Vacanze ai Caraibi - Il film di Natale

Acquista su Ibs.it   Dvd Vacanze ai Caraibi - Il film di Natale   Blu-Ray Vacanze ai Caraibi - Il film di Natale  
Un film di Neri Parenti. Con Christian De Sica, Massimo Ghini, Angela Finocchiaro, Luca Argentero, Ilaria Spada.
continua»
Commedia, Ratings: Kids+13, - Italia 2015. - Medusa uscita mercoledì 16 dicembre 2015. MYMONETRO Vacanze ai Caraibi - Il film di Natale * * - - - valutazione media: 2,08 su 25 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato no!
2,08/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * 1/2 - -
 critica * * - - -
 pubblico * * - - -
   
   
   
Ambientato a Santo Domingo, Vacanze ai Caraibi mette in scena tre storie che vedono i loro protagonisti perdersi in situazioni tragicomiche.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Una commedia più vintage che vecchia, che ricodifica esplicitamente il genere attenendosi in modo parodistico ai suoi cliché
Paola Casella     * * 1/2 - -

Mario Grossi Tubi ha sperperato il proprio patrimonio e quello della moglie Gianna, ignara delle malefatte del marito. Le sue speranze sono ora riposte nel possibile matrimonio fra la figlia Anna Pia, una nerd con pessimo gusto per i fidanzati, e il cinquantenne Ottavio, che si spaccia per miliardario. Peccato che anche Ottavio sia al verde e sia accampato a sbafo nella villa di "un certo Lapo" ai Caraibi. I Caraibi sono anche la location di altre due storie: quella dell'attrazione fatale fra Fausto e Claudia, opposti per background e stile di vita ma supremamente compatibili in materia erotica, e quella della dipendenza di Adriano, conduttore di una tv catanese, da ogni tipo di gadget tecnologico come da ogni tipo di social.
Per capire Vacanze ai Caraibi nella sua dimensione meno scontata bisogna partire dai titoli di coda e dalla scenetta che Neri Parenti fa recitare a se stesso e ai suoi due mattatori, Christian De Sica e Massimo Ghini: regista e attori interpretano una "discussione creativa" sulla scelta se essere più o meno volgari, in conformità con il genere cinepanettone. Se letto a partire da quest'ultima gag, Vacanze ai Caraibi assume una dimensione metacinematografica davvero interessante e particolarmente gustosa per i fan. C'è infatti, nell'intera messinscena della commedia di Parenti, un'estrema consapevolezza delle caratteristiche di quello che è diventato, appunto, un genere a sé, che Vacanze ai Caraibi esplicitamente ricodifica attenendosi in modo quasi parodistico ai suoi cliché più triti.
È la differenza fra un'esecuzione paint by numbers, ovvero intenta a seguire pedissequamente le regole, e un inside joke, ovvero una gag per cognoscenti, che sono sì il regista, gli interpreti e gli sceneggiatori, ma anche il pubblico dfi aficionadosche si è fatto una (in)cultura pop Natale dopo Natale. Non è un caso che il film di Parenti sia costellato di citazioni comprensibili agli addetti ai lavori e a un certo pubblico, dai finti saggi firmati (nel film) dal produttore Mario Gianani e dallo sceneggiatore Fausto Brizzi, cui è dedicata anche una battuta sull'opportunità di dare il suo nome a un criceto, alla pizzeria Frontoni ai Caraibi (omaggio a uno storico locale "sparito" di Trastevere).
Vacanze ai Caraibi risulta più vintage che vecchio, e alcune sue gag, soprattutto quelle fra De Sica e Ghini, sono ad alta probabilità di diventare instant cult: un cult fatto di volgarità spicciole, peti e peni, equivoci e calembour di bassa e bassissima lega che il film esplicitamente descrive come "cose che si facevano a 13 anni", ma di possibile effetto comico cumulativo durante la visione (che affinché il trucco funzioni dovrà essere necessariamente collettiva, e a sala gremita), e di probabile citazionismo futuro.
Al pubblico natalizio non importerà nulla della valenza metacinematografica di cui sopra, ma apprezzerà i talenti comici sullo schermo che includono, nell'ordine, due performer da vaudeville che si potenziano a vicenda (i veterani Ghini e De Sica), un virtuoso delle imitazioni come Dario Bandiera nei panni di Adriano, una principessa della comicità coatta come Ilaria Spada, sempre molto superiore al materiale affidatole e ormai pronta per ruoli di ben maggiore complessità, un interprete affidabile come Luca Argentero cui il ruolo del bacchettone nordico calza come un guanto (vedi Noi e la Giulia) e una solida comedienne come Angela Finocchiaro, ormai "sposa di fatto" di De Sica dopo Compagni di scuola.

Incassi Vacanze ai Caraibi - Il film di Natale
Primo Weekend Italia: € 1.221.000
Incasso Totale* Italia: € 7.419.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 10 gennaio 2016
Sei d'accordo con la recensione di Paola Casella?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
50%
No
50%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * - - -

Tirato via

lunedì 21 dicembre 2015 di shagrath

La trama si articola attorno a tre episodi indipendenti e piuttosto diversi anche nella forma: De Sica è un ex-ricco decaduto che cerca di far sposare sua figlia a un uomo che si presenta come benestante, ma che non lo è per nulla. Questo episodio è quello centrale, il più curato e il più ricco di equivoci, sotterfugi di bassa lega e siprietti volgari, in perfetto stile cinepanettone. Poi abbiamo l'episodio dell'amore sbocciato all'improvviso che tenta continua »

* - - - -

Inguardabile

lunedì 28 dicembre 2015 di pippopandev88

Inguardabile, è il miglior commento che posso esprimere su questo "Film", di una volgarità che non fà neanche sorridere, già trita e ritrita, al limite dell'irritante. Se portassi i miei figli chiederei il rimborso del biglietto. Un "Film" che nonostante il titolo richiami il Natale, non ha nulla a che vedere con i valori dello stesso. Tutta la storia costruita su un padre che vuole svendere sua figlia al (falso) riccone di turno (interpretato da Massimo Ghini) per ripianare i debiti famigliari, continua »

* - - - -

Volgare, infantile e pieno di gag già viste

giovedì 7 gennaio 2016 di Mercury30

Ieri sera ho avuto la sfortuna di vedere l'ennesimo Cinepanettone e tuttora mi pento di aver sprecato 90 minuti preziosi della mia vita. Il film è diviso in tre storie diverse che non hanno alcun collegamento tra di loro. Iniziamo dalla peggiore ovvero quella con Luca Argentero ed Ilaria Spada in viaggio con i rispettivi partner che scoprono di avere una grandissima intesa sessuale ma un carattere e gusti completamente diversi. Tutta la loro parte ci mostra che non hanno alcun gusto in comune(vegetariano/carnivora, continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Vacanze ai Caraibi - Il film di Natale adesso. »
Shop

DVD | Vacanze ai Caraibi - Il film di Natale

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 6 aprile 2016

Cover Dvd Vacanze ai Caraibi - Il film di Natale A partire da mercoledì 6 aprile 2016 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Vacanze ai Caraibi - Il film di Natale di Neri Parenti con Christian De Sica, Angela Finocchiaro, Luca Argentero, Ilaria Spada. Distribuito da Warner Home Video. Su internet Vacanze ai Caraibi (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Vacanze ai Caraibi - Il film di Natale

Quante parolacce entrano in un cinepanettone? Troppe

di Francesco Alò Il Messaggero

Vari italiani ai Caraibi sul finire dell'anno in cerca disperata di soldi (De Sica & Ghini con il secondo che vuole sposare la figlia giovane e ingenua del primo), abboccamenti fisici (Bandiera è dipendente dalla virtualità telematica) e una storia d'amore che possa andare al di là della pura carnalità (il perbenino Argentero e la coattona Spada: i migliori). L'idea è fare un vecchissimo cinepanettone volgare e grossolano dichiarandolo esplicitamente in una gag finale con Parenti, De Sica e Ghini intenti a scherzare sul quantitativo di parolacce da usare in uno sketch. »

Bentornato cinepanettone

di Maurizio Acerbi Il Giornale

Grossi Tubi (De Sica) spera che la figlia si sposi con il presunto miliardario Vianale (Ghini), per risolvere i suoi problemi economici, nonostante che i due cognomi accostati non siano il massimo. Bandiera (il più deludente), invece, è vittima della mania per le nuove tecnologie, mentre, nel terzo episodio, la coatta Ilaria Spada (che brava) si intende solo a letto con l'intellettuale Luca Argentero. Ritorno al passato del cinepanettone, tra doppi sensi e volgarità di bassa lega. Ma si ride. D »

Ai Caraibi la comicità è farzesca e di grana grossa

di Paolo D'Agostini La Repubblica

Christian De Sica è Mario Grossi Tubi (il che gli sconsiglierebbe di consentire al matrimonio della figlia con un pretendente che di cognome fa Vianale. Battuta delicatissima - direbbe Christian - pensateci) ed è un finto ricco che non vede l'ora di attaccare il cappello quando apprende che sua figlia è corteggiata da un attempato Massimo Ghini ossigenato che fa la bella vita ai Caraibi. Solo che costui, credendo la famiglia della ragazza ricca sfondata, sta facendo il medesimo gioco. Equivoci a non finire, ma non propriamente della stoffa di un film di Lubitsch. »

Vacanze ai Caraibi - Il film di Natale | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Paola Casella
Pubblico (per gradimento)
  1° | shagrath
  2° | pippopandev88
  3° | mercury30
Shop
DVD
Uscita nelle sale
mercoledì 16 dicembre 2015
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità