The Visit

Acquista su Ibs.it   Dvd The Visit   Blu-Ray The Visit  
Un film di M. Night Shyamalan. Con Olivia DeJonge, Ed Oxenbould, Deanna Dunagan, Peter McRobbie, Kathryn Hahn.
continua»
Titolo originale The Visit. Horror, Ratings: Kids+16, durata 94 min. - USA 2015. - Universal Pictures uscita giovedì 26 novembre 2015. - VM 14 - MYMONETRO The Visit * * * - - valutazione media: 3,12 su recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,12/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * 1/2 -
 critica * * * - -
 pubblico * * 1/2 - -
   
   
   
M. Night Shyamalan torna alle suo origini e dirige un horror low budget dove una coppia di nonni trasforma la vacanza dei nipoti in un incubo.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Shyamalan ritorna all'horror in modo quasi umile, con un film a basso budget, dimostrando d'essere ancora capace di intrattenere e inquietare
Rudy Salvagnini     * * * 1/2 -

La quindicenne Rebecca raccoglie in video le confidenze della mamma, che racconta come a 19 anni si sia innamorata, contro il volere dei genitori, di un insegnante. Qualcosa di grave ha causato una rottura permanente con i suoi che solo ora, dopo 15 anni, l'hanno rintracciata e hanno espresso il desiderio di vedere i due nipoti, Rebecca e il tredicenne Tyler. I ragazzi sono d'accordo e quindi la mamma, lasciata dal marito e con un nuovo compagno, ne approfitterà per andare a divertirsi con lui in una breve crociera. Spiega a Rebecca che i suoi sono persone gentili e apprezzate: fanno anche volontariato in ospedale. Tutto questo è solo l'inizio di un documentario amatoriale che Rebecca intende girare sulla visita ai nonni, che non ha mai visto. Vorrebbe conoscere il motivo della rottura dei rapporti, ma la mamma non glielo dice: saranno i nonni, se riterranno, a dirlo ai nipoti. La mamma porta i figli sino alla stazione e li imbarca sul treno per Masonville, Pennsylvania: all'arrivo vengono accolti dai nonni presso i quali resteranno per una settimana. I nonni si rivelano gentili e li portano nella loro grande casa, tra i boschi e la neve. Per i ragazzi è un mondo nuovo e affascinante, da scoprire. Ma ben presto sotto la superficie della calorosa accoglienza si aprono le crepe prodotte da comportamenti strani e inquietanti che, giorno dopo giorno, mettono i ragazzi alle prese con una situazione misteriosa e pericolosa.
Shyamalan ci ha abituato a meccanismi narrativi costruiti con grande attenzione ai dettagli e a colpi di scena fulminanti, a partire dal film che l'ha reso famoso, The Sixth Sense - Il sesto senso. Con il passare degli anni e dei film questa lucidità si è un po' appannata anche forse per il legittimo desiderio di cambiare e per l'ambizione - a volte mal riposta - che il successo ha alimentato. Dopo tanto girovagare e diversi film non sempre all'altezza delle sue capacità, Shyamalan ritorna all'horror in modo quasi umile, con un film a basso budget, dimostrando d'essere ancora capace, se concentrato sul pezzo, di intrattenere e inquietare. Usa il found footage, un format ormai più che abusato, ma lo fa in modo sapiente: Rebecca rappresenta il regista, teorizza il documentario che sta girando e affida al fratello una seconda telecamera, facendolo così diventare una sorta di regista della seconda unità e ampliando i punti di vista. L'utilizzo delle immagini di due telecamere consente così di ovviare in modo efficiente, grazie al montaggio, alle ristrettezze più evidenti del format.
Come consuetudine in questo genere di film realizzati come se fossero composti dal montaggio di riprese "vere", l'inizio è su toni allegri e scanzonati per introdurre un po' alla volta gli elementi perturbanti. In questo caso, il primo accenno è sottilmente ambiguo: una ripresa da lontano, effettuata da Tyler, con il nonno che, misteriosamente nei pressi di un capanno, non risponde al saluto del ragazzo. Ciò che avviene successivamente è, sulle prime, più bizzarro che pauroso, come lo stranissimo gioco a nascondino sotto la casa, capace di instillare una notevole inquietudine. Ma tutti gli avvenimenti strani che via via si susseguono sono caratterizzati da un certo tasso di imprevedibilità non tanto per il fatto di accadere quanto nelle loro modalità, diverse da quelle che ci si potrebbe aspettare anche in un film horror. Gli avvenimenti sono così insoliti e inseriti in un quadro realistico che i ragazzi - provenienti da una famiglia disgregata ma tutto sommato felice - sono quasi incapaci di riconoscerli come tali e, spinti dal desiderio di ricondurre ogni stranezza all'interno del tranquillo e confortevole alveo della normalità, prendono atto ogni volta delle spiegazioni che vengono loro fornite e lasciano strisciare pian piano l'inquietudine dentro la normalità.
Shyamalan usa cliché tipici dell'horror, ma lo fa con convinzione, introducendo lo spettatore dentro la storia e coinvolgendolo - anche con un buon approfondimento psicologico dei personaggi, soprattutto i ragazzi - per poi spaventarlo. Talvolta giocando contro le aspettative, come nel caso del forno, oggetto simbolo che evidenzia come in effetti questo film sia in sostanza un aggiornamento horror della tradizione fiabesca.
Il colpo di scena, inaspettato in puro stile Shyamalan, arriva forse un po' troppo presto e incanala il film su binari più normali pur se la tensione si mantiene comunque alta e certi momenti, come il tesissimo gioco di società, siano di alta scuola. Non manca poi di emergere un significato morale non banale.
Complessivamente bravo il cast con Olivia DeJonge in evidenza e Deanna Dunagan capace di giocare più registri in chiave horror. Ma anche Peter McRobbie, nel ruolo del nonno, se la cava molto bene.

Incassi The Visit
Primo Weekend Italia: € 906.000
Incasso Totale* Italia: € 1.879.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 13 dicembre 2015
Primo Weekend Usa: $ 25.690.000
Incasso Totale* Usa: $ 65.064.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 22 novembre 2015
Sei d'accordo con la recensione di Rudy Salvagnini?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
66%
No
34%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* - - - -

Ma quale horror !!!

venerdì 27 novembre 2015 di no_data

Parto immediatamente dal presupposto che , se si vuole pubblicizzare un film come horror , bisogna che ci sia come principale componente un minimo di suspence destinata a tramutarsi in un reale spavento , altrimenti si può catalogare una pellicola come semplice commedia-avventura o al massimo thriller, tanto per ( in questo specifico caso ) essere "buoni". Film decisamente deviante visto che dal titolo e dalle poche scene presenti nel trailer ufficiale , la sceneggiatura sembrava carina . Non è continua »

* * * - -

"qualcosa girava attorno alla casa, io l'ho visto"

lunedì 30 novembre 2015 di Noia1

Due fratellini vanno a trovare i nonni … dei nonni molto particolari. Shyamalan sempre e comunque umile nei suoi film, forse per questo le grandi produzioni gli fanno così male. Torna all’inventiva nell’ordinario, torna a sconvolgere, non tanto dal punto di vista concettuale, quanto per quel che concerne la quotidianità e innocenza. Come al solito toccante, rende qualcosa d’inquietante vero e proprio horror, colpisce nel profondo, nell’intimo e fa male. continua »

* * * * -

Non c'è nulla di simile nelle sale!!

martedì 1 dicembre 2015 di gioia21

Nonostante alcune critiche l'abbiano additato come horror non horror, a me questo film ibrido è molto piaciuto. A partire dall'atmosfera misteriosa, e proseguendo per tutte le varie stranezze che la storia propone, in un climax di demoniacità che si dipinge intorno a questi nonni apparentemente normali. Ho apprezzato meno il personaggio della madre dei ragazzi, improbabile e svalvolato. Nel complesso, le atmosfere del film e alcune scene sono quanto di più suggestivo mi sia capitato di vedere continua »

* * * - -

Le streghe son tornate (?)

domenica 29 novembre 2015 di jaylee

Torna sul grande schermo, M. Night Shyamalan, regista di origine indiane che a cavallo tra gli anni 90 ed i primi 2000 sfornò una serie di titoli davvero niente male come Il Sesto Senso, Unbreakable, Signs e che lo additarono come il prossimo Steven Spielberg per fotografia, ambientazioni e capacità di suspence nel pubblico. Purtroppo queste promesse non furono mantenute. I suoi ultimi lavori (citiamo solo After Earth, per fare un esempio) sono stati mediocri a dir poco e la sua carriera è andata continua »

Deanna Dunagan
"Ti dispiace entrare nel forno e dare una pulita?"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | The Visit

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 9 marzo 2016

Cover Dvd The Visit A partire da mercoledì 9 marzo 2016 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd The Visit di M. Night Shyamalan con Olivia DeJonge, Ed Oxenbould, Deanna Dunagan, Peter McRobbie. Distribuito da Universal Pictures, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1 - inglese, Dolby Digital 5.1 - francese, Dolby Digital 5.1 - tedesco, Dolby Digital 5.1 - spagnolo, Dolby Digital 5.1 - turco, Dolby Digital 5.1 - hindi, Dolby Digital 5.1. Su internet Visit (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 8,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 1,00 €
Aquista on line il dvd del film The Visit

VIDEO | Il regista de lI sesto senso racconta casting e produzione del nuovo horror The Visit. Dal 26 novembre al cinema.

Il ritorno low budget di shyamalan

mercoledì 4 novembre 2015 - a cura della redazione

Il ritorno low budget di Shyamalan Lo sceneggiatore, regista e produttore M. Night Shyamalan (Il Sesto Senso, Signs e Unbreakable - Il predestinato) torna alle sue origini con The Visit, horror low budget (soli 5 milioni di dollari) di cui parla in questa video intervista in esclusiva per MYmovies.it. La storia del film è quella di una "visita" da parte di due fratelli ai nonni, che abitano in una fattoria sperduta in Pennsylvania. Appena i ragazzi si accorgeranno che l'anziana coppia è coinvolta in qualcosa di veramente inquietante, vedranno diminuire ogni giorno le loro possibilità di tornare a casa.

   

Shymalan ritrova il sesto senso

di Maurizio Acerbi Il Giornale

Due ragazzini vanno, in una fattoria, a far visita ai nonni, mai conosciuti prima; di notte, però, accadono strane cose. Hansel & Gretel rivisitato in una sorta di Paranormal Activity. Il budget ridotto ci restituisce un M. Night Shyamalan quasi ai livelli del Sesto Senso, con un occhio a Hitchcock e senza far mancare il suo spiazzante colpo di scena. La retorica sulla famiglia americana perfetta è fatta a pezzi dal perfetto mix di ironia e thriller. Da Il Giornale, 26 novembre 2015 »

di Emiliano Morreale L'Espresso

Il regista del "Sesto senso", dopo una serie di infortuni commerciali, torna a una storia horror con sorpresa, girata nello stile paradocumentarlo in voga da anni. Due adolescenti si filmano mentre trascorrono una settimana coi nonni, che vedono per la prima volta: i due vecchietti, da subito, sembrano insolitamente sinistri. Semplice e impeccabile, ovviamente con toni da fiaba e da apologo malinconico sulla famiglia. Da L'Espresso, 3 dicembre 2015 »

Il regista del "Sesto senso" va a trovare i nonni: da brividi

di Francesco Alò Il Messaggero

Dopo due kolossal sbagliati e frustranti, L'ultimo dominatore dell'aria e After Earth, l'ex enfant prodlige de Il sesto senso (lo diresse a 28 anni) M. Night Shyamalan torna bambino. Ed ecco un found footage movie da "soli" 5 milioni (produce il geniale Jason Blum di Paranormal Activity) in cui due adolescenti vanno a trovare in campagna i nonni mai visti prima. I giovani fumano con aggressività (lei) e fanno rap (lui; una vera scoperta questo australiano di nome Oxenbould), mentre i vecchi sono distaccati, misteriosi, quasi a disagio. »

Hansel e Gretel 2.0 sperduti nella casa degli orrori

di Giulia D'Agnolo Vallan Il Manifesto

Dai tempi gloriosi di Il sesto senso, Unbreakable e Signs, quando gli studios facevano a botte per lavorare con lui, e dopo che la sua love story con l'industria si è conclusa con un flop di troppo, Lady in the Water, e l'infelice idea di autorizzare un libro su quell'esperienza, Man Who Heard Voices, M. Night Shyamalan esiste in uno strano purgatorio del cinema hollywoodiano, inspiegabilmente esiliato tra film per bambini più belli di quello che sembrano (L'ultimo dominatore dell'aria), le grinfie di Will Smith e famiglia (lo stranissimo After Earth) e una serie tv (Wayward Pines) che non è male anche se molto rubacchiata da Twin Peaks di David Lynch. »

The Visit | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Rudy Salvagnini
Pubblico (per gradimento)
  1° | noia1
  2° | gioia21
  3° | jaylee
  4° | cinebura
  5° | ralphscott
  6° | cinestabe
  7° | il critico 89
  8° | andrea diatribe
  9° | lucva
10° | emi95
11° | gael t.
12° | savross85
13° | casomai21
14° | inslensku94
15° | ludwigzaller
16° | donnie86
17° | zero99
18° | elgatoloco
19° | corvegeta
20° | evildevin87
21° | j mnemonic
22° | gianleo67
23° | marezia
24° | no_data
Rassegna stampa
Emiliano Morreale
Trailer
1 | 2 |
Video
1|
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 26 novembre 2015
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità