Dizionari del cinema
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
martedì 27 ottobre 2020

Jeremy Strong

Amico e nemico dei Presidenti USA

Nome: Jeremy Strong
Biografia Filmografia Critica Premi Articoli e news Trailer Dvd CD Frasi celebri
occhiello

dal film () Jeremy Strong 
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Jeremy Strong
Critics Choice Award 2020
Nomination miglior attore in una serie televisiva drammatica per il film Succession di Mark Mylod, Adam Arkin, Miguel Arteta, S.J. Clarkson, Adam McKay, Andrij Parekh

Critics Choice Award 2020
Premio miglior attore in una serie televisiva drammatica per il film Succession di Mark Mylod, Adam Arkin, Miguel Arteta, S.J. Clarkson, Adam McKay, Andrij Parekh



Il processo ai Chicago 7

Il processo ai Chicago 7

* * * - -
(mymonetro: 3,30)
Un film di Aaron Sorkin. Con Sacha Baron Cohen, Joseph Gordon-Levitt, Frank Langella, Eddie Redmayne, Mark Rylance.
continua»

Genere Drammatico, - USA 2020. Uscita 30/09/2020.
Serenity - L'Isola dell'Inganno

Serenity - L'Isola dell'Inganno

* * - - -
(mymonetro: 2,45)
Un film di Steven Knight. Con Matthew McConaughey, Anne Hathaway, Djimon Hounsou, Diane Lane, Jason Clarke.
continua»

Genere Drammatico, - USA 2019. Uscita 18/07/2019.
Molly's Game

Molly's Game

* * * - -
(mymonetro: 3,05)
Un film di Aaron Sorkin. Con Jessica Chastain, Idris Elba, Kevin Costner, Michael Cera, Jeremy Strong.
continua»

Genere Biografico, - USA 2017. Uscita 19/04/2018.
Detroit

Detroit

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,54)
Un film di Kathryn Bigelow. Con Will Poulter, Hannah Murray, Jack Reynor, John Boyega, Anthony Mackie.
continua»

Genere Drammatico, - USA 2017. Uscita 23/11/2017.
Gli invisibili

Gli invisibili

* * * - -
(mymonetro: 3,06)
Un film di Oren Moverman. Con Richard Gere, Ben Vereen, Jena Malone, Steve Buscemi, Danielle Brooks.
continua»

Genere Drammatico, - USA 2014. Uscita 15/06/2016.
Filmografia di Jeremy Strong »

lunedì 21 settembre 2020 - Una cerimonia, chiaramente, anomala ma che non verrà ricordata solo per questo.

Emmy 2020, una premiazione virtuale per un’edizione da record

Giorgio Crico cinemanews

Emmy 2020, una premiazione virtuale per un’edizione da record Nonostante una cerimonia di premiazione virtuale, l’edizione numero settantadue degli Emmy Award verrà ricordata non solo (o non tanto) per essere stata organizzata nell’anno del CoVID-19 ma anche per il record fatto registrare da Schitt’s Creek che, per la prima volta nella storia, ha sbancato la sezione dedicata alle serie comiche con nove Emmy vinti in totale (di cui sette della sezione Primetime, quella legata alla qualità delle produzioni e agli attori, divisa dalla sezione Creative, volta invece a premiare gli sceneggiatori e gli autori che lavorano ai prodotti tv). La serie drammatica Succession ha invece vinto nella sua categoria e non solo, portando a casa ben cinque premi.

Unica premiata di Euphoria, l’attrice-cantante Zendaya (vista anche in alcuni film Marvel e non solo) si è aggiudicata il premio di miglior attrice protagonista in una serie drammatica diventando la più giovane di sempre a guadagnarsi il riconoscimento e, di conseguenza, affermandosi come sorpresa assoluta della serata di gala.
 

Schitt’s Creek di Pop TV ha dunque vinto il premio come miglior serie comica mentre Succession di HBO ha trionfato tra le serie drammatiche. Watchmen (sempre HBO) ha conquistato il primo premio come miglior miniserie, risultando tra le produzioni più premiate in assoluto della serata.

Da queste tre produzioni arrivano anche tanti dei migliori attori: Schitt’s Creek vanta infatti Catherine O’Hara e Eugene Levy come miglior attrice e miglior attore di commedia rispettivamente mentre Succession ha in Jeremy Strong il miglior interprete drammatico maschile. Sempre dalla produzione di Pop TV arrivano Annie Murphy, miglior attrice non protagonista di una commedia, e Daniel Levy, che si è aggiudicato la versione maschile dello stesso riconoscimento. È invece di Watchmen Regina King, la miglior attrice protagonista di una miniserie, così come Yahya Abdul-Mateen II, miglior attore non protagonista di una miniserie o di un film.

Rompono la dominazione quasi assoluta di Schitt’s Creek, Succession e Watchmen: Zendaya, miglior attrice di una serie drammatica (protagonista di Euphoria), l’ex Hulk della Marvel Mark Ruffalo – miglior attore di una miniserie o di un film in maniera discretamente inattesa – grazie a I know this much is true, la miglior attrice non protagonista di una serie drammatica Julia Garner di Ozark, Billy Crudup per The Morning Show (miglior attore non protagonista di una serie drammatica) e Uzo Aduba di Mrs. America, che ha vinto il premio per miglior attrice non protagonista in una miniserie o in un film.
 
Come miglior film televisivo è stato selezionato Bad Education della HBO, il Saturday Night Live s’è invece assicurato il premio per il miglior programma seriale basato su sketch e Last Week Tonight With John Oliver della HBO è il miglior talk di varietà. RuPaul’s Drag Race ha invece portato a casa il riconoscimento per il miglior programma fatto a competizione e il presentatore RuPaul ha anche vinto il titolo di miglior presentatore di reality show. Queer Eye è il miglior Structured Reality Program mentre Cheer ha vinto lo stesso premio dal lato Unstructured, segnando così un doppio successo di Netflix.

Un’altra coppia vincente è quella del Saturday Night Life, formata da Maya Rudolph ed Eddie Murphy, entrambi vincitori del premio di miglior Guest Actor per un programma comico (lato femminile e maschile, rispettivamente). Per quanto invece riguarda la versione dedicata al settore drammatico del premio, Cherry Jones di Succession e Ron Cephas Jones di This Is Us hanno fatto scrivere i loro nomi nel registro dei vincenti.

Grande successo anche per la serie-documentario di ESPN The Last Dance, dedicata ai Chicago Bulls di Michael Jordan vincitori della NBA nel 1998, che si è aggiudicata il riconoscimento pensato per la miglior serie-documentario o comunque non-fiction. The Apollo di HBO ha invento vinto il premio per gli speciali autoconclusivi di tipo documentarastico e/o non di finzione. Rick and Morty ha infine guadagnato il titolo di miglior serie animata.

Per quanto riguarda la miglior regia, nella sezione comica hanno vinto Andrew Cividino e Daniel Levy per Schitt’s Creek (l’episodio Happy Ending in particolare) mentre nella sezione drammatica ha vinto Andrij Parekh grazie all’episodio Hunting di Succession. Maria Schrader con Unorthodox s’è invece aggiudicata il titolo per la miglior regia nella sezione dedicata alle miniserie, ai film TV e agli speciali drammatici. Infine Don Roy King ha vinto il premio per la miglior regia in una serie/varietà grazie al Saturday Night Live.

   

Altre news e collegamenti a Jeremy Strong »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 7 ottobre
Gamberetti per tutti
L'anno che verrà
Nel nome della Terra
Vulnerabili
mercoledì 30 settembre
Gli spostati
mercoledì 23 settembre
A Tor Bella Monaca non Piove Mai
martedì 22 settembre
L'hotel degli amori smarriti
giovedì 10 settembre
La mia banda suona il pop
mercoledì 9 settembre
Fantasy Island
martedì 8 settembre
Doppio sospetto
mercoledì 2 settembre
Villetta con ospiti
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità