Gatins li impegnano in un dialogo quasi-filosofico. [...] Vai alla recensione »

Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

Un aereo di linea con 102 passeggeri precipita vicino ad Atlanta. Sarebbero morti tutti se non ci fosse stato l'esperto comandante Whip Whitaker (Denzel Washington): grazie a una manovra temeraria riesce a salvare 96 vite. I mass media lo celebrano, la gente lo acclama, ma Whip è davvero un eroe? L'NTSB (il National Transportation Safety Board) indaga e scopre quel che noi già sapevamo: Whitaker ha [...] Vai alla recensione »

Roberto Nepoti
La Repubblica

Prima di mettersi ai comandi di un volo diretto ad Atlanta, il comandante Whip Whitaker fa il pieno di vodka e di cocaina. Asso malgrado tutto, riesce a far atterrare l'aereo in avaria salvando un centinaio di persone; ma sei, incluse due hostess, ci lasciano la vita. I media si affrettano a proclamarlo eroe dei cieli. Risultato positivo ai test tossicologici - però - il pilota finisce al centro di [...] Vai alla recensione »

Lou Lumenick
New York Post

Il nuovo film di Robert Zemeckis è un po' come Prigionieri del cielo con l'aggiunta di un test antidroga. Immaginatevi che il personaggio interpretato da John Wayne nel classico di William Wellman, dopo aver salvato i passeggeri di un volo di linea, risulti positivo non solo a un test sull'alcolemia, ma anche sull'uso di droga, in particolare cocaina, sniffata per calmarsi dopo una notte di follie. [...] Vai alla recensione »

Giona A. Nazzaro
Il Manifesto

Dopo essere andato a spasso su e giù per la storia americana, averla attraversata a piedi, essersi spinto sino alle soglie dell'infinito alla ricerca di un contatto e avere infine fatto naufragio, Robert Zemeckis ritorna con i piedi per terra. Per modo di dire. Fra Cast Away (2000) e Flight gli anni zero zemeckisiani trascorrono all'insegna della motion-capture, la tecnica di cinema digitale post-umano [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
giovedì 24 gennaio 2013
Tirza Bonifazi

Un film su un pilota di volo che salva la vita di molti (Flight), un dramma storico che ritrae il più amato e rispettato Presidente degli Stati Uniti d'America (Lincoln), una commedia che racconta di un gruppo di cantanti d'opera in pensione (Quartet). [...]

BIZ
giovedì 7 giugno 2012
Robert Bernocchi

Esce finalmente il primo filmato promozionale di Django Unchained, la nuova pellicola western di Quentin Tarantino, che molti sperano possa essere presentata in anteprima al Festival Internazionale del Film di Roma.

BIZ
giovedì 22 settembre 2011
Robert Bernocchi

Ottima notizia per This Must Be the Place e per il suo regista, Paolo Sorrentino. Infatti, a distribuire la pellicola negli Stati Uniti sarà la Weinstein Company. Se uno degli obiettivi del film era farsi notare nei vari premi cinematografici che verranno [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati