L'uccello dalle piume di cristallo

Film 1970 | Giallo 96 min.

Regia di Dario Argento. Un film Da vedere 1970 con Enrico Maria Salerno, Tony Musante, Suzy Kendall, Umberto Raho, Werner Peters, Mario Adorf. Cast completo Genere Giallo - Italia, 1970, durata 96 minuti. - MYmonetro 3,71 su 1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi L'uccello dalle piume di cristallo tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Uno scrittore assiste per caso all'aggressione subita da una donna e s'improvvisa detective per identificare il colpevole. In Italia al Box Office L'uccello dalle piume di cristallo ha incassato 9,9 mila euro .

L'uccello dalle piume di cristallo è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente sì!
3,71/5
MYMOVIES 3,25
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,69
CONSIGLIATO SÌ
Scheda Home
Critica
Premi
Cinema
Trailer
Esordio alla regia di Argento con un film che sancisce una nuova epoca.
Recensione di Marco Chiani
Recensione di Marco Chiani

Scrittore americano di passaggio a Roma, Sal Dalmas assiste, attraverso la vetrata di una galleria d'arte, ad un tentativo di omicidio. Benché sia stato soltanto il suo intervento a mettere in fuga il misterioso killer, presto le indagini della polizia si concentreranno proprio su di lui, in breve assorbito in un vortice di aggressioni da parte di un assassino che continua ad uccidere indisturbato. Insieme alla fidanzata, cercherà allora di venire a capo della situazione, convinto com'è di non riuscire a ricordare un dettaglio fondamentale in grado di risolvere l'enigma.
Dopo un apprendistato come soggettista e sceneggiatore (C'era una volta il West e Metti una sera a cena) e un'esperienza da critico cinematografico per Paese sera, il ventinovenne Argento esordisce alla regia con un film che sancisce una nuova epoca, di fatto una reale canonizzazione, per il cosiddetto "giallo all'italiana". Assorbita la lezione di Mario Bava (La ragazza che sapeva troppo, Sei donne per l'assassino) e con un occhio sempre teso al maestro Alfred Hitchcock (si pensi solo al cammeo di Reggie Nalder, indimenticabile nel ruolo del killer in L'uomo che sapeva troppo), il cineasta romano confeziona un gioiello in cui balzano all'attenzione qualità registiche fuori dal comune: l'importanza fondamentale della soggettiva, delle tecniche di montaggio, dei suoni, delle distorsioni e degli inganni, l'occhio di una macchina da presa sempre alla ricerca di punti vista inediti (aiutata in questo caso anche dall'apporto di Vittorio Storaro alla fotografia) fanno di L'uccello dalle piume di cristallo un vero classico, punto di riferimento obbligato per ogni studioso del cinema italiano, anche al di là del genere di appartenenza. Violento, forsennato, pauroso, mette nero su bianco una ricetta che il regista tenderà a riproporre in tutti i suoi successivi gialli, compreso il capo d'opera Profondo rosso. È un mondo di folli quello di Argento, di detective improvvisati e di particolari da mettere a fuoco, un viaggio nell'inconscio che può fare anche a meno della logica, ma mai della potenza del pezzo forte, di uno forma personalissima che ha ridefinito i canoni del cinema di spavento nostrano.
Imitato fino alla nausea, non solo in quello stile mai eguagliato in realtà, ma soprattutto nel titolo (non si contano le pellicole uscite in quegli anni che fanno riferimento a tarantole, lucertole, farfalle, iguane e bestie varie), ebbe un importante successo di pubblico. Insieme ai successivi Il gatto a nove code e 4 mosche di velluto grigio costituisce la cosiddetta "trilogia degli animali". Non è un segreto che alla base dell'ispirazione del regista ci sia il romanzo giallo La statua che urla di Fredric Brown.

Sei d'accordo con Marco Chiani?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Di passaggio a Roma, un giovane scrittore americano assiste al tentato omicidio di una donna. Il sospettato n. 1 è proprio lui, ma l'assassino colpisce ancora più volte e tenta di uccidere lo stesso scrittore. La polizia brancola nel buio. 1° film del 30enne Argento che conserva ancora, come nei 2 successivi, quella struttura del giallo (chi è il colpevole) che da Suspiria (1977) in poi sarà polverizzata e abbandonata per alcuni anni. Oltre alla parte visiva, affidata alla fotografia di V. Storaro, hanno grande importanza suoni, rumori, amplificazioni e distorsioni.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
L'UCCELLO DALLE PIUME DI CRISTALLO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 29 aprile 2011
Mario73

Primo film di un grandissimo regista, probabilmente sottovalutato dalla critica "ufficiale". "L'uccello dalle piume di cristallo" rivela da subito un autore con la "a" maiuscola, portatore di uno stile personale - per quanto certi debiti col cinema di Mario Bava (su tutti "Sei donne per l'assassino") siano innegabili - che, già dal primo lungometraggio, [...] Vai alla recensione »

domenica 31 ottobre 2010
AlanWake

Forse un pò copiato da "6 donne per l'assassino", ma riuscito meglio in un certo senso, il primo della trilogia degli animali... Scene di terrore e di alta tensione, misto a un giallo vero e proprio. Molto difficile trovare l'assassino.  Storia intrigante, e scene comiche che fanno avere un ritmo ottimo al film. voto 8,5

giovedì 9 giugno 2016
E. Hyde

L'enorme successo che ebbe il cinema di Dario Argento nei primi anni '70 è legato al fatto che egli esprimeva in modo onirico il conflitto della società del suo tempo, in difficile transizione tra tradizione e modernità. In una dimensione interiore, gli omicidi sono simbolici di pulsioni arcaiche inconfessabili e inconsapevoli, attraverso un fantasma il cui sadismo implica i delitti rappresentati come [...] Vai alla recensione »

giovedì 9 luglio 2015
Barolo

Prima regia di Dario Argento, che allestisce un thriller stupefacente per l'epoca,inventando un nuovo genere che avrà numerosi epigoni ed imitatori.Al di là della trama, comunque avvincente,quello che conta di più è l'utilizzo della macchina da presa in modo assolutamente originale.Il ritmo incalzante,le musiche appropriate,i colpi di scena, le invenzioni rendono [...] Vai alla recensione »

lunedì 13 aprile 2015
ClaudioFedele93

Il 19 Febbraio del 1970 è una data tra le più importanti per il Cinema italiano, un giorno che non deve essere dimenticato in futuro né tanto meno da prendere alla leggera o attribuirgli poco valore. Il motivo è molto semplice: viene distribuito al cinema per la prima volta L’Uccello dalle Piume di Cristallo di Dario Argento.

domenica 18 agosto 2013
belbon

Il primo lavoro di Dario Argento è sicuramente un ottimo esordio e sarà un'importante "rampa di lancio" per quel genere "Thriller all'Italiana" tanto in voga negli anni settanta ma spesso proposto da registi e sceneggiatori non proprio eccezionali. In questa opera prima ci sono tutti gli ingredienti di mistero, suspence, moderata violenza ed in questo caso, [...] Vai alla recensione »

giovedì 9 agosto 2012
Alex67

L'uccello dalle piume di cristallo è un film che tiene gli spettatori con il fiato sospeso fino alla fine ed è primo dei film della "trilogia degli animali" che assieme a profondo rosso rappresentano sicuramente il meglio della filmografia di Dario Argento. Poi Argento passerà dal giallo / thriller all'horror fino ad arrivare quasi allo splatter e i suoi film, invece di tenere gli spettatori incollati [...] Vai alla recensione »

venerdì 26 febbraio 2010
DAVIDE DI FINIZIO

 E' la storia dello scrittore americano Sam Dalmas che, a Roma in cerca d'ispirazione, ha appena terminato un lavoro di ornitologia per conto del museo di scienze naturali. Una notte assiste al tentato omicidio di Monica Ranieri, moglie del direttore di una galleria d'arte. Non riesce a vedere l'assassino, ma c'è un particolare che non riesce a ricordare e [...] Vai alla recensione »

domenica 16 agosto 2009
dian71cinema

NON SAREBBE STATO UN REGISTA COSI' FAMOSO ALTRIMENTI DARIO ARGENTO SE NON AVESSE REALIZZATO UN PRIMO LAVORO CON EFFICACI RISULTATI. LE MUSICHE DI MORRICONE, LE AMBIENTANZIONI LE ATTENZIONI DELLE INQUADRATURE DA MAESTRO, LA SCENEGGIATURA CHE RISULTA TRA LE MIGLIORI MAI REALIZZATE DAL REGISTA, L'INTERPRETAZIONE, DISCRETA DI QUASI TUTTI GLI INTERPRETI SUONA UNA NOTA DOLENTE PER TONY MUSANTE DAVVERO NON [...] Vai alla recensione »

giovedì 16 dicembre 2010
ralphscott

Più che per il suo valore intrinseco,questo film ha il merito di aver dato il la ad un genere. Scopiazzatissimo,vede per la prima volta la messa in scena di un serial killer psicopatico e violento,made in Italy naturalmente. Il trauma infantile,la chiave dell'enigma nascosta in un quadro,l'uso della soggettiva sono alcuni dei tormentoni attribuibili a questo Argento giovanile,poi a lungo [...] Vai alla recensione »

domenica 15 luglio 2012
Elia Ferroli

Film capolavoro del maestro del thriller e del giallo Dario Argento

domenica 3 marzo 2013
SugarK

È un buon inizio come esordio per il regista Dario Argento, un film dove la suspense non smette di far alzare la tensione. Ennio Morriccone con le sue musiche coinvolge di più l'atmosfera inquietante faccendo sembrare un film alla Hitchcock e anche la fotografia di Vittorio Storaro è impressionante.

martedì 26 aprile 2011
nerazzurro

Un bel film che nonostante gli anni intrattiene. Coinvolge e diverte:è un film di qualità!

lunedì 8 giugno 2009
matt 91

In realtà sarebbe un film da 3 stelle ma ne do 4 perché è un film d'esordio. Il film dimostra già tutto il talento di dario, che si sarebbe sviluppato ancora di più nel corso degli anni. Buona la trama e le musiche di morricone, assolutamente da non peredere

domenica 20 settembre 2020
devo27

Già maturo!

sabato 31 agosto 2013
orson welles

Questo film è un vero capolavoro

giovedì 11 luglio 2013
ciccio benzina

Certo non e' il migliore in assoluto di Argento ma rientra comunque nella classifica dei piu' coinvolgenti . Il personaggio dell'assassina e' ben caratterizzato così come la storia . La fotografia e' davvero bella a pari della bravura degli attori che sembrano davvero realistici . L'uccello poteva essere una trovata interessante peccato che e' usata in modo frettoloso [...] Vai alla recensione »

mercoledì 6 giugno 2012
brando fioravanti

Uno scrittore si incontra per caso con un tentativo di omicidio. Viene tenuto in fermo dalla polizia come testimone. Qualcosa della vicenda non gli è chiaro e decide di proseguire le indagini anche quando viene trilasciato. Alla fine capirà tutto. Ingegnosa e originale storia. Ottime musiche di Morricone e buona interpretazione per Enrico Maria Salerno.

mercoledì 13 ottobre 2010
Alex41

In principio nacque un nuovo genio del cinema italiano e mondiale: alla fine degli anni sessanta e inizio degli anni settanta, il promettente genio del thriller Dario Argento partorisce "L'Uccello Dalle Piume Di Cristallo", un film basato sulla storia di uno scrittore americano in Italia (la stessa cosa del protagonista di Profondo Rosso), che una sera assiste a un omicidio in corso in [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
mercoledì 15 settembre 2010
Roberto Pugliese

Natura e sostanza La natura e la sostanza, essenzialmente visive e visionarie, del cinema di Dario Argento possono indurre a sottovalutare un aspetto e una dimensione del suo cinema che sono invece centrali: e che si riassumono nel suo confronto con [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati