MYmovies.it
Advertisement
Berlino liveScreen, il lungo weekend di Orsi a Berlino

I film vincitori delle ultime 4 edizioni in streaming su MYMOVIESLIVE.
di Giancarlo Zappoli

In foto l'attrice Leila Hatami in una scena di Una separazione, Orso d'Oro a Berlino 2011 e premio Oscar 2012 come miglior film straniero.
Leila Hatami - Bilancia. Interpreta Simin nel film di Asghar Farhadi Una separazione.

giovedì 5 febbraio 2015 - News

Ogni anno da 65 anni, attorno alla metà di febbraio arriva un sabato sera in cui l'attenzione degli appassionati di cinema si rivolge a Berlino. È lì che si proclamano i nomi di coloro a cui andrà una statuetta raffigurante un animale che fa parte della famiglia che annovera nelle sue fila un Leone, una Palma e un Pardo: l'Orso d'Oro. In questa occasione MYmovies.it intende offrire ai suoi affezionati spettatori l'opportunità di crearsi una highlights compilation dei più recenti primi premi attribuiti dalla Berlinale. Su MYmovieslive verranno proposti in 4 serate successive i film che negli ultimi 4 anni hanno ottenuto l'ambito riconoscimento e on demand sarà inoltre possibile compiere un interessantissimo tour in visita ad altre numerose opere vincitrici dell'Orso d'oro a cavallo tra un secolo e il successivo.
I film proposti a tutti sono i 'magnifici quattro' che hanno primeggiato a partire dal 2011. Si inizia con quel capolavoro di sensibilità e di ricostruzione di un contesto sociale urbano che è Una separazione dell'iraniano Asghar Farhadi. La storia di una coppia che sta per dividersi vista grazie alla sensibilità della figlia adolescente e messa in parallelo con un'altra famiglia di diversa estrazione socio-economica è di quelle che lasciano il segno nella cinematografia mondiale. Segue Cesare deve morire, il film con cui i fratelli Taviani hanno portato al centro del loro cinema il carcere riprendendo le varie faisi di un laboratorio teatrale in cui i detenuti mettono in scena il "Giulio Cesare" di Shakespeare. L'originalità della loro ricerca sta nella cifra quasi pirandelliana con la quale cercano la verità nella finzione riuscendovi in pieno. Il ritratto di una Romania in cui la corruzione si esercita ad ogni livello ci viene offerto dall'Orso d'Oro 2013 Il caso Kerenes di Calin Netzer. Il difficile rapporto tra una madre e un figlio che vuole emanciparsi dal suo controllo si complica quando quest'ultimo investe un bambino. La genitrice trova l'occasione perfetta per manifestare il proprio potere manipolatorio. Per chiudere questo quartetto cosa di meglio dell'offerta dell'inedito vincitore di ben due riconoscimenti (Orso d'Oro e Miglior Attore) nell'ultima edizione della Berlinale? In Black Coal, Thin Ice. Il caos di una società in rapida trasformazione diviene il fil rouge di questo film noir in cui nulla è prevedibile tranne la paura nei confronti di una realtà che incombe sulle persone in modo estremamente minaccioso.
Per chi vuole ampliare la ricerca l'offerta si allarga nella parte on demand. A partire da quel film d'esordio che è Il banchetto di nozze (1993) che tenne a battesimo colui che sarebbe diventato uno degli autori più noti dalle origini orientali: Ang Lee. La vicenda del giovane gay che deve fingere un matrimonio etero per non turbare i genitori viene proposta con tenerezza conservando la leggerezza della commedia senza mai cadere nelle spire della facile comicità. C'è poi il controverso (non poteva essere altrimenti con Patrice Chéreau alla regia) Intimacy - Nell'Intimità (2001) in cui si riflette sul rapporto tra un uomo e una donna che dal piano del solo sesso evolve verso una ricerca di un'ulteriore (proibita) intimità. In tutt'altra tensione ci proietta Bloody Sunday (2002) che ripropone quanto accadde nella domenica 30 gennaio 1972 in Irlanda del Nord quando 13 persone vennero uccise nel corso di una manifestazione contro la carcerazione preventiva. Con Cose di questo mondo (2003) Michael Winterbottom affronta con uno sguardo da docu-fiction l'odissea di due giovani che fuggono dall'Afghanistan facendoci percepire l'indifferenza di un mondo che si disinteressa della loro sorte. Nel 2004 è Fatih Akin a conquistare l'Orso con La sposa turca film in cui è lo stesso ritmo narrativo a proporci due diversi modi di guardare alla realtà in seguito a un evento determinante per la vita di una coppia non convenzionale. È ancora uno sposalizio l'evento che sta al centro di Il matrimonio di Tuya di Wang Guanang in cui si evidenzia il difficile passaggio da una società con regole ancestrali a una modernità che non è priva di zone d'ombra. Nel 2008 è José Padilha ad aggiudicarsi l'Orso d'Oro con Tropa de Elite - Gli squadroni della morte un film che ha avuto in patria un successo così imponente da dare origine a un sequel. Il viaggio che si compie in questo caso attraversa la psiche tormentata di uomini che, per garantire la legalità, debbono seminare la morte. Sia coloro che già conoscono il valore della manifestazione berlinese sia chi vi si accosta per la prima volta potranno trovare in questo ampio panorama di film di generi diversi accomunati dal comune denominatore della qualità.

Accedi a Berlino liveScreen »


news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati