Funny People

Film 2009 | Commedia, 145 min.

Regia di Judd Apatow. Un film con Adam Sandler, Seth Rogen, Leslie Mann, Eric Bana, Jonah Hill, Jason Schwartzman. Cast completo Titolo originale: Funny People. Genere Commedia, - USA, 2009, durata 145 minuti. Uscita cinema venerdì 16 ottobre 2009 distribuito da Universal Pictures. - MYmonetro 2,81 su 14 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Funny People tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

George Simmons è un comico di grande successo. Un giorno scopre di avere una grave malattia, che lo lascerà vivere per un solo altro anno. In Italia al Box Office Funny People ha incassato 135 mila euro .

Funny People è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
2,81/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 3,14
PUBBLICO 2,64
CONSIGLIATO SÌ
Judd Apatow. Quando la regia diventa una garanzia.
Recensione di Giancarlo Zappoli
giovedì 15 ottobre 2009
Recensione di Giancarlo Zappoli
giovedì 15 ottobre 2009

George Simmons ha tutto ciò che si può ottenere dal successo. Il pubblico lo ama sia come stand up comedian che come star cinematografica, vive in una villa sul Pacifico, ha un aereo privato. Però non ha amici, ha solo fans. Un giorno poi arriva la notizia che gli cambia la vita: soffre di una forma di leucemia che gli lascia poco tempo da vivere. Desideroso di non trascorrere da solo gli ultimi giorni si sceglie come assistente Ira, un spirante comico che va a vivere con lui. Ira scrive testi che George utilizza in quelle che considera come le sue ultime esibizioni ma non tutto è facile. Le paure dell'attore si fanno sempre più evidenti così come la sua arroganza che non manca di manifestarsi anche nei confronti di Ira. Finché non succede qualcosa di inatteso...
Judd Apatow si è ormai conquistato di diritto il ruolo di commediografo capace di ridare vita a un genere che negli States stava ormai boccheggiando stritolato tra commediacce di serie Z e remake di remake. Apatow dimostra di conoscere bene le vite 'vere' dei personaggi che porta sullo schermo e inietta questa 'verità' nelle loro battute e nei loro comportamenti. In questa occasione parte da se stesso e dalle proprie esperienze di stand up comedian (attività che ha lanciato più di un personaggio di spicco a partire da Woody Allen) nonché da una domanda che mette in gioco argomenti importanti. Il quesito è: "Quando ci capita qualcosa di davvero importante siamo davvero capaci di rimettere in discussione le nostre scelte esistenziali oppure finiamo in breve tempo col fingere con noi stessi pretendendo che non sia successo nulla?"
George Simmons (un Adam Sandler che ha finalmente deciso di affidarsi a registi che non lo lascino vagare per lo schermo senza freni) vede in faccia la morte e, come il Daniel Auteuil del lecontiano Il mio migliore amico va in cerca di quello che il denaro non gli ha fino allora permesso di comprare: un'amicizia.
La domanda che Apatow si fa e che pone allo spettatore è: durerà? Perché l'ego strabordante dell'uomo rischia di fagocitarne anche le migliori intenzioni. Saper far pensare sorridendo in una commedia oversize (guardate la durata) non è da tutti. Apatow ci riesce anche questa volta.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Star del cinema, comico di successo, ricco, George Simmons non ha amici. Quando scopre di essere malato di leucemia, e di avere poco da vivere, assume Ira, giovane aspirante comico ebreo, e lo porta a vivere con sé. Ira gli scrive quelli che crede essere i suoi ultimi testi. L'arroganza e la presunzione di George, ma anche la sua paura di morire, non rendono facili i rapporti tra i due. Sorpresa finale. Con conseguente happy end . L'intenzione di Apatow - alla sua terza regia - era quella di fare la satira su un mondo che conosce piuttosto bene, ma la cancer comedy gli prende la mano; voleva arricchire il film con battute di umorismo ebraico "alla Woody Allen", ma non basta essere sboccacciati per far ridere; voleva offrire all'amico Sandler un "ruolo diverso", ma non l'ha aiutato a conquistare il pubblico. Nemmeno questa volta. Non in Italia.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
FUNNY PEOPLE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
-
-
Amazon Prime Video
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 18 ottobre 2009
3k7br1

Non sapevo cosa aspettarmi, ma Sandler mi piace molto e quindi speravo in un buon film. Due ore e mezza sono tante, ma se il film è buono passano subito...sono state eterne. In sala all'inizio del film c'erano una 50ina di persone, alla fine 6...una gara ad eliminazione! Vorrebbe essere comico con una morale, ma alla fine non è nè comico, nè ti prende con la morale.

sabato 14 novembre 2009
gippo

Questo film e' orribile: battute squallide e trama falso-buonista. Volgarita' a nastro e personaggi vuoti che si trascinano per due lunghe ore di vergogna assoluta. Le battute fanno ridere solo se sei ubriaco! Non lo farei vedere nemmeno al mio peggior nemico. Gippo

lunedì 19 ottobre 2009
CAPPELLaiO MATT.O

mamma che sofferenza..il peggior film della storia di adam sandler! non guardatelo

domenica 18 ottobre 2009
lcmzt

Purtroppo una trama drammatica rovinata da battute sconce e una comicità veramente di basso livello, lunghezza eccessiva della storia

domenica 6 dicembre 2009
ultimoboyscout

Forse mi aspettavo io qualcosa di diverso, ma mi sono annoiato abbastanza. Tante battute, umorismo a tutti i costi sempre e comunque, ma poco divertimento vero. Zelig è molto molto più divertente.

sabato 27 marzo 2010
scaran-1

Ho iniziato a guardarlo con i figli ho dovuto toglierlo, pieno di parolaccie. Un film che dovrebbe essere comico ma non so a chi fa ridere. Una pena!

martedì 20 ottobre 2009
robert

Dopo aver visto un buon Adam Sandler in "Reign over me",mi aspettavo risultati analoghi da questo film,recensito da Zappoli in maniera molto più che lusinghiera e,mi dispiace dirlo,fin troppo generosa!Invece le aspettative sono andate deluse.Sinteticamente: un'occasione perduta.Di parlare di temi come la malattia,l'attesa della morte,il successo ad ogni costo,l'amicizia,la difficoltà dei rapporti umani,di [...] Vai alla recensione »

sabato 10 maggio 2014
Ragthai

Film lungo ma che non annoia, bella storia e ottimo Sandler.

venerdì 4 novembre 2011
Liuk

Ma chi ha catalogato "Funny People" come commedia ha visto il film? Dramma della malattia, crisi esistenziale, egocentrismo... classici punti fermi della commedia?! Bah. Stiamo parlando di un film assolutamente drammatico, ottimamente recitato da Adam Sandler, forse nella sua migliore performance. La trama purtroppo non è particolarmete sostenuta e la lunghezza è assolutamente [...] Vai alla recensione »

sabato 12 dicembre 2015
Fabregas

Siamo solo di passaggio su questo mondo.. ed è meglio attraversarlo con un sorriso sulle labbra e senza prendersi troppo sul serio. Questo è lo spirito di questo film, che io ritengo senza dubbio il migliore di Judd Apatow, regista che utilizza una comicità nuova e mai banale, dialoghi brillanti e sempre un mix di comicità ed amara realtà.

lunedì 23 agosto 2010
Rhino

Come dicono le stelle di mymovies, prodotto appena corretto, davvero troooooooppo lungo ma con battute alle volte divertenti, che permettono comunque che il film in qualche modo scorra... niente di incredibilmente nuovo, abbastanza simpatico.

lunedì 12 aprile 2010
Vittorio

Tanti attori per un film lungo e noioso, con poche trovate divertenti ed un finale pessimo... Delusione!!

lunedì 13 luglio 2009
shopgirl

Prima del doppiaggio del trailer mi chiedevo:come faranno a riprendere la comicità nella parte in cui prendono in giro Eric Bana quando parla con l'accento australiano??Beh,quel poco che ho visto non mi fa ridere gran che.Speriamo bene.

lunedì 13 agosto 2012
ForrestGump

Come da titolo, un'occasione persa! La trama non era affatto male, ricca di spunti quali la malattia mortale, la solitudine, l'amicizia, il vero amore etc. ma purtroppo nonostante le premesse il film si è rivelato pessimo. Infarcito di volgarità e sesso prende una "deriva" trash completamente fuori luogo con i contenuti trattati, toccando il culmine nella scena dove [...] Vai alla recensione »

martedì 20 ottobre 2009
Villaggiosuper

nel bene e nel male amico... nn sia mai che fallisce la happy madison e nn produci più... vedremo il tuo film stai tranquillo... anche se una monnezza

martedì 20 ottobre 2009
Villaggiosuper

sena vederlo metto 5stelle perchè adam sandler anche se ebreo nn merita un voto simile da parte del pubblico... Ch cè, se nn si ride nn si ha piacere?

martedì 8 giugno 2010
100spindle

SCURRILE, PATETICO E DALLA COMICITA' DI BASSISSIMO LIVELLO. E' RIUSCITO A MISCHIARE MALATTIA, MORTE, DEPRESSIONE, TRADIMENTO, LAVORO, SENTIMENTI, PARANOIE E STEREOTIPI NEL PEGGIORE DEI MODI POSSIBILE, RIDICOLIZZANDO QUALCOSA DI IMPORTANTE E DANDO IMPORTANZA AD ASPETTI RIDICOLI SENZA PERO', NEANCHE CON QUESTO ESPEDIENTE, A TROVAE LA VIA DELLA COMICITA'.

martedì 20 ottobre 2009
Villaggiosuper

ti rimprovero il solo fatto di essere troppo ebreo. per il resto sei al top!

domenica 26 settembre 2010
la VII arte

uno dei film + noiosi, inconcludenti, privi di ironia (dovrebbe essere comico) che abbia mai visto. Da Sandler non ci si aspetta "grandi" film di spessore ma solitamente una risata facile e un paio d'ore di spensieratezza; qui si affrontano male temi seri come la malattia e la paura verso una morte che si vede vicina, si banalizzano i rapporti umani e la cosiddetta crescita personale, [...] Vai alla recensione »

FOCUS
INCONTRI
mercoledì 14 ottobre 2009
Tirza Bonifazi Tognazzi

La comicità ha sempre affascinato Judd Apatow. Ancora studente, grazie alle conoscenze della madre che lavorava in un comedy club a Long Island, Apatow metteva le basi di quello che sarebbe stato il suo futuro intervistando, per la radio della scuola, personaggi quali Steve Allen, Howard Stern, John Candy e l'allora sconosciuto Jerry Seinfeld. Prima che arrivasse il successo come sceneggiatore, produttore e regista, prima di dar vita a quella che sarebbe stata riconosciuta come la commedia apatowiana, il Nostro era un ragazzetto ossessionato dalla battuta a effetto che sognava di diventare il prossimo [...]

Frasi
Uno sposato, non può essere felice!
Una frase di Clarke (Eric Bana)
dal film Funny People - a cura di The Observer
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Massimo Bertarelli
Il Giornale

Sboccatissima commedia del recidivo Judd Apatow (40 anni vergine), un'interminabile sequenza di battutacce, di quelle definite irriferibili. La storia ruota attorno a un popolare attore (Adam Sandler), gelato dalla diagnosi dell'ospedale: leucemia. Mentre si fa scrivere i testi da cabaret da un aspirante divo, si accorge di non avere amici. Finché un nuovo responso medico gli restituisce la speranza. [...] Vai alla recensione »

Roberto Silvestri
Il Manifesto

Jerry & Dean. Ira & George, Eva contro Eva... Ecco una «buddy comedy» riuscita. Una feroce e commovente satira dello show business, certo molto autobiografica, attraverso la storia dell'amicizia e inimicizia virile tra due comici di cabaret, l'aspirante divo Ira Wright (Seth Rogen, un misto tra Sancho Panza e una nervosa mommy ebraica, il cui film preferito è L'ultima corvée, di Hal Asbhy, come si [...] Vai alla recensione »

Francesco Alò
Il Messaggero

George Simmons (Adam Sandler) è un comico famoso. Ma non gli viene più da ridere. Convinto di morire presto per una brutta malattia, decide di lasciare Hollywood per tornare al cabaret degli inizi. Troverà ad adorarlo l'impacciato Ira Wright (Seth Rogen), comico in erba che George prende sotto l'ala protettrice per un ultimo volo verso lo show senza business.

Boris Sollazzo
Liberazione

Il comico, più prima che poi, muore. Può ricordarsi di doverlo fare e segnarselo come il compianto Troisi di Non ci resta che piangere (titolo che piacerebbe parecchio ai funny people), può avere indossato una maschera da supereroe ed essere l'inizio della mattanza di un capolavoro come Watchmen. Ma, anche se non c'è cosa più triste, quella voce e quel corpo che ci hanno regalato gioia e risate, un [...] Vai alla recensione »

Peter Travers
Rolling Stone

Advance buzz had tagged Funny People as Judd Apatow's "cancer comedy." Actually, it's leukemia that's putting the squeeze on George Simmons, the jerk-off star of dumb family movies and raunchy stand-up. Adam Sandler, relaxed, focused, alert to nuance, plays George, and it's his best performance ever (right up there with Punch-Drunk Love). Forget tear-jerking.

Thomas Sotinel
Le Monde

Tant qu'on y parle de cancer, d'approche de la mort, de temps perdu et de vanité de toute chose, Funny People est un film très drôle. C'est au moment où la camarde s'éloigne que passe l'envie de rire. Judd Apatow avait jusqu'ici mis un certain acharnement cinématographique à prolonger l'adolescence de ses personnages masculins. Ce très long film marque le passage de son cinéma à l'âge adulte, et à [...] Vai alla recensione »

Roberto Nepoti
La Repubblica

Il miglior sceneggiatore, regista, produttore di commedie degli ultimi anni, Judd Apatow, fa un passo in più. In Funny people dosa con ammirevole sapienza umorismo e dramma, compiendo l' itinerario opposto rispetto a quasi tutti i film americani contemporanei: parte dal drammatico e arriva al comico poi, al posto del solito finale consolatorio, mette la parola fine su quello che - per il protagonista [...] Vai alla recensione »

David Denby
The New Yorker

audience; his attitude is kill or be killed. So the dick stays in the routine. "Funny People" is leisurely, with many extended sequences, but the performers' natural command of rhythm holds it in tension. The hilarious dialogues among the three roommates are like complicated, interlocked sparring matches. The scenes between Sandler and Rogen are more conventionally dramatic, but George's shifting moods [...] Vai alla recensione »

Dave Itzkoff
The New York Times

ASSUMING Judd Apatow doesn’t change his mind, and he often does, his new movie, “Funny People,” will begin with a scene of Adam Sandler as no paying audience has ever seen him. In grainy video a boyishly goofy Mr. Sandler, still in his 20s with a tilted baseball cap on his head, is shown as he lies across a messy bed in a dingy Los Angeles apartment, making prank phone calls to the delight of a few [...] Vai alla recensione »

Richard Brody
The New Yorker

From silent comedies by Ernst Lubitsch to loud ones by the Farrelly brothers, the funniest people on the set have often been behind the camera. By giving his actors well-structured setups within which to cut loose, Judd Apatow makes most contemporary comedies feel instantly old-fashioned. In “Funny People” (Universal), Apatow gets to the heart of what makes them funny and why their comedic gifts set [...] Vai alla recensione »

Manohla Dargis
The New York Times

Comedy is always serious business, whether the joke is on the funnyman with the pie in the kisser or the woman trying, really trying, to fall for the schnook who didn’t use the condom. “Funny People,” the latest from Judd Apatow, the director of the hit comedies “Knocked Up” and “The 40-Year-Old Virgin” and a prolific producer, is being pitched as a bid at gravity, earnestness, adulthood, [...] Vai alla recensione »

Betsy Sharkey
The Los Angeles Times

"Funny People" was supposed to be Judd Apatow's coming out party. The movie in which "The 40-Year-Old Virgin" and "Knocked Up" writer-director, who has long made his bread and butter on the back of immature guys and their raunchy talk, shows his grown-up side. An adult Apatow would be a significant development since so much recent and future comedy rests under the shade of his very big umbrella -- [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Abbiamo un cabarettista ricco e famoso colpito da una malattia gravissima e con una misera percentuale di probabilità (l'8 per cento) di cavarsela. Figuriamoci: il comico che piange ma deve continuare a far ridere; l'artista di successo che trova un amico in un collega alle prime armi, mentre pentito cerca di ricucire rapporti distrutti dal suo egoismo e narcisismo.

NEWS
NEWS
lunedì 3 agosto 2009
Alberto Beltrame

Box Office Italia Ancora Harry Potter: era prevedibile. In sala dal 15 luglio, è ancora irremovibile in testa alla classifica degli incassi. Harry Potter e il principe mezzosangue incassa nell'ultimo week-end 781.

VIDEO
mercoledì 15 luglio 2009
Marlen Vazzoler

Per chi non vuole rovinarsi troppo la trama di Funny People non guardi questo nuovo trailer internazionale ricco di spoiler. Nel frattempo continua la campagna virale del film, che dopo aver mostrato locandine e clip dei film interpretati da George Simmons [...]

VIDEO
giovedì 9 luglio 2009
Marlen Vazzoler

Dopo il debutto del primo trailer avvenuto in febbraio la Universal Pictures ha rilasciato il red band trailer del nuovo film interpretato da Adam Sandler, Funny People. In questo nuovo video si vedono alcuni momenti delle performance di George Simmons [...]

[LINK] FOTO
mercoledì 8 luglio 2009
Marlen Vazzoler
NEWS
venerdì 3 luglio 2009
Marlen Vazzoler

Durante la promozione del suo nuovo album a maggio Eminem aveva rivelato di aver girato un cameo nel film di Judd Apatow, Funny People. "Qualche mese fa ho fatto un cameo con Adam Sandler e Seth Rogen nel film prodotto da Judd Apatow.

VIDEO
giovedì 18 giugno 2009
Marlen Vazzoler

Nel film di Funny People, il personaggio interpretato da Adam Sandler, George Simmons è un attore comico di successo che è apparso in film ridicoli ma che hanno avuto molto successo al botteghino. Il regista è stato costretto a creare alcune delle pellicole [...]

VIDEO
venerdì 29 maggio 2009
Marlen Vazzoler

Sono usciti dei video per la campagna virale del nuovo film di Judd Apatow, Funny People in cui compare il personaggio del film Mark Taylor Jackson (Jason Schwartzman) interprete del Signor Bradford. Apatow aveva già creato in precedenza un universo parallelo [...]

GALLERY
martedì 5 maggio 2009
Marlen Vazzoler

George Simmons (Adam Sandler) Il prossimo film di Judd Apatow, Funny People, non sarà una commedia oltraggiosa come i suoi precedenti film. La pellicola comincia con un video sgranato in cui si vede Sandler più giovane e goffo, ancora ventenne, con [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati