Viva la vita

Film 1984 | Commedia 106 min.

Regia di Claude Lelouch. Un film con Jean-Louis Trintignant, Charlotte Rampling, Michel Piccoli, Charles Aznavour, Evelyne Bouix. Cast completo Titolo originale: Vive la vie. Genere Commedia - Francia, 1984, durata 106 minuti. Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 3 recensioni.

Condividi

Aggiungi Viva la vita tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

A Michel e a Sarah accade un fatto incredibile: scompaiono misteriosamente per poi tornare a casa dopo tre giorni non ricordando nulla.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 2,25
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,00
CONSIGLIATO NÌ
Scheda Home
News
Premi
Cinema
Trailer
Il piacere di sorprendere lo spettatore raggiunge l'acme in questo film in cui tutto viene lasciato nell'ambiguità e nella doppiezza sino al disvelamento finale.
Recensione di Giancarlo Zappoli
Recensione di Giancarlo Zappoli

La Francia è sotto un'imminente minaccia atomica. L'industriale Michel Perrin scompare senza lasciare traccia e si pensa subito a un rapimento. Anche la giovane attrice Françoise Gaucher fa perdere contemporaneamente le sue tracce e il marito pensa a una fuga da casa. Tre giorni dopo i due ricompaiono, assetati e senza alcun ricordo di quanto è loro accaduto, salvo poi scomparire di nuovo lasciando adito al sospetto di una liaison. Ma la situazione è molto più complessa.
Poteva un irrefrenabile esploratore di mix di generi come Lelouch non essere attirato dalla fantascienza? La domanda è retorica e la risposta è: assolutamente no. Il pretesto (almeno così lui lo racconta) gli viene fornito dall'insuccesso di un suo film che lo induce a un sonno tormentato mentre alla radio si parla dei rischi di un conflitto nucleare. Da lì nasce l'idea per un film che sarà per lui il ventiseiesimo in 25 anni di regia. Due anni prima sugli schermi di tutto il mondo è comparsa la sagoma di E.T. ma gli alieni di Lelouch non si fanno vedere e un personaggio afferma che non si possono descrivere anche se comunque "non hanno niente a che fare con quei piccoli mostri che noi siamo abituati a vedere al cinema." Il piacere di sorprendere lo spettatore raggiunge l'acme in questo film in cui tutto viene lasciato nell'ambiguità e nella doppiezza sino al disvelamento finale. Tutto ciò trova sostegno nella riflessione sulla recitazione che finisce con l'essere anche un rileggere il rapporto del regista con gli attori. Lelouch fa affermare a Trintignant che "si fa l'attore perché non si sta bene nei propri panni". È un po' come se Lelouch con questo film mettesse a nudo il proprio sentire ambivalente nei confronti di chi deve dare corpo alle sue idee sul set e dichiarasse la propria fragilità. Quella fragilità che lo ha spesso spinto a tornare a cercare gli interpreti di cui 'si fida' e altrettanto spesso ad innamorarsi di quelle donne che hanno fatto diventare voce e gesti le sue parole scritte.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?

A Michel e a Sarah accade un fatto incredibile: scompaiono misteriosamente per poi tornare a casa dopo tre giorni non ricordando nulla. I rispettivi coniugi sospettano una loro fuga romantica. La polizia indaga. Gli scienziati sostengono che i due sono stati rapiti dagli extraterrestri. La realtà è molto più semplice: Michel ha sognato.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Famoso industriale e attrice scompaiono alla stessa ora e nelle stesse circostanze. Ricompaiono e scompaiono due volte, tornando con un annuncio extraterrestre: al bando le armi atomiche! Col suo cinema della facilità e dell'imbroglio, adornato di brillanti paradossi e di esercizi di prestigio, Lelouch porta la sua pietruzza alla causa del disarmo nucleare.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
FANTAFILM
Cento anni di cinema di fantascienza

Un importante uomo d'affari, Perrin, e un'attricetta, Sarah, scompaiono senza motivo e riappaiono dopo qualche giorno come colpiti da amnesia, incapaci di fornire spiegazioni alla loro assenza. L'ipotesi di una fuga d'amore viene accantonata dopo che altre persone svaniscono nel nulla per essere poi ritrovate in stato confusionale. Quando a Perrin e Sarah, sottoposti ad esami medici, vengono risontrati strane cicatrici sul cranio, i due si decidono a rivelare l'accaduto proclamando di essere stati rapiti dagli extraterrestri che li hanno prescelti per ammonire i grandi della terra a progredire nel cammino verso la pace e ad abbandonare la politica degli armamenti... Ma si tratta della verità? Assolutamente no... o forse. L'intera storia potrebbe, infatti, essere un incubo di Perrin il quale, umiliato dal tradimento dalla moglie, ha finito per costruirsi personaggi immaginari, scegliendoli tra le persone che gli sono vicine.
In Viva la vita thriller, fantascienza e sentimento si mischiano senza soluzione di continuità lasciando libero lo spettatore di decidere quale soluzione preferire. Il film si apre con un'intervista allo stesso Lelouch che spiega al pubblico di aver girato la pellicola senza sapere quale piega il racconto avrebbe potuto prendere: ciò che aveva in mente di fare era una divagazione sul tema (da lui prediletto) dei rapporti tra un uomo e una donna. E senza dubbio, l'obiettivo è stato centrato: tra sogno e realtà, sullo schermo si propongono volti e situazioni diverse accomunati - anche con il ricorso all'inganno - da una richiesta di pace universale e da una inesausta voglia di continuare (comunque) a vivere.Titolo internazionale: Long Live Life.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Mario Gromo
La Stampa

Esistono molti modi per giungere allo schermo, il Fejos vi è arrivato dalla biologia. Era un biologo ungherese di una certa rinomanza quando, quasi d'un tratto, il cine ma lo sedusse, ridestando in lui quella vena più o meno poetica che non di rado si nasconde in chi è dedito alle scienze; ed eccolo poco dopo partirsene per Hollywood dove, trascorse alquante traversie, riuscì a firmare quel notevole [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati