I ragazzi stanno bene

Film 2010 | Commedia 104 min.

Regia di Lisa Cholodenko. Un film Da vedere 2010 con Annette Bening, Julianne Moore, Mark Ruffalo, Mia Wasikowska, Josh Hutcherson. Cast completo Titolo originale: The Kids Are All Right. Genere Commedia - USA, 2010, durata 104 minuti. Uscita cinema venerdì 11 marzo 2011 distribuito da Lucky Red. - MYmonetro 2,94 su 77 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi I ragazzi stanno bene tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Due giovani si trovano al centro di una rivoluzione familiare quando scoprono l'identità del loro vero padre. Il film ha ottenuto 4 candidature a Premi Oscar, Il film è stato premiato al Festival di Berlino, 3 candidature e vinto 2 Golden Globes e 3 candidature a BAFTA. In Italia al Box Office I ragazzi stanno bene ha incassato 1,3 milioni di euro .

I ragazzi stanno bene è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
2,94/5
MYMOVIES 3,25
CRITICA 2,79
PUBBLICO 2,96
CONSIGLIATO SÌ
Ottimi interpreti per una commedia tradizionale sulla famiglia non convenzionale.
Recensione di Edoardo Becattini
giovedì 18 febbraio 2010
Recensione di Edoardo Becattini
giovedì 18 febbraio 2010

Nic e Jules sono una perfetta coppia lesbica di mezza età. Profondamente innamorate l'una dell'altra, hanno costruito col tempo un sereno ambiente familiare assieme ai due figli adolescenti, Joni e Laser. Quando Joni compie diciotto anni, è il fratello minore a farle pressioni perché si rivolga alla banca del seme e scopra l'identità del donatore segreto con cui condividono il patrimonio genetico. Inizialmente scettica, Joni si mette sulle tracce del padre e scopre che questi è Paul, un dongiovanni che gestisce un ristorante biologico alla periferia di Los Angeles. Quando per caso le due madri vengono a conoscenza del fatto, non resta che introdurre Paul all'intero nucleo familiare.
Mentre la versione nostrana della commedia moderna e progressista arranca incerta fra il desiderio di trasgressione, la campagna di sensibilizzazione e il timore della contestazione dei benpensanti, da una tipica produzione indie americana arriva una commedia che riesce a coniugare perfettamente tematiche gay e valori tradizionali.
L'assunto mostra una coppia con due figli adolescenti stabile e integrata, nonostante il fatto che l' "uomo di casa" sia una Annette Bening coi capelli corti. Il preciso rifiuto da parte di Lisa Cholodenko di descrivere questo nucleo familiare come un'anomalia o come un microcosmo militante e dissociato, non dev'essere interpretato come una visione favolistica o un eccesso di umanesimo; al contrario, la regista americana (che di conflitti familiari in realtà se ne intende, come ha mostrato nel suo precedente Laurel Canyon) problematizza l'identità della coppia attraverso un progetto che ribalta intelligentemente la tipica prospettiva delle commedie sull'omosessualità. Se in queste il carattere atipico della coppia gay viene tematizzato per raccontare la normalità del rapporto, The Kids Are All Right racconta invece un'anomalia, un incidente di percorso nel rapporto di coppia, per enfatizzare la normalità dell'Amore.
Oltre a questo, non ci sono colpi di scena particolarmente esaltanti o improvvisi detournement nell'evoluzione della storia. Anzi, si direbbe proprio che è il modo del tutto convenzionale di affrontare una storia su un nucleo familiare non convenzionale l'idea forte del film. Che, ovviamente, se funziona è grazie soprattutto ad un ottimo processo di scrittura e ad un cast eccezionale. La Cholodenko si serve delle migliori celebrità americane (per lo meno, di quelle più convincenti fra le star aperte al circuito indipendente) e costruisce sequenze e dialoghi senza mai puntare su esagerazioni o storture. Piuttosto, la sua storia appassiona e diverte perché riesce a far vibrare i suoi personaggi con tutte le tenere debolezze dell'agire umano e a parlare di turbamenti, gay porn e amore saffico senza piegarsi né alla risata grassa della farsa né al ghigno infantile della pruderie.

Sei d'accordo con Edoardo Becattini?
I RAGAZZI STANNO BENE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 22 febbraio 2011
davidestanzione

Jules e Nic sono madri di due ragazzi concepiti attraverso inseminazione artificiale. Hanno dato ai figli dei nomi dannatamente cool, Joni e Laser, tenendoli totalmente all'oscuro sull'identità del loro effettivo genitore biologico. Non appena la maggiore, Joni, compie i diciott’anni, Laser le propone di contattare la banca del seme per scoprire finalmente chi sia il loro padre [...] Vai alla recensione »

mercoledì 16 marzo 2011
laulilla

Due donne si amano da vent'anni, cioè da quando decidono di sposarsi e di metter su famiglia. Una di loro, Jules, ricorre per due volte all'inseminazione artificiale con lo stesso donatore di sperma, partorendo, perciò, in tempi diversi due ragazzi, che sono, perciò, un fratello e una sorella "veri". Come in tutti i matrimoni, i ruoli all'interno della coppia [...] Vai alla recensione »

mercoledì 16 marzo 2011
olgadik

La famiglia è la famiglia e il matrimonio è tale anche se a viverlo sono coppie omosex. Partendo da questo dato oggettivo, Lisa Cholodenko rovescia con intell igenza la situation-comedy su cui si basava tanta parte della commedia americana incentrata una volta sulla famiglia. In questa prova dei giorni nostri la regi sta parte dall’assunto che siamo alle prese con un gruppo familiare normalissimo . [...] Vai alla recensione »

domenica 27 febbraio 2011
Riccardo T.

commedia semplice. Costruita con una sceneggiatura altrettanto lineare che segue tutte le regole del genere. Buoni interpreti, anche se non eccezionali. comunque apprezzabile l'aspetto di trattare la famiglia protagonista senza scandali o pregiudizi. 

domenica 20 marzo 2011
Massimiliano Morelli

C’è chi ha scritto che la normalità altro non è che la media di infinite anormalità. Tutto vero, e potrebbe essere la considerazione che rimpalla negli occhi dopo la visione di questo sfizioso film di Lisa Cholodenko, che tanto successo sta riscuotendo a cavallo di due mondi. Piace alla vecchia Europa lentamente democratica e piace, e tanto, nel suo luogo di nascita, un’ America indie quanto basta [...] Vai alla recensione »

venerdì 18 marzo 2011
renato volpone

Una storia originale e simpatica soprattutto nell'approccio iniziale dei ragazzi con il genitore donatore di sperma. Il racconto però si affloscia  nel prosieguo quando si allarga troppo in una improbabile relazionie di una delle due donne con il nuovo arrivato e in trovate non del tutto geniali quale la visione da parte delle due donne di film porno gay maschili.

martedì 15 marzo 2011
pepito1948

 Il quadro familiare che ci viene descritto (attenzione, la regista è una donna, e la cosa –visto il tema affrontato- non è irrilevante) è apparentemente idilliaco: una coppia lesbica, con ruoli leggermente differenti (almeno questa è la percezione di primo acchitto) in cui prevalgono amore, concordia ed armonia, due figli nati tramite il seme di uno stesso [...] Vai alla recensione »

giovedì 24 marzo 2011
giacomogabrielli

La regista di THE L WORD abbandona per un attimo il set televisivo per approcciarsi al cinema. Una cosa che ha portato con se è il tema della (omo)sessualità, sempre presente nei suoi lavori. Naturalmente questo tema è uno dei pilastri del film, anzi, il pilastro portante. Il pregio più notevole è la maniera in cui l'omossessualità -lesbica in questo caso- [...] Vai alla recensione »

mercoledì 2 maggio 2012
tiamaster

Divertente,intelligente,mai banale,egregiamente interpretato da due attrici eccezionali,una bening e una moore STRAORDINARIE danno vita a una commedia OTTIMA mai superficiale anche se OVVIA negli sviluppi.una commedia che sarebbe un film ECCEZZIONALE se non fosse che il film di fatto non và da nessuna parte.Dov'è la morale???Cosa voleva dire la sceneggiatrice???nessuno lò sà, [...] Vai alla recensione »

sabato 12 marzo 2011
orazio maione

una normale famiglia con due mamme: epperò proprio nell'ostentata normalità provo un senso di disagio. camera da letto super borghese, tipizzazioni lei-capofamiglia e lei-moglie; però probabilmente la realtà, quando va bene, per una coppia gay è proprio così, e negli usa famiglie simili sono parecchie. la storia è bella e gli attori sono bravi; [...] Vai alla recensione »

domenica 8 marzo 2015
Marco_Gir

Film mediocre. Una sfilza disordinata di banali stereotipi. La coppia lesbica dipinta da un occhio superficiale. Dove una delle due "e' l'uomo". Si veste da uomo. Beve. Lavora. Si comporta in maniera autoritaria. Il padre naturale dei due figli della coppia e' ovviamente una figura imprescindibile. Come avranno mai fatto senza di lui prima??! Senza "la figura maschile" [...] Vai alla recensione »

lunedì 9 giugno 2014
stefano capasso

I ragazzi stanno bene racconta eventi che capitano in tante famiglie. In questo caso la famiglia è una atipica, sono due donne omosessuali Nic e Julie che hanno due figli in età adolescenziale, Joni e Laser. Sono figli dello stesso donatore di seme che ha permesso alle due donne di avere ognuna il proprio figlio. Per i due ragazzi è l'età della ricerca dell'identità [...] Vai alla recensione »

lunedì 6 gennaio 2014
THEOPHILUS

I RAGAZZI STANNO BENE   Che c’è di ‘anomalo’ in una donna che tradisce la persona amata con un rampante cinquantenne che ha fatto fortuna nel mondo della ristorazione e che è stanco di “cazzeggiare” con avvenenti fanciulle, desiderando metter su famiglia? Che cosa, poi, colpisce nel fatto che tutto si ricompone, che il dolore che ha scosso la famiglia [...] Vai alla recensione »

sabato 26 marzo 2011
gianmarco.diroma

Non ci si deve più stupire del fatto che, utilizzando un universo tutto al femminile, dove gli uomini ricoprono un ruolo marginale, o meglio da non protagonisti, la regista Lisa Cholodenko sia stata in grado di offrire allo spettatore un vero e proprio saggio di quello che significhi non solo dare vita ad una famiglia, ma, soprattutto, portarla avanti, con il carico di compromessi che questo [...] Vai alla recensione »

giovedì 17 marzo 2011
FRANCESCO GIULIANO

La regista Lisa Cholodenko, con sagacia e sottile accortezza, descrive le vicissitudini di una famiglia, composta da una coppia lesbica, Nic e Jules, in modo ordinariamente “naturale”, tant’è che i due figli,  Joni e Laser, non soffrono di questa diversità rispetto ad una famiglia naturalmente normale. Ad un certo punto, Laser mosso da un istinto genetico [...] Vai alla recensione »

lunedì 14 marzo 2011
Dado1987

Due donne lesbiche si sposano, hanno due figli, un maschio ed una femmina, ottenuti grazie all'inseminazione artificiale. Quando i figli sono cresciuti decidono di conoscere Paul (Ruffalo), l'uomo che donò lo sperma alla banca del seme. Ebbene costui si rivela un 40enne benestante, scanzonato, mezzo hippy e mezzo eco-fallito.

mercoledì 18 settembre 2013
jacopo b98

 Nic (Bening) e Jules (Moore) sono due lesbiche felicemente sposate da oltre dieci anni, hanno due figli (Wasikowska e Hutcherson), ottenuti tramite l’inseminazione artificiale, e conducono una bella e tranquilla vita. Fino a quando i due ragazzi non chiedono di conoscere il loro padre biologico, che scoprono essere Paul (Ruffalo), un bel donnaiolo quarantenne ristoratore.

martedì 10 settembre 2013
giugy3000

Era un film che volevo vedere da tempo, un po' perchè Mia Wasikowska si sta confermando per me un vero talento, un po' perchè a volte anche una divoratrice di drammatici come me deve tirare il fiato e schiacciare PLAY su qualcosa di meno impegnativo, ma non per questo banale o convenzionale. La trama di "The kids are alright" è attraente, anche perchè al [...] Vai alla recensione »

domenica 8 luglio 2012
Emanuela22

    “I ragazzi stanno bene” è una commedia brillante, frutto del contemporaneo cinema indipendente americano. La regista Lisa Chodolenko affronta la delicata questione della famiglia omogenitoriale senza  incorrere in toni drammatici o forzatamente comici. Il film segue un buon ritmo, e si costruisce su dialoghi intelligenti, spesso ottimi spunti per una riflessione [...] Vai alla recensione »

mercoledì 29 aprile 2015
Paolo Salvaro

Non ho ben compreso il senso o l'utilità del film.   Qual era lo scopo, far capire che le coppie omosessuali vivono e provano gli stessi sentimenti di quelle etero, affrontando spesso anche problemi affini?   .....   Penso che in molti lo sappiano già e chi non lo sapeva o non riusciva a farsene una ragione prima di vedere questo film, sicuramente non avrà cambiato [...] Vai alla recensione »

lunedì 28 marzo 2011
fontamas

bel film che tratta con normalità un argomento scomodo, almeno da noi in italia. normalità voluta, che lascia il messaggio che è così che dovrebbe essere. una coppia che si ama, che attraversa un momento di stanchezza a causa del lavoro. una crisi che sfocia in un tradimento probabilmente a causa dell'insicurezza di uno dei partner, che ha bisogno di sentirsi ancora desiderabile.

venerdì 2 dicembre 2011
Lisa Casotti

Quali sono le dinamiche relazionali in una famiglia omosessuale, due mamme e due fratelli (un maschio e una femmina) nati dallo sperma dello stesso donatore? Del tutto simili, se non identiche a quelle di una tradizionale famiglia eterosessuale. Finalmente! O purtroppo? Quali sono le difficoltà che devono affrontare due donne gay come madri e come mogli? Le stesse di una coppia etero, preoccupata [...] Vai alla recensione »

mercoledì 3 agosto 2011
Cenox

Commedia carina che non esalta per storia o divertimento ma che nel complesso è più che sufficiente. La trama vede come protagonista una famiglia non convenzionale composta da due madri lesbiche che grazie alla banca dello sperma hanno potuto coronare il loro sogno di avere ciascuna un figlio: un maschio, Lazer, ed una femmina, Joni. Lavita all'interno della famiglia trascorre tranquillamente, finchè [...] Vai alla recensione »

venerdì 29 aprile 2011
Karmaelo

Coppie di fatto, coppie aperte, famiglie allargate : fermo restando l'amore, se la scienza avanza  il concetto convenzionale di famiglia viene meno e cominciano ad emergere nuove dinamiche. E' il caso di Nic e Jules (Annette Bening e Julianne Moore) coppia lesbica di mezza età che negli anni hanno costruito un nucleo familiare sereno assieme ai due figli Joni (Mia [...] Vai alla recensione »

domenica 20 marzo 2011
GiuseppePonticello

I ragazzi stanno bene, le mamme un pò meno. Semplice commedia molto americana senza equivoci e senza intrecci assurdi da interpretare, la storia è quella nessun fraintendimento, se la coppia fosse stata formata da un uomo e una donna sarebbe stato perfino superfluo l'averci girato un film su quella sceneggiatura. La fortuna di queste pellicola molto probabilmente è il cast [...] Vai alla recensione »

sabato 5 marzo 2011
cannedcat

Leggero ma profondo, cerca di immergerci in un universo singolare dove vengono eveidenziate le frizioni fra l'evoluzione culturale, residui di elementari pulsioni biologiche e un enorme substrato di animalità sociale che è ben evidenziata nel cadere in tentazione di Jules e da Paul perfettamente disegnato come il padre cercato (dai due adolescenti) e da uccidere (freudianamente) [...] Vai alla recensione »

martedì 12 aprile 2011
alefi

Credo che questo film sia il classico esempio di come una tematica attuale e giustamente da valorizzare sia intrisa invece del messaggio opposto. Un drago vestito da agnello. Mi spiego meglio. Il tema lesbo e coppia di fatto e' un tema che ispira apertura mentale, contemporaneità e una visone del mondo tollerante e di grande integrazione tra i generi.

mercoledì 25 maggio 2011
astromelia

a me è parso un film dove si inneggia alle coppie lesbiche/gay,a vedere come il protagonista maschile chiamato in causa a sua insaputa poi lo si congeda dicendogli fatti una famiglia....non l'ho trovato nemmeno appassionante,preferisco la bening di american beauty e la moore do magnolia/a single man.....

venerdì 17 dicembre 2010
Lost876

Ho appena visto il film in inglese e devo dire che l'ho trovato carino, anche se mi aspettavo qualcosa di molto più grande visto che è stato acclamato in tutto il mondo, alla fine è una storia carina con un finale gradevole, ma non capisco il perchè di tutto questo apprezzamento universale!!!

giovedì 17 marzo 2011
ruggero

Finale " volemose bene" dove si trova un solo colpevole del gran casino scoppiato, il maschio inseminatore che era stato richiamato sulla scena obtorto suo collo dalla curiosità dei ragazzi. Sceneggiatura tirata via, psicologia dei personaggi sbozzata con l'accetta. Mica inguardabile, ma alla fine deludente. E poi l'impostazione della coppia lesbica con i ruoli così ben definiti maschio-femmina sembra [...] Vai alla recensione »

mercoledì 7 maggio 2014
lafra1986

e solo la storia di una moglie che tradisce il marito poi torna.. il fatto che il donatore di sperma sia l'amante è un puro caso.

venerdì 25 marzo 2011
pomata77

Cosa comporta la vita di coppia? Quali sono le dinamiche a cui si va incontro col passare degli anni? Quali sono i rischi che si corrono? Queste alcune delle domande che il film vuole porre allo spettatore e la risposta è che sono cose alle quali nessun nucleo sfugge. Il film procede piuttosto lento su un finale abbastanza scontato, con pochi spunti degni di piena riflessione e senza aggiungere nuovi [...] Vai alla recensione »

lunedì 7 aprile 2014
marykioto

Film con un ottimo ritmo e scorrevole, con un meritatissimo Golden Globe ad Annette Bening, che fa conoscere al grande pubblico gli alti e bassi di una storia d'amore bla bla bla. Volevo puntare l'attenzione su un aspetto che è IMMANCABILE in tutti i film a tematica gay, specialmente fra donne, e che mi offusca completamente da tutto quel che di buono ci può essere in un film.

mercoledì 23 ottobre 2013
paride86

Bel film che racconta la normalità e l'ordinarietà dell'omogenitorialità Ottimo cast per una storia verosimile e coinvolgente.

giovedì 17 marzo 2011
mafaldita22

sì, non posso dargli tre. due è troppo poco, però scelgo due stelle, visto che non si può dare un 2,5. mi aspettavo che, essendo un film fatto da una lesbica, non ci fossero certi cliché "etero", invece mi sono dovuta ricredere. insomma, questa sarebbe una coppia lesbica "navigata", magari un po' in crisi come spesso accade dopo alcuni anni, se non si "ricentra" il tutto, così almeno se ne parla nelle [...] Vai alla recensione »

sabato 9 agosto 2014
funky_kazoo77

bello.

lunedì 14 aprile 2014
lafra1986

divertente storia che parte interessante ma poi non viene sviluppata.

mercoledì 5 settembre 2012
Nuno's

Una pellicola nella media, una commedia che però fornisce più emozioni di quelle solite di sicuro, e che tocca argomenti un pò più difficili rispetto alle solite storie di amore a NY etc.. Aggiungere un elemento per rompere l'equilibrio familiare? E' questo che avviene in "I ragazzi stanno bene" il cui titolo la dice lunga e non poteva essere più [...] Vai alla recensione »

lunedì 11 giugno 2012
sorella luna

Mi accorgo, rileggendo il mio commento, di non essere stata molto chiara, specie nella prima parte...Infatti sembra che io mi contraddica...Prima scrivo che trovo il film perfetto e credibile sotto ogni aspetto e poi dico che  il finale non è plausibile etc etc... Allora, per chiarire: per accettare quel finale bisogna accettare il fatto che una coppia gay/lesbo si sposi ed abbia figli [...] Vai alla recensione »

domenica 10 giugno 2012
sorella luna

Allora...ho visto questo film 3 volte, una al cinema, una su sky e una registrata da sky, tutte e tre in lingua originale con i sottotitoli italiani, per la precisione. L'ho trovato perfetto, ben scritto, ben recitato, credibile sotto ogni aspetto ...però... bisogna proprio concepire la loro una coppia come tante...lesbo o etero che sia per accettare quel finale.

martedì 23 agosto 2011
Ilenia Ferioli

Commedia ricca di potenzialità che mantiene, tuttavia, una trama ordinaria e convenzionale nel trattare il tema dell'Amore e del rapporto filiale. Il fatto che la coppia sia lesbica appare solo come una delle possibili combinazioni dell'amore tra esseri umani. La piattezza emotiva resta però, a mio avviso, il fil rouge del film.

venerdì 11 marzo 2011
hollyver07

Ciao. Come nella frase di lancio, "curiosità...." di vedere l'interpretazione di Annette Benning in un film apparentemente, ma non ho idea quanto, "bastonato" nella notte degli oscar. Infatti, mi risulta che questo film avesse ben altre velleità (almeno negli USA) in termini di potenziali riconoscimenti, rispetto a ciò che ha effettivamente raccolto. [...] Vai alla recensione »

sabato 5 marzo 2011
beabla

Girato e fatto bene ma noioso e lento. Film che vuole colpire lo spettatore fotografando una 'anomala' situazione familiare. Sinceramente non mi ha colpita e non ritengo sia un film che riesce a sensibilizzare il pubblico su un argomento così delicato come le coppie omosessuali e la fecondazione artificiale! Sconsigliato, ci sono tantissimi altri film migliori con cui potete intrattenervi! [...] Vai alla recensione »

domenica 7 settembre 2014
sverin

Forse il regista sarà invertito (uso un termine demodè) e ha fatto apparire il sesso tra una "mamma" e Mark Ruffalo come una "sbandata" momentanea; invece la stragrande maggioranza degli spettatore tifavano per strappare Julian Moore a quella vipera lesbica del "capofamiglia"e farla andare con quel bel giovanotto donatore di sperma, padre biologico di entrambi [...] Vai alla recensione »

lunedì 21 marzo 2011
JACK BLACK 98

UN FILM POETICO CHE OFFRE UN PERFETTO SQUARCIO DI VITA DI UNA FAMIGLIA NON CONVENZIONALE

lunedì 14 marzo 2011
Sixy89

Da un film con tema gay, indirizzato proprio a tutta la famiglia, mi aspettavo molto di più. Un paio di scene sono veramente volgari e inutili. E' stato ripreso il fastidiosissimo clichè secondo quale a un certo punto della vita una persona gay abbia una scappatella eterosessuale..e anche il fatto che seconod il regista le ragazze lesbiche non si depilano e stanno allo stato brado [...] Vai alla recensione »

lunedì 14 marzo 2011
hollyver07

Ciao. Commedia sentimentale davvero interessante, girata con mano (molto) leggera ed intesa a cementare l'idea che la coppia, intesa come un duraturo sodalizio d'amore e coesistenza di due persone, sia plausibile e fattibile (annessi e connessi inclusi) anche per le coppie gay; in questo caso una coppia stabile al femminile.

sabato 12 marzo 2011
blackcat

la sceneggiatura del film è molto interessante. La benning e la moore (la mia attrice preferita...la adoro!!) sono entrambe molto brave. Si alternano situazioni brillanti ad altre più intense. si ride e si riflette in una parola! io lo consiglio caldamente, soprattutto agli omofobi :)

domenica 10 aprile 2011
carli11

la tematica affrontata è molto delicata ma interessante ed attuale.. secondo me il regista non ha saputo affrontarla x come doveva. peccato era una buona occasione! le dificoltà di una coppia gay sono notevoli qui però sono state ridicolizzate e la cosa mi ha colpito negativamente. risolleva un pò il lieto fine

lunedì 14 marzo 2011
brian77

Commediola insignificante: tolta la trovatina della coppia lesbica (buona per acchiappare qualche titolo sui giornali) per il resto c'è pochino.  Certo professionale come confezione e con buoni interpreti, ma anche molto ovvia nel muovere le sue piccole psicologie da telefilm.  Naturalmente viene presa sul serio da coloriste e commentatrici di costume dei quotidiani, [...] Vai alla recensione »

Frasi
Non dovreste lasciarvi, siete troppo vecchie.
Laser (Josh Hutcherson)
dal film I ragazzi stanno bene - a cura di cannedcat
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Anna Maria Pasetti
Il Fatto Quotidiano

Nic (Bening) e Jules (Julianne) fanno coppia felice da anni. Hanno due figli adolescenti, uno a testa, avuti dal medesimo donatore (Ruffalo). I ragazzi, ora, vogliono incontrarlo. Scuotendo alcuni equilibri famigliari. Ecco un prodigio fatto a film, che nel suo genere è senza precedenti. Perché superando ogni cliché tragi/comico del gay movie, racconta con intelligenza, arguzia, raffinatezza e sano [...] Vai alla recensione »

Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Perchè il cinema Usa parla al mondo intero? Perché prende conflitti (emozioni, sentimenti) universali, e li traduce in gesti, gusti, comportamenti, profondamente americani, cioè locali, ma perfettamente messi in scena. E infatti basta vedere una gran bella commedia come I ragazzi stanno bene per capire perché una storia così funzioni così bene anche in un paese come il nostro.

Jean-Luc Douin
Le Monde

Nic : cheveux courts, pantalon de rigueur, médecin, adepte du bon vin jusqu'à l'excès, rigoriste, soutien financier de la famille, non avare de principes. Jules : cheveux longs, taches de rousseur, études en architecture, velléités de se refaire une carte d'identité professionnelle comme paysagiste. La première est blonde, la seconde rousse, ce sont deux femmes mariées.

Betsy Sharkey
The Los Angeles Times

Witty, urbane and thoroughly entertaining, "The Kids Are All Right" is an ode to the virtues of family, in this case a surprisingly conventional one even with its two moms, two kids and one sperm donor. Whatever your politics, between peerless performances, lyrical direction and an adventurous script, this is the sort of pleasingly grown-up fare all too rare in the mainstream daze of this very dry [...] Vai alla recensione »

Anthony Lane
The New Yorker

Not long ago, in “Mother and Child,” Annette Bening played a controlling, easily angered woman who worked in a hospital and found her status as a parent challenged by unforeseen events. Now, in “The Kids Are All Right,” she opts for a complete change of tack, playing a controlling, easily angered lesbian who works in a hospital and finds her status as a parent challenged by unforeseen events.

Mariarosa Mancuso
Il Foglio

No, no non mi dire come hai fatto, non voglio saper niente di queste cose”. Il grido (di dolore e un po’ di orrore), al mille per cento nannimorettiano, viene rivolto da Silvio Orlando a Jasmine Trinca, lesbica e incinta nel “Caimano”. Non si registrarono allora scandalizzate proteste contro il regista e sceneggiatore Moretti, intoccabile come pochi in Italia.

Mariarosa Mancuso
Il Foglio

No, no non mi dire come hai fatto, non voglio saper niente di queste cose”. Il grido (di dolore e un po’ di orrore), al mille per cento nannimorettiano, viene rivolto da Silvio Orlando a Jasmine Trinca, lesbica e incinta nel “Caimano”. Non si registrarono allora scandalizzate proteste contro il regista e sceneggiatore Moretti, intoccabile come pochi in Italia.

Piera Detassis
Panorama

La coppia lesbica in formidabile Californian way of life è quella formata da Nic e Jules (Annette Benning e Julianne Moore), un amore di lungo corso e due figli, Joni e Laser, nati da un donatore sconosciuto. Che tale rimarrebbe se la ragazza Joni (Mia Wasikowska), raggiunta la maggiore età, non rintracciasse il padre naturale l’edonista e dongiovanni Paul (Mark Ruffalo), con corredo di motocicletta [...] Vai alla recensione »

Paola Casella
Europa

Si può ridere di tutto? Se lo si fa efficacemente e con stile, la risposta è sì. Lo dimostra ancora una volta la commedia americana I ragazzi stanno bene della regista e sceneggiatrice Lisa Cholodenko, amatissima dal cinema indipendente e già autrice di cult movie come High art e Laurel Canyon. Questa volta Cholodenko si cimenta con un argomento che conosce molto da vicino la vita quotidiana di una [...] Vai alla recensione »

Giuseppe Mammetti
Il Secolo d’Italia

Al suo arrivo in Italia, durante l’ultimo festival di Roma, il film fece parlare di sé. Per la polemica a distanza che Julianne Moore, protagonista al pari di Annette Bening, scatenò con il premier Berlusconi. Neppure a dirlo, si parlava di diritti omosessuali e di coppie di fatto: argomento caldo, che in I ragazzi stanno bene di Lisa Cholodenko, talento del cinema indipendente americano, viene messo [...] Vai alla recensione »

Francesco Piccolo
Il Sole-24 Ore

Molto più avanti, nel bel mezzo del film, qualcuno brinderà «a una famiglia non convenzionale». È la definizione esatta che la società darebbe della famiglia che Lisa Cholodenko si propone di raccontare in I ragazzi stanno bene. Annette Bening (Nic) e Julianne Moore (Jules) sono una coppia di donne che stanno insieme da tanti anni e hanno partorito due figli grazie a un donatore di seme: la più grande [...] Vai alla recensione »

Paola Casella
Europa

All'interno del matrimonio ventennale fra Nic (Bening) e Jules (Moore), genitrici dei due adolescenti Joni e Laser (Mia Wasikowska e Josh Hutcherson), si inserisce un elemento di novità rappresentato dal padre dei due ragazzi, Paul (Mark Ruffalo), fino a quel momento anonimo donatore di seme. Tutti gli equilibri saltano, sia perché una figura maschile si inserisce nel rigido matriarcato familiare, [...] Vai alla recensione »

Alberto Crespi
L'Unità

Quando l'abbiamo visto in concorso a Berlino 2010, più di un anno fa, siamo stati doppiamente fuorviati. Il titolo originale – The Kids Are All Right – è quello di un glorioso 45 giri degli Who, nonché di un bel documentario del '79 sul medesimo gruppo rock. Il nome della regista, Lisa Cholodenko, è quanto di più ucraino si possa immaginare. Ma I ragazzi stanno bene non parla né degli Who né della [...] Vai alla recensione »

Peter Travers
Rolling Stone

I like how this hilarious and heartfelt movie approaches family. Director and co-writer Lisa Cholodenko (High Art, Laurel Canyon) knows how easy the ties that bind can become undone. And the hell of trying to tie new knots. Gay marriage is the subject here, but not the issue. Tightly wound doctor Nic (Annette Bening) and loose-limbed landscaper Jules (Julianne Moore) have an ease with each other at [...] Vai alla recensione »

Anthony Lane
The New Yorker

Annette Bening e Julianne Moore sono una coppia gay di Los Angeles che vive agiatamente con i figli, Joni (Mia Wasikowska) e Laser (Josh Hutcherson). I due ragazzi decidono di conoscere Paul (Mark Ruffalo), il donatore dello sperma con cui sono stati concepiti. Negli anni la vita di Paul non è cambiata molto, tra rapporti sessuali occasionali e la gestione di un ristorante biologico.

Alessandra Levantesi
La Stampa

I ragazzi stanno bene è una commedia molto finemente imbastita sulla contraddittoria normalità di un nucleo familiare anomalo, composto da due lei - Nic (Annette Bening), medico pediatra, e Jules (Julianne Moore), architetto frustrato per aver scelto di dedicarsi alle cure domestiche - e dai figli adolescenti Joni e Laser, concepiti tramite inseminazione artificiale.

Davide Turrini
Liberazione

La critica americana, da quella più progressista del New York Times al celebre Roger Ebert del Chicago Sun Times, ci gira attorno dal luglio scorso, mese in cui I ragazzi stanno bene, regia di Lisa Cholodenko, è uscito sugli schermi Usa (oltre 20 milioni di dollari d'incassi). Girala da una parte, girala dall'altra, ma nessuno, al di là dei convenevoli politicamente corretti, è riuscito a decrittare [...] Vai alla recensione »

Gian Luigi Rondi
Il Tempo

California. Una provincia immersa nel verde. Due donne, Nic e Jules, vivono insieme, coniugalmente. Anni prima hanno sentito il bisogno di essere anche madri e si sono rivolte a una banca del seme ottenendo, ciascuna, di poter avere dei figli nati da uno stesso padre, una femmina e un maschio, i quali una volta cresciuti, non riescono a vincere la curiosità di scoprire il donatore anonimo che li ha [...] Vai alla recensione »

Valerio Caprara
Il Mattino

Un film inutile, con due brave e simpatiche attrici condannate al carcere del film a tesi. In «I ragazzi stanno bene» per dimostrare che la famiglia lesbica funziona meglio di quella tradizionale e non ha alcun bisogno di terzi incomodi (soprattutto maschi) si presentano la Bening e la Moore nelle vesti di coppia benestante e chic, diligentemente dedita alle bonarie baruffe coniugali così come ai giochini [...] Vai alla recensione »

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Che disastro, se la voglia di trasgressione precipita nella banalità. O nel ridicolo. Come succede a Lisa Cholodenko, regista e sceneggiatrice californiana dal dimenticabile pedigrée. L'autrice immagina che le protagoniste siano due agiate signore, sui cinquant'anni, felicemente sposate. Tra loro. E ancora attratte fisicamente l'una dall'altra, come mostra la scena in cui l'inquieta casalinga Jules [...] Vai alla recensione »

NEWS
VIDEO
lunedì 7 marzo 2011
Nicoletta Dose

Sono due donne indipendenti con due figli meravigliosi. Bella casa, bel giardino e un divano comodo in soggiorno. C'è proprio tutto, il quadretto familiare secondo manuale è perfetto, manca solo un papà.

GALLERY
martedì 2 novembre 2010
 

In attesa di ricevere questa sera il Marc'Aurelio d'Oro, la bella 49enne Julianne Moore si è concessa ai fotografi per il photocall del suo ultimo film I ragazzi stanno bene. Nella pellicola diretta da Lisa Cholodenko, la Moore interpreta una mamma lesbica [...]

GALLERY
martedì 26 ottobre 2010
 

In occasione della 54esima edizione BFI London Film Festival, ieri è stato presentato il nuovo lavoro di Lisa Cholodenko, I ragazzi stanno bene. All'anteprima c'erano l'attore Mark Ruffalo insieme alla moglie Sunrise Coigney e l'attrice Julianne Moore. [...]

NEWS
giovedì 7 ottobre 2010
Marlen Vazzoler

Passato e presente Oggi è stato presentato il programma della quinta edizione del Festival Internazionale del film di Roma. Durante la presentazione sono state annunciate le pellicole che verranno proiettate durante la manifestazione che si svolgerà [...]

GALLERY
giovedì 18 febbraio 2010
 

La fotogallery Presentata ieri in concorso, la pellicola diretta da Lisa Cholodenko, The Kids Are All Right, si è guadagnata subito gli applausi della critica e del pubblico, nonostante la problematica tematica dell'omosessualità, da sempre portatrice [...]

winner
teddy awards - miglior film
Festival di Berlino
2010
winner
miglior film brillante
Golden Globes
2011
winner
miglior attrice in un film brillante
Golden Globes
2011
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati